Cancellate Facebook: il fondatore di WhatsApp torna all’attacco di Zuckerberg

18 Marzo 2019 253

Cancellate Facebook”: è ancora una volta duro l’attacco nei confronti del social network da parte di Brian Acton, co-fondatore di WhatsApp che ha parlato alla Stanford University in una delle sue rare apparizioni in pubblico. Ed è stato proprio lui, nel 2014, a vendere l’app a Mark Zuckerberg per 19 miliardi di dollari. Sembra un controsenso, ma nel tempo le divergenze di vedute sul modello di business da perseguire sono diventate tali da portare lo stesso Acton a lasciare Facebook nel 2017.

IL PERCHE’ DELLA VENDITA

Acton è sincero, ammettendo che non poteva non accettare la proposta: è stata una “scelta razionale” che gli ha consentito di “intascarsi una barca di soldi”. Il co-fondatore ha pensato a se stesso, agli investitori ed ai suoi 50 dipendenti, decidendo così di vendere l’azienda a Facebook continuando a dare il suo contributo a fianco di Zuckerberg.

COSA SI E’ ROTTO

Ricordate che inizialmente WhatsApp costava 1 dollaro all’anno? Ebbene, questa era la visione di Acton, secondo cui 1 miliardo di utenti gli avrebbe permesso di guadagnare in pratica 1 miliardo di dollari (NB: son “conti della serva”, come si suol dire, ma che il co-fondatore usa per spiegare il suo punto di vista). Zuckerberg la pensava diversamente, con la volontà di guadagnare ben di più introducendo la pubblicità. Ciò ha generato tensioni tra i due, fatto che ha poi portato all’uscita da Facebook di Acton nel 2017.


COSA NON VA

Facebook - e tutta la Silicon Valley - mette il profitto davanti alla privacy, dando ascolto a Wall Street e non agli utenti. E WhatsApp è stata sfruttata da Zuckerberg per monetizzare il più possibile tramite l’introduzione della pubblicità. Acton sperava di poter continuare a sviluppare la sua idea di business, magari re-introducendo il costo di 1 dollaro all’anno per diversificare le entrate, ma ai piani alti di Menlo Park la si pensava diversamente, preferendo piuttosto “risucchiare i dati degli utenti” per fornire agli inserzionisti preziose informazioni ai fini pubblicitari. E il nuovo ruolo di Acton all’interno della società non gli consentiva di avere potere decisionale in merito. Qui si spezzò definitivamente il rapporto.

CHI PUO’ MODERARE I CONTENUTI (E CHI NO)

Pur facendo un plauso a Facebook per la decisione di non insistere nel trovare un modo per entrare sul mercato cinese (in nome della privacy, spiega Zuckerberg), Acton ammette di non concordare sul fatto che siano le stesse grandi società che detengono i servizi (e li vendono) a decidere cosa sia buono e cosa no, quali siano i contenuti da moderare e quali invece siano da ritenere idonei. Il co-fondatore di WhatsApp cita espressamente Apple e Google:

Per essere brutalmente onesti, le reti aperte lottano per decidere cosa sia “incitamento all’odio” e cosa non lo sia. Apple lotta per decidere quale sia un’app buona e quale sia un’app cattiva. Google lotta per capire quale sia un sito buono e quale sia un sito cattivo. Queste aziende non sono idonee a prendere queste decisioni. E noi diamo loro il potere.

E conclude:

Cancellate Facebook, ok?


253

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Moveon0783 (rhak)

Anche io ho Signal sul mio smartphone. Ma non ho contatti con cui usarlo.

BoORD_L
Lorenzo Laruffa
Lorenzo Laruffa

Quelle di cui parli sono cose che, da circa 30 anni fa ogni azienda di telco ... Se non vogliamo che qualcuno sappia con chi parliamo, da dove è per quanto tempo.. Beh forse dovremo non usare il telefono .

Già ai tempi degli sms si poteva tranquillamente risalire alle "abitudini" di contatto di una persona..

Kevin

Come in molti casi vero problema sta nella mancanza di "educazione/informazione". Quanti sono veramente coscienti dei dati che vengono raccolti? Quanti sanno cosa significhi codice open source? Quanti sanno cosa implichi profilare una persona?
Se tutti ne fossero al corrente non saremmo qui in 4 gatti a gridare meglio X, meglio l'altro, 1€ non lo pago, ... perché ogni persona con un minimo di buon senso avrebbe già abbandonato Facebook e compagnia. Se volete fare qualcosa di veramente utile prendete 30min per almeno informare chi vi sta attorno e magicamente la scusa del ''continuo ad usarli perché altrimenti non posso parlare con nessuno'' scomparirà

Kevin

La crittografia e2e in teoria c'è, poi nessuno sa veramente cosa ci sia nel codice, ma se fosse falso stanno veramente giocando con il fuoco.
Quello che non hanno mai fatto mistero di raccogliere sono i metadati, cioè: con chi, quando, per quanto, dove, hai parlato

makeka94

Appunto.

shieldofjustice

Prime armi.. Facebook..

Developer

di gratis ci sono solo i programmi sviluppati su github con sourcecode a disposizione. tutto il resto é il solito magna magna di dati tra google e partner. il mondo gira cosí e all'utente medio non frega una mazza di essere profilato. anche perché per essere anonimo dovresti scordarti la tecnologia che conosci e passare al lato oscuro..ahahah impossibile per il 99% dell'utenza e non basta tor :)

Andrea1234567

Idee di cosa che hanno copiato tutto da altre chat di messaggistica. ahah

polakko

quelli li odio anch'io, tu invece ha una coda di paglia lunga 1km

Tessa
PassPar2_

Ne avranno avute molte di idee durante lo sviluppo dell'applicazione.

makeka94

Nulla è realmente gratis :)

Dea1993

si ma guarda sul play store... ha 3 milioni di utenti.. siamo lontanissimi da WhatsApp che ne conta 85 milioni

Moveon0783 (rhak)

E chi ha detto che non doveva accettare l’offerta??? Ho detto che è assurdo che ora ci dica di cancellare questo e quello, perché chiunque LUI IL PRIMO sapeva che Facebook era interessata ai dati degli utenti di WhatsApp.

Andrea1234567

Se erano così bravi potevano avercela loro l'idea. Invece no.

Frank

Mi hai convinto, in effetti si sapeva che saremmo arrivati a questi risultati :-)

X Wave

Io l'ho usato per business FB quello che sa degli utenti e come lo usano è mostruoso

Salvatore Esposito

telegram è poco usata in Italia ma nel resto del mondo si sta facendo strada ed anche molto velocemente grazie anche alle notizie dei prossimi cambiamenti di WhatsApp tra pubblicità e vendita del tuo cu al miglior offerente

Developer

giá uso l'alternativa con whastapp gratuito non vedo perché dovrei pagare se esistono soluzioni gratuite. se alle persone piace pagare servizi che altri danno gratis li lascio fare. non vedo dove sta il problema. (p.s. credo di essere uno dei pochi ad aver donato a wikipedia :)

Salvatore Esposito

uno dei motivi per cui non ho un account Facebook è proprio il fatto che mi frega nulla di cosa ha mangiato il resto del mondo o che il criceto della vicina è stitico

Alex

Il guadagno sta proprio sulla violazione totale della privacy, anche se impostata sotto altra forma per rimanere nell'aspetto legale. Forse qualcuno ha creduto anche che le cose miglioravano con il GDPR, ma è solo un'altra favola che devono far credere alla massa.

Quasi nessuna multi nazionale rispetta la privacy dei sui utenti. FB è il numero 1 per violazione della privacy però nessuno può farci nulla.

Le cose possono cambiare solo in un modo, se la massa inizia a cancellarsi da FB, Instagram, ecc...

Alex

Io ho un account ma solo per farmi gli affari di quelli che lo usano :D

Walter Antolini

Sono 13 pagine, facilmente comprensibili. Io sono registrato ma non accetto che ogni foto che pubblico, FB la può usare come vuole e dove vuole, come se fosse di loro proprietà, quindi non pubblico nulla.

Alex

Infatti vedo che adesso vi trovate meglio su FB, WA e co... Stanno facendo i soldi coi BM dei social...

Alex

Se nessuno legge, nessuno non si dovrebbe lamentare. Io l'ho letto e non sono 500 pagine, lo capisce anche un bambino di 6 anni, manca solo la voglia di leggerlo. Si puoi non accettare e continuare ad usarlo senza problemi.

virtual
Angelo

Telegram.

Mauricio
Jam

Non usare WA è dura.
A twitter ho rinunciato.
IG sono in difficoltà a mia volta.

Body123

Nessuno legge mai i contratti dei siti/programmi, anche perché o lo accetti o non lo usi, non è che puoi non accettarle e continuare a usarlo. E dato che la volontà di usarlo c'è, non si fa nemmeno lo sforzo di leggere. Anche perché poi magari ti trovi 500 pagine di frasi di cui non capisci nemmeno il significato se non hai fatto giurisprudenza.

Walter Antolini

Stai tranquillo a breve arriva, c'è da farci i soldi quindi non si tirano indietro. Prima però devono mettere le stesse funzioni di altre app di messaggistica per non perdere ulteriori clienti, poi faranno anche quello.

polakko

da qui a che ti finiscono in tasse 19 mln sei già bello che arrivato al capolinea.

Walter Antolini

Era molto meglio Google + però tutti hanno preferito Facebook. La privacy su FB nn esiste, meno cose pubblichi meglio è cmq di quelli che conosco io nessuno ha letto i documenti privacy ecc.. all'iscrizione di facebook e credo sia così anche al livello mondiale, salvo per un numero ristretto di utenti, lì c'è scritto tutto. Prima il profitto poi la privacy degli utenti.

polakko

next step: andare a vivere in Aspromonte. Lì non c'è neanche il 3g. Pensaci.

polakko

io non ce li ho 19 mld per comprarmi un'app. Però uso Signal che è gratis per tutti

Dario · 753 a.C. .

Persia

untore

Nelle storie mi pare doveva essere inserita.

Roberto
Alessandro

Solo chi conosce il significato della parola "profilazione" merita di commentare queste notizie, citando e discutendo di privacy. Se credete che la "pubblicità" del 2020 sia come quella che avete conosciuto sulle televisioni commettete un grosso errore.

Salvatore Esposito

diciamo che sarei d'accordo con il pagare canoni e trasporto se facessero sufficiente manutenzione e migliorie alla rete elettrica perché al momento paghiamo anche tutte le dispersioni causate da infrastrutture che risalgono alla seconda guerra mondiale con linee sui pali di legno (marci) e cavi penzolanti che si adagiano sugli alberi lungo la tratta

Salvatore Esposito
Salvatore Esposito
Salvatore Esposito

vediamo di non essere ipocriti.
vorrei vedere quanti avrebbero rifiutato quell'offerta.

Salvatore Esposito

detta così suona molto meglio.
idem per me "mai fatto account Facebook" e ne vado fiero

Salvatore Esposito

non saprei...scagli la prima pietra chi non avrebbe accettato (cito testualmente) "una barca di soldi" per togliersi dalle palle.
è rimasto poi come dipendente di Facebook per un paio d'anni...forse qui l'errore.
non mi va di giudicarlo perché probabilmente un qualunque Davide contro quel Golia non aveva tutta questa scelta.

sudo apt-get install humor ®

Sì, forse il termine non è il più adatto ma, come dici tu, lo sapevamo noi qual’è il business di fb... figuriamoci uno che è dentro l’ambiente.
Poteva starsene zitto e godersi i miliardi... ci avrebbe fatto una figura migliore... e lo dico da non utilizzatore fb (mai fatto un account)

Moveon0783 (rhak)

Non sono lacrime di coccodrillo, ma la quintessenza dell’ipocrisia. Lui sapeva benissimo che fine avrebbe fatto WhatsApp. Lo avevamo capito tutti, figuriamoci se non l’aveva capito un addetto ai lavori. È quello il business di Facebook, i dati degli utenti. Ed è ovvio che Zuckerberg non ti sgancia 19 miliardi per poter aggiudicarsi il barbonissimo business dell’euro all’anno per utente.

Moveon0783 (rhak)

Semplicemente perché CHIUNQUE, persino uno sc3mo come me, aveva previsto la fine che avrebbe fatto WhatsApp in mano a Zuckerberg. Era ovvio, perché quello è sempre stato il suo business e il suo modo di operare. Per quale motivo Facebook dovrebbe spendere 19 miliardi di dollari per poi accontentarsi di un euro all’anno per utente? Era ovvio che fosse interessata ai dati dai! Siamo seri. Lo sapevo io, lo sapevi tu e lo sapeva anche Acton.
Ergo giudico ipocriti i suoi moniti. Se Durov dopo tutte le belle parole vendesse Telegram a Facebook e dopo essersi intascato 19 miliardi di dollari ti invitasse a cancellare l’app tu cosa diresti? Diresti che è un gran paraculö. Un ipocrita.

Samsung

Recensione Samsung Galaxy Tab S5e: ottimo per svago e produttività

Kia

Kia e-Soul: prova su strada e prezzi in Italia, la nuova sarà solo elettrica | Video

Samsung

Samsung Galaxy Fold: il software convince, la "piega" è da provare!

Oppo

24h con Oppo Reno: pop-up camera e tanto carattere | Video