Russia: dismessa la storica rampa di lancio da cui partì Yuri Gagarin

24 Aprile 2019 16

A breve, l'agenzia spaziale russa Roscosmos (che recentemente ha annunciato il progetto di una base di ricerca con sede sulla Luna, solo poco tempo dopo un'analoga manifestazione di interesse per il nostro satellite da parte degli Stati Uniti) chiuderà la rampa di lancio n. 1 del cosmodromo di Bajkonur, noto per essere la base di lancio più datata ancora in uso a livello mondiale.

Proprio da lì avevano preso il volo moltissime missioni dirette nello spazio, tra cui quella, storica, che vide come protagonista Yuri Gagarin, primo uomo a volare in orbita all'inizio degli anni Sessanta, e due anni più tardi quella con la prima donna, Valentina Tereškova. A darne notizia è stata l'agenzia di informazione russa RIA Novosti, che l'avrebbe appresa da alcune fonti rimaste anonime.

Tuttavia dal "Gagarin's Start" (questo il soprannome del sito di lancio in questione, rinnovato per ospitare anche il razzo Soyuz FG) non è partito solo il celeberrimo cosmonauta sovietico, ma anche una serie di missioni organizzate dalle agenzie spaziali più disparate, con astronauti russi, americani, canadesi, europei e giapponesi.


Secondo le fonti, però, la situazione sarà presto destinata a cambiare: la Russia ha già deciso di utilizzare, per i lanci delle navicelle spaziali cargo Progress, il nuovo razzo Soyuz 2 (la cui avventura, in questo caso, non era finita bene), che non è adatto a partire dalla storica rampa di lancio n.1 dedicata a Gagarin.

Stando alla notizia riportata da RIA Novosti, gli ultimi lanci con il vecchio razzo Soyuz FG saranno quelli dei veicoli MS-13 e MS-15, programmati per luglio e settembre, e poi tutti i lanci a venire saranno effettuati con il nuovo razzo Soyuz 2. La rampa di lancio "Gagarin's Start" sarà quindi dismessa, poiché non ci sarebbero fondi per adattarla ad ospitare anche i lanci del nuovo veicolo spaziale Soyuz 2.

Al momento, quest'ultimo viene lanciato da un'altra rampa del cosmodromo di Bajkonur, noto come sito n. 31, così come in altre due strutture di lancio situate nel centro spaziale della Guyana Francese. Come fa notare Ars Technica, che ha ripreso la notizia, il cosmodromo si trova in una landa piuttosto desolata; fu costruito dall'Unione Sovietica, e ora è sotto l'amministrazione russa, nonostante geograficamente si trovi in Kazakistan.

Oggi uno dei migliori acquisti nella fascia media? Huawei Mate 10 Pro, in offerta oggi da Cellularishop a 425 euro oppure da ePrice a 759 euro.

16

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
R41

E oggi è Kazakistan e non Russia come erroneamente dice la notizia.

Yuri Giordano

Ciao Yuri' start

Boots Boot

O_O
Atterrano a 20000 Km di distanza? Fanno prima a ricostruirli che a pagare Bartolini per il trasporto

FreeEnd

Cosmonauti perduti?

GianlucaA

Gli è andata bene che per 10 anni erano gli unici a poter collegare la iss con la terra, prendendo fondi anche dagli USA. Ora che ci sono alternative o investono e si svecchiano o presto anche le società russe preferiranno affidarsi a Cina o usa per i lanci dei satelliti

mruser2

Chissà magari i razzi di rientro di SpaceX per nostalgia continueranno ad atterrarci

finestre

Difficile credere che lui sia stato il primo

GTX88

qualcosa sempre di si, ma alla fine c'è sempre la diatriba tra complotto inventato e segreto di stato

steek

all'epoca era URSS.

steek

ehh ormai la russia fa cacarin in ambito investimenti in ambito spaziale.

Aster

A memoria non ricordo incidenti mortali in questa fase avanzata...magari molto prima...chissa

Aster

infatti e stato specificato

GTX88

Sarebbe curioso sapere se fosse stato davvero il primo o se fosse solo il primo a tornare vivo

R41

Tutto molto bello, salvo il fatto che Baikonour non è in Russia, ma in Kazakistan.

Aster

Per coerenza direi chiamare cosmonauti come si e accennato cosmodromo e non la controparte occidentale astronauta ;)

Roberto

Magari ci fanno un grosso centro commerciale per l'Anniversario.

Recensione Chuwi Aerobook: notebook concreto al prezzo giusto

RM mini 3: tutto diventa smart/domotico con 20 euro | Video | #BESTBUY

Huawei

Huawei Ban | Reazioni e conseguenze delle ultime 48 ore: possibile Huawei OS? | VIDEO

Honor

Honor 20 e 20 Pro ufficiali: caratteristiche e prezzi | Video Anteprima