Huawei Ban: bullismo USA, rapporti con Google, alternative a Play Store e Android

21 Maggio 2019 338

Il ban degli Stati Uniti contro Huawei continua a tenere banco con nuove dichiarazioni ufficiali e dettagli utili per delineare i contorni della vicenda. In primo luogo, è Abraham Liu, rappresentante di Huawei presso le istituzioni europee, a gettare benzina sul fuoco usando il termine "bullismo" per definire l'atteggiamento assunto dal Governo statunitense nei confronti dell'azienda. Un comportamento che rischia di compromettere non solo gli interessi del produttore, ma anche le regole dell'ordinamento liberale.

Huawei sta diventando vittima del bullismo da parte dell'amministrazione statunitense. Questo non è solo un attacco contro Huawei. E' un attacco all'ordinamento liberale basato sulle regole.

Le dichiarazioni di Liu fanno poi eco a quelle del fondatore di Huawei, Ren Zhengfei, nella parte in cui evidenzia come la fonte delle ostilità sia da ricondurre esclusivamente all'amministrazione Trump e non certo alle imprese statunitensi. In relazione a Google, che nel corso del weekend ha comunicato la decisione di non concedere più la licenza Android a Huawei - provvedimento temporaneamente superato a seguito della sospensione per 90 giorni del ban USA - il rappresentante afferma di essere al lavoro con la casa di Mountain View per cercare di risolvere al meglio la vicenda.

Loro (Google) non hanno interesse a bloccarci. Stiamo lavorando a stretto contatto con Google per trovare un modo per gestire la situazione e l'impatto della decisione Dipartimento del Commercio statunitense.

App Gallery, il primo tentativo di Huawei di creare uno store di app alternativo rispetto al Play Store

Alle dichiarazioni ufficiali seguono le informazioni contenute in un recente report di Bloomberg che svela alcuni retroscena su un presunto piano B, portato avanti da alcuni mesi e con il quale l'azienda cinese avrebbe voluto svincolarsi maggiormente dal Play Store di Google, creando un suo store di app alternativo. La fonte afferma in sintesi:

  • L'app App Gallery che è stata presente negli smartphone Huawei e Honor ha rappresentato il primo tentativo da parte di Huawei di creare uno store alternativo al Play Store
  • Nel corso del 2018 Huawei si è rivolta agli sviluppatori di applicazioni promettendo loro di aiutarli a diffondere il proprio software nel mercato cinese, tramite App Gallery. L'azienda ha prospettato agli sviluppatori interpellati un bacino di 50 milioni di utenti europei ed ha offerto uno strumento software per rendere le app immesse nel Play Store compatibili con App Gallery
  • Uno degli scenari possibili è che l'App Gallery avrebbe potuto svolgere la funzione di ponte tra Europa e Asia per la distribuzione delle app Android agli utenti di entrambi i continenti

App Gallery non sarebbe l'unica opzione al vaglio: stando alla testata portoghese Dinheiro Vivo, il noto store alternativo Aptoide (fondato appunto in Portogallo) ha confermato di aver intrapreso delle trattative con Huawei per una potenziale partnership. Non è ancora ben chiaro come potrebbe funzionare, ma le due principali opzioni sono:

  • pre-installazione di Aptoide negli smartphone Android senza Play Store
  • disponibilità di tutti i contenuti di Aptoide nello store proprietario Huawei (che potrebbe essere App Gallery, per esempio).

Aptoide, osserva il giornale, collabora già con tre grandi produttori cinesi, ovvero Oppo, Xiaomi e Vivo: raggiunge circa 20 milioni di utenti e ha un catalogo di circa 900.000 app e giochi. La dirigenza di Aptoide esclude una possibilità di acquisizione da parte di Huawei.

È bene sottolineare che tale piano B sembra essere stato approntato da Huawei per affrontare la situazione di emergenza in cui a venir meno sarebbe stata solo la collaborazione con Google. Lo scenario che si è invece delineato con il ban che vuole impedire a Huawei di acquisire tecnologia dalle aziende USA rende il progetto molto più complesso da realizzare: per semplificare, senza l'apporto degli sviluppatori statunitensi, potrebbe risultare difficile da popolare lo store con contenuti adatti al pubblico occidentale.


Un altro scenario, ancor più radicale, è che Huawei possa introdurre un proprio sistema operativo, compatibile con le applicazioni del robottino verde - non una semplice variante AOSP. E' un'ipotesi che è tornata ciclicamente agli onori della cronaca negli anni passati e che lo fa in queste ore a seguito di quanto riportato da media cinesi che citano dichiarazioni rilasciate dal CEO Richard Yu. Stando alla fonte:

  • Huawei sarebbe pronta a presentare il sistema operativo in autunno o al massimo entro la primavera 2020
  • La piattaforma è progettata per adattarsi a smartphone, computer, tablet, TV, auto e dispositivi indossabili
  • Sarà in grado di eseguire le web app e app Android - quelle appositamente ricompilate per sfruttare il sistema operativo presenterebbe un guadagno di prestazioni stimato nell'ordine del 60%

In attesa di ulteriori e più attendibili conferme al riguardo, la situazione resta complessa e in continua evoluzione, visto che la scelta di puntare all'ultima soluzione descritta sarà strettamente legata a cosa succederà dopo il 19 agosto prossimo (termine ultimo del periodo di sospensione del ban USA). Se le tensioni politiche e commerciali con gli States si allenteranno, proseguire insieme a Google sarà la soluzione più conveniente per Huawei.

Articolo aggiornato con dettagli sulla possibile partnership con Aptoide

Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da Techinshop a 652 euro oppure da Amazon a 728 euro.

338

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Salvador Non Dalí

perché non succederà in italia sicuramente

Davide Villa

Il sistema operativo proprietario è da un lato un ottima cosa, finalmente un concorrente serio con una base di milioni di dispositivi già piazzati ad Android e iOS. Dall’altra essendo proprietario è un arma di spionaggio non indifferente

Gigi Mistrali

nel rileggere forse ho scritto male...io non difendevo Trump...la mia frase iniziale doveva essere posta così: "può fare pure quel che vuole....". Non giustifico nulla di quello che fanno gli USA....ne tantomeno giustifico la Cina. Stavo solo analizzando la questione nel specifico. E cmq noi occidentali non possiamo stare qui a fare i perbenisti quando siamo stati i primi a creare tutto questo. La Globalizzazione l'hanno voluta le Economie Occidentali...per cosa? per avere tutto a basso a prezzo e con il più alto guadagno. Ed ora...chi la Cina, il paese che per primo è stato inizialmente sfruttato da noi occidentali...ci ripaga con la stessa moneta, anzi ci sta comprando....Unica cosa è che fa le cose con meno furbizia degli USA...che non sono di certo il paese che deve fare la morale agli altri...visto i disastri seminati in giro per il mondo...con il loro modo di portare la democrazia e garantire la sicurezza altrui....

LaVeraVerità

"Non ho capito"

Ecco, appunto.

Non sta scritto da nessuna parte "prende una ROM AOSP". C'è scritto invece "un proprio sistema operativo, compatibile con le applicazioni del robottino verde - non una semplice variante AOSP".

TLC 2.0

e ti sei dimenticato gli accordi CIA-trafficanti colombiani per trasportare armi in Nicaragua e Colombia

TAO
Zeronegativo

il problema di huawei è che non può creare uno store alternativo su cui ci siano le app di sviluppatori statunitensi

Zeronegativo

"
Un altro scenario, ancor più radicale, è che Huawei possa introdurre un proprio sistema operativo, compatibile con le applicazioni del robottino verde - non una semplice variante AOSP. E' un'ipotesi che è tornata ciclicamente agli onori della cronaca negli anni passati e che lo fa in queste ore a seguito di quanto riportato da media cinesi che citano dichiarazioni rilasciate dal CEO Richard Yu. Stando alla fonte:

Huawei sarebbe pronta a presentare il sistema operativo in autunno o al massimo entro la primavera 2020
La piattaforma è progettata per adattarsi a smartphone, computer, tablet, TV, auto e dispositivi indossabili
Sarà in grado di eseguire le web app e app Android - quelle appositamente ricompilate per sfruttare il sistema operativo presenterebbe un guadagno di prestazioni stimato nell'ordine del 60%"

Non ho capito. Huawei si prenderebbe una rom AOSP, la modifica con la sua interfaccia, i suoi driver proprietari, le dà un nome più orecchiabile, ricompila le app e queste guadagnano il 60% di prestazioni?
uhm

Karellen

Google collabora volentieri con huawei, non sono loro che hanno voluto togliere la licenza ma è stato il governo americano ad obbligarli. A google fa anche comodo che huawei paghi per le licenze! E non credo siano contenti se nasce un android che funziona libero dai play services!

GTX88

Cosa avrei cambiato? E chi cavolo sta difendendo gli stati uniti? Ma uno deve prendere per forza le parti di qualcuno? Hai 5 anni?

Salvatore Esposito
GTX88

Se non capisci la differenza sei messo davvero male...

spino1970

Non è che essere dipendenti dal Giappone piuttosto che dalla Cina sia necessariamente una buona notizia, anche perché, in quanto produttori di tecnologia, penseranno prima a loro. A differenza, per esempio, di quello che fa il Brasile, come secondo proprietario dopo la Cina che per la maggior parte le esporta. :)

Detto questo, se ne parla da un anno, e parliamo comunque di un giacimento sottomarino che ci metterà un bel po' prima di diventare produttivo...

Mettici pure che, come detto sopra, la Cina basa la sua economia attuale su un quasi monopolio che bilancia terre rare e manodopera a basso costo. :)

spino1970

ti sei risposto da solo: stai dando per scontato che gli USA abbiano il coltello dalla parte del manico. La Cino non è "i buoni"... ma manco gli USA, se è per questo...

Troglodita

Grazie della esaustiva risposta, ho capito ora.

Salvatore Esposito

quando resteranno solo Brondi e Telefunken bannerà pure quelle?
poi tutti a dire che huawei ci spia dai telefoni dimenticando che tutto il software viene certificato da Google americana.
ci spia con il 5g ma huawei ha chiaramente detto che tutti i dispositivi già installati possono essere controllato e testato come vogliono ma nessuno lo fa o se l'hanno fatto hanno trovato un cappero.
se avesse avuto prove le avrebbe sbandierato ai 4 venti come fece con il bamboccio della Corea del nord.

Salvatore Esposito

secondo me ha già pestato una m3rd4 ma ancora non l'ha capita o forse I 3 mesi di proroga sono proprio perché ha capito di averla fatta fuori dal vasino

Salvatore Esposito

Perché non sfa facendo altro che togliere il libero mercato e concorrenza estera.

Gli usa dipendono al 1000 % dalla Cina visto che non solo detiene il loro debito americano di mila miliardi di dollari, ma li offre manodopera e tutte le materie rare che le aziende americane necessitano.

Con il caso Huawei, la Cina potrebbe vietare agli usa le sue terre rare, la sua manodopera oppure mettere dazi altissimi

UnoQualunque

Se riuscissero a creare android o un'altro OS utilizzabile normalmente senza i play services lo compro al volo. Non sarebbe male se da tutto sto casino riuscissero a ridurre la dipendenza dai servizi Google nel mondo mobile.

Matteo Creeper

Utilizza delle librerie scritte da Google per inviare i messaggi (firebase messaging) che funzionano solo se sul dispositivo é installato Google play servicea

takaya todoroki

Guardate che quello è solo un bot al soldo della propaganda xenofoba eh ;)

takaya todoroki

"ammazza centinaia di migliaia di pensione"

e l'INPS gode!
HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHA

sagitt

Se android è il caos frammentato non è colpa mia

Rocco

Risposta perfetta al commento precedente .

Bastia Javi

Da quando si fa il processo prima e solo dopo vieni arrestato, che sei antiyankee va bene ma dipingere la Cina come vitima ci vuole coraggio.

comatrix

E come le dimostrerebbe? Perché reputo più adeguato aspettare qualcosa di più funzionale, visto che l'aggiornamento sembrerebbe peggiore di quello attuale?
Ahahahah, siamo alle tue solite vero (la terapia, assumi la terapia prima di scrivere)

Bubu

Certo che non capisci proprio un caxxo tu è

artick82

Beh hanno ucciso milioni di iracheni e afgani per il petrolio

gioflo00

Perchè rischia di farsi male, il debito pubblico è in mano ai cinesi, come in molti stati europei, l'America per quanto grande non ha un mercato interno così grande da produrre ricchezza con il solo mercato interno, vedi le case automobilistiche americane che fine hanno fatto. Il boom economico americano c'è stato nel dopoguerra, quando il Giappone, Germania e le altre grandi nazioni erano ricoperte di macerie. Si rischia di creare un effetto a catena che invece di arricchire avrà un effetto contrario. Tu mi metti dei dazi su qualcosa io te ne metto altri, se ti occorre una materia prima che non hai io non te la vendo oppure la paghi a peso d'oro. Per quello che riguarda i rapporti con l'Iran Trump ha cancellato il patto fatto Obama insieme ai 5 paesi che hanno diritto di veto all'Onu (quindi in questo modo facendo i collegamenti si va a colpire anche Huawei con la questione dei fondi).Se si afferma che ognuno è sovrano a casa sua non vedo perchè l'Iran non possa farsi le sue atomiche (logicamente non tifo per l'atomica all'Iran), ma il fatto è che qualcuno si arroghi di essere migliore e che decida arbitrariamente quello che è giusto o no per un altro stato. La democrazia gli americani l'hanno sempre portata a suon di bombe e dietro c'è sempre stato un interesse mal celato dietro al combattiamo il comunismo, combattiamo il terrorismo etc.

gioflo00

Pienamente d'accordo, ma si dovrebbero prendere misure anche contro gli Usa che sono stati beccati a spiare i capi di stato europei.. mi immagino quante risate si siano fatti con Berlusconi :-). Il punto è che o le regole valgono per tutti oppure c'è qualcosa di veramente distorto, io sono per la seconda.

gioflo00

Mi pare di ricordare che in passato in Iraq ci sarebbero dovute essere delle armi chimiche che non sono mai state trovate, però hanno trovato il petrolio.... :-)

acca

Non mi è chiaro come Google abbia raccolto subito questa iniziativa... strano

Giacomo Xx

mmmm google non spia nessuno... Infatti... Ios nemmeno... Mah...

Giardiniere Willy

Lo capisco, ma evidentemente sono permessi che servono. Oltretutto non ha senso non fidarsi di Huawei. Compri un loro telefono esponi molti più dati, ma non usi l'app store?

È come mangiarsi 3 fritture miste e una fiorentina intera e prendere un'acqua minerale perchè gli alcolici o la coca cola fanno male

Salvatore Esposito

concordo sulle ultime due righe

artick82

Si chiama sudditanza psicologica e paura dello straniero e per straniero intendo ciò che ancora non conosci.

Norman Tyler

eppure mi sento più sicuro con gli usa che con cinesi e figli di putin vari...

Norman Tyler

quale parte è difficle da capire in : questo ban è basato su un caso che non riguarda lo spionaggio ? ...non mi sembrava cosi difficle .

In aggiunta e come parere puramente personale , se io fossi statoObama sulal base di quello che si evince dal rapporto "non classificato " averei comunque escluso Huawei da ogni gara sulle reti pubbliche ( cosa che per altro un anno prima era già stta fatta dalal stessa amministrazione Obama su una gara per una rete di emergenza "first responder " )......

Poi che vi stia sul caxxo che gli USA a differenza di noi mollaccioni italiani , prendono sul serio ogni possibile minaccia ...beh fate un pò come caxxo vi pare tanto ne la mia ne la vostra opinione cambia una emerita cippa

artick82

Aggiungerei anche
Falsifica prove solo per rubare un po’ di petrolio..
Mette l’embargo al gas russo solo per vendere meglio il proprio gas ottenuto con il fraking

artick82

Per questi personaggi, intendi gli americani vedo?
Interna i prigionieri (caso guantanamo)
Viola i diritti umani ( caso immigrati)
Ammazza milioni di persone ( guerra a Iraq , Afghanistan eccc...)
Scheda e sorveglia miliardi di persone ( caso nsa, snoden, wikileaks )
Usa schiavi per produrre merci? (Caso Nike e tutte le industrie americane)
Fornisce tecnologia al stati canaglia( gli americani sono stati i primi a finanziare Iran, talebani e terroristi anti governi comunisti)..

Norman Tyler

la globalizzazione non c'entra nulla non può essere una "scusa" per costringere un paese a suicidarsi economicamente e dal punto delal sicurezza...fare queste affermazioni ( sbagliate ) non da altro che fuoco al populismo e al sovranismo e nei fatti ci si rende complici di quel capitalismo senza regole che tutti in europa criticano senza capire ..... globalizzazione si ma non può essere accettabile che ognuno fa come caxxo gli pare perchè c'è la globalizzazione perchè altrimenti si da ragione a chi quelal globalizzazione la vuole eliminare

Salvatore Esposito

quindi un rapporto non pubblicato che Trump potrebbe pubblicare ma non fa forse perché non erano state trovate prove evidenti.
dissero che Vodafone avesse trovato queste fatidiche backdoor ma poi la stessa Vodafone ha dichiarato che si trattava di una banale telnet non chiusa ma non usabile da remoto.
per l'Iran ci sono tonnellate di rapporti di vendita armi. da parte degli usa, ricordi bin laden o come cavolo si scrive? credi che solo i russi gli vendevano armi? ovviamente anche americani, ma diventò il cattivone quando gli si rivoltò contro. gli usa vendono armi per vivere quindi non parlare di America come se fosse eticamente corretta.
se ci fosse stato del vero l'avrebbe già sbandierato ai 4 venti come fece con la Corea del nord dove si divertì a provocare il banboccio coreano pazzo dove l'intenzione era ovviamente scaricare un po' di armamenti ma non fu possibile perché si schierarono Cina e Russia e quindi ora tenta di indebolire il mercato russo per ripicca.
Trump ha cercato schermaglie da quando è salito al potere, non fa altro che cercare scuse per scatenare una guerra in ogni parte del globo

Gigi Mistrali

Può fare quello che vuole....ma prima di fare certe cose dovrebbe capire cosa significa globalizzazione. Tutte le famose aziende americane dell'HighTec... dove producono?? In USA??? NO. In Cina. Un bando ai cinesi vuol dire danneggiare pesantemente pure le aziende americane. Poi fossi quel genio misogeno ed omofobo razzista di Trump...penserei bene a chi detiene il 50% e più del mio debito (come paese....)

Gigi Mistrali

Onestà....??? Qui di onesti ci siamo noi in questo Blog....a quei livelli il più pulito ha la rogna!

Gigi Mistrali

Condivido al 100%!!!

Norman Tyler

vedremo

Norman Tyler

la storia dello spionaggio risale al 2012 ( presidenza Obama) e il comitato decise di non pubblicare la versione secretata delel risultanze ( sbagliando secondo me 9 dicendo che non si erano trovate prove evidenti ( smoking guns ) ma che c'erano dei serissimi dubbi su alcuni "buchi" nelal sicurezza dei routers Huawi troppo evidenti per essere solo "non intenzionali" .... qui oggi si parla di una altro caso ( Skycom) e cioè di rapporti commerciali con un red flag country , e le investigazioni sono già state fatte e pubbliche ...per la legge USA ( pre trump) fare affari con un red flag country è un reato punibile con l'esclusione dall'accesso al mercato americano dell'incriminato e l'imposizione a società americane di non collaborare commercialmente con la società incriminata

Bluvigo

google blocca Android per ordine di trump, mica per decisione sua ahahah secondo te un azienda decide da sola di privarsi di soldi facili. fatti dare il bacino dalla mamma e magari fatti insegnare anche a non dire cavolate ahaha

Davide

Certo google blocca android solo per supposizioni vero? A nanna che c’è scuola domani

Sony

Recensione Sony Xperia 1 in 21:9, letteralmente!

Huawei

Oppo Reno 10x VS Huawei P30 Pro: Confronto Fotografico | VIDEO

Asus

Mi 9 vs OnePlus 7 vs Zenfone 6: la sfida tra top di gamma 'economici'

Google

Recensione Google Nest Hub: adesso Assistant ha una faccia anche in Italia