Project xCloud, oltre 3.500 giochi già compatibili. Capcom e Paradox testano il servizio

25 Maggio 2019 58

Con un post pubblicato su Xbox Wire, Microsoft divulga nuove informazioni sullo stato di sviluppo di Project xCloud, la piattaforma per lo streaming dei giochi che di recente è entrata in versione "Takehome".

Secondo quanto divulgato, i lavori su Project xCloud proseguono spediti e allo stato attuale la piattaforma ha la capacità tecnica di trasmettere in streaming più di 3.500 giochi dai cataloghi di Xbox One, 360 e Original, senza la necessità che gli sviluppatori intervengano sui titoli.

Le software house saranno quindi in grado di scalare in modo spettacolare i loro giochi esistenti su tutti i dispositivi, senza fasi di sviluppo extra, manutenzione aggiuntiva del codice base e aggiornamenti separati. Quando uno sviluppatore aggiorna, ad esempio, la versione Xbox One del proprio titolo, la patch si applicherà automaticamente su Project xCloud senza alcun lavoro aggiuntivo da parte del team.

Lo scopo di Project xCloud è quello di consentire la riproduzione di fantastici giochi ovunque e in qualsiasi momento. Sin dall'inizio, il nostro obiettivo è stato quello di garantire una totale compatibilità. Vogliamo infatti che per gli sviluppatori sia il più semplice possibile rendere i propri prodotti disponibili a qualunque giocatore con il pieno supporto per i titoli esistenti, quelli attualmente in fase di sviluppo e quelli futuri.

La potenza di Project xCloud, per garantire una perfetta compatibilità per gli sviluppatori e nuove possibilità di gioco per gli utenti, proviene ovviamente dai data center di Azure situati in tutto il mondo e allo stato attuale i test coinvolgono 13 regioni in Nord America, Asia ed Europa che hanno già ottenuto le blade di Project xCloud. Secondo quando diramato, alcune importanti software house tra cui Capcom e Paradox Interactive, hanno già la possibilità di testare con estrema facilità i propri giochi direttamente da Project xCloud senza dover effettuare il porting su una nuova piattaforma.

Microsoft ha inoltre annunciato di aver aggiunto al kit di sviluppo per Xbox (XDK) nuove funzioni per il supporto allo streaming con l'implementazione di "IsStreaming", un'API pensata appositamente per il servizio in grado di modificare in tempo reale determinati aspetti del gioco (es dimensione del testo, diminuzione latenza in multiplayer etc) in base al dispositivo e alle condizioni in cui viene utilizzato. Gli sviluppatori, grazie a "IsStreaming" possono quindi personalizzare ed ottimizzare in modo semplice i loro giochi per renderli perfetti su qualunque dispositivo.

L'unico vero Note? Samsung Galaxy Note 9 è in offerta oggi su a 489 euro oppure da Amazon a 667 euro.

58

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Sandro Pignatti

Io che vedo il mondo sempre da un punto di vista naturalistico mi sta bene.
Perchè, secondo il mio ragionamento e quello anche di altri, si risparmia un sacco sui componenti circuitali privati. Alla fine l'utente finale avrà uno schermo e un modulo lte o wifi per giocare senza avere chissà quali altri circuiti. Questo significa un risparmio enorme ogni anno di dispositivi che vengono puntualmente buttati e che insieme a loro vanno ogni anno persi enormi quantità di schede e transistor perfettamente funzionanti.
Almeno così con il cloud, le aziende potranno organizzarsi per creare una rete di smaltimento mondiale efficiente.
Spero in tempi brevi.

Mario Cacciapuoti 85

La vedo diversamente ripeto non mi sento di sputare sentenze sulla base di calcoli che alla fine non si sa se sono quelli da fare, non conosciamo il servizio come sarà strutturato e nemmeno la tecnologia alla base, io voglio aspettare E3 2019 e vedere cosa realmente avrà da offrire xcloud, poi essendo appoggiato da Sony e Nintendo, una possibilità la do

ste

Mi spiace ma é matematica, in 5mb/s la compressione di un gioco moderno lo renderà imbarazzante.
Se provi geforce now te ne renderai conto, nonostante una banda nettamente maggiore, la percezione è inferiore alla 360

GianTT

Nel medio lungo periodo Microsoft punterà a questi sistemi per colmare il gap con Sony sui numeri, potendo quindi contare su una piattaforma scalabile su ogni device o quasi, indipendentemente dall'hardware.

GianTT

Indubbiamente Microsoft è avvantaggiata nel settore, ma soprattutto perché ha dietro un gigante di nome Azure, oltre al catalogo già nutrito

Baronz

Io con la ftth ho 9 ms. Non è fantascienza.

Danilo

L'obiettivo è aumentare notevolmente la platea di utenti finali e non tutti hanno console o PC gaming, con lo streaming potenzialmente chiunque può accedere a videogame anche molto evoluti. Per loro aumentano i guadagni, per gli sviluppatori si abbattono i tempi di sviluppo dedicandosi ad una sola piattaforma senza dover rifare tutto da capo sulle altre ogni volta, gli utenti non sono più obbligati a comprare e rinnovare PC e console ogni volta avendo la certezza che i giochi a cui vogliono accedere funzionano anche sul loro smartphone, etc.. senza contare che così viene limitata la pirateria - cosa che è già successa (e sta succedendo) per filme e serie tv con le nuove piattaforme di streaming (NetFlix, Prime Video, etc.)

Mario Cacciapuoti 85

Ma forse non hai capito letto bene,il mio commento, i 5/Mb che Microsoft vuole raggiungere non servono per giocare a 4k su una TV 60 pollici, ma e la specifica minima che vuole ottenere per giocare stabilmente a 1080p, ad esempio da smartphone.
Prova a ragionare tu ora noi non sappiamo nulla di ciò che c'è dietro e non credo che Microsoft che ti ricordo essere probabilmente la migliore azienda al mondo nell'offerta di servizi cloud based
(Azure) siano tanto sprovveduti da offrire un servizio game cloud based che sia al di sotto di determinati standard, io il beneficio del dubbio glielo do, anche in virtù del fatto che all E3 saranno svelati tutti i dettagli

Sandro Pignatti

Ping minore di 10? Ma allora oggi come oggi é fantascienza

ste

Ragazzo prova a ragionare, un film BR 4k ha un flusso video di circa 125 mbs, netflix lo riproduce a 25 mbs. 5 volte in meno, ossia un film in streaming in 4k ha un flusso video inferiore ad un FHD su formato fisico. Immagina quel film riprodotto a 5 mbs, sarebbe 25 volte più compresso. Ora pensa ad un videogioco moderno che ha un bit rate iniziale di molto superiore ad un film, a 5mb hai idea di che porcheria verrebbe fuori?

Mario Cacciapuoti 85

Non sono un esperto e non ho le competenze tecniche per capire cosa stiano combinando e come possa essere il risultato finale, mi sono limitato a riportare le dichiarazioni di Microsoft, da quanto ho capito perché xcloud, è diverso dal servizio Sony ed NVIDIA, in pratica tutto il processo di elaborazione e calcolo computazionale, e a carico del servizio Cloud, quindi in poche parole, il flusso dati a carico dell'utente non ne differente da uno streaming audio/video, con una enorme possibilità di scalabilità in base al device che si sceglie per fruire del servizio. Non a caso Sony ha già fatto un accordo con Microsoft per poter usare tale servizio in sostituzione del proprio, ed è notizia di ieri che anche Nintendo ha intenzione di iniziare le trattative con Microsoft, insomma se i maggiori colossi mondiali del game(Sony Nintendo) hanno deciso di abbandonare i loro servizi proprietari convergendo verso quello Microsoft, probabilmente deve essere davvero ottimo il servizio. Parlo con il condizionale perché come ribadito non ho né le conoscenze né le competenze per valutare la bontà di tale servizio, credo che fino all'E3 quando verranno svelati molti dettagli non possiamo avere una vera panoramica ed idea completa delle reali potenzialità o limitazioni.

CoreyTaylor

Lasciamoli nella loro convinzione :D

Riccardo

ti ribadisco che, nonostante la mia connessione, non ho assolutamente nessun problema di input lag o freeze. anche nel multi player e su giochi anche recenti( effettivamente parliamo di un catalogo in continuo aggionamento). L unico problema riscontrato è la poco compatibilità con controller di terze parti, uso quello di una xbox 360 e alcuni titoli non sono giocabili su psnow proprio per l assenza del touchpad proprietario. per ili esto davvero nessun problema( del resto non avrei motivo alcuno a dire il contrario:)!)

ste

Non so se ti rendi conto si quanto debba essere castrato il flusso dati di un videogioco per passare in una banda da 5mbs.
Fai conto che per i film un 4k hdr in streaming serve una banda da 25 mbs ed è sotto un BR full hd. E parliamo di film che hanno un flusso video ridicolo rispetto ad un videogioco.
Io ho provato geforce now e ps now, latenze, artefatti, lag sono evidenti, e l'impatto visivo è sotto a quello della scorsa gen.

Albi Veruari

Non parlo tanto di grafica ma di input lag, il tempo che trascorre tra una volta premuto un pulsante e il movimento nel videogioco. Qui il ping è molto importante e in Italia le connessioni non permettono ciò. Ovviamente parlo di quello che ho visto, se la situazione è migliorata tanto di cappello.

Raiden

Poveretti, cercano di giustificare in tutti i modi il fatto di essere inkiapp€ttati a dovere.. evidentemente gli piace essere derubato da ladrafone

CoreyTaylor

Assolutamente, ora scusami smetto di risponderti perché non mi prende più il telefono ahaha

Riccardo

su PSnow , nonostante abbia una linea davvero Basic, funziona davvero bene senza ritardi o altro. certo capita qualche perdita di franerete ma credo sia imputabile più alla mia linea che al resto. di fatto nessun freeze o blocchi. dovrebbe andar bene anche questo credo .

Albi Veruari

Milioni? Fino ad un mese fa Iliad aveva solo il 2% di share che su 60 milioni di abitanti fanno circa 1.2 milioni di sim attive, chissà poi quanti ancora ci sono rimasti. Si vede che quel milione è composto da furbi che pur di risparmiare 2 euro accetta di stare con il peggiore operatore presente attualmente in Italia.

CoreyTaylor

Certo certo, milioni di persone con Iliad sono infatti irraggiungibili!

Albi Veruari

Parlano del fatto che è la più veloce e ha più copertura insieme a Tim. Colpa mia e di milioni di italiani se questi due fattori sono fondamentali invece che risparmiare 12 euro all'anno e ritrovarsi senza connessione appena ci si allontana dai ripetitori che Iliad ha preso in affitto.

lore_rock

A livello tecnico secondo me si perché come é stato mostrato con stadia si va a sfruttare molta potenza senza aver bisogno di hardware locale spesso molto costoso, non c’é bisogno di aggiornare hardware perché questo avviene lato server, non ci sono patch, download e altre menate ed é accessibile da qualunque dispositivo connesso a internet.
Però é ovvio che é una soluzione pensata non per gli utenti ma le casse dell’industria, l’utente non ha nulla di suo e chi eroga il servizio può fare cosa vuole per spingere l’utente a pagare oltre il necessario

CoreyTaylor

Non è che se non funziona a te allora stanno tutti non apposto. I dati oggettivi parlano del fatto che Vodafone è più veloce, non che abbia disservizi per milioni di clienti.

Andrej Peribar

Anche io sono vicino al tuo pensiero.
ma onestamente il "nostro" scenario è parecchio difficile da sviluppare in base a ciò che sta accadendo

Andrej Peribar

Tendenzialmente anche io la penso così (a parte il fatto che il fisico lo lascerei come scelta poichè da una opzione, elimina il monopolio dello store e per mette l'usato, tanto in fondo non incide sul prezzo).

Volevo solo aprire una discussione sul "futuro" che ci prospettano.
Se in fondo è voluto o semplicemente "digerito"

Max Severest

Da questo punto di vista direi proprio di sì.

Audrey

- " Brightburn " - HD 2019
visita subito su questo sito, disponibile a 1080p ??
qui: BLACKSERIES09.BLOGSPOT.COM

Albi Veruari

Sicuramente il futuro del gaming ma al momento mi pare improbabile per via dell'input lag abbastanza fastidioso.

Albi Veruari

Non è che se funziona a te allora stiamo tutti apposto. Ci sono dati oggettivi che confermano la scarsità di Iliad e la superiorità di Vodafone. Che poi quest'ultima sia cara è tutt'altro paio di maniche ma non è quello il punto del discorso.

Jezuuz

Io preferisco l’acquisto e il download (digitale solo, direi basta blue ray) sono un po’ contro gli abbonamenti dove è possibile evitarli..
Poi IMO avendo mille giochi a disposizione finisce che una persona non se ne gode manco uno.

Bruce Wayne

Ed io ho esperienze opposte.

CoreyTaylor

A me Iliad funziona da giugno dell'anno scorso, evitiamo di infangare ciò che non ci piace

Andhaka

Corretta è una parola difficile.

Al netto che io preferirei che l'esperienza ludica rimanesse il più possibile in locale, anche senza connessione se possibile, è indubbio che la componente online è ormai fortissima e il mercato si sta polarizzando in quella direzione.

Quindi è sicuramente l'evoluzione "logica" del mercato attuale. Sia per le preferenze di uso di una grossa fetta dell'utenza, sia per le preferenze delle grandi compagnie che potranno applicare il sistema ad abbonamento che è sempre una fonte di entrate costante e molto più facile da gestire/calcolare di mese in mese.

Per noi giocatori nel complesso... non è lo scenario migliore secondo me, ma spero rimanga comunque ampia scelta per chi preferirà un sistema leggermente meno... sociale.

Cheers

manu1234

Beh pensa ad un xcloud + gamepass, non possiedi niente ma finche' paghi hai sempre tutto e paghi mooolto meno per avere molto di piu' alla fine. Vedremo. comunque mi tocca mandare il book 2 in assistenza :( si e' sciolta per il calore in un punto la colla dello schermo e ora si vede un alone giallo, per fortuna sia dentro che fuori la garanzia per sto problema te lo sostituiscono

Andrej Peribar

Anche io credo che molto dipende da come si evolve.
Solamente non credo per natura che sarà a favore dell'utenza

.
A meno che non si parte subito da abbonamento con accesso al catalogo, senza pagare i giochi.
Poi però bisognerebbe capire se i tripla A non si trasformino in loot box per fatturare.

Non credo che sia tutto "così facile".

Loro ci mostrano i lati positivi, ma siamo ancora in grado di vedere i negativi?

manu1234

Bah secondo me dipende tutto da come si evolve il concetto di abbonamenti. Perche' sulla carta e' molto meglio del sistema classico, il punto e' capire se in futuro si riusciranno ad evitare i lati negativi (ad es, perdere le licenze dei giochi digitali nel caso di chiusura del servizio, oppure i dati)

Bruce Wayne

Mettiamola così. Vodafone è cara ma funziona, iliad non funziona quindi sono completamente regalati

Bruce Wayne

Bene

Bruce Wayne

Come è già adesso, peccato che così non serve una console da 400€

boosook

Bene così o male così? :)

Andrej Peribar

Ma a parte il fatto su chi è più avanti è secondo te (o voi*) una corretta evoluzione del gaming?

È l'evoluzione che vogliamo o solo quella verso cui ci stanno spingendo?

____
*con voi intedo escludendo i fantoys o l'animo da fantoys che spesso vince in voi.

Gianluca Scuzzarello

+ gold

Raffael

No, ma il problema è che non ha presenza sul campo!

Sandro Pignatti

Confrontata a microsoft si.

asd555

Eh già, in effetti Google è nata ieri.

manu1234

si peccato che stadia non sia open source e microsoft collabori sia con nvidia che con amd per l'hardware dei server, per non parlare di tsmc e intel per chip custom... dai su

momentarybliss

Anche a mio avviso MIcrosoft è più avanti, anche perché deve lavorare su più piattaforme e gestire l'enorme parco titoli esistente, mentre Google, pur avendo sicuramente le risorse, deve ancora presentare la sua line up di lancio. Come al solito, la differenza la faranno i giochi

Sandro Pignatti

Stai parlando di un colosso informatico con alle spalle più di 20 anni di esperienza di programmazione software, servizi, catalogo giochi e hardware e hai anche il coraggio di citare chi? google? Looooool

lore_rock

Microsoft con le diretcx ha gli strumenti di sviluppo dei giochi sia su xbox che su pc e anni di esperienza e presenza nel settore, il che vuol dire software house già dentro alla sua piattaforma, in più pure Microsoft può contare su AMD per i server dato che questi sono basati sulla one s che é su piattaforma AMD così come one x e le prossime console, e pure con NVIDIA ha accordi tra sviluppo delle GPU per i surface e tutto il mondo PC tra giochi e programmi professionali.
Google deve costruire tutto da 0

CoreyTaylor

E' un f@nboy vodafone, appena sente la parola "iliad" gli si illuminano gli occhi di rosso, lascia perdere

Sony

Recensione Sony Xperia 1 in 21:9, letteralmente!

Huawei

Oppo Reno 10x VS Huawei P30 Pro: Confronto Fotografico | VIDEO

Asus

Mi 9 vs OnePlus 7 vs Zenfone 6: la sfida tra top di gamma 'economici'

Google

Recensione Google Nest Hub: adesso Assistant ha una faccia anche in Italia