Vendosoft: quanto si risparmia acquistando licenze Microsoft usate

10 Maggio 2019 154

Nel 2012 la Corte di giustizia europea ha sancito una volta per tutte la legittimità del mercato del software usato. L'organo giuridico supremo del Vecchio Continente ha di fatto stabilito che il commercio di software di seconda mano è consentito per il software venduto all’interno degli Stati dell’Unione e della Svizzera, purché venga rispettata la cosiddetta “catena dei diritti”, compresa la necessità per il primo acquirente di rendere inutilizzabili le copie rimanenti. Elemento che sarebbe invece mancato nel caso che ha coinvolto l'anno scorso Eric Lundgren, imprenditore nel settore del riciclo di rifiuti elettronici condannato per aver riciclato in modo improprio alcune licenze Windows.

Il chiarimento normativo ha spalancato le porte a un mercato, quello della compravendita di licenze usate, che per molte aziende – soprattutto di piccolo e medio calibro – si sta rivelando piuttosto vantaggioso sul piano economico.

Chi compra software di seconda mano può arrivare a risparmiare il 70% rispetto al nuovo", spiega Björn Orth, CEO di Vendosoft, società tedesca nata nel 2014 con l’obiettivo di dare una seconda vita alle licenze di Microsoft e Adobe. "Il margine dipende naturalmente dalla tipologia e dalla quantità di licenze richieste e dalla nostra disponibilità in quel momento, ma quel che posso dire è che si tratta in ogni di un’opportunità enorme, sia per le società che vendono sia per quelle che comprano. Le prime possono recuperare valore dall’investimento originario, le seconde possono acquistare copie conformi e autorizzate a condizioni economicamente vantaggiose. Il nostro principale cliente", cita a titolo di esempio il fondatore dell’azienda, "è una realtà italiana del mondo dei trasporti che ha risparmiato circa 750.000 euro grazie all’acquisto di licenze Microsoft usate".

COSA SERVE (OLTRE ALLA COPIA ORIGINALE)

La sfida è piuttosto impegnativa. "La parte più difficile di questo business resta la reperibilità del software", ci spiega Andrea Migoni, Microsoft Licensing Professional di Vendosoft per l’Italia. "La domanda è paradossalmente maggiore dell’offerta: molte aziende che hanno acquistato licenze a volume nuove non sanno di avere fra le mani un piccolo patrimonio che ha una lunga vita nel tempo".

Resta poi tutto il discorso della gestione della transizione fra il vecchio il nuovo. Sotto questo profilo, ci spiega il responsabile italiano, "Vendosoft è certificata come Microsoft Silver Partner e Adobe Certified Reseller e garantisce licenze software a norma di legge". Con ogni fornitura, in pratica, la società tedesca garantisce consulenza certificata Microsoft Licensing Professional, licenze conformi al produttore, bolle di consegna e fatture, certificazioni della catena di fornitura da parte di un revisore contabile, disco di installazione e codici volume licensing.

COSA SUCCEDERÀ CON IL PASSAGGIO AL CLOUD

Il nodo principale resta però quello della tenuta del modello di business nel tempo. Con il passaggio da licenze on-premise a cloud il mercato del software di seconda mano rischia di diventare marginale.

"È vero – ammette Orth – il mercato del software sta cambiando, basti pensare alla scelta piuttosto radicale fatta da Adobe con l’avvento della Creative Cloud. Il mercato delle licenze installate resta però molto vivo, e credo che lo sarà ancora per almeno 6-7 anni. In linea generale posso dire che il nostro obiettivo a medio e lungo termine sia quello di diventare il partner di riferimento per lo sviluppo di una strategia software, vecchio o nuovo che sia. Enti pubblici, imprese e organizzazioni di tutti i settori e di tutte le dimensioni faticano spesso a individuare la soluzione migliore per le proprie necessità".


154

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Rocco Siffredi

Io posso tutto, trascendo la grammatica e la patata.

Andrea65485

Effettivamente quello che descrivi funziona sul serio, però sarebbe un metodo non legittimo per ottenere office e microsoft potrebbe disattivare l'account se dovesse accorgersene

Jeson Turner

Non l'ho comprato ma da una banale ricerca Ebay Office 365, vendono licenze a 5€. Queste sono le FAQ e mi fanno pensare che sia la versione completa 365 con i loro compromessi:

D: Quale software posso usare dopo l'attivazione 365 o 2016?

R:Una volta attivato office può usare entrambi i programmi. Office 365
online tramite il browser oppure può semplicemente scaricare e
installare l'ultima versione di Office disponibile attualmente.

D: Quando scade l'abbonamento?

R: L'abbonamento non ha scadenza e sarà aggiornato regolarmente alle versioni successive.

D: Posso collegare il mio account Microsoft già esistente?

R:Può collegare e usare office con il suo vecchio account ma i due
account non possono essere sincronizzati né associati tra di loro, uno
sarà personale è l'altro business.

D: Posso usufruire dello spazio cloud di Onedrive da 5TB con il mio account personale esistente?

R: Purtroppo, non è possibile, solo il nuovo account può gestire tale spazio.

StadiaPlus

A W7 gli do 0€ di valore, a W10 gli do almeno -10,000€ di valore. Nel senso che se Microsoft vuole davvero che lo installi, devono essere loro a pagarmi almeno 10,000€ per l'atto masochista.

StadiaPlus

"A me mi" non si dice.

StadiaPlus

Puoi tranquillamente non attivare Windows, ti rimane solamente la scritta in basso a destra. Moltissimi canali di tech youtubers hanno già parlato della cosa, ovvero che c'è un limite a quante volte Microsoft ti permette di traferire la licenza, e visto che loro devono recensire anche centinaia di componenti durante un anno, è semplicemente più comodo non sbattersi e lasciarlo senza licenza attiva. È l'unica soluzione legale che non comporta spese per lo meno.

StadiaPlus

Dove trovi le 23enni?

Risparmia al 100%

sseddiss

Ho un mio vecchio NetBook, nato con Windows 7 Professional, al quale feci l'update gratuito a W10. Ho da poco scoperto che la licenza che è stata aggiornata a W10, il product key insomma, è una licenza retail di Windows 10 Home, come indicato dalla verifica su Shell. Ho provato anche ad attivarla diverse volte su differenti pc e l'attivazione va a buon fine. Non capisco come mai il vecchio product key dell'etichetta posta sotto al netbook sia diventata una licenza retail di W10. Sarà un errore

Ciro Sagona

ah molto figo

sardanus

a me è successo 2 anni fa con una licenza di windows 10 esd

Andrej Peribar

Non so cosa sia andato storto.
Io il messaggio continuo a rileggerlo e mi sembra chiaro

Sterium

si in quanto oem... le licenze che puoi trasportare sono le retail

Sterium

Hai scritto la stessa cosa 1000 volte! Abbiamo capito.

deepdark

La pro

franky29

E chi usa attivatori russi?

alexhdkn

Che tipo?

alexhdkn

Si, se vuoi stare nella legalità completa

Andrea65485

Che io sappia, la suite completa no, ma se vuoi world, excel e powerpoint sono ancora tranquillamente acquistabili a tempo indeterminato

In alternativa ci sarebbe l'abbonamento per studenti, che ti offre 365 gratuitamente fintanto che sei uno studente

Andrea65485

Conosco un tizio che si era scaricato un antivirus da Aptoide sul telefono, lo avevo avvertito di non farlo, che era sicuramente un virus, lui non ci ha creduto... Lo scarica, lo avvia, e durante il controllo iniziale (mi pare fosse Kaspersky pro) l'antivirus si rileva da solo come virus

Microsoft lo riconosce come originale all'attivazione. Poi non so

Key e link da dove scaricare la ISO dal sito microsoft

wiggaz

Gelato al limone a parte, concordo in toto. XD

Max

Direi di no..

Andrej Peribar

Allora è persa :)

Max

Grazie.
Curiosità più che altro. Io pago Office 365 e sono sereno.

Andre
Andre
DjL4S3r

E' ovvio che se usi la Home & Student, non puoi usarla su due dispositivi contemporaneamente, ma comunque puoi provare ;)

Davide

Quindi se compro Office Home & Student e lo attivo sul fisso posso usarlo senza problemi anche sul portatile?
Quelli dell'assistenza mi han detto che si disattiva da una parte

GianTT

Pace :)

Andrej Peribar

è corretto.
Infatti lo spiegavo sotto :)

forse non era molto chiaro il precedente mio messaggio ma diciamo la stessa cosa :)

GianTT

No assolutamente, ma infatti queste società non vendono software OEM usato, ma molto più semplicemente acquistano licenze "usate" da aziende (che le acquistano a volume o tramite contratti).

DjL4S3r

Anche la 2016/2019 se fai il login in windows e anke in office.

DjL4S3r

Figurati ;)

GianTT

Attenzione che le aziende che hanno già contratti sottoscritti con Microsoft spesso hanno alcuni vincoli che rendono l'acquisto di software da canali simili praticamente inutile, ed in caso di verifica di conformità da parte di Microsoft rischiano di vedersi ignorata la validità di queste licenze

Andrej Peribar

esatto.
e non può essere rivenduta "usata".

GianTT

Si chiama licenza OEM, viene venduta da Microsoft (o dai SW Vendor che danno il software incluso nel tuo pc) ad un prezzo spesso stracciato proprio perché associata al device e non all'utenza

BoORD_L

chiarissimo, grazie

Alexv

Sono solo per partite iva.

Alexv

Si sta parlando di quelle legali.

Sterium

Scusa ma non ho capito un chez...

Squak9000
Francesco Renato

In teoria no ma MS ormai registra tutto.

Francesco Renato

Se MS volesse potrebbe benissimo disattivare le licenze rivendute, non lo fa perché ormai è rassegnata a darle gratis o quasi, almeno per quanto riguarda l'os, i tempi sono cambiati e MS cerca nuove strade di business, alzare il prezzo del so sarebbe controducente con android alle porte.

concordo, infatti quando ho letto sta cosa ho lasciato perdere

ciro mito

Ok grazie

Sterium

beato te, vuoi far concorrenza a mr chuck?

Ciro Sagona

Ti hanno dato una key od una mail?

sardanus

licenze esd che vengono date illegalmente (stando ai tos di microsoft) a privati. Non sono sicure perchè microsfot potrebbe disattivarle da un momento all'altro via server se scova l'azienda sua partner che le ha rivendute tradendo i tos

Honor

Honor 20 e 20 Pro ufficiali: caratteristiche e prezzi | Video Anteprima

Android

Google sospende la licenza Android a Huawei dopo il ban di Trump: reazioni

Huawei

Recensione Huawei P Smart Z, full-screen e camera pop-up a 279 euro

Asus

Recensione Asus Zenfone 6: 5000mAh e Android Stock da 499 euro