Huawei Ban: responsabile bilancio USA chiede proroga per i contractor federali

10 Giugno 2019 22

Il ban di Huawei produce effetti a più livelli ed anche negli Stati Uniti che si sono fatti promotori del provvedimento - si pensi, tra l'altro, all'impatto sulla copertura telefonica nelle aree rurali statunitensi. I centri decisionali di una qualsiasi organizzazione amministrativa tuttavia sono quanto mai ramificati e mentre da un lato Trump non ha avuto dubbi sulla necessità di introdurre il divieto che impedisce alle agenzie e ai contractor federali di utilizzare apparecchiature Huawei, dall'altro il Capo dell'Ufficio per la Gestione e il Bilancio (OMB) ha chiesto al Congresso che l'entrata in vigore sia ritardata di almeno due anni.

La richiesta è stata formalmente avanzata il 4 giugno scorso da Russel T. Vought al Vice Presidente Mike Pence e ad altri nove membri del Congresso: serve più tempo per consentire ai contractor federali di trovare il modo per sostituire le forniture di Huawei e delle altre aziende cinesi inserite nella lista nera dal Governo Trump:

Si tratta di garantire che le aziende che fanno affari con il governo degli Stati Uniti o che ricevono prestiti e sovvenzioni federali abbiamo il tempo per liberarsi dai rapporti commerciali con Huawei e con le altre compagnie cinesi elencate nell'NDAA (National Defense Authorization Act).

Nella lettera si fa riferimento al fatto che l'NDAA potrebbe determinare una drastica riduzione del numero di aziende in grado di concludere contratti di fornitura con il governo statunitense e che il provvedimento avrà un impatto particolarmente marcato sulle aziende americane che operano nelle aree rurali (si veda il link ad inizio articolo). Per queste ragioni, Vought chiede che la normativa entri in vigore a quattro anni di distanza dalla sua approvazione e non a due come era stato inizialmente prospettato.

E' un'ulteriore sfaccettatura di una vicenda quanto mai articolata, che dimostra ulteriormente come non sia così per gli Stati Uniti facile tagliare di netto i rapporti con Huawei e le aziende cinesi. Nelle scorse ore c'è stato un altro timido segnale di disgelo da parte del Segretario del Tesoro, Steve Mnuchin, che ha sottolineato che il Presidente Trump potrebbe essere disposto ad applicare misure meno restrittive nei confronti di Huawei, qualora la Cina fosse disposta a stipulare nuovi accordi commerciali e a fornire garanzie per far venir meno i timori di una minaccia alla sicurezza nazionale degli States.

Il medio gamma Huawei per eccellenza? Huawei P Smart Z è in offerta oggi su a 213 euro.

22

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Salvatore Esposito

non metti dazi poche settimane dopo aver stipulato accordi commerciali solo per poi metterci su dazi come minaccia per ottenere altro... è scorretto, lurido e qualsiasi altro aggettivo dispregiativo ti venga in mente

csharpino

Mette dazi su Messico e Cina per arginare la migrazione della produzione delle aziende americane verso questi paesi e per cercare di limitare la crescita di una super potenza come la Cina che minaccerebbe l'economia globale ma soprattutto quella Americana, le minacce all'Europa non sono minacce ma semplicemente prova a fare leva per ottenere migliori risultati nelle trattative che porta avanti. In definitiva prova a far mantenere una posizione dominante a livello economico e politico agli USA nel mondo, ovvero fa gli interessi del suo paese (a volte anche a discapito di altri). Ora capisco che forse non ci si è più abituati qui in italia, ma lo scopo di un governo dovrebbe essere proprio quello di fare gli interessi della propria nazione.
I dati sulla crescita del PIL americano e della discesa del tasso di disoccupazione non sono ipotesi ma cose concrete. Poi ci saranno sempre quelli che gridano allo scandalo e professano la pericolosità delle azioni compiute perchè non hanno altro modo per cercare di raccattare voti alle prossime elezioni se non quello di fare leva sulle paure delle persone..

Salvatore Esposito

cosa ha senso in ciò che fa Trump? sta semplicemente rendendo le società americane dei partner commerciali non affidabili

Salvatore Esposito

povero cucciolo

Nicola

Alla fine sarà tutta una bolla di sapone....

zdnko

Possono riciclare tutti gli apparati huawei per fare il muro col messico! :D

Dema

Ma il Ticino è ancora più vicino

Salvatore Esposito

ora non esageriamo, android è ben fatto anche se ha ancora margine di miglioramento ma certamente non si può non dire che abbia fatto enormi progressi negli ultimi anni soprattutto grazie alla collaborazione proprio di huawei e sono curioso di provare il nuovo file system che huawei ha creato e andrà in funzione con emui 9.1

Salvatore Esposito
Crowley

Forza Huawei

Porco Zio

Dipende dal ban ... se gli USA lo impongono anche a tutta l’Occidente .... la ricerca di Huawei rallenterà comunque .... la Cina anche aiutandola non può spenderci così tanto

Hal Twister

La soluzione è viCINA.

csharpino

A me sembra la classica mossa politica interna per smuovere un po di acque in previsione di future elezioni, d'altra parte partendo dal presupposto del ban per questioni di sicurezza nazionale (discutibile ma ad oggi il motivo ufficiale è quello) pensare di spostare la questione a tra 4 anni è una cosa senza senso...

gpiemo

Chiaro, ma anche per le infrastrutture (specie per il 5G) dove i concorrenti di Huwaei pare siano indietro un carro e mezzo, 4 anni sono una marea di tempo. Tra 4anni si starà già parlando di 5G+/6G et similia.
Indipendentemente dal settore smartphone che comunque in 4 anni chissà dove sarà finito

Ray Allen

l'hanno capito anche i marziani

Porco Zio

Non si parla di smartphone

Sta tutto qui.

Nelle scorse ore c'è stato un altro timido segnale di disgelo da parte del Segretario del Tesoro, Steve Mnuchin, che ha sottolineato che il Presidente Trump potrebbe essere disposto ad applicare misure meno restrittive nei confronti di Huawei, qualora la Cina fosse disposta a stipulare nuovi accordi commerciali e a fornire garanzie per far venir meno i timori di una minaccia alla sicurezza nazionale degli States.
Lucky
gpiemo

4anni?!
Sapendolo a priori, per quel momento Huawei farà in tempo a crearsi la propria architettura con le proprie royalties e il proprio sistema/store, per non parlare del 5G... che tra 4anni sarà già sorpassato.

Enrico Dunghi

AIA stanno in sbatta, forte però

Max
Jiek

Lol, stanno nel panico

Recensione Oculus Rift S: la Realtà Virtuale per tutti è arrivata

Oppo

Recensione Oppo Reno 10x Zoom: C’è tanta potenza oltre il SUPER ZOOM

Abbiamo provato il 5G per le strade di Milano, vediamo come va | Video

Xiaomi

Recensione Xiaomi Mi Band 4, difficile chiedere di più a 35 euro