NASA chiede "l'aiuto del pubblico" per mappare l'asteroide Bennu

23 Maggio 2019 17

Verso la fine dello scorso anno, la sonda OSIRIS-REx è entrata in orbita attorno all'asteroide Bennu, un'operazione complessa che è stata, però, solamente l'inizio di una missione ancora più ostica. La sonda è arrivata a destinazione lo scorso 3 dicembre, operando sin da subito le prime analisi. Successivamente si è cercato di trovare il giusto equilibrio per porsi in orbita attorno all'asteroide, operazione molto complicata se pensiamo che Bennu misura circa 600 mt di diametro, ha una forza di gravità minima e le stesse radiazioni solari rischiavano di influire sul risultato.

L'obiettivo è stato centrato lo scorso 31 dicembre 2018: una precisa scarica del propulsore della durata di 8 secondi ha consentito la storica manovra. OSIRIS-REx procederà restando in orbita fino al 2020 circa, successivamente si tenterà di recuperare un campione di terreno per riportarlo a Terra entro il 2023. Ora il problema maggiore risulta trovare un sito adeguato per la raccolta del materiale, a quanto pare la NASA si troverebbe in seria difficoltà, tanto da chiedere l'aiuto di gruppi esterni di scienziati per mappare l'impervia superficie dell'asteroide.


L'impressionante foto che vedete poco sopra è stata scattata dalla Polycam montata su OSIRIS-REX lo scorso 28 marzo, la distanza dalla superficie nel momento dello scatto era di di 3,4 km, mentre il campo visivo mostrato nel ritaglio è di 49,6 metri. Per avere un'idea delle dimensioni, la NASA afferma che il masso bianco visibile a destra della parte superiore dell'immagine è alto circa 4,8 metri.

La sonda ha ormai mappato tutta la superficie dell'asteroide, scoprendo come la conformazione rocciosa renda complessa la ricerca di un sito di prelievo dei campioni. Per accelerare il processo di selezione, la NASA sta chiedendo ai volontari cittadini scienziati di sviluppare una mappa dei rischi, effettuando una vera e propria conta dei massi: l'obiettivo è la catalogazione completa delle rocce pericolose vicine ai potenziali siti di raccolta.

Per questo la NASA ha dato il via ad una collaborazione con CosmoQuest, un progetto che sostiene iniziative di scienziati cittadini, che si prenderanno l'onere di effettuare la conta. L'agenzia spaziale renderà disponibili le immagini raccolte e la campagna di mappatura durerà fino al prossimo 10 luglio. Una volta che saranno individuati i siti primari e secondari, OSIRIS-REx effettuerà una ricognizione ravvicinata per carpire maggiori dettagli.

La manovra di raccolta dei campioni, chiamata Touch-and-Go (TAG), è prevista per luglio del 2020 e il ritorno a Terra nel settembre del 2023. Naturalmente se tutto andrà a buon fine.

Il top gamma più piccolo e pontente sul mercato? Samsung Galaxy S10e, in offerta oggi da Gaming Pro a 459 euro oppure da Unieuro a 549 euro.

17

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Sirius Bau

Io avrei usato il 50:50.

AlphAtomix

atterrare li la vedo dura.

BLERY
L0RE15

Tutti bannati, mi spiace! ;)

L0RE15

Io non vedo alcun masso bianco nella foto però...chiedo conferma ai terrapiattisti! ;)

Gio Artificiale

Tutta colpa di Salvinee!

rsMkII

Ma vedi le conseguenze del ban, le vedi? Fino a ieri potevano contare sull'utilizzo del P30 Pro, ora che non possono collaborare con Huawei non possono più farlo e così devono chiedere aiuto ai privati, che a differenza loro possono ancora accedere a questa tecnologia...
Invece di fare sti ban, pensasse alle conseguenze!

Davide

vado subito!!!

Liso Flitto Jinping

Così troveremo gli alieni e nessuno potrà censurarci le foto.

Mister chuck revenge

Basta l'utenza col p30 pro!

eL_JaiK

Vabbè ma così è troppo facile. C'è un'azienda che si è recentemente svicolata di brutto che fa al caso loro.
Questa nuova collab porterà ai primi Huawei con NasaOS space cowboy edition!

Covfefe

Andhaka

Ottima idea...

Ogni tanto entro ancora nel mio account Galaxy zoo a dare una mano... potrei ritagliarmi qualche mezz'oretta anche per questo.

Cheers


a quanto pare la NASA si troverebbe in seria difficoltà...

https://media2.giphy.com/me...

Super Rich Vintage

Almeno così possono superare il momento difficile di huawei e sentirsi utili.

Vash 3rr0r

richiesta ovviamente rivolta a tutti i possessori di huawei P30 pro.

BLERY

Chiedete a Trump, lui sa bannuare

Mobile

Recensione Huawei Watch GT 2: super autonomia e bel display

Amazon

Le migliori offerte Week End: gadget, accessori, smartphone, informatica e altro

Apple

Recensione iPad 10.2 (2019), iPadOS fa la differenza

Smartphone

Oppo Reno 2 e Reno 2 Z ufficiali: 6,5" full screen Amoled da 349 euro