Huawei Ban: sanzioni più morbide con accordi USA/Cina, ma Ark OS si avvicina

10 Giugno 2019 108

Il Huawei Ban torna sul piatto delle trattative tra Stati Uniti e Cina, o almeno questa sembra essere l'intenzione di Donald Trump, stando alle parole del Segretario del Tesoro Steve Mnuchin, il quale ha nuovamente tirato in ballo le sanzioni imposte alla società come possibile merce di scambio per un accordo commerciale con la Cina.

Secondo quanto dichiarato da Mnuchin, il Presidente USA potrebbe essere pronto ad applicare misure meno restrittive nei confronti di Huawei nel caso in cui Pechino fosse disposta a negoziare nuovi accordi commerciali con Washington, ovviamente il tutto solo a condizione che la Cina fornisca determinate garanzie. Mnuchin, infatti, ricorda che alla base di tutto ci sono sempre questioni di sicurezza nazionale, che dovrebbero sempre prevalere sugli interessi commerciali.

Huawei ha già fatto sapere di essere pronta a firmare un accordo anti-spionaggio con gli USA, e Google stessa è recentemente intervenuta sulla vicenda spiegando i motivi per cui sia più conveniente che il colosso cinese possa tornare ad essere un suo partner, piuttosto che lasciarlo proseguire verso la creazione di un sistema operativo proprietario, del tutto privo di alcuna garanzia riguardo il tema della sicurezza.

Secondo alcune fonti cinesi riportate dal Global Times, infatti, Huawei sarebbe pronta a portare sul mercato occidentale la prima versione di Ark/Oak OS già entro la fine dell'estate (se ne era parlato a fine maggio), debuttando proprio sui prossimi Mate 30. Questo continuerebbe ad essere basato su una versione open source di Android, permettendo quindi una completa compatibilità con le app esistenti, ma dovrebbe essere del tutto sprovvisto di app Google native, anche se l'installazione da parte dell'utente non dovrebbe essere compromessa in alcun modo.

Insomma, con il G20 già in corso, è probabile che la situazione possa evolvere nel corso delle prossime ore, anche se a questo punto è praticamente impossibile prevedere quale direzione prenderanno i negoziati.

Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Clicksmart a 472 euro oppure da Unieuro a 592 euro.

108

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
AlePLZ

Remi note 7 (180/200 euro 4/64) economico
Mi 9 t (350/400) prezzi in calo per me
Mi 9 t pro( solo se devi giocare a certi giochi che necessitano di tanta potenza fornite ,ecc) non conosco il prezzo...

Marco Sartori

Mai detto.

Aldroid Tech

Huawei lascia cambiare launcher su tutti i suoi smartphone.

ale

Huawei non distribuirebbe le Google Apps preinstallate ovviamente, ma sarebbe l'utente ad installarle molto banalmente sul proprio dispositivo come si installano le Open Gapps su una custom ROM. Magari Huawei potrebbe facilitarne di fatto l'installazione, facilitando lo sblocco del bootloader ad esempio e fornendo già una recovery compatibile all'installazione di pacchetti non ufficiali.

La realtà comunque è che gran parte degli utenti usa quello che si trova preinstallato, la gente usa Chrome, GMail, Maps, ecc perché se li trovano già sul telefono, se usassero un iPhone userebbero Safari, il client mail di Apple, Apple Maps, ecc.

Per cui secondo me gran parte degli utenti userebbe le alternative che Huawei proporrebbe senza pensarci troppo, il loro browser, il loro client di posta, la loro applicazione per le mappe, ecc.

E gran parte dei servizi Google li puoi usare benissimo via browser volendo, magari non è proprio la stessa cosa dell'avere l'app ma se pensi per l'utente medio sai che differenza fa in fin dei conti.

marco76

Ho un view 20 da un mese e davvero top

Vittorio Houston

Huawei è finita. Io mi tengo il mio honor fino a quando non potrò più utilizzarlo, gia dovrei aver avuto la emui 9 da maggio e non l'ho mai ricevura. Dopo di che ritorno a samsunh

Martino Dini

Nel mondo di oggi, post globalizzato, la tendenza di vedere le vicende "nostre" come assolute è sbagliata. Il mercato è oggi globale e non si basa sulle poche centinaia di milioni di clienti Europei o Americani ma sui miliardi di clienti indiani e cinesi. La ricchezza di sta spostando e la Cina non è più lo stato dove di produce i componenti i dove essi vengono assemblati...

Quello che sta succedendo in queste settimane è la capacità del colosso cinese di alzare la testa nonostante l'America abbia tentato di metterlo in condizioni critiche (ricordo che gli hanno tolto processori, sistema operativo, schede sim e distribuzione attraverso i canali americani) e tutto ciò che hanno causato è solo il fatto che Huawei sta per staccarsi da questa situazione di schiavismo commerciale americano che ha reso potente gli USA negli ultimi 50 anni.

Non si parla di telefoni ma di mercato mondiale.

Martino Dini

Il mercato oggi è cinese.

Quello che sa succedendo è un'inserzione di tendenza rispetto al predominio euro americano dell'ultimo secolo

max76

Huawei non interessa a Trump per i telefoni..

max76

Vabbè noi siamo già bullizzati da tempo, guarda ad esempio l' obbligo di acquisto degli inutili F35 e il renzino che non fece una piega..

max76

Asus z6

max76

Manca poco ai tarallucci e vino, grazie a un paio di firmette che forniranno le "giuste garanzie" ...
Diciamo che sotto ricatto, Huawei ha dovuto cedere alle pressioni di Trump sul controllo della sua infrastruttura in America (e non solo)..

GeneralZod

In genere la tolgono prima

PUTinV2

senza play store e patch di sicurezza...

Turk

da media mondo e soci con 10euri ti offrono l'accensione del telefono e il trasferimento file dal vecchio al nuovo (per chi non ci capisce una fava è grasso che cola)

Leo Harmless

non sono d'accordo, di cambiamento climatico, ricerche di contenimento demografico, inquinamento, bisogna parlare ogni giorno. se rileghiamo ancora il problema a un summit o un evento non ci siamo

Mattexx

Molti lo scopriranno dopo averlo comprato mica tutti stanno li a vedere, comunque si gli Smartphone Huawei diventeranno device per untenti consapevoli non per gente alle prime armi. Se fossero piú furbe le aziende cinesi come Oppo, Oneplus, Xiaomi ecc. insieme a Huawei si unirebbero per creare una vera alternativa cinese di sistema operativo per contrastare la predominanza dei sistemi operativi di Google e Apple.

ErCipolla

Ovviamente non azzoppi l'economia cinese bloccando una singola azienda, ma qui si è visto (lo ammettere anche Mnuchin) che lo scopo reale era avere un "pezzo grosso" da usare come monito. È quello che sto dicendo: non gliene frega niente della sicurezza, è solo una scusa per mercanteggiare e ovviamente di eventuali danni collaterali (anche in altri paesi) non se ne curano

Goose

Così ad occhio, un utente inesperto che non vede il Play Store ma Aptoide, non vede Gmail ma alternative cinesi, credi che non ci pensi più di due volte prima di acquistare?

Mattexx

Vabbè cambia il sistema operativo se pur sempre basato su Android invece del Play Store ci sarà Aptoide preinstallato, non avrà le Google App ma alternative cinesi, per il resto non cambia molto.

Goose

Identico fino ad un certo punto, è comunque Android. Non dico che non venderà più smartphone, dico solo che non ne venderà più come prima. Il più inesperto se non vede "Play Store", a mio parere, si diffida. Non c'è nessun vincitore, sia chiaro, ma un bel po' di persone ci penseranno più di due volte se prendere uno smartphone con il noto Play Store oppure uno con "Huawei Store" senza nessuna applicazione Google, tra cui Gmail.

Francesco Renato

Il SO cinese non esiste, si tratta di android base con nome cambiato.

Francesco Renato

La sconfitta sarà per Google le cui app non verranno più preinstallate, l'utente inesperto non sa nemmeno cos'è android e comunque sarà sufficiente la rassicurazione del commesso che il so è sostanzialmente identico.

Goose

Secondo me con questo nuovo sistema operativo avrà un danno d'immagine di non poca importanza. Quelli che frequentano questi tipi di blog sono informati, e sanno che alla fine si tratta sempre di Android ed in un modo o nell'altro le GApps le scaricano lo stesso. Ma adesso pensate a tutte quelle persone che magari hanno pochissime conoscenze in tecnologia, vanno da MediaWorld e si ritrovano davanti uno smartphone Huawei con scritto "ARK OS" sulla targhetta, oppure provandolo scoprono che l' applicazione da cui scaricavano le app abitualmente non ci sono più. A mio parere ci sarà un leggero timore e sentimento di insicurezza verso questi nuovi prodotti. Questo ban è una sconfitta per tutti, per Huawei, per gli USA e per il mercato in generale.

Goose

Huawei è solo la punta dell'iceberg dell'economia cinese, non credo proprio volessero "azzopparla" per questo motivo. Anche perché da questo ban avrà più ferite l'economia statunitense che quella cinese.

PUTinV2

dai con sto SO cinese. Così la gente potrà finalmente capire che è una c@-g@-t@ ipergalattica

Ritornoalfuturo
ErCipolla

Si chiaro, va a finire sempre "a tarallucci e vino". Io ce l'avevo solo con chi elevava gli usa a paladini della sicurezza quando alla fine sono solo in cerca di guadagnarci, come tutti del resto

david0483

ragazzi ma se salta il ban Huawei....tra Honor View 20 e Honor 20 Pro....cosa mi consigliate di prendere? sono principalmente interessato al comparto foto. grazie

GeneralZod

Sanno come gestire un pacco.

GeneralZod
Mr. G

Si su questo hai ragione. Ma queste dispute finiscono sempre così

ErCipolla

Mi sa che non hai capito bene il mio discorso. Non sto difendendo Huawei (che trovo sia un'azienda con orribili politiche anti consumer), può benissimo essere che abbia backdoor ovunque.

Ma non era quello il mio punto. Io sto solo dicendo che se prima ti lamenti di problemi di sicurezza (esistenti o meno) e un mese dopo dichiari che sei disposto a chiudere un occhio in cambio di accordo commerciali favorevoli vuol dire che sei un ipocrita faccia da cu*o a cui non interessa nulla della sicurezza ma solo di far arrivare più soldi in tasca alle solite cricche

Andrea Z.

prima vennero per huawei, e fui felice perchè era cinese....

Mr. G

Viva Surface Phone OS

Mr. G

Se Huawei copia, risparmia in ricerca e sviluppo, può vendere a prezzi più bassi degli altri, diffonde le sue infrastrutture e da lì si arriva ai problemi di sicurezza.

Il 30 aprile, prima che si muovesse Trump, era uscita una notizia in cui Vodafone in ITALIA aveva trovato una backdoor su infrastrutture Huawei che poteva dare il controllo totale della rete a un aggressore. Cosa hanno fatto a riguardo? Nulla perché le infrastrutture Huawei costano di meno rispetto alle altre.

Situazioni come questa rendono tutto giustificabile

ErCipolla

Ma qua l'accusa non era di copiare, ma presunti problemi di sicurezza. Ora dicono che sono disposti a chiudere un occhio in cambio di trattamento commerciale di favore.... ma allora non gli interessa una fava della sicurezza, della serie "passa la mazzetta e puoi spiare quanto vuoi" (o in alternativa il problema della sicurezza manco esisteva ed è stato inventato di sana pianta come scusa)

Mr. G

Gli huawei OGGI sono gli Android più chiusi di tutti, si chiuderanno ulteriormente con Ark, non avranno nulla di più aperto di iOS

Mr. G

Stai tranquillo che succederà tutto tranne un taglio di prezzo generale

Mr. G

Mah, per me la posizione di Trump è condivisibile, solo che doveva essere fatto prima, Huawei ha avuto il tempo di copiare Cisco, diventare una potenza in ambito Android, svilupparsi fork del suo OS e CPU in casa di prima scelta, infrastrutture 5G, diciamo che 10 anni fa sarebbe stato già al limite

Porco Zio

Povera Greta comunque che viene strumentalizzata da qualcuno ....

Ritornoalfuturo

...In cosa alle poste

ErCipolla

Ancora con sto confondere App e sistema operativo... Android è open source, le app preinstallate da quasi tutti i produttori NO (che siano le gapps o eventuali "Huaweiapps" poco cambia... ti pare che Huawei, una società che manco ti lascia cambiare launcher, renda open i suoi servizi? Credici...)

ErCipolla

Perché, come ho scritto sopra, quella della sicurezza era la classica balla colossale all'americana, lo stesso tipo che usano per innescare le loro guerre. Loro volevano azzoppare l'economia cinese, Huawei è una buona vittima sacrificale.

E a tutti gli innamorati degli stati uniti che leggo qua dentro: meditate, perché se in futuro gli usa decidono che qualche industria europea gli dà troppo fastidio ci mettono un secondo a fare lo stesso giochetto con noi. Il bullo che temporaneamente non se la prende con te perché in questo momento ha un'altra vittima non è tuo amico.

ErCipolla

Insomma, in pratica hanno ammesso che non si tratta di questioni di sicurezza ma semplicemente della classica azione da bulletto tipica degli americani: ti prendo a schiaffoni e se vuoi che smetto mi devi pagare (poco conta l'affermazione salvafaccia del ministro del tesoro: se sei veramente preoccupato della sicurezza non saresti certo pronto a tornare subito sui tuoi passi in cambio delle "assicurazioni" del governo cinese come garanzia, che valgono come la carta igienica).

Ma tutti i pagliacci che su queste pagine esaltavano Donald a paladino della sicurezza informatica che fine hanno fatto?

Lucky

Ma se passi la vita ai videogiochi come i ragazzini immaturi

Max
Spark

Allora vale l'ultima parte del mio commento, che nel mondo Linux Android è la domanda che si fa sempre.

vincy

E chi la cotenna

Marco Sartori

propendo per la panzana. vuoi vedere che trump ha usato questo stratagemma per avere trattamenti di scambio migliori?

mi sembra strano che altri marchi cinesoni siano meno rootati di huawei.

Recensione Oculus Rift S: la Realtà Virtuale per tutti è arrivata

Oppo

Recensione Oppo Reno 10x Zoom: C’è tanta potenza oltre il SUPER ZOOM

Abbiamo provato il 5G per le strade di Milano, vediamo come va | Video

Xiaomi

Recensione Xiaomi Mi Band 4, difficile chiedere di più a 35 euro