Apple News+: 200.000 iscritti in 48 ore, ma il banco di prova sarà il mese prossimo

03 Aprile 2019 47

Apple News+, il nuovo servizio annunciato pochi giorni fa dalla casa di Cupertino, sembra essere partito con il botto, stando a quanto riportato da una fonte ben informate sulle pagine del The New York Times. Il fatto che sia il NYT a parlarne ci garantisce un certo livello di imparzialità, dal momento che si tratta di una delle testate che ha scelto di non aderire al servizio offerto da Apple.

Secondo quanto riferito, si parla di più di 200.000 utenti registrati nelle 48 ore successive alla disponibilità di News+ - si ricorda che è arrivato con iOS 12.2 e che al momento è disponibile solo nel mercato statunitense - ovvero un livello di iscrizioni superiori a quanto sia mai stato rilevato su Texture, il servizio acquisito da Cupertino per creare l'infrastruttura della sua proposta, la cui chiusura è stata annunciata solo pochi giorni fa.

Numeri quindi molto incoraggianti, ma che non sono ancora in grado di fornirci informazioni precise riguardo l'effettivo numero di abbonati su cui Apple potrà contare in futuro. Al momento, infatti, l'iscrizione a News+ è accompagnata da un periodo di prova gratuito di un mese, durante il quale gli utenti avranno modo di scoprire se le oltre 300 riviste presenti nella sottoscrizione - tra le quali troviamo importanti assenze come il già citato NYT e il Washington Post - varranno il canone mensile di 9,99 dollari.

Occorrerà attendere lo scadere dei primi periodi di prova per capire in quanti continueranno a restare su News+ o, viceversa, preferiranno tornare alla versione standard dell'applicazione, scegliendo di gestire in maniera autonoma eventuali abbonamenti presso le riviste ritenute più interessanti.


47

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Raphael DeLaghetto

ferrarelle

lore_rock

Fonte?

DeeoK

Molti altri sono semplicemente sufficientemente in crisi da rischiare comunque. Ma questo non implica che News+ possa in alcun modo portare benefici al mondo dell'editoria né all'utenza che via via si ritroverà articoli sempre peggiori per mancanza di fondi. Nè si può in alcun modo giustificare la commissione del 50%.
Come ho già specificato facendo due conti agli editori arriveranno spiccioli. Pensare che questi spiccioli faranno crescere in maniera positiva il mondo editoriale è ridicolo.

L'esempio da te fatto non è comunque calzante: Il Sole è un giornale di economia ed è un prezzo elevato anche perché punta ad una specifica clientela. Discorso simile vale per La Gazzetta dello Sport. Repubblica viene 100€ all'anno o 10€ al mese. Se pensi che con News+, nella migliore delle ipotesi, servirebbe il doppio dell'utenza per avere gli stessi introiti resta comunque una scelta poco saggia l'adesione.

Ripeto: se le persone non sono disposte a pagare per il giornalismo di qualità allora non vedo perché i giornalisti debbano fare la fame per loro. Semplicemente restringeranno l'utenza.
E trovo una bestialità la commissione imposta da Apple per offrire un servizio mediocre facendo leva sulla disperazione.

Kevin

Appunto su 500px, flickr non ci trovi mica p0RN0 ma arte che cerca di immortalare la bellezza del corpo umano

thenoobroxas

Quella del WSJ era un rumor, ma in realtà sono disponibili tutte le notizie, soltanto che quelle di natura economica devono essere ricercate dall'utente, fino a un tempo massimo di 3 giorni.
I calcoli che hai fatto sono più che giusti,ed infatti è il motivo della mancanza di NYT o altri big, a parte il WSJ, ma siamo sicuri che vale per tutti gli altri? Se hanno aderito, accettando il 50% di commissioni di Apple, allora credo proprio che per loro sia comunque più profittevole, visto che la maggior parte degli utenti che aderiscono ad Apple News non si sarebbero mai abbonati a quei giornali, o quantomeno non tutti. Il mondo dell'editoria è in crisi, tralasciando i vari WSJ, NYT o TWP, sarà un'ottima opportunità per le altre realtà di "rilanciarsi" sul mercato, evolvendo il settore. Poi che il 50% possa sembrare un'enormità ci può anche stare, ma la gente non spende più come una volta in giornali o riviste, e fare abbonamenti a tutti i giornali che ti interessano diventa un costo non indifferente al mese: considerando le versioni "basic" di solo 3 giornali come Repubblica, Sole 24 ore e Gazzetta dello sport ti partono 66 euro al mese, con siti e applicazioni non comparabili ad Apple News, togliendo riviste o altri giornali, un costo di sicuro non indifferente, che in pochi oggi giorno sono disposti a sostenere, preferendo informandosi via facebook o con i vari articoli gratuiti, e i risultati si vedono.

DeeoK

Il WSJ offre solo una piccola selezione di notizie, se vuoi il pacchetto completo devi prendere il servizio a parte.
Apple chiede 10$ al mese e se ne intasca 5. Anche ipotizzando che quei 5 vadano tutti ad una sola testata, come il New York Times, si avrebbe questa situazione: con ogni utente di News+ il NYT guadagnerebbe 5$, con la sottoscrizione specifica ne guadagnerebbe 4 ed avrebbe anche informazioni sulla fruizioni (quali articoli sono piaciuti, quali no, dove si concentra l'interesse e via dicendo). E questo il primo anno, perché allo scadere dell'offerta sono 8$ al mese. Quindi il NYT guadagnerebbe 12$ in più per utente il primo anno (perdendo informazioni utili) e ne perderebbe 36$ ognuno degli anni successivi. Capisci che anche con un terzo dell'utenza avrebbero gli stessi introiti senza perdita di informazioni. E l'utenza pagherebbe 10$ per usufruire in maniera penalizzata di un servizio che ne costerebbe 8.

E tutto questo sotto due condizioni importanti: che tutti i 5$ vadano direttamente a loro (improbabile) e che tutti gli abbonati al NYT scelgano l'abbonamento base (improbabile).

Con conti più realistici verrebbe probabilmente fuori che per avere gli stessi introiti il fattore diventi 10 o più.
Il monto dell'editoria non è quello della musica: di norma hai un numero ristretto di testate che davvero ti interessano e conviene investire su quelli più che su abbonamenti castrati. Per gli editori invece conviene avere meno utenza più affidabile piuttosto che ingrassare Apple.

tulipanonero1990

Beh se mi dai Espresso, Focus, Newton, Dueruote, Quattroruote, Internazionale... Sarebbe molto interessante

CAIO MARIOZ

Ma se sarà disponibile per meno di 100 milioni di Apple Users

thenoobroxas

Il punto è che non porta spiccioli. La maggior parte delle persone non è interessato ad abbonarsi ai vari servizi che offrono le testate giornalistiche, ma 10 euro per avere tutto nella stessa app può far cambiare idea a molte persone, ecco perché anche giornali come il WSJ hanno aderito, nonostante il loro servizio costi 39 al mese.

thenoobroxas

Ma gli articolI li leggete? Vale solo per chi ha iOS 12.2 in USA. 200 mila in 48 ore sono tutt'altro che pochi, considerando che oggi giorno la gente che paga per questo tipo di servizi non è tantissima.

200 mila?? Su 1 miliardo di Apple users?? Un fallimento.

Leonardo

Qua in Italia che i giornali sono uno meno deise dell'altro. Non vedo l'ora di vedere persone pagare 10€ per leggere Fanpage o Libero

Io267

Seriamente?

Raphael DeLaghetto

In 72 ore 150k disdette..

DeeoK

Quindi viene da sé il fatto che editori che puntano sulla qualità preferiscano non arrivare a certa utenza che comunque può solo portare spiccioli.

opinionista

Quindi?.....
Michelle visage è contro Playboy? non mi sembra....

dario

Sì è possibile, mi riferivo alla sezione magazine, che è quella che mi intrigava di più e che ho visto in qualche video yt, per i quotidiani in effetti non ho verificato nulla.

Ciorius

Non proprio vero, ad esempio il wsj pubblica solo una selezione di articoli e non quelli della sezione economia (la principale ragione d'esistere del wsj)

Coolguy

200.000 capre. Non c'e' altra spiegazione

Bort

Apple non fa nulla perchè ha già fatto. Ha una base di utenti vasta e "indottrinati". Se vuoi arrivare a quelle persone devi piegarti a 90

dario

Considera che texture, la società acquisita da apple per realizzare apple news+, non è arrivata a 200.000 iscritti in tutti gli anni di attività... per la crisi che vive il settore non è un risultato disprezzabile.

qandrav

e soprattutto vedere come funzionerà fuori dagli Usa...

TheFluxter

https://media2.giphy.com/me...

DeeoK

Nessuna delle due, sono solo una persona ragionevole.

È un servizio che può fare solo male: se l'idea di base è anche sensata le scelte di Apple sono tremende. Non solo si parla di un servizio decisamente limitato come piattaforme ma anche di un servizio che pretende di essere economico (si parla di cifre paragonabili all'abbonamento di una sola testata) con delle commissioni che sono a dir poco allucinanti. L'avidità di Apple nel pretendere il 50% dei profitti quando non fa praticamente nulla ha del clamoroso e ormai sono arrivato a sperare che gli Stati impongano tetti per le commissioni richieste da chi vende servizi.
Inoltre non credo che si senta la necessità che i giganti dell'IT mettano attivamente le mani anche nel mondo dell'editoria anche solo per un potenziale conflitto di interessi.

dario

Tutte consultabili al 100%, con tanto di possibilità di download per consultazione offline... servizio stupendo. Non si sono inventati niente eh, però ottimo prezzo per ottimo catalogo, speriamo sbarchi in italia a condizioni analoghe.

Gaio Giulio Cesare

é un edicolante che odia la apple!

1984

sei un edicolante o è solo odio nei confronti di apple?

vince

L'informazione te la devi cercare...quella che ti danno in faccia senza sforzi non è mai oggettiva....facci caso

ghost

Un netflix versione giornale quindi si

Matteo

parli di playboy e poi hai michelle visage come avatar

https://uploads.disquscdn.c...

momentarybliss

Non ho capito se con questo servizio sono consultabili tutte le edizioni integrali delle testate o solo una selezione di articoli messi a disposizione dagli editori, nel secondo caso tenderei a fregarmene

Giacomo M.

Tieni conto che è stato lanciato solo negli stati uniti

Dunkirk

Hanno perso il 50% dei giornali buoni con solo due nomi.

DeeoK

Sì, perché non solo le pecore avrebbero pagato spiccioli per la buona informazione ma Apple si sarebbe tenuta il grosso degli spiccioli senza fare nulla. Se le pecore vogliono la buona informazione possono abbonarsi al NYT direttamente.

Dunkirk

"La stampa è morta" [cit. Egon Spengler]

DeeoK

Spero vivamente che il progetto fallisca.

publicenemy

Una matrioska di critiche!!!

opinionista

Vero, ma qui son riviste e arte hahah

opinionista

Non credo... ma potrebbe essere un buon ritorno hahaha

C#Dev

E fu così che sparì la pluralità delle informazioni.

Voglio proprio vedere cosa succedrà nel momento in cui da fonti all'interno dello stesso abbonamento news dovessero uscire critiche rivolte agli editor di quelle stesse notizie.

Ad esempio, un articolo che critica Apple News+ avrebbe la stessa visibilità degli altri?
E un articolo di una testata che critica un'altra anch'essa all'interno di Apple News +?

Kevin

Stiamo parlando di Apple, quella che ha rimosso 500px et simili dall'app store finché non rendessero inaccessibili le categorie nudity ...

KenZen

C'è ancora chi compra quella roba? :D (facepalm)
Saluti

daniele

Era una brutta cosa dare un filo di buona informazione alle pecore?

asd555

A parte il periodo di prova gratuito, ma anche se non fosse stato gratuito mi sembrano numerini per Apple. Da Apple e dalla sua utenza mi sarei aspettate decisamente di più, non la definirei una partenza col botto.
200.000 iscritti in 48 ore, pfff.

Top Cat

https://uploads.disquscdn.c...

vince
opinionista

c'è Playboy???..... e simili?

Nel caso strano che non abbia successo. Si ha la scusa per averli senza dover "dichiarare nulla".

- Sai è incluso nell'abbonamento.....

iPad Pro 2020 ufficiale: trackpad, tastiera retroilluminata e sensore LiDAR | Video

WhatsApp, il tema nero è ufficiale: disponibile su iOS, Android e Business

Recensione iPhone 11 Pro Smart Battery Case: è il migliore, ma che prezzo!

Apple annuncia il nuovo MacBook Pro 16 | Video