Google, la neuro-estetica per scoprire cosa piace agli utenti

11 Aprile 2019 14

Un braccialetto capace di “registrare” le emozioni di chi lo indossa: lo ha sviluppato Google, che lo ha a sua volta messo al polso degli ospiti del Salone del Mobile di Milano che hanno visitato “A Space for Being”, un’area realizzata in collaborazione con Muuto Design, Reddymade Architecture e International Arts + Mind Lab della John Hopkins University.

Il cinturino è stato realizzato dal team Made by Google e non presenta alcuno schermo, display o qualsivoglia mezzo di interazione. Al suo interno, però, sono stati integrati dei sensori capaci di misurare le “emozioni” di chi lo indossa o, meglio, di rilevare la reazione di una persona ad uno specifico design: in altre parole, il braccialetto ha monitorato le variazioni dell’attività cardiaca, della respirazione, della temperatura della pelle e di altri parametri biologici per capire cosa l’ospite provava entrando all’interno delle tre stanze a tema Essential, Vital e Transformative, ciascuna caratterizzata da un particolare design, materiale, aspetto, suono e odore.

I cinturini color pastello

Al termine della visita, gli ospiti hanno potuto scoprire tramite rappresentazione visiva la loro reazione neuro-estetica entrando in ciascuna stanza e, soprattutto, quale di queste sia risultata essere la loro “preferita”.


Le tre stanze

Neuro-estetica, si diceva: è con questa tipologia di analisi che Google raccoglie informazioni per realizzare i propri prodotti tali che facciano “sentire a proprio agio” gli utenti. Un esempio su tutti è il tessuto (e la sua trama) che si trova su Google Home o il Non Rosa di Pixel 3. Che Mountain View stia facendo tesoro dei dati raccolti per sfoggiare colorazioni particolari di Pixel 3a, tra l'altro avvistato proprio oggi all'interno di alcune custodie?

Nulla sfugge ai big della tecnologia, insomma, nemmeno le nostre emozioni più recondite…

Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone XS, in offerta oggi da Techinshop a 850 euro oppure da Media World a 1,079 euro.

14

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
000

no certo, quella espressa è solo la mia speranza cioè che meno persone possibili entrino in contatto con questi braccialetti.
La tecnologia di per se è neutra, dipende da chi e come viene usata, saperla nelle mani di un'azienda il cui unico scopo è raccogliere dati alle spalle degli utenti per lucrarci(dico "alle spalle" perchè non è mai esplicitato e quantificato il rapporto tra ciò che da è ciò che prende) mi sembra davvero poco etico e corretto.

Cmq avendo capito la tua posizione non serve continuare il discorso, non amo i flame e la mia era una opinione personale.

000

Tu qualche cent e loro qualche centone...va beh ognuno fa le sue scelte, basta esserne coscienti e non farlo con la rassegnazione dei molti a cui sento dire: "tanto lo fanno lo stesso"o "tanto sono tutti uguali " .

000

io cerco di non usare niente di google perchè già così dovrei essere pagato e invece sono derubato...

000
000

spero proprio di NO!

000
sassi

la gente non sa cosa vuole finché non glielo mostri.
quindi secondo me sapere cosa piace è utile ma solo fino ad un certo punto.

E K

Errore madornale quello di adeguare le cose ai gusti della massa,

poiché la massa plasma i propri gusti in base a quello che reputa "migliore" in un ottica di "comprensibilitá".

Ergo, ci si tarerebbe sul livello minimo e si cercherebbe qualcosa che venga reputato superiore, ma senza una capacitá di analisi e sintesi sviluppata si finisce per preferire le cafonate ridondanti (fatte e osannate dal volgo senza cultura).

Cristiano M.

Poi mettono l'ennesima modella davanti alla seggiola scassata e, MIRACOLO, la seggiola piace a tutti!

saetta

Sempre più cavie a disposizione di Google.

Garrett

Inutile. Servirebbero gli elettrodi da mettere in testa e probabilmente qualche babbeo sarebbe disposto ad andare in giro con dei cavi in testa.
Io do a Google già tante informazioni e se ne vogliono altre, al limite mi pagano, altrimenti s'attaccano

Account Anniversario

Modificare il titolo...
Da: "Google, la neuro-estetica per scoprire cosa piace agli utenti"
A: "Google, la neuro per gli utenti"

Fixed.

già sanno cosa guardiamo, dove siamo, cosa compriamo e cosa fotografiamo. Ci manca solo che sappiano cosa proviamo.

virtual

Lo proverei solo per dimostrare le mie sensazioni a Google dopo l'uscita delle news sulle nuove versioni di Android!

Samsung

Recensione Samsung Galaxy Tab S5e: ottimo per svago e produttività

Kia

Kia e-Soul: prova su strada e prezzi in Italia, la nuova sarà solo elettrica | Video

Samsung

Samsung Galaxy Fold: il software convince, la "piega" è da provare!

Oppo

24h con Oppo Reno: pop-up camera e tanto carattere | Video