Huawei Ban: evento di lancio in sordina, l'IEEE revoca il divieto

03 Giugno 2019 267

Aggiornamento 03/06

L'IEEE torna sui suoi passi e annuncia - attraverso un comunicato che trovate in FONTE - di aver revocato ogni restrizione nei confronti degli scienziati affiliati con Huawei, i quali ora possono nuovamente prendere parte al processo di revisione delle pubblicazioni al pari dei loro colleghi internazionali.

Nel comunicato, l'IEEE rende noto di aver intrapreso un'azione di blocco preventivo per evitare problemi legali ai propri membri e ai volontari, tuttavia l'istituto non si è limitato a ciò e ha richiesto dei chiarimenti sul caso al Dipartimento del Commercio statunitense. Questi sono giunti e hanno permesso all'IEEE di appurare l'assenza di rischio nel coinvolgere i propri colleghi affiliati a Huawei, motivo per cui sono stati nuovamente ammessi.

Articolo originale del 30/05

Le vicende relative al Huawei Ban continuano ad avere ripercussioni in tantissimi ambiti inizialmente non previsti. Nelle ultime ore sono emersi due casi che ci dimostrano quanto siano profonde le implicazioni delle decisioni prese dal governo statunitense, il quale ha praticamente estromesso la società cinese dal poter intrattenere rapporti commerciali con organizzazioni e aziende USA e ha messo in discussione anche i rapporti tra Huawei e tutti gli altri paesi alleati degli Stati Uniti.

Tutto ciò sta portando il colosso cinese a muoversi in punta di piedi, al punto che persino il lancio di una nuova struttura dedicata allo studio e allo sviluppo del 5G è avvenuto nella maniera più silenziosa possibile. Parliamo di un laboratorio collocato in Corea del Sud, più precisamente nel distretto di Junggu a Seoul, sul quale Huawei ha annunciato di aver intenzione di investire ben 5 milioni di dollari, al fine di potenziare lo sviluppo della rete di prossima generazione (ormai attuale) in collaborazione con le imprese coreane specializzate nel settore, seguendo la politica nazionalista locale del "In Corea, per la Corea".

L'evento si è tenuto nel più totale anonimato, nonostante i piani originari di Huawei prevedessero un lancio in grande stile in presenza della stampa locale e internazionale. La recente crisi ha invece spinto la società a rivedere del tutto la presentazione e ad adottare una strategia comunicativa del tutto opposta, realizzando un evento privato che potesse proteggere l'anonimato dei suoi partner, i quali avrebbero potuto trarre svantaggio dal fatto di essere immortalati ad un evento Huawei, a casa della situazione attuale.

Uno scenario davvero impensabile sino a qualche settimana fa, al quale si aggiunge il secondo caso che vi abbiamo accennato in apertura. Questa volta è protagonista la comunità scientifica, più precisamente l'IEEE (Institute of Electrical and Electronics Engineers), il quale pare avrebbe deciso di estromettere gli scienziati affiliati a Huawei dalla revisione delle pubblicazioni associate all'IEEE, il tutto al fine di evitare "dure implicazioni legali".

Sotto l'IEEE vengono pubblicati circa 200 giornali e riviste in tutto il mondo e l'associazione vanta oltre 442.000 membri provenienti da 160 nazioni, tuttavia la sua sede è negli Stati Uniti, motivo alla base dell'estromissione. Sia l'IEEE che Huawei non hanno commentato la notizia, quindi manca ancora l'ufficialità. In ogni caso la situazione è ancora in continua evoluzione, ma non sembra che all'orizzonte si prospetti un futuro roseo per il colosso di Shenzhen.

VIDEO


267

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ErCipolla

Hanno fatto una guerra "preventiva" durata 9 anni basata su prove totalmente inesistenti (ricordate le famose "armi di distruzione di massa" di Saddam che poi perfino i loro servizi segreti ammisero essere una balla colossale?), secondo te si fanno problemi per un ban commerciale?

La verità è che gli usa hanno una mentalità da bulletti di quartiere e non se la prendono con i loro "alleati" (ovvero noi leccapiedi europei) solo perché non siamo una minaccia commerciale abbastanza importante.

Ah, e non sto dicendo che i Cinesi o altri siano meglio eh, sia chiaro. È solo che vedere tutti i commenti pro yankee che leggo in questi giorni su questo argomento è deprimente: ragazzi state leccando le ch1appe a una potenza straniera che ci considera "simpatico folklore" quando va bene e che ci azzopperebbe commercialmente senza pensarci due volte se avesse da guadagnarci.

peyotefree

non le hanno mostrate quando fecero scoppiare la seconda guerra in Iraq pensa se lo fanno per Huawei

DeeoK

A qualcuno è tornato il sale in zucca.

yepp
gioflo00

Dimentichi di dire che per l'estrazione delle terre rare si fanno dei danni impressionanti, si producono scorie radioattive, iI pentagono ha chiesto di approvare dei finanziamenti per la resurrezione delle industrie di estrazione in Texas, ma nel frattempo ha stretto accordi con l'australiana Lynas per la fornitura e la riapertura in Texas. Questo indica 2 cose, la prima è che i costi saranno più alti, la seconda che ci vorrà tempo prima che il tutto diventi operativo.

comatrix

Per me Huawei può essere colpevole o innocente, non mi pronuncio, ma visto che gli USA hanno applicato un BAN preventivo, benissimo mostrate ste cacchio di prove sul perché avete eseguito questa azione

Adellina

[ Brightburn ] ultimo aggiornamento
visita questo sito ora, completo di sottotitoli e lingue ??
qui: SHOWLOVERS88.BLOGSSPOT.COM

Luigi Andreoli

Non è una vaccata, ad oggi il fabbisogno USA è coperto dalla Cina all'80%, almeno secondo fonte Business Insider che mi perdonerai se ritengo una fonte più affidabile di te che le fonti non le citi. Poi il discorso che nel mondo ci siano altri giacimenti è vero, ma se i paesi - per vari motivi non estraggono - poco cambia.

momentarybliss

Che poi sarebbe il modo più rapido e intelligente di creare nuovi posti di lavoro

momentarybliss

Ma informarsi prima di estromettere no?

IlFuAnd91

Aldilà della politica penso sia di fondamentale importanza un polo tecnologico europeo con roba nostra visto che adesso dipendiamo solo da cina e america.
Purtroppo l'idea generale è che l'europa non serva a niente e chi fa da se fa per tre...

Zimidibidubilu

Certo come no XD
Però il tempo di continuare a mettermi etichette lo trovi giusto?
Chissà com'è per le etichette non ti fai problemi di tempo, invece per sostenere le tue critiche in modo argomentato no, ti basta dire che tizio è così e colà e per te è tutto a posto.
Spiacente, il dialogo non funziona così nel mondo degli adulti, se si fa una affermazione si DEVE poter sostenerla con argomentazioni solide, altrimenti è pura fuffa.

Max

Se non rispondo significa che non ho alcuna voglia di perdere tempo con un comunistoide antiamericano che fa propaganda su un sito di tecnologia. Evito forum a sfondo politico come la peste perché odio perdere tempo con le zecche come te. Qui voglio parlare di tecnologia.
Lavoro con gli americani, in America, da una vita. Non sono il paese perfetto. Non sono il popolo perfetto. Ma sono dieci anni avanti a noi (e forse neppure è giusto dirlo, visto che noi non ci arriveremo neppure tra 10 anni).

Zimidibidubilu

Non argomenti. Ti limiti a afare affermazioni che dette così non significano un bel nulla.
Sentiamo in che modo avrei distorto la realtà.
Se non rispondi significa che la tua è propaganda e quindi che sei intellettualmente disonesto.

Max

Non sono fatti. Hai distorto la realtà storica in piena tipica retorica antiamericana.

Zimidibidubilu

Rispondi sui fatti invece difare finta di non capire.

Max

La storia che stai inventando tu non diventa più vera solo perché te ne sei convinto.

DeeoK

Ti fa così tristezza che in certe discussioni ti ci butti a capo fitto senza tirare fuori neanche mezza argomentazione (perché non ne hai).

ErCipolla

Cancella i tuoi commenti allora...

Norman Tyler

io so che mi fa tristezza il fatto che ripetete sempre le stesse minkiate trite e ritrite credendo di sapere già tutto ...ognuno ha le sue tristezze a sto mondo

PassPar2_

Meno caxxate grazie.

ErCipolla

Come volevasi dimostrare, ignori il principio e ti soffermi sull'aneddoto. Scommetto che sei uno di quelli del "chissene frega se il governo mi spia, tanto io non ho niente da nascondere".

Questa mentalità del "tira a campà, finché non mi tocca nel pratico chissene frega" è piuttosto triste francamente

DeeoK

Non so se sia più triste la tua incapacità di comprendere la situazione o la tua incapacità di argomentare un'opinione.

Norman Tyler

e si dite caxxate a raffica uno come vi deve rispondere ...con caxate no ?

PassPar2_

È chiaro che questo sito fa parte della rete cinese di disinformazione.

PassPar2_

Ora hai fatto crollare uno degli argomenti cardine per dire che il ban è sbagliato e moriremo tutti ora che Huawei è stata bullizzata dagli americani.

Tetsuro P12

Bisogna cominciare a pensare ad 'estromettere' gli Stati Uniti, e ricominciare dalla più affidabile Europa (non poi molto, considerando gli ultimi risvolti politici).

franky29

Ormai è impossibile

Norman Tyler

in ogni caso conoscendo gli americani ( e vedendo trump ) la sola minaccia dalla cina li porterà ad investire in fonti nazionali ..già ll'amministrazione Obama aveva avuto sentore dell'importanza di queste materie prime e spinse per riaprire la miniera di Thor Lake

Norman Tyler

quello sicuramente nel breve termine ( Australiani hanno molte joint venture con i giapponesi quindi darebbero una possibilità nel brevissimo termini) .... eisterebbe anche il Sud Africa ...ma li la situazione è ...meh... non esattamente quella di qualche anno fa ( politica) e poi ovviamente il Canada ma sicuramente Australiani dovrebbero essere avanti

PassPar2_

Infatti, proprio perché possono farsi pubblicare da altri il principio non viene meno. Verrebbe meno se continuassero a essere parte di un organo serio, consapevoli di sedere sulla sedia a fianco al ricercatore a cui hanno rubato i frutti del suo lavorui, tramite furto dui brevetti industriali.

Aster

o pure piano B Australia

Zimidibidubilu

Chiedi un aumento.

Norman Tyler

mai quanto pagano sto blog

Norman Tyler

negli anni 90 le miniere USA chiusero proprio perchè la legislazione ambientale era cambiata ( ossia i costi andarono ancora più alle stelle mentre i prezzi scendevano ) a parte il fatto che quel caxxone di trump non lo vedo molto ambientalista ma siccome la mineira in assoluto più grossa è inCalifornia che è fortemente ambientalista ...un aumento dei prezzi e puff riparte il miracolo anche ambientalmente accettabile

Aster

Mi chi sottovaluta noi americani?!;)se fai un giro in cina o solo su internet ci sono enormi laghi artificali di scorie e scarti industriali,se si torna a estrare altrove con piu intensita magari tornano i prezzi degli anni 90

Norman Tyler

costa troppo perchè? ...proprio perchè in cina se muori di inquinamento non frega a nessuno ...in 15 anni la cina ha ammazzato la concorrenza mondiale abbassando i prezzi di più o meno 3 volte il valore di prima ....ma questo vuol dire che ...se la Cina si tira indietro i prezzi salgono ( sta già succedendo solo alal minaccia ) e negli uffici della Molycorp scorrerà champagne come piovesse ...si vabbe la capicta di semlting non è sufficiente et etc ...si vero ...ma sottovalutate gli Americani ..che in poco tempo dal neinte hanno tirato fuori scisti e fraking che gli hanno dato una autonomia sul fossile che manco si immaginavano loro

Aster

che costa troppo e inquina ancora di piu quindi nessun paese "occidentale " rischia di farlo.

Zimidibidubilu

Poverino, spero che ti paghino bene per fare queste figure misere.

Norman Tyler

tu hai dei problemi sei ( notare questo è "tu" quindi vai iltre il "voi" )...sei un caso speciale da TSO

Giordy

ma cmq sono entrati in guerra solo dopo che loro sono stati attaccati

DeeoK

Poverino.

uella

Povero zlatan ezio

Zimidibidubilu

ahahahahah ecco la propaganda in azione. Patetico.
Lo so che conti sul fatto che la maggior parte delle persone segue solo superficialmente e non si rende conto della figuraccia che hai fatto.
Ma vedo che di tacere dignitosamente non se ne parla.
Un atro intellettualmente disonesto.
Questi articoli su Huawei attirano VOI come le mosche LOL

MatitaNera

Rendendolo senza senso, andava riscritto, cacchio mi offro volontario per aiutarli

Norman Tyler

con "voi" gli argomenti sono inutili ...siete orami persi ...carne da internet e basta

Zimidibidubilu

Io non sono "voi" ed il tuo insistere a volermi etichettare rivela che non hai argomenti, oltre ovviamente al fatto che quando hai visto che non sapevi di cosa stavi parlando hai glissato.
Se parli con me non puoi usare il "voi" perché di me non sai nulla.
Ti conviente tacere a questo punto, per non peggiorare la brutta figura fatta finora.

Norman Tyler

il titolo non gli era arrivato con la velina ...se so dovuti arrangià

Norman Tyler

mava ? e io che credevo che cadessero dal cielo ! ora che mi hai rivelato sta verità nascosta ...che volevi dire ?

Norman Tyler

no no ..."voi"

LG

Recensione LG G8s: le air gesture fanno scena, ma la sostanza è altrove

Asus

Asus Rog Phone 2 ufficiale: il miglior gaming phone ora ha 6000mAh | Anteprima

Samsung

Xiaomi Mi 9T VS Samsung Galaxy A50: confronto fra best buy

HDMotori.it

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel