Kia e-Soul: prova su strada e prezzi in Italia, la nuova sarà solo elettrica | Video

20 Aprile 2019 195

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Kia e-Soul 2019 debutta con la presentazione europea che mi ha permesso di mettere le mani su questa auto elettrica, un crossover urbano di segmento B che si affianca a Kia eNiro e rappresenta l'inizio della nuova offensiva elettrica e il prosieguo di un progetto nato già da qualche tempo.

Dopo Soul Electric, e Soul 2019 sancisce un punto di svolta perché punta a numeri ben diversi rispetto alla prima generazione dell'EV: in Europa (e in Italia), Soul elettrica sarà l'unica versione disponibile della terza generazione del crossover.

la densità energetica delle batterie di Kia eSoul è di 250 Wh/kg

Note già da tempo e confermate alla presentazione di Ginevra, le caratteristiche di Kia eSoul possono essere facilmente riassunte: motore da 136 o 204 CV e due batterie (39 e 64 kWh) per due concetti diversi, uno rappresentato dalla Mid Range & Mid Power, l'altro dalla High Range & High Power.

Due le possibilità di ricarica: rapida in DC fino ad un massimo di 100 kW (dal 20 all'80% in 42 minuti) e lenta in AC raggiungendo i 7.2 kW.

UN RADAR CONTESO E LA RIGENERAZIONE PREDITTIVA

Sulla nuova Kia e-Soul, due tecnologie si contendono un unico pezzo di hardware, il radar. La prova nei dintorni di Francoforte mi ha permesso di approfondire questa caratteristica, scoprendo che il radar può concedersi solamente ad un "utilizzatore" alla volta. Quando è in uso il Cruise Control Adattivo, la banda è saturata dalle richieste di questa tecnologia per la sicurezza, impedendo quindi di utilizzare la rigenerazione adattiva dell'energia. 

e-Soul è dotata infatti di un sistema che permette di selezionare l'intensità in rigenerazione tra quattro livelli (da 0 a 3) e questo, in pianura, avviene utilizzando i dati sulla distanza dall'eventuale auto che ci precede, così da massimizzare la ricarica dell'energia. La stessa operazione volta ad aumentare l'efficienza viene effettuata grazie al sistema predittivo che imposta la rigenerazione in base alle discese o alle salite che dovremo affrontare. 

Anche in modalità automatica, attivata con una pressione prolungata della paletta destra, il conducente può esercitare un grado di controllo impostando il livello minimo (0, 1 o 2) e lasciando all'auto la possibilità di operare solo con i livelli superiori a quello stabilito. Sempre disponibile la modalità manuale oppure la frenata tramite paletta sinistra: una pressione prolungata passa temporaneamente al livello 3 finché non si rilascia il paddle, permettendo quindi di frenare in molte situazioni senza utilizzare il pedale.

UNA PIATTAFORMA RODATA E ORIENTATA ALL'EFFICIENZA

Kia eSoul utilizza tante soluzioni volte a massimizzare l'efficienza: si parte con la possibilità di programmare la ricarica sia tramite display di UVO Connect che tramite applicazione per Android e iOS disponibile fin dal lancio. Il sistema consente anche di associare ad una posizione GPS i preset di ricarica, come la percentuale di carica massima concessa.

Le celle del nuovo pacco batterie di eSoul sono composte per l'80% da Nichel, 10% da Cobalto e 10% da Manganese. La tensione è di 356/327 V con 180/120 Ah a seconda della versione (64 e 39 kWh).

Il pacco batterie, con celle in un case di alluminio, è climatizzato a liquido e dotato di modalità inverno per predisporre la temperatura ideale al fine di massimizzare la potenza (e quindi la velocità) in ricarica rapida. Si aggiungono poi la pompa di calore, il circuito di climatizzazione dell'abitacolo ottimizzato e la possibilità di risparmiare energia condizionando solo la zona del conducente.

COME VA? PRIMA PROVA SU STRADA

Rispetto alla vecchia generazione (Soul EV), la nuova Kia e-Soul fa passi da gigante nella potenza che si nota subito grazie al motore da 204 CV e 400 Nm di coppia massima.

Anche la batteria è in realtà un elemento attivo che influisce sulle prestazioni di guida: la potenza di carica/scarica è di 170 kW per il pacco da 64 kWh (113 kW per quello da 39 kWh) e consente di non creare un collo di bottiglia durante le accelerazioni più intense e fornire al motore da 150 o 100 kW l'alimentazione di cui ha bisogno.

Kia e-Soul 2019 monta un motore sincrono a magneti permanenti

Al posteriore troviamo il multi-link, una soluzione inedita per questo modello che debutta con la terza generazione (seconda generazione elettrica) e contribuisce alla dinamica di guida. Unenendo pianale e sospensioni, il risultato è un setup di compromesso che permette di ridurre il rollio, garantire il comfort e restituire una guida abbastanza reattiva, staccarsi dal concetto di crossover vicino a reazioni da SUV per avvicinarsi più al divertimento di una guida simil hatchback, fermo restante il peso della vettura che emerge nelle situazioni al limite ma che è ben gestito perché contenuto all'interno del passo.



Kia eSoul, le misure: 4.195 mm di lunghezza, 2.600 mm di passo, cerchi da 17", raggio di sterzo di 5,3 metri, luce da terra di 153 mm, bagagliaio da 315 a 1.339 litri. La 64 kWh pesa 1.682 chilogrammi a vuoto, la 39 kWh scende a 1.593 kg. Larghezza 1.800 mm (esclusi specchietti), altezza 1.605 mm

Il sottosterzo è solamente accennato e la risposta è tutto sommato neutra e prevedibile, sempre calmierata negli eccessi dai controlli elettronici di trazione che intervengono puntuali e poco invasivi, almeno a giudicare dalle situazioni di guida di questa prima breve prova.

In frenata Kia eSoul risponde bene: i dischi da 305 e 300 mm di diametro vengono chiamati in causa raramente ma, quando succede, il lavoro nel far interagire senza scalini e in maniera fluida i due circuiti, rigenerazione e frenata effettiva, è di buon livello; non è la migliore ma risponde molto bene per la sua fascia di prezzo.

UVO CONNECT: INFOTAINMENT BELLO CON NOME BRUTTO

Trovare un sistema d'infotainment pratico, fluido e completo non è sempre facile. Kia è però riuscita a rinnovare la sua piattaforma con UVO Connect che svolge il compito alla perfezione: il display è opaco, anche con le - limitata - ditate riesce ad essere leggibile in ogni condizione di luce. L'interfaccia è personalizzabile in maniera molto intuitiva, tutte le funzioni sono a portata di pochi tocchi sullo schermo capacitivo che risponde sempre rapidamente e l'hardware che lo gestisce ci garantisce sia il multitasking che la fluidità in navigazione. 

Android Auto ed Apple CarPlay sono presenti, la strumentazione digitale è personalizzabile e completa di dati del computer di bordo, multimedia o navigazione e l'HUD non sarà il più sofisticato ma fa da ciliegina sulla torta per avere le informazioni fondamentali sempre a portata. Resta il problema della proiezione che, anche al livello più basso del setup del sedile, non è sulla strada ma sul cofano.

La SIM di Vodafone gestisce aggiornamenti e informazioni in tempo reale su traffico, parcheggi e colonnine: l'abbonamento è valido in tutta Europa e gratuito per i 7 anni di garanzia.

Mille punti a Grifondoro per il database delle colonnine con il dettaglio su tipi di connettore, potenza di ricarica in AC/DC, informazioni e numero di telefono del gestore.

GUIDA AUTONOMA DI LIVELLO 2: PRIMA PROVA DEGLI ADAS

Tanti gli ADAS disponibili, praticamente tutti quelli del livello 2 della guida autonoma (qui la nuova classifica SAE).Il Cruise Control Adattivo è preciso, non ha perso un colpo ed è stato in grado di gestire anche l'arresto e la ripartenza oltre a seguire le modalità di guida impostate. Combinato con il centramento di corsia, l'ACC ci proietta verso il livello 3 e i due sistemi mi hanno permesso di affrontare sia la città che l'autostrada senza necessità di intervento, salvo assecondare la richiesta di mettere le mani sul volante. 

Ricordate però che nel livello 2 l'attenzione le mani sono sempre necessarie: il mio comportamento - estremo per necessità di test - è stato punito da una serie di incessanti e fastidiosissimi "bip" (minuto 4:45 del video) che credo fossero proprio conseguenza della mia ripetuta inattività. Da verificare in una prova più completa.

Disponibili anche monitoraggio angolo cieco, traffico in retromarcia e attenzione del conducente.

KIA E-SOUL: CONSUMI REALI

Il dato dichiarato da Kia è molto vicino alla realtà: 450 chilometri con un "pieno" sono raggiungibili nel combinato e la media viaggia tra i 15 e i 17 kWh / 100 chilometri.

A velocità autostradale si raggiungono consumi tra i 21 e i 25 kWh a seconda del vostro piede, consumi reali rilevati in modalità istantanea per brevi prove a velocità costante tra i 110 e i 150 km/h.

KIA E-SOUL: LE SOULITE DOMANDE (COSTI DI RICARICA)

Quanto costa ricaricare Kia eSoul?  Vediamo di seguito i costi di un pieno di elettricità ipotizzando due scenari, un costo casalingo di 25 centesimi di euro al kWh e il costo delle colonnine fast di Enel X (0,5€ al kWh).

Si tratta di prezzi indicativi perché a casa potreste pagare meno la corrente: in questo caso fate riferimento al vostro costo unitario in bolletta. Le colonnine sono disponibili anche a cifre inferiori (anche gratis in alcuni posti) o con formule che prevedono un abbonamento e un monte di kWh incluso nel prezzo. Tutto questo senza considerare che chi ha pannelli solari o sistemi di accumulo riesce ad eliminare spesso il costo della ricarica.

  • costo ricarica Kia e-Soul 39 kWh da casa: circa 10€
  • costo ricarica Kia e-Soul 39 kWh alle colonnine Enel X: 19,5€
  • costo ricarica Kia e-Soul 64 kWh da casa: 16€
  • costo ricarica Kia e-Soul 64 kWh con Enel X: 32€

 

KIA E-SOUL: PREZZI ITALIA, STYLE HA GIÀ TUTTO

Il prezzo di Kia e-Soul Style 39 kWh, versione d'ingresso, è previsto a quota 39.900€ per l'Italia. Sfruttando l'Ecobonus (tutti i dettagli qui) Kia e-Soul vi costa 33.900€ con la rottamazione o 35.900€ senza rottamazione.

Gli altri allestimenti disponibili sono e-Soul Style 64 kWh ed e-Soul Energy 64 kWh ma non è ancora disponibile il listino prezzi ufficiale.

e-Sou Style propone già una ricca dotazione di serie: strumentazione digitale da 7", sedili anteriori e volante riscaldabili, retrovisore elettrocromatico, full LED con fendinebbia, infotainment da 10.25" con retrocamera, impianto Harman Kardon, sensori posteriori, keyless, caricatore wireless, frenata d'emergenza (pedoni e ciclisti), cruise adattivo e centramento di corsia. Energy aggiunge sedili in pelle regolabili elettricamente, anche ventilati e con supporto lombare, luci ambiente a ritmo di musica, pacchetto estetico SUV Pack, sensori anteriori, HUD da 8", monitoraggio angolo cieco e monitoraggio traffico in retromarcia.

VIDEO

Oggi uno dei migliori acquisti nella fascia media? Huawei Mate 10 Pro, in offerta oggi da Cellularishop a 425 euro oppure da ePrice a 759 euro.

195

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Kamgusta

Non proprio un uovo, perché una macchina non deve uscire dal cuIo, ma... https://uploads.disquscdn.c...

Simone

Che tu sia un ingegnere non toglie il fatto che l'aerodinamica di un veicolo non può essere un uovo altrimenti non avrebbe la deportanza necessaria per rimanere aderente all'asfalto, da qui la difficile applicazione di detta forma ad un veicolo, (ricordi i problemi delle prime Audi TT risolti con un appendice sul baule?)
Detto questo, riguardo al CX, (CD si usa più sovente in aviazione) ancora non mi hai detto dove hai preso quel dato.

P.s. non sono tuo zio

alfri

vabbe era un modi di dire,ci siamo capiti.che salvi se poi tutto va a petrolio.

Paul'S

infatti io potrei ricaricarla a casa quasi gratis di giorno con il fotovoltaico, però se l'ho bisogno per il lavoro devo ricaricare di notte (pagando la corrente) ma soprattutto piuttosto che spendere 30-40.000 euro per una utilitaria metto altri pannelli (installi 15-20 KW con quei soldi) e vendo la corrente agli altri

Paul'S

non salvi il mondo con le e-car se la corrente la produci in gran parte con petrolio e gas
salvi al limite l'aria del tuo quartiere, ma poi a 50-100-200 km ci sarà una centrale (se va bene a gas) che garantisce l'energia per farti girare in auto

Paul'S

per adesso non salvano nulla... visto che, nel mondo, la corrente per farle funzionare viene prodotta in larga parte con i fossili (escluso qualche paese europeo ultra avanzato)

Paul'S

sicuramente c'è anche l'aspetto commerciale (spingere a cambiare) ma a quelle cifre per ora sono solo un "sfizio" da ricchi
...se ne parlerà tra 5-10 anni

Kamgusta

Il vero vantaggio di queste auto è che spinge il mercato al rinnovo del parco circolante con la falsa promessa di "rivoluzione tecnologica". D'altronde dopo averti tentato piazzando il tablet sul cruscotto e averti forzato con il blocco dei vecchi motori non sanno più cosa inventarsi per farti spendere altri soldi per comprare le macchine nuove. Le immatricolazioni sono in casa e quindi ecco l'elettrico, la gallina dalle uova d'oro per fare fessi gli automobilisti e fargli cambiare l'auto.

Kamgusta

Zio sono un ingegnere, vedrai che lo so, e certo che si applica alle auto.
Infatti il CD (coefficient drag) di questo cesso a pedali è 0,35. La Model 3 è 0,22.
E' del 60% maggiore (enorme). A velocità autostradali si traducono in consumi aumentati di 1/3.

Paolo C.

Un conto è che non la vendano, un conto è che sia impossibile. Un'auto elettrica ha una complessità notevolmente inferiore di un'auto a combustione. Questa inoltre ha un pacco batteria ridicolo.

Desmond Hume

L'auto ideale per chi non ha problemi di portafoglio e nemmeno di stomaco.
Per un non vedente con un buon reddito può andare bene.

KenZen

Quelle che conosco meno :D
Se vai su Messina - Palermo ne trovi anche troppe per il circolante attuale.
Saluti

Paul'S

l'elettrico attualmente in termini economici NON è per nulla conveniente rispetto al tradizionale e in generale (fino a che non avremo fonti alternative per tutti) è quasi ininfluente sul bilancio delle emissioni dato che aumenterebbe la richiesta di corrente, la cui quota "pulita" in italia non supera il 25-30%
il vero vantaggio di queste auto è che si riduce l'inquinamento locale nelle città, sopratutto per le "polveri sottili", monossido, rumore, ecc...

Gigiobis

La kia soul a benzina parte da 17.500 base, impossibile avere la elettrica a max 18k.

Simone

Sì ma non hai risposto su dove hai preso il parametro del CX. Quello che dici tu è teoricamente giusto ma mal si applica alle automobili.

Me ne farò una ragione. ;-)

Enrico

Complimenti hai appena vinto un bel “ignora”

Carlo

Vai da un concesdionario toyota, serve poco per avere 4500 euro di sconto su ysris hybrid

Carlo

Bmw i3 con Why buy.

Paolo C.

Prendi un uovo. Più un'auto si allontana da tale forma peggiore è il CX. Questa è un cubo con ruote. Vedi tu.

Paolo C.

Vai di Tesla Model 3 o aspetta 3-4 anni che escano più modelli e pacchi batteria degni di tale nome. Secondo me un pacco batteria inferiore a 50kwh non è neanche da prendere in considerazione.

Paolo C.

Ci sono ancora 15.000€ di troppo in rapporto ai motori a combustione interna. Un'auto come questa non dovrebbe andare oltre i 18.000€

Enrico

Imbranato , forse era voluta la cosa ? E c’è anche chi ti ha dato un voto positivo ....siete fantastici !

Yukikatto

._- Breakthrough -_.
Mi piace molto questo film, sottotitoli completi!?
qui ci sono tutti i film disponibili: BOXSERIESOO3.BLOGSPOT.COM

Non capisco perché non hanno aggiornato il design rispetto alle versioni precedenti, eppure non se la sono cavata male con gli altri modelli (adoro la mia Sportage)

Blue Collar

Anche Nissan Leaf.

Turk

Nuova Peugeot 208e e vivi rilassato per 7anni

G. Vakarian

Ho detto mini perché è ibrida plug in...con 50K hai una scelta infinita

Tony Musone

Solo per precisione sono: 7 anni o 150.000 Km

Tony Musone

Yafusata

"(2) Garanzia Kia da 7 anni/150.000 km per le auto nuove
Garanzia 7 anni o 150.000 km, quale che sia il limite raggiunto prima, con chilometraggio illimitato per i primi 3 anni. Batteria HV (Alto Voltaggio): 7 anni o 150.000 Km, quale che sia il limite raggiunto prima, per perdite di capacità al di sotto del 70% della capacità originaria della batteria. Escluso parti e/o componenti che hanno un limite naturale legato alla loro deperibilità temporale come: batteria 12V (2 anni chilometraggio illimitato),"

OPS ;)

GeneralZod

Renault Zoe

Kent_Carl

non hanno nessuno scopo, anche perchè a elettrificare il parco auto si sta muovendo solo parte dell'Europa,ti fai un giro negli USA, in India o in qualsiasi paese meno sviluppato economicamente e sorridi a pensare che vendere un utilitaria a 40.000€ che ti pone limiti enormi nell'utilizzo possa avere un effetto sull' inquinamento globale.

Kent_Carl

tantissime auto saranno solo elettriche nei prossimi anni, lascia stare la smart attuale che è solitamente la 3 o 4 auto in garage ,ma il mio appunto era vendere quell'utilitaria a 40.000 e così altre di quel segmento nuovo che è l'elettrico ma che non si diffonderà mai per l'elevato costo, se realizzassero una Panda, una Picanto, senza AC, senza interni pregiati o finiture di lusso con incentivo europeo per stare sui 15.000€ in un paio di anni ci sarebbe una base enorme di citycar che potrebbero fare da apripista a tecnologie e ricariche, e ne parli con uno che vede nell'elettrico su ruote l'inutilità totale da qui ai prossimi 100 anni.

Simone

Questa clausola riguarda le auto a combustione e la batteria si riferisce a quella dei servizi

Simone

Al di là che il gusto è un parametro soggettivo e che ci saranno sicuramente persone che apprezzano il design di Kia, il dato sul CX dove l'hai preso?

Mister chuck revenge

a napoli centro ci sono auto da 80/150000 euro a nastro, ben più di quanto mi sia capitato di vedere a berlino.

Mister chuck revenge

vorrei acquistare una utilitaria elettrica sui 30.000 euro circa, che sia efficiente e che non dia noie nel medio/lungo termine...cosa mi consigliate?

asdlalla3

E allora a che scopo atturare adesso questa politica "pro-elettrico" se, al momento, i potenziali clienti sono una piccola parte della popolazione?
Non era meglio aspettare tempi più maturi e nel mentre attuare politiche volte a "svecchiare" le auto circolanti (es. un diesel euro 5-6 inquina sempre meno di un diesel di cat. inferiore). E magari puntare sulle alimentazioni a gas (gpl o metano) che potrebbero rappresentare il giusto compromesso?

Roberto

Sicuro, sopratutto quando si ha la credibilità pari a meno di zero.

HellDomz

In Giappone e in corea cercano auto di questo tipo e design e Kia è coreana quindi ci sta. È sgraziata ma essendo cosí squadrata risulta essere la + spaziosa della categoria. Poi va a gusti, a me piace ad esempio

Fabios112

Ki 'a compra sta munnezz?

Yafusata

Esatto... OPS

Yafusata

Si anche quelle. Purtroppo non sono utili per imparare come funzionano le cose nella vita :)

Trixter

Ricordi quanto costavano i TV FHD o 4K quando sono usciti ? E quanto costano adesso ?

Trixter
Kamgusta

Hmm... Non credo. Tipo questa: "Escluso parti e/o componenti che hanno un limite naturale legato alla loro deperibilità temporale come: batterie (2 anni chilometraggio illimitato)".
OPS.

Roberto

Quelle dove c'è scritto che sei un troll a cinque stelle?

an-cic

Il senso è che le cose si fanno per gradi, le economie di scala si creano progressivamente Pochi anni fa le elettriche valide costavano 100k euro, oggi costano 40, tra cinque anni costeranno 25 e tra 10 anni costeranno 15.

Probabilmente qualcuno che abbia almeno studiato l’italiano.

Vadino. Neanche Fantozzi...

Recensione Chuwi Aerobook: notebook concreto al prezzo giusto

RM mini 3: tutto diventa smart/domotico con 20 euro | Video | #BESTBUY

Huawei

Huawei Ban | Reazioni e conseguenze delle ultime 48 ore: possibile Huawei OS? | VIDEO

Honor

Honor 20 e 20 Pro ufficiali: caratteristiche e prezzi | Video Anteprima