Beresheet: la NASA ha avvistato il sito dello schianto della sonda israeliana

16 Maggio 2019 24

Verso la metà di aprile, Israele era andato vicino a diventare il quarto Paese ad arrivare sulla Luna con la missione Beresheet, che sarebbe stato inoltre il primo lander finanziato da privati a compiere una tale prodezza. Tuttavia, le cose non erano andate come previsto e la sonda, giunta a 22 km dalla superficie lunare, aveva iniziato ad accusare dei problemi al motore principale, finendo per schiantarsi sulla superficie della Luna. Tra le buone notizie, il fatto che la biblioteca a bordo potrebbe essere integra, e anche l'annuncio di un secondo tentativo da parte degli stessi finanziatori.

Ora, grazie alla NASA, abbiamo anche le immagini del luogo dello schianto: il veicolo spaziale israeliano avrebbe terminato la propria corsa nella regione lunare del mare della Serenità, ovvero la zona pianeggiante sul lato visibile della Luna dove avrebbe dovuto atterrare dolcemente in caso di successo della missione.

Le immagini sono state catturate dal Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) dell'agenzia spaziale statunitense, che è passato sopra la regione interessata dallo schianto in data 11 aprile, appena prima dell'incidente, e poi in data 22 aprile, registrando le differenze con la Narrow Angle Camera (NAC) in bianco e nero.


La camera del Lunar Reconnaissance Orbiter ha catturato le interessanti immagini da una distanza di 90 chilometri rispetto alla superficie lunare: abbastanza per distinguere chiaramente la comparsa di una macchia scura, del diametro di circa 10 metri, che indica il punto dell'impatto. Il colore scuro è dovuto al fatto che la superficie è stata resa "ruvida" dal violento atterraggio, ed è quindi molto meno riflettente rispetto al resto della superficie lunare, più liscia.

Un punto di vista ravvicinato dunque, ma non abbastanza da capire se lo schianto di Beresheet abbia creato un cratere. Le possibilità sono varie: può essere che la sonda abbia scavato un cratere troppo piccolo perché si noti dalle foto, oppure potrebbe anche darsi che l'impatto si sia limitato a formare una piccola rientranza, dati il suo ridotto angolo di approccio (si parla di 8,4° rispetto alla superficie), la sua massa contenuta e la velocità ridotta rispetto, ad esempio, a un meteoroide delle stesse dimensioni.

Intorno alla macchia è presente anche un alone luminoso, che potrebbe essersi formato a partire da un gas associato all'impatto, oppure da particelle di terreno particolarmente sottili che siano state soffiate verso l'esterno durante la discesa della sonda.

Quindi, si tratta davvero del punto dove si è schiantata la sonda? È vero che la Luna, non avendo atmosfera, è costantemente esposta all'impatto con rocce spaziali che causano la formazione di crateri, ma sono molti gli indizi che portano a pensare che il cratere preso in considerazione sia di natura artificiale, e riconducibile alla sonda israeliana.

Tra questi, anche il fatto che la NASA possiede 11 immagini della stessa regione prima dell'impatto, catturate nel corso di un decennio, e ben 3 immagini dopo: in base ai modelli matematici esistenti, l'unica novità dalle dimensioni compatibili con lo schianto di Beresheet è proprio questo cratere. Inoltre, l'aureola bianca è analoga a quanto osservato in relazione ad altri crateri creati dall'impatto di veicoli spaziali di dimensioni simili.

Il dibattito è aperto, e se ne saprà qualcosa in più in occasione del prossimo passaggio del Lunar Reconnaissance Orbiter sopra questa specifica regione, previsto per il 19 maggio.


24

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Aristarco

Gomblotto, in realtà é unicron e ci ucciderà tutti

Aristarco

Si identica, se nel weekend non fai una gita sulla luna sei un barbone

Aristarco

Ma sono in sciopero

#KYRO#

Le foto le hanno fatte col P30 pro?

Max

Vanno bene i bersaglieri ?

certo certo... l'omino verde si lamenterà un sacco

hassunnuttixe

Hann0 st4t0 i p4lest1n3s1!!!!!!centoundici!!!

antonio

Mah... Sempre peggio qui dentro...

antonio

Bravo, ma non ti scandalizzare quando vedi rottami buttati fuori città... È la stessa cosa.

Max

Pensavo facessi come gli alpini...
A proposito: perchè non mandiamo gli alpini ?

Pip

Solo fortuita coincidenza

italba

Boh, "fortuna"... è un bello spettacolo, certo, ma non cambia una virgola delle condizioni di vita sulla Terra. Una base lunare sarebbe certamente utilissima, soprattutto se si riuscirà a trovare l'acqua nei crateri in ombra e si riuscirà a sfruttare come carburante per le esplorazioni spaziali degli altri pianeti, ma dal punto di vista scientifico non c'è più molto da scoprire rispetto a quanto si è già scoperto con le sonde

kkk66

Si ma abbiamo la possibilità di vedere perfette eclissi solari, una bella fortuna.. non voglio sottintendere niente di particolare ma secondo me dovremmo tornare sulla luna e studiarla meglio, farci una base..

italba

Non è vero che la luna sia posizionata in modo da avere perfette eclissi solari, a seconda delle rispettive posizioni nell'orbita (sono orbite ellittiche, non circolari) si possono anche avere eclissi anulari, in cui la luna nasconde solo la parte centrale del sole

kkk66

invece lo so che é in costante allontanamento, ma molto piccolo, e al tempo dei dinosauri se fossimo stati sulla terra non credo avremmo notato differenze ad occhio..

ma giusto per capire, devono anche spostare la "sabbia" come era prima?

lascialo perdere... qui c'è gente che riesce a dire che stiamo inquinando marte con i rover

SpiritoInquieto

Ora ti dico una cosa che noi sai: la Luna è in costante allontanamento dal nostro pianeta. Le misurazioni vengono eseguite con appositi laser.
Ad esempio i dinosauri vedevamo la Luna molto più grande di come la vediamo noi adesso.

Tom Smith

Ha sporcato cosa? E a casa di chi?

gli operatori ecologici spaziali passano di lunedì.

kkk66

La luna é grande in proporzione alla terra per essere un satellite ed é posizionata in modo da garantire una perfetta eclissi del sole, sono due belle casualità..

antonio
Max

Vai tu a pulire?

antonio
Samsung

Xiaomi Mi 9T VS Samsung Galaxy A50: confronto fra best buy

HDMotori.it

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Samsung

Recensione Samsung Galaxy A80 (2019): la fotocamera rotante non basta

Amazon

Le migliori offerte dell'Amazon Prime Day 2019 | Martedì 16 luglio