eSport esclusi dai Giochi Asiatici 2022 (forse)

10 Aprile 2019 54

Gli eSport non ci saranno ai Giochi Asiatici del 2022 che si svolgeranno ad Hangzhou dal 10 al 25 settembre. Secondo quanto segnalato dal portale specializzato Invenglobal, gli sport elettronici non compaiono (al momento) nella lista ufficiale dei 37 eventi sportivi in programma.

La notizia suscita inevitabilmente delle perplessità, visto che nel 2017 l'Olympic Council of Asia aveva ufficialmente confermato che a partire dal 2022 gli eSport sarebbero entrati ufficialmente nel medagliere dell'importante manifestazione, riconosciuta dal Comitato Olimpico Internazionale come il secondo più grande evento sportivo al mondo dopo le Olimpiadi.

Nei Giochi Asiatici del 2018 gli sport elettronici sono tra l'altro stati presenti con una serie di eventi dimostrativi che hanno riscosso un buon successo, e di conseguenza stupisce ancor di più l'assenza dell'eSport dal programma ufficiale della diciannovesima edizione dei Giochi Asiatici.

Non è comunque da escludere che gli eventi legati agli sport elettronici possano venire annunciati in un secondo momento. Rimaniamo quindi in attesa di nuove informazioni ed eventualmente delle motivazioni che hanno spinto l'Olympic Council of Asia a fare un passo indietro rispetto a quanto dichiarato nel 2017.

Il 5G che non rinuncia a niente? Motorola Edge, in offerta oggi da Tecnosell a 455 euro oppure da Amazon a 542 euro.

54

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Frankbel

E meno male.

Bruce Wayne

Hai mai visto dell partite di competitivo in modo serio? Hai idea di cosa c’è dietro.

Bruce Wayne

Poi definiscimi sforzo fisico. Durante le partite a causa delle tensione i pro player per svariati minuti ( 30/50 minuti) stanno con le pulsazioni sui 130/150 al minuto il tutto ripetuto per serie di 5 game.

Bruce Wayne

No. Intendo che chiunque può arrivare a fare. Non serve essere dei professionisti ed avere doti particolari.
Quindi non rientra nella definizione di sportivo professionista che noi intendiamo.
Tutto per sottolineare che sono sforzi fisici irrilevanti.

Stefano Scelzi

C'è da dire però che tutti gli esport sono più difficili del tiro al piattello XD

Felk

Ti sei accordo che hai confutato la tua stessa tesi in tre frasi, vero?
Bisogna allenarsi, quindi fare lo sforzo fisico per fare qualcosa che non ha bisogno di uno sforzo fisico lol
Vabbè, lascia stare dai, non fa per te.

Bruce Wayne

Sono sforzi che sopportano tutti con un minimo di allenamento. Quindi non c’è uno sforzo fisico vero. Da sport per come lo intendi tu.

marco

Ci mancherebbe

Felk

Non c'è sforzo nel golf? La pallina a 200m di distanza penso sia cosa da tutti, eh?
Tiro con l'arco non ammette sforzo fisico? Reggere un arco da 25kg, tendere la corda e far arrivare la freccia a 70m di distanza per 72 volte solo per la classifica iniziale, non ammette sforzo fisico?

L'uncinetto è un paragone r1dicolo, come quelli fatti da te... Confrontare il cliccare due pulsanti sul pad con sport veri, bah.

Felk

Gli sport che non hanno bisogno di nessuno sforzo fisico non sono sport, sono giochi.
Uno sport, come già scritto, implica una parte FISICA.

Tolemy

Nessuno lo ha mai chiesto che fossero aggiunti alle Olimpiadi, quello che si voleva è che venissero riconosciuti come attività da tutto il mondo, più per un motivo di tasse e visti lavorativi. Ci sono state squadre che non hanno potuto partecipare a tornei perchè ai membri non veniva concesso il visto e dovevano e richiederlo per l'attività di artista di strada...

marcoar

Non si sta travisando.
Sei tu che hai una visione limitata limitante dello sport.
Torniamo a monte, ci sono sport "fisici" che non presuppongono nessuno sforzo fisico; anche quelli non sono sport?

marcoar

Si ma su quello sono d'accordissimo. Le strade devono rimanere separate.

Ma come tu stesso dici non è solo una questione di riflessi, strategia e tattica

Bruce Wayne

1) non siamo ridicoli. Non c’è sforzo fisico nel golf o nel tiro sportivo.
Per quanto riguarda gli scacchi vale anche per il competivo. Non tutti hanno le capacità di essere professionisti.

2) l’uncinetto non è competizione in cui devi essere pronto a reagire a degli avversari. Per piacere smettiamola di essere ridicoli con argomentazioni folli.

Pip

Beh, io ho giocato per anni ad osu e attualmente gioco a beat saber.
Con osu, dopo qualche minuto sulle musiche avanzate, non senti più il braccio destro, con beat saber non senti entrambe le braccia (letteralmente, quasi non ti rispondono più) e ne esci sudato come un maiale.
Però, boh, per quanto abbia testato sulla mia pelle lo sforzo fisico che richiedono alcuni giochi (beat saber e space pirate trainer in particolare), continuo a non sentirmi di accorparli in un unico evento.
Senza niente togliere a sport ed esport, penso che due eventi separati siano la soluzione migliore

Felk

Voi state completamente travisando tutto e non capisco il perché.
Qui si sta parlando di sforzo fisico.
Negli eSport non c'è, potete dire e fare quello che vuoi, ma non c'è uno sforzo fisico per cui io posso farlo e tu no.

Poi che tu sia abile a giocare è un altro conto, come il calciatore è abile a mettere la palla all'incrocio dei pali a 30m di distanza, al giocatore di basket a fare una schiacciata con il canestro a 3m di altezza e così via.

Per questo, è giusto non mischiare lo sport classico (e cioè quello olimpionico dettato dal CIO) con l'eSport, che deve avere una olimpiade a sé, su piattaforme diverse.

marcoar

avete mai provato un simulatore di guida mezzo decente?

eSport e sport passano, per me su due livelli differenti e mai dovrebbero essere accomunati in una manifestazione olimpica, ma sullo sforzo fisico andiamoci leggeri

Pip

Gli esport sono più giochi di strategia, tattica e in parte riflessi, secondo me c'entrano ben poco insieme agli sport veri e propri, quelli che richiedono allenamento fisico.

A mio parere dovrebbero avere un evento a parte, giusto per mantenere separate le due cose.

marcoar

1) con quello stesso pad tenuto in mano tutti hanno risultati identici ai migliori della classe?
Se si, bene chiudiamo la discussione.

La competizione è data proprio dalla non possibilità di replicare i risultati. Dove c'è competizione c'è sport.
Allo sport, poi, può essere connesso uno sforzo fisico di diversa entità, ma l'attitudine ment4le rimane, di base, fondamento per qualsiasi sport.

(si, ma ment4le non può andare in moderazione)

marcoar

1) con quello stesso pad tenuto in mano tutti hanno risultati identici ai migliori della classe?
Se si, bene chiudiamo la discussione.

Felk

1) Dimentichi che comunque c'è uno sforzo fisico non indifferente. Nel Golf lanciare una pallina a centinaia di metri di distanza, non è una cosa che riescono a fare tutti, al contrario di tenere un pad in mano.
Lo stesso vale per il tiro con l'arco e altri sport.
Quello che avvicino di più agli esport sono gli scacchi, gioco che possono fare tutti, ma che ci vuole una enorme abilità che non tutti hanno. Ed infatti, hanno le loro olimpiadi.
2)La coordinazione ci vuole per tutto... Se fai l'uncinetto, ti serve coordinazione. E' per questo classificabile come sport?
Non lo annovererei nelle caratteristiche fisiche, bensì psichiche.
3) Quello si
4)Non ho capito che c'entra, ma ok...
5)Non ho mai scritto il contrario.
6)Si ma c'è il punto fisico che è preponderante e non cadrà mai, mi spiace.

-Simone-

Non è questione di sport vero, o sport non vero. Nemmeno di attività fisica o di potenziamento del fisico.
È una forzatura, ma non per questi motivi.

ahhhh, è solo una questione di nome. non avevo letto tutti i tuoi commenti

Felk

Devono creare delle eOlimpiadi, come ho già scritto

quindi gli esport potrebbero avere la stessa cosa. dentro o fuori dalle olimpiadi "tradizionali" sarebbe indifferente

Felk

Non è uno sport olimpico, ha comunque le sue olimpiadi.

Spark

Evidentemente non erano abbastanza interessanti per attirare l'attenzione, e ci sono state delle pubblicità negative, e quindi hanno deciso che non ne valeva la pena.

da wiki: Gli scacchi sono anche uno sport riconosciuto dal Comitato Olimpico Internazionale;

trai le conclusioni ;)

Bruce Wayne

La tendinite è dietro l’angolo.
Scherzi a parte molti proplayer sonno di tanti problemi di salute paragonabili a degli infornuti tradizionali. Problemi sia muscolari che più complessi come quelli del sonno o stress di varia natura.

Bruce Wayne

Ti ho fatto esempi di sport in cui non sviluppi nessuna di quelle “qualità” che hai elencato. Invece sviluppi coordinazioni mano/occhi e riflessi sia in quei sport che nel competitivo videoludico.

-Simone-

Da videogiocatore (forse), è una forzatura (forse).

marcoar

Sono discipline giovani. Ancora non c'è un tessuto tale da poter creare delle "rose" nazionali. In futuro ci sarà, sicuramente.
Altro motivo per cui, ha veramente poco poco senso voler per forza porli alla stregua degli sport classici.

Will737NG

Ma grazie al cielo, vediamo di non far ridere i polli va'.

marcoar

Ripeto. Per me non rientrano in quello che io intendo come sport (e che, in tante discipline ho praticato da che sono nato in pratica).
Molti degli esport presuppongono anche una certa attitudine fisica (pensa ai simulatori di guida) così come molti sport non presuppongono uno sforzo fisico (prendi gli scacchi).
L'essenza dello sport, su questi livelli, non è poi la misura dello sforzo fisico e l'intensità dello stesso, quanto la mera competizione.
Gli esport potrebbero (non ne pratico e quindi non so direttamente) arrivare a migliorare le percezioni e i riflessi, "allenando" dunque altre componenti fisiche diverse dai muscoli.

Per me, includere gli esport nel circuito olimpico è un enorme cahata (per quel che rappresenta un olimpiade), ma sul fatto che NON possano essere considerati alla stregua di uno sport non mi trovo d'accordo

rsMkII

Riporto una parte di un altro commento (di Bruce Wayne ):
" Capacità di coordinazione mano/occhio ben superiori alla gran parte degli sporti ( capacità fisiche)."
Aggiungo che l'obiettivo ultimo dello sport è la competizione più che lo sviluppo "muscolare" come intendi tu, altrimenti si farebbe palestra e basta, oppure un esercizio ripetitivo anziché uno che richieda coordinazione.
Aggiungo anche che alcuni studi vedono una correlazione positiva tra l'aumentare dei riflessi e un utilizzo anche moderato di videogiochi (detta così è fumosa, dipende da moltissimi fattori quali ad esempio la tipologia di giochi, ma è solo uno spunto di riflessione): http://www1.adnkronos.com/Archivio/AdnSalute/2003/05/28/Altro/CERVELLO-VIDEOGIOCHI-MIGLIORANO-RIFLESSI-E-ATTENZIONE_141400.php

rsMkII

Esatto, l'analogia con gli sport motoristici è ottima! Quoto! :)

matteventu

I muscoli delle falangi :D

rsMkII

Guardando alla sola parola, significa tecnicamente "divertimento". Se negli anni si è passati a vederlo come l'insieme di quelle attività ormai note e radicate nel pensiero comune, non significa che tali attività non possano espandersi inglobandone di nuove. Se ci sono X discipline presenti nelle olimpiadi da anni, non significa che debbano rimanere tali per sempre. Detto questo, sono favorevole a una seconda classe di olimpiadi, come dici tu ("eOlimipiadi" andrebbe bene), ma sono contrario alla tua definizione personale di "sport vero". Per il semplice fatto che "vero" non significa nulla, dal momento che sport stesso è un termine che può essere associato a moltissimi tipi di attività, almeno originariamente, non per forza un qualcosa di agonistico come lo intendiamo noi vedendolo in tv...

Ale_itsme

ma menomale! ridicolo chiamarli sport
(forse)

Bruce Wayne

1* Sono presenti alle olimpiadi sport come i tiri sportivi e golf nei quali la gran parte dei giocatori ha addirittura rasenta l'obesità
2* Capacità di coordinazione mano/occhio ben superiori alla gran parte degli sporti ( capacità fisiche)
3* Capacità psichiche non credo che ci sia bisogno.
4* Di molti giochi l' ente apposito che dirige i vari tornei a livello continentale e poi organizza gli eventi mondiali lo si può tranquillamente identificare nelle software house che sviluppano il gioco. Informati sull'organizzazione del competivo di LoL e di cosa ha creato RIOT nel corso di tanti anni. è stata la prima a portare il sistema della franchigia in europa.
Se poi si hanno dubbi circa la neutralità e l'imparzialità di RIOT ( giusto per tenere come esempio LoL) o di Valve ( CS) posso rispondere che CIO ed i vari comitati olimpici nazionali hanno coperto i peggiori scandali nel corso degli anni. Mentre RIOT o Valve falliscono ( forse Valve meno, ma perderebbe gli introiti di CS) se si scoprono eventuali tentativi di influenzare i risultati.
5* Lo spirito competitivo fidati che è l'ultima cosa che manca e sopratutto per giocare a certi livelli c'è bisogno di un lavoro immane e non solo da parte del giocatore. Esistono staff enormi di analist ed altre figure che lavorano per le gaming house.
6* Sono giochi e quindi anche l'ultimo punto cade.

Dopo tutto questo sproloquio posso dirti che sarei contrario ad un accostamento del competitivo videoludico al mondo dello sport tradizionale in quanto credo sia preferibile per lo sviluppo del competitivo che questi trovassero la loro strada.
Hanno una mentalità completamente differente ed un modo di porsi talmente differente.

Marco

eliminate anche l'equitazione

Felk

Mi sapresti dire quali capacità fisiche sviluppa?
Se faccio un qualsiasi sport convenzionale, il mio fisico ne guadagna (più resistenza, maggior massa magra e via dicendo). Se gioco ad un videogames con un pad in mano, cosa sviluppo?

rsMkII

Anzi, una iOlimpiade con i giochi su iPhone

rsMkII

Ok, leggerò l'articolo (forse)

marcoar

e, pur non essendo favorevole alla "olimpizzazione" degli esport, questi ci rientrano nella definizione che hai dato di sport.

Bruce Wayne

Mah
Non ha mai ottenuto grossi risultati alla fine nei 3 competitivi che contano realmente: Cs, StarCraft e LoL

Desmond Hume

Credo di potermene fare una ragione

kayoshin

concordo, lo stavo scrivendo anch'io

Felk

Attività intesa a sviluppare le capacità fisiche e insieme psichiche, e il complesso degli esercizi e delle manifestazioni, soprattutto agonistiche, in cui tale attività si realizza, praticati nel rispetto di regole codificate da appositi enti, sia per spirito competitivo (accompagnandosi o differenziandosi, così, dal gioco in senso proprio), sia, fin dalle origini, per divertimento, senza quindi il carattere di necessità, di obbligo, proprio di ogni attività lavorativa.

Dunkirk

Dimentichi il Giappone

Android

Riprova Xiaomi Mi 10 dopo 6 mesi: mi piace anche più di prima

Mobile

Amazon Fire TV Stick e Cube, guida all'acquisto: modelli, differenze e prezzo

Alta definizione

Amazon sorprende: Telecamera drone, Fire TV, nuovi Echo, Ring Car e Eero 6

Recensione

Recensione MSI RTX 3090 Gaming X Trio 24G, semplicemente ESAGERATA!