Huawei fuori dagli USA, Trump ha firmato il divieto | Comunicato della società

16 Maggio 2019 716

Aggiornamento ore 18.25

Huawei ha rilasciato un ulteriore comunicato ufficiale in merito al divieto imposto dal Governo USA all'acquisto di apparecchiature Huawei (e ZTE):

Huawei si oppone alla decisione presa dal Bureau of Industry and Security (BIS) del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti. La decisione presa non è nell’interesse di nessuno. Comporterà un grave danno economico per le aziende americane con cui Huawei collabora, inciderà su decine di migliaia di posti di lavoro americani e interromperà la collaborazione e la fiducia reciproca che esiste attualmente nella catena di approvvigionamento globale. Huawei cercherà immediatamente rimedi e troverà una soluzione a questo problema. Cercheremo anche di intraprendere azioni proattive al fine di mitigare gli impatti che deriveranno da questo caso.

Aggiornamento ore 11.55

Huawei ha rilasciato un comunicato ufficiale in merito al divieto imposto dal Governo USA all'acquisto di apparecchiature Huawei (e ZTE):

Huawei è leader globale nello sviluppo e implementazione della tecnologia 5G. Siamo disponibili e pronti a collaborare con il governo degli Stati Uniti per identificare misure efficaci al fine di garantire la sicurezza dei prodotti. Limitare la possibilità per Huawei di operare negli Stati Uniti non renderà il Paese più sicuro né più forte. Al contrario, questa decisione costringerà gli Stati Uniti a usare prodotti di qualità inferiore e più costosi, relegando il Paese in una posizione di svantaggio nell’adozione delle reti di ultima generazione e, in ultima analisi, danneggerà gli interessi delle aziende e dei consumatori statunitensi. Inoltre restrizioni ingiustificate violeranno i diritti di Huawei e solleveranno ulteriori questioni legali.

Aggiornamento 16/05

Donald Trump ha firmato il documento che vieta a Huawei di acquistare tecnologia statunitense se non previa autorizzazione, nonché di vendere e installare le proprie infrastrutture nel Paese americano. La decisione finale era attesa da tempo, e ora andrà a rivoluzionare radicalmente il mercato delle telecomunicazioni non solo negli USA, visto che le ripercussioni saranno certamente di portata maggiore.

L'ordine di sicurezza nazionale avrà effetto da subito e non sarà retroattivo. Huawei e altre 70 società affiliate entrano dunque a far parte della Entity List stilata dal Commerce Department: ottenere le previste autorizzazioni per permettere alle aziende USA di vendere componenti e attrezzature alla società cinese sarà difficile (se non impossibile), riporta Reuters, in quanto si dovrà dimostrare che ciò non andrà a creare pericoli per il Paese.

Molti dei prodotti Huawei vengono realizzati con parti acquistate negli Stati Uniti, e il ban potrebbe compromettere seriamente l'intero business dell'azienda. Non è nemmeno da escludersi un colpo di scena come quello che ha fatto scattare la pace tra Trump e ZTE con l'annullamento dell'embargo che aveva costretto il produttore cinese a interrompere le attività.

Articolo originale - 15/05

Prosegue senza sosta la battaglia del governo Trump contro Huawei, sempre più intenzionato a bandire le infrastrutture di rete della società cinese dal territorio americano. Secondo quanto riportato da Reuters, il Presidente USA firmerà nei prossimi giorni un ordine esecutivo per attivare il ban, tra l’altro già paventato in passato: l’ultima volta era stato a fine febbraio, ma già a dicembre dello scorso anno si parlava di pieni poteri da affidare a Trump da parte dell’International Emergency Economic Powers Act per motivi di “emergenza nazionale”.

La documentazione sul tavolo del Presidente americano sembra non citare espressamente nessuna azienda né Stato, anche se il riferimento a Huawei e ZTE da un lato, Cina dall’altro è decisamente palese. Del resto, il ban non si limiterà solamente ai due produttori, visto che riguarderà anche gli operatori mobile: è di pochi giorni fa il divieto imposto a China Mobile di entrare nel mercato USA per ragioni di sicurezza nazionale, e a breve verrà seguita - previa autorizzazione da parte della FCC - anche da China Telecom e China Unicom.


Le conseguenze del blocco a Huawei, ZTE e ad altre aziende cinesi che operano nel settore delle telecomunicazioni non ricadranno solamente sul Paese asiatico: se gli operatori più importanti hanno infatti già avuto tempo e modo di affidarsi a infrastrutture alternative siglando accordi commerciali con altri partner (vedasi ad esempio Ericsson e Nokia), altrettanto non può dirsi per gli attori più piccoli che fanno parte della Rural Wireless Association. Stando ai dati forniti dalla FCC, almeno 1 su 4 di questi si affida ancora a soluzioni Huawei e ZTE. E a loro il ban rischia di costare caro.


716

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Kamgusta

Certo e farebbe bene.

Kamgusta

Indovina dove vanno a finire i dazi? Allo Stato Americano. Che li riusa per il proprio paese. Quindi se vuoi puoi comprare straniero, ma aiuti anche l'America. Eh sì, infatti è proprio furbo. Solo i paesi del terzo mondo come il nostro non usano i dazi e si fanno comprare pezzo per pezzo dagli stranieri.

Alex Zanini

Più che vecchio egocentrico è un maglione ma grande grande.

N. B.: ovviamente si deve sostituire le prime 2 lettere...

xan

no, sto solo dicendo che sono 2 casistiche diverse. che poi sia giusto o meno è un altra questione

Paolo C.

sì appunto, ma rileggiti, stai giustificando un regime comunista totalitario.

xan

vero ma ci sono delle piccole differenze, FB, WA etc non possono entrare perchè dovrebbero permettere al governo cinese l'accesso completo alle informazioni come tutte le altre aziende cinesi, quindi sono loro che per scelta decidono di non entrare. in questo caso invece cè un ben governativo, ma sopratutto la cosa strana è che non viene neanche detto di preciso il motivo

Rodolpho Correa Da Silva

Perché nessuno fa riferimento ai divieti cinesi alle società di software americane come Facebook, Whatsapp e montagne di altre app. ? Bangood, Alibaba e altre girano il mondo mentre Amazon non può aprire attività in Cina ! Ping pong ... Guerra moderna ...

Crazy999

Dopo le notizie odierne direi di no. Ahahahah

Crazy999

Oggi ad ancora maggiore ragione

Marco

Pubblicita Huawei : Huawei l'unica azienda nella storia umana che può portare gli Stati Uniti in uno stato di emergenza! Ahhah

TLC 2.0

non esistono poteri divisi in America. Essendo giudici e procuratori elettivi, fanno quello che comandano l'opinione pubblica e le lobby di partito

Huafy Hu

Sai molto meglio a vivere in Cina... c'è anche lippi e cannavaro in cina

Matteo

Se gli operatori non potranno neanche acquistare terminali sarà lo stesso. È vero che è possibile acquistare terminali unlocked ma negli USA il mercato "vendor-lock" è molto alto.
Dai precedenti articoli io avevo capito che anche i semplici smartphone sarebbero rientrati nel ban

matteventu

:((

Huafy Hu
matteventu

Tornatene tu in Cina e studia su Wikipedia da là ;)

Huafy Hu

Vai a guardare Wikipedia c'é scritto tutto ahah

Huafy Hu

Ahahahah solo lui si buono no

Huafy Hu

Ahahahah! Non sai nulla.. Quelli controllata dal governo Chinese non sono questi vai a guardare Wikipedia o vai a studiare in Cina

Davide Nobili

Così ho capito da quanto c'è scritto, dato che si parla di infrastruttura:

Donald Trump ha firmato il documento che vieta a Huawei di acquistare tecnologia statunitense se non previa autorizzazione, nonché di vendere e installare le proprie infrastrutture nel Paese americano.

Samuele Capacci

Si, lo sapevo, cioè no in realtà pensavo che il ban si riferisse in generale ad ogni prodotto huawey...vuol dire che in realtà i prodotti consumer continueranno ad essere venduti in USA? Se sì vabbè pazienza ho preso una cantonata

Porco Zio

A mio avviso potrebbe diventare la nuova età dell’oro
Nuovi competitor .... nuova concorrenza

Il confronto è un attimino differente.

Vale

quando le faceva Chavez per salvare il Venezuela ste cose, gli USA partivano subito all'attacco, dittatore e bla bla bla bla ....
mo che le fa Trump, tutto ok!
LA COERENZA.

Alessio Ferri

Trattandosi di Stato di Diritto è possibile fare causa allo stato, essendo i poteri divisi, i giudici valutaranno l'ammissibilità del decreto esecutivo di Trump, se non lo giudicano ammissibile huawei riceverà il rimborso.

zzzz

infatti, è labile il confine. Concordo con te sul fatto che le multinazionali cinesi, essendo di fatto statali, hanno - di fatto - sempre aiuti di stato

E K

Hai ragione, ma queste persone, coloro che si candidano, non vengono da un altro pianeta, ne tantomeno da un altro continente ne da un altro stato, sono italiani fino al midollo, culturalmente, socialmente e caratterialmente, si comportano come si comporterebbe la maggioranza dei connazionali.

PlayStation 5

Anche, è un insieme di tante cose. Eppure secondo i socialisti nostrani Cuba ha uno dei migliori sistemi sanitari al mondo.

Rocco Siffredi

Quindi il motivo per cui la gente scappa da cuba è perchè in america hanno cure migliori.
Non perchè cuba è un paese quasi da terzo mondo...

PlayStation 5

Vivi negli USA? Uno i casi non sono sporadici. Secondo, in USA esistono cliniche apposta per i meno abbienti... se fosse così, perchè da Cuba scappano per andare negli USA? Eppure lì hanno il sistema universale...

fabbro

quindi le azioni di governo si valutano dai tweet?Quando comunichi ti devi adattare al linguaggio dell'interlocutore e sui social quella è la forma che funziona!Oltre al tuo odio per trump, che è come vedi, cosa vorresti esprimere?preferisci i doppia faccia?

Rocco Siffredi

Dai, paragonare un errore/omissione/negligenza (enorme e gravissima ovviamente) con un intero sistema sanitario non ha senso.
Se non hai l'assicurazione e non puoi pagare ti lascio morire? E' una barbarie, senza se e senza ma. Anche l'Italia è piena di problemi nella sanità, ma esiste un principio inalienabile del diritto alle cure.

Huafy Hu

Ah si dazi Europa
Salvatore del occidentale é vero ahhahh.!

PlayStation 5

Non concordo perché tanto tu puoi votare chi vuoi ma poi fanno quello che voglio, e i candidati li scelgono loro... Anche perché se tu voti, come nel 94,un referendum per privatizzare la RAI, e poi loro comunque cambiano la modalità per pagare il canone a tassa sul possesso, te la mettono sempre lì... E come ho scritto prima non c'è uno valido da votare.

Ikaro

Da quello che ho capito il ban è lato reti non smartphone, agli utenti "qualunque" non verrà tolto nulla...

E K

Hai ragione, ma lo stato (i rappresentanti) lo abbiamo eletto noi e le loro scelte sono state fatte principalmente per ottenere nuovamente la fiducia del popolo, quindi torniamo alla questione sociale e culturale italiana. Sono 2 facce della stessa medaglia.

Bruce Wayne

Parte delle azioni che tu dici possono essere interpretate anche come politica di sviluppo industriale. Quindi ci si può discutere se sono aiuti di stato di o meno, ma
Il governo cinese è PROPRIETARIO delle aziende. Prende decisioni e riversa soldi nelle casse.
Alla faccia degli aiuti di stato.

rsMkII

Salvineeee

franky29

De maieee?

franky29

Ma escono ogni giorno "falle" sui processori Intel suvvia!

franky29

E il non pagamento dei contributi

StadiaPlus

La storia è fatta dai vincitori. Ergo dico quel c***o che mi pare, la realtà la faccio io.

StadiaPlus

Sì, ma aggiungici pure Google. E io senza i servizi Google non vivo. A parte le ultime idiozie, tipo l'asstente di cui SheldonCooper qui sotto si fa portavoce.

StadiaPlus

Come fai a spuntarla in una corte americana?

StadiaPlus

Che ti frega? Pure le auto europee e molti altri beni li pagano di più gli americani grazie a Trump. Se i soldi li hanno, fanno bene a barricarsi e favorire la produzione locale.

Leon

assolutamente d'accordo, il buon senso è fondamentale.. ma sai molti non lo hanno..
io metterei un bel blocco timer.. utilizzo massimo 2 ore al giorno (che sono già troppe), oltre le quali non puoi più accedere se non il giorno successivo..
Chiaramente dietro tutto ciò un sistema per evitare la creazione di utenze multiple..
Vedi come si starebbe meglio senza questi social che per alcuni sono da considerarsi una vera e propria dr0ga

Daniil Filinyuk

Salvatore del occidente!!

Kent_Carl

in Italia si mangia bene, e su questo non ci sono dubbi, solo che io mangio bene anche negli USA forse perchè appunto non ho mai mangiato nei Fast Food, ho fatto normalmente anche la spesa a Walmart per cucinare a casa, dove sinceramente frutta e verdura sono freschissimi ed a prezzi più bassi che da noi oltre ad una scelta vastissima, tralascio la carne freschissima e la scelta abnorme di pesce congelato, poi se quei pazzoidi di americani preferiscono mangiare 3 kg di hamburger con le peggio salse e 3lt di refill di Pepsi a 3.99$ ovvio che diventano 300kg, ma avrebbero la possibilità di mangiare benissimo ma si devono ingozzare come papere! si fanno incartare anche 4 patatine rimaste nel piatto per mangiarsele a casa....visto che hai vissuto negli USA non dirmi che la Pizza New York Style non buonissima! quest'anno a Savannah mi ci sono sfondato!

zzzz

Incentivi agli acquirenti, tassi agevolati, a fondo perduto, mutui garantiti dallo stato, esenzione/ridotta contribuzione per nuovi assunti, riduzione fiscale in zone disagiate, partecipazione parziale o totale per riqualificazione o formazione personale ... Tutte e sottolineo tutte le grosse imprese ne hanno usufruito. Lo stesso TFUE afferma che è labile il confine tra aiuti e interventi di stato

ormonello

Che pagliaccio

Honor

Honor 20 e 20 Pro ufficiali: caratteristiche e prezzi | Video Anteprima

Android

Google sospende la licenza Android a Huawei dopo il ban di Trump: reazioni

Huawei

Recensione Huawei P Smart Z, full-screen e camera pop-up a 279 euro

Asus

Recensione Asus Zenfone 6: 5000mAh e Android Stock da 499 euro