Israele, la missione Beresheet non si ferma: ci sarà un altro tentativo di allunaggio

15 Aprile 2019 38

Il sogno israeliano di atterrare sulla Luna non si ferma: la missione Beresheet proseguirà con un nuovo tentativo. Ad affermarlo è niente di meno che Morris Kahn, un miliardario che insieme ad altri privati aveva investito nella missione, mettendoci di tasca propria ben 40 milioni di dollari.

Come molti ricorderanno, la missione Beresheet è un progetto senz'altro degno di nota: si tratta del primo lander finanziato da privati (e non, come avviene solitamente, dall'agenzia spaziale di una delle potenze mondiali in questo campo, come Stati Uniti, Russia o Cina) che ha come scopo l'atterraggio sulla Luna. Grazie a questa missione, Israele sarebbe divenuto il quarto Paese a raggiungere il nostro satellite, e il primo a farlo con una missione privata.

Tuttavia, la missione - o almeno, il primo tentativo, adesso possiamo dire - era fallita. La notizia risale a qualche giorno fa: la sonda Beresheet, giunta ormai in prossimità dell'obiettivo, a 22 chilometri dalla superficie lunare, ha accusato dei problemi al motore principale finendo così per schiantarsi.

Un'immagine catturata poco prima della perdita di contatti con la sonda.

A coordinare le operazioni erano state l'agenzia spaziale israeliana e l'organizzazione non profit SpaceIL, che aveva costruito il mini rover che sarebbe dovuto scendere dalla sonda per studiare il sito di allunaggio. Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu aveva da subito confermato un forte interesse a proseguire il programma, affermando che "Se non si riesce la prima volta, si prova ancora".

Ed ecco arrivare oggi la conferma di questa volontà, con l'annuncio di Kahn, uno dei principali investitori, che senza mezzi termini ha lanciato con entusiasmo la missione Beresheet 2, affermando:

"Costruiremo un nuovo veicolo spaziale, lo manderemo sulla Luna e completeremo la missione".

L'ultima immagine trasmessa da Beresheet.

A confermare quanto detto sopra anche Ben Nathaniel, uno degli ingegneri che hanno preparato la missione, il quale durante una sessione di AMA (Ask Me Anything) su Reddit ha aggiunto:

"Beresheet 2 è stata appena annunciata. Sarà un grande progetto che richiederà un'imponente pianificazione, una precisa coordinazione e, ultimo ma non meno importante, dei finanziamenti. In questo momento entrano in gioco così tanti fattori che non possiamo ancora sbilanciarci con una data di lancio. Speriamo comunque di riuscire ad essere i primi privati ad atterrare sulla Luna".

A proposito dell'incidente della prima sonda Beresheet inoltre, l'organizzazione SpaceIL ha diffuso alcune informazioni sui motivi per cui l'allunaggio non è riuscito. Il primo problema tecnico è sorto a circa 14 chilometri di distanza dalla superficie lunare, e da lì è scaturita una catena di eventi che ha portato al blocco temporaneo del motore principale. A quell'altezza, il veicolo spaziale aveva già messo in atto le prime manovre per l'atterraggio autonomo sulla Luna.

La Luna vista da Beresheet a 500 chilometri d'altitudine.

Quando il motore è tornato in funzione, Beresheet si trovava ormai a soli 150 metri dal suolo lunare, a una velocità di 500 chilometri orari: decisamente troppo per riuscire a salvare la situazione. Le ragioni specifiche dell'avaria sono al vaglio degli ingegneri, che cercheranno di capire cosa esattamente sia andato storto. Nel frattempo, il progetto ha ricevuto un plauso per la trasparenza con cui è stato condotto, senza timore di mostrare un eventuale fallimento. Queste le parole di Thomas Zurcuhen della NASA, che ha velatamente alluso alle pratiche decisamente meno trasparenti di altre agenzie spaziali:

"Vorrei ringraziare il team di SpaceIL per aver deciso di trasmettere il tentativo di allunaggio davanti agli occhi del mondo, nonostante fosse a conoscenza dei rischi cui andava incontro la missione. Anche alla NASA facciamo lo stesso perché crediamo nel valore dell'esplorazione e dell'ispirazione a livello globale. Incoraggiamo tutti gli esploratori commerciali e internazionali a fare lo stesso!".

Tre fotocamere per il massimo divertimento e un hardware eccellente? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Clicksmart a 559 euro oppure da Amazon a 644 euro.

38

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Cristian Louis Watta

Cosa ne sai tu?

Sulla Luna non c'è Hamas che lancia razzi

Fanno già entrambe le cose

I razzi di Hamas non arrivano nemmeno ora a dire la verità

Mirko

Infatti, ci vanno perché li i razzi dei palestinesi non ci arrivano ...

Mirko

Sapete perché Israele ci tiene così tanto andare sulla luna? Perché non ci sono palestinesi.

Aristarco

e infatti hanno messo in campo uno sforzo economico gigantesco con anche discrete perdite umane

Max

Non puoi comprare tutto.
La tecnologia allora semplicemente non esisteva.

Aristarco

hai presente la differenza di budget?

Aristarco

c'è chi deve imparare a zappare e chi a scrivere...

csharpino

Se ti interessa il sorgente del programma Apollo lo trovi qui: https://github.com/chrislgarry/Apollo-11 è stato divulgato qualche anno fa, ovviamente scritto in assembly perchè all'epoca i compilatori e soprattutto l'hardware che avevano a disposizione non avrebbe permesso nient'altro.
Oggi però compilatori e hardware hanno fatto passi da gigante e quindi l'ottimizzazione del codice è se vuoi secondaria rispetto alla sua semplicità di scrittura che si traduce in meno errori e facilità di test e debug, quindi si sviluppa in C++ e praticamente più nulla in assembly.

Aster

E siete sempre più rari

JUDVS

Quindi è vero che Israele Is not a legitimate state

ilmondobrucia

Secondo me dovresti leggere altre notizia.... Non tutto rosa e fiori

Max

Due shuttle (Columbia e Challenger) ma parliamo di decine di anni fa... siamo nel 2019

Pip

Grazie! Sono veramente contento di essere passato dal c all'assembly.
Certo, alcune cose richiedono dieci volte più tempo e incaxxature, però poi si scrivono programmi con un efficienza e leggerezza inarrivabile.
Proprio da poco ho scritto delle funzioni per pilotare un LCD da 128x64. Con funzioni per un totale di circa 250 word (500 byte), posso fare tutto quello che le librerie in c facevano in 2kb e in tre volte più tempo

Adnan LejLa Selimi

Dovete zappa la terra no costruire i missili per alunare

ilmondobrucia

Oops.. Cui

Luca Lindholm

Il processore della prima PlayStation fu usato per il telescopio spaziale Hubble, per dire...

Luca Lindholm

"qui"???

O.o'

Ratchet

Beremerda?

Frankbel

Mere-shit continua

eL_JaiK
Desmond Hume

ma infatti ci stanno andando per studiare meglio i crateri da impatto e poter così far così diventare la Palestina una groviera.

camillo777

Con le CPU e le memorie di 30 anni fa forse l'unico modo era assembler. Oggi credo sia usato C++ anche perché i software sono molto più complessi di una volta. Telecamere e fotocamere, sensori, bracci robotici, programmare tutto in assembler sarebbe da spararsi, soprattutto se ci lavorano più team contemporaneamente. Però sarei curioso anch'io di saperlo...

SteDS

Sicuramente hai un controllo capillare con l'assembly, in questo caso però immagino si tratti di algoritmi estremamente complessi con un gran numero di variabili da calcolare e innumerevoli istruzioni. Scrivere, controllare, debuggare un listato assembly pressochè infinito non so quanto possa essere fattibile in tempi ragionevoli. E se bisogna rimettere mano al codice diventa davvero grigia. Ovviamente è una mia opinione. Anni fa programmavo in assembly, passato al C ho continuato a inserire codice assembly per risolvere i "passaggi più delicati", mi è sembrata la scelta più sensata dato che il C mi permetteva di realizzare progetti decisamente più complessi mentre l'assembly inserito nei punti critici assicurava precisione e risparmio di risorse

Ngamer

kubrick è stato bravo :P

Aster

Ottima scelta

Aster

due(:

ilmondobrucia

guarda che ci sono state molte missioni finite male alla nasa ... Tra quai l'esplosione di uno shuttle

Pip

Però con l'assembly hai tu il controllo assoluto di tutto quello che succede. Certo, può essere un bene come anche un male, non saprei.
Io programmo microcontrollori atmel completamente in assembly, però qualche volta ho voluto fare delle prove a programmarli in c.
Non dico che non funzionano, ma che appena vedi il codice assembly che il c ha generato, spesso ci trovi cose strane, tipo istruzioni non necessarie, utilizzo non necessario di registri ecc. ecc.
Poi, con altri linguaggi di più alto livello come quello di arduino è un casino. Ok, ovviamente le agenzie spaziali non programmano con l'arduino, ma lascia senza parole la differenza tra i due programmi.
Un semplicissimo blink con l'utilizzo dei timer che in assembly richiede letteralmente 10 istruzioni, con un arduino, il compilatore genera un file con circa 200 istruzioni, e il timing di arduino è perfino fuori di qualche microsecondo.

È anche per questi motivi che ho imparato ad amare l'assembly

L'illuminato

Sono tutte stronzate acchiappafondi... se è cosi difficile atterrare.. figurati ripartire ed acchiappare al volo la navicella che ci riporterà a casa

SteDS

Ma il C (non C++) è piuttosto di basso livello e si può interfacciare direttamente con l'assembly. Probabile usino il C dato che è possibile inserire routine assembly, anche in modo massiccio, direttamente nel codice. Una listato scritto interamente in assembly porterebbe più problemi che altro secondo me.

Max

Io invece lo trovo ASSURDO. Negli anni 60/70 la NASA ha mandato sulla luna diverse missioni, con tecnologia che oggi impallidirebbe anche nei confronti della lavatrice che abbiamo nel bagno. E noi oggi nel 2019 non sappiamo far allunare una sonda ?
Quando poi sento parlare di esplorazione di Marte mi faccio grasse risate

Pip

A me piacerebbe sapere molto con che linguaggio programmano il software per queste cose.
Sono abbastanza convinto che sia qualcosa di molto di basso livello, scommetterei direttamente sull'assembly.
Qualsiasi linguaggio di alto livello come il c è troppo imprevedibile da poter essere usato con l'affidabilità richiesta, a meno che non ripassino a mano ogni riga di assembly generata dal c...

Cristian Louis Watta

non mi sembra il caso di bombardare anche la luna...

Luca Lucani

canja

Aster

Bravi

Samsung

Recensione Samsung Galaxy Tab S5e: ottimo per svago e produttività

Kia

Kia e-Soul: prova su strada e prezzi in Italia, la nuova sarà solo elettrica | Video

Samsung

Samsung Galaxy Fold: il software convince, la "piega" è da provare!

Oppo

24h con Oppo Reno: pop-up camera e tanto carattere | Video