Usa vs Cina: la lista delle aziende che non potranno più lavorare con Huawei

20 Maggio 2019 87

Terremoto Huawei ancora in atto e tante le domande che stanno giustamente sorgendo a causa delle ripercussioni, molteplici, che si stanno susseguendo dopo l'iscrizione di Huawei nella black list dell'amministrazione Trump. La verità è che risulta quasi impossibile colpire un'azienda di queste proporzioni e pensare di bloccarla senza dei danni collaterali, che siano a discapito di fornitori, consumatori o aziende terze dell'indotto negli stessi Stati Uniti.

Di certo una giornata nera per la casa di Shenzhen, decisamente più piacevole invece per alcuni dei competitor che da una tale crisi potrebbero fare nuovi affari e approfittarsi di questo momento di debolezza. Proviamo quindi a dare uno sguardo a 360 gradi per decifrare i prossimi movimenti di mercato, seppur gli scenari possibili dopo queste notizie siano numerosi e difficilmente prevedibili. La Cina non starà certo a guardare e ad ogni misura restrittiva di Trump (in temi economici) è sempre arrivata una forte e adeguata risposta dall'Asia.

CHI CI GUADAGNA

Probabile che alcuni dei diretti competitor stiano stappando champagne da questa mattina, se Huawei dovesse realmente avere difficoltà a commercializzare smartphone Android fuori dai confini asiatici, cambierebbero di certo le posizioni della classifica globale. Decine di milioni di possibili clienti in più per Samsung, Apple, Xiaomi, Oppo, Asus, LG, Nokia, OnePlus, Motorola Mobility (Lenovo), Vivo e altri ancora, seppur su alcuni di questi nomi apporrei pure un bel asterisco a fianco.

E si, perchè vista l'imprevedibilità di Trump e della sua amministrazione non è impossibile immaginare che un giorno "si svegli e punti il dito" verso un'altra delle case cinesi che ha preso più potere e raggiunto nuovi punti strategici. A nostro avviso, quindi, non c'è poi moltissimo da festeggiare per questi produttori e ZTE ne è la prova tangibile. Bisogna tuttavia precisare che Huawei e ZTE sono state prese inizialmente di mira per la presunta pericolosità delle loro reti, dei loro interessi nella realizzazione di network e infrastrutture in tutto il mondo.


Di certo, al quartier generale di Samsung, primo produttore al mondo che sta vivendo un momento un po' difficile, i sorrisi non mancheranno e l'azienda potrebbe godere del nuovo scenario. Un assist indiretto che potrebbe favorire anche altri produttori considerati minori come LG, Asus e Nokia, con le prime due che godrebbero anche di un doppio vantaggio viste le ricadute che il ban avrebbe anche nel mondo dei notebook. Meno per LG, che vende i suoi notebook solo in alcuni mercati selezionati (poco o nulla in Europa), maggior impatto positivo invece per Asus, da tanti anni nelle prime posizioni tra i produttori di PC.

Huawei ha realizzato già tre generazioni di Matebook e il loro valore è stato subito riconosciuto da utenti e addetti ai lavori, ma non c'è ancora stato il tempo per misurare un vero impatto e le eventuali ripercussioni sarebbero quindi più contenute per mercato e competitor. Potrebbe quindi diventare una "minaccia sventata".

Infine c'è Apple, teoricamente iscritta nella lista di chi dovrebbe godere del ban di Huawei, capace di spiazzarla nel 2018 dalla seconda posizione tra i produttori globali di smartphone, ma la sua sede a Cupertino, California, la espone ad una possibile vendetta cinese. Si tratta di mere supposizioni, sia chiaro, ma con il 7,4% di share in Cina e ben 6,5 milioni di iPhone spediti nel solo primo trimestre 2019 (16% del totale globale), un eventuale chiusura dei confini potrebbe creare dei problemi notevoli. Senza contare che la Cina potrebbe ulteriormente alzare la posta e "autopunirsi", mettendo magari in difficoltà dei giganti come Foxconn, che vanta 13 impianti in 9 città cinesi ed ha come principali clienti gli americani Apple, Amazon, Cisco, Dell, Intel, Microsoft e HP

CHI CI PERDE

Inutile girarci attorno, i big del web della Silicon Valley sono sempre stati contro qualsiasi forma di protezionismo perchè il loro mercato è l'intero pianeta, limitare quindi la potenziale audience è un danno, sempre e comunque. Google è quindi vittima e carnefice in questa difficile vicenda, costretta dalla legge americana a porre i limiti nella fornitura diretta di software e servizi. A Mountain View avranno dovuto buttare giù il rospo e confermare parzialmente con un tweet le misure richieste da Washington.

A loro malgrado, anche i chipmaker come Intel, Qualcomm e Broadcom hanno sospeso la fornitura di prodotti (hardware) a Huawei, un cliente importante che da un giorno all'altro viene tagliato fuori dalla lista. Non è assurdo pensare che simili provvedimenti avranno quindi una ripercussione diretta sui risultati economici di queste aziende, a cui bisogna aggiungere anche Microsoft, perchè se dovesse andare giù il comparto notebook della casa cinese ne risentirebbero anche a Redmond.

Meno smartphone significa anche meno display e telai in vetro da proteggere, di certo non saranno quindi contenti alla Corning che produce i celebri Gorilla Glass.

Il top gamma più piccolo e pontente sul mercato? Samsung Galaxy S10e, in offerta oggi da Gaming Pro a 459 euro oppure da Unieuro a 549 euro.

87

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
efremis

L'unica sicurezza è un gran "terremoto".

Max

Se ne faranno una ragione. Ma associare Apple al governo USA è estremamente ignorante come pensiero. È una delle grandi aziende più lontane dall’attuale establishment americano.

JUDVS

Era una battuta, ti pare che riesumano Windows Mobile per metterlo su un Huawei?

Cristian Argelli

Apple rischia di non venderne più in Cina...

Max
Marco Fantin

Eh sì... Per questo dicevo!

Yafusata

Allora perche' ne dici in continuazione?

Yafusata

Max ormai hai scassato.

M C

Mi sembra un po' drastico ed eccessivo ma in alcuni passaggi corretto..

Antonio Artropoda andCo.

Powered by ciaoOS la soluzione

venom

sui top di gamma se ci sono sempre quelli che anche se costa uno sproposito li comprano lo stesso i prezzi non diminuiscono, per la qualità dei prodotti tra concorrenti è sempre più alta ognuno deve cercare di tirare a se più clienti se manca un competitor come huawei tipo samsung non può fargli altro che bene

Lusio

Ma sono solo io a trovare la lista indicata nel titolo?

Max

Certo, come no. Con qualche milione di cinesi coinvolti nella sua produzione.

Max

Non sopporto le sciocchezze.

Ikaro

Cina ha capitale, produzione e un mercato interno per reggere una battaglia di questo tipo, gli usa meno... Ovviamente una battaglia del genere non può durare in eterno, è come i vecchi assalti medioevali chi ha più provviste vince... Se però tu (usa) le provviste le prendi da me (Cina) sei uno stolt0 a iniziare una battaglia del genere...

asd555

Basta che ti toccano Apple e scleri, che disagi hai?

Ikaro

Qualcomm ha brevetti indispensabili per i modem 4g...

Vincenzo Picariello

A dire il vero stanno sviluppa di un loro SO da anni ormai e si diceva che sarebbe stato pronto per la prossima estate

Vincenzo Picariello

Aspettati nei prossimi giorni il blocco delle vendite di Iphone in Cina , così vediamo come se la passerebbe Apple che già era il calo nelle vendite

Emiliano Frangella

sei rimasto indietro 1 anno e mezzo mi sa'

franky29
franky29

È fatto di caglio?

JUDVS

Lo fanno con Windows Mobile ed ecco servito il Surface Phone

Raphael DeLaghetto

Ma lo si è chiamato così perché le brutte notizie si digeriscono prima

Raphael DeLaghetto

Samsung ripristina la serie j, serie Alpha, è tutti gli s e i note..

Raphael DeLaghetto

Ed il restante 90?

Raphael DeLaghetto

Lo sbarco in Normandia

Salvatore Esposito
Salvatore Esposito
Salvatore Esposito
Max

Niccolò così ti metti a dieta senza più inviti alle ventordici presentazioni Huawei all’anno...

Max

Il market share è per i fanboy.

Max

Peccato che in Foxconn lavorino milioni di cinesi... come il marito che per fare dispetto alla moglie si taglia il c4zz0

Max

Lo fanno con Symbian

Max
Salvatore Esposito

segnali di fumo per le comunicazioni e pallottoliere per elaborazione dati

Salvatore Esposito
Salvatore Esposito

bravo, è quello che ho provato a spiegare a tutti gli iTrashBoys qui ma loro capiscono solo "Apple è Apple" senza pensare che nello scenario da te descritto il prossimo iPhone costerà un botto al cubo ammesso che trovi qualcuno che gli produca le cpu

Salvatore Esposito

tutta la tecnologia americana viene prodotta da aziende come tsmc (cpu di Qualcomm, Apple, Nvidia, amd ecc...) e assemblata da Foxconn.
come dice l'articolo la Cina potrebbe decidere di fermare la produzione anche solo per pochi mesi e metterebbe in ginocchio tutti.
Trump mette in ginocchio huawei e la Cina mette in ginocchio tutti.
certo che sarebbe anche un autogol perché anche il mercato cinese ne risentirebbe ma la Cina non è famosa per restare a guardare se colpita

Stef76

Da una parte l'America che impone e danneggia le masse, dall'altra la Cina che spia e domina le masse. Al centro, il resto del mondo danneggiato dai due colossi. Cosa leggo in giro sui forum? Gente che gode di questa situazione, ridicolizzando gli utenti huawei, sperando che xiami non rietri nella black list, che apple dovrà aumentare i prezzi perchè non potrà usare gli "schiavi" cinesi...la guerra la fanno loro e noi siamo i soldatini mentalmente "schiavi" dei loro interessi, pronti a sputarci addosso per difenderli manco fossero membri della famiglia o amici. C'è da preoccuparsi seriamente se basta un folle per destabilizzare il mercato mondiale e far crollare migliaia di lavoratori nel baratro. Credete forse che i danni li accusino itop manager o i politici miliardari? Siamo carne da macello e l'unica cosa che vediamo è la lama del tritacarne se è più lucida di un altra e ne godiamo se l'altra è pure affilata male.

SteDS

Prime stime sulle perdite che subiranno le varie aziende basate suoi commenti degli analisti:

Qualcomm 300 mil
Google 600 mil
Huawei 1 mld
HDblog 120,7 mld di dollari

fonte: certi caproni su HDblog

Ma quindi del Mate X cippa lippa? Eh si Cippa Lippa.

Gunny35

Tutti sono candidati ideali. Pecunia non olet

Nico

Parlando di cellulari, Qualcomm cosa ci perde con Huawei? Da quel che so han praticamente tutti chip Huawei no?

zdnko

Allora l'Italia è il candidato ideale! :D

silvio

L'Europa nn ha nemmeno l'ascensore ne per salire ne per scendere, altro che piano. Mi sembra il continente che parla parla e nn prende mai una posizione. Quando lo fa, solo perché nn ha scelta. A livello politico siamo dilettanti in Europa, nn stiamo sempre in balia degli eventi.

silvio

Questo ban, farà più danni alle aziende americane che a Huawei. In pratica se il governo cinese si mette di traverso, fare anch'esso ban nei confronti dell'americano. Cosi saranno costretti a vendere a Samsung, lg, asus, HTC e Apple. Perche molti ancora pensano che Motorola sia canadese quando ormai è totalmente cinese. Quindi nel giro di 5 anni, ovviamente conti fatti alla volemose bene, Google perderà fette di mercato, qualcosa farà processori come soprammobile, Intel forse quella che avrà meno problemi insieme a Microsoft. In compenso Huawei inizierà a chiudere negozi in tutta Europa per limitare le perdite ( quindi nuovi disoccupati), Google vedrà le percentuali di mercato scendere, qualcosa che farà tagli di personale. Insomma questa nn è la battaglia nei confronti di Huawei, è una guerra a chi lo ha più grosso. Sicuramente ci rimetteranno tutti.

Roberto

se bloccano foxconn chiudono tutti... ritorniamo ai vari 3310 D

venom

nella gamma media e top huawei stava facendo bene nel top di gamma i prezzi sono sempre alti comunque si vedrà come andrà a finire

Marco Fantin

in pratica siamo nel bel mezzo della 3 guerra mondiale.... ottimo direi! :(

Android

Samsung Galaxy S10+: tutte le novità di Android 10 e One UI 2.0 | Video

Eventi

HDblog domani a ROMA: Nova 5T, Smart Eyewear e FreeBuds 3 e HDblog for Work

Android

Recensione Google Pixel 4 XL e confronto sblocco 3D con iPhone 11

Mobile

Recensione Huawei Watch GT 2: super autonomia e bel display