Kickstarter: il co-fondatore Perry Chen lascia la carica da CEO

20 Marzo 2019 3

Perry Chen, co-fondatore di Kickstarter, ha deciso di lasciare la carica di CEO per dedicarsi interamente alla carica di presidente del consiglio di amministrazione della società, posizione dalla quale intende focalizzarsi sulle prospettive a lungo termine.

La decisione è stata resa nota dallo stesso Chen tramite un post sul blog dell'azienda e in seguito ripresa da molte testate giornalistiche. Il successore designato come CEO ad interim è Aziz Hasan, entrato a far parte della società lo scorso anno e attualmente a capo del settore design e prodotti di Kickstarter. Secondo quanto affermato da Chen sul blog,

il consiglio di amministrazione lavorerà al fianco di Aziz nelle prossime settimane e nei prossimi mesi per far diventare l'incarico permanente.

Per inquadrare meglio la notizia, ecco un po' di background. Chen è stato alla guida di Kickstarter dall'inizio: fu lui a concepire per primo nel 2001 l'idea di una piattaforma online di finanziamento collettivo per progetti creativi. Trasferitosi a New York nel 2005, coinvolse nel progetto anche Yancey Strickler, che sarebbe divenuto co-fondatore di Kickstarter nel 2009 insieme a Chen e Charles Adler.

Perry Chen

Il primo CEO della società fu proprio Perry Chen, che ricoprì la carica per cinque anni passando poi il timone a Strickler nel 2013 per diventare presidente del consiglio di amministrazione; nello stesso anno, il terzo co-fondatore, Charles Adler, lasciò la società. Nel 2017, Strickler si dimise da CEO e il posto rimase vacante.

I membri del consiglio di amministrazione annunciarono allora l'inizio della ricerca di un nuovo CEO, ma Chen intervenne e di fatto tornò a ricoprire quel ruolo, anche se ufficialmente non venne diffuso alcun annuncio. Secondo le indiscrezioni raccolte da Buzzfeed, pare che questa mossa non abbia contribuito a migliorare il clima all'interno dell'azienda: sembra anzi che quasi la metà dei dipendenti abbia rassegnato le dimissioni, oltre a sette degli otto membri del team esecutivo messo in piedi da Strickler.

Ed eccoci dunque giunti alle dimissioni di Chen dalla carica di CEO. L'annuncio è arrivato lo stesso giorno in cui i dipendenti di Kickstarter hanno dichiarato di aver intrapreso dei piani di sindacalizzazione per promuovere "inclusione e solidarietà, trasparenza e responsabilità" allo scopo di avere voce in capitolo. Se l'operazione andasse in porto, osserva The Verge, Kickstarter sarebbe la prima grande azienda tecnologica con rappresentanza sindacale negli Stati Uniti.

Kickstarter negli anni ha aiutato a finanziare una lunga serie di progetti più o meno di successo, come ad esempio il 2-in-1 Chuwi Ubook, la versione per mancini di Razer Naga Trinity e i Nadi X, pantaloni smart da yoga.


3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Trustlist

Si, che la carica esploderà.

Account Anniversario

Mi sa che succederà qualcosa allora...

makeka94

Ha fatto un crowdfunding per anticipare la sua pensione?

Windows

Recensione Lenovo Legion 5 Pro, io lo comprerei subito

Android

Recensione Galaxy A72: è davvero lui il top di gamma della Serie A?

HDMotori.it

Moto elettriche 2021, ci avete mai pensato? Nuovi modelli, prezzi e autonomia

HDMotori.it

In viaggio con il Birò di Estrima: quadriciclo elettrico buffo, compatto e...