Windows 10 Home permetterà di rinviare gli aggiornamenti come la Pro

14 Marzo 2019 109

Sembra che Windows 10 Home permetterà di posticipare gli aggiornamenti di un massimo di 35 giorni, esattamente come l'edizione Pro. La novità non è stata annunciata ufficialmente, ma si è scoperta nell'ultima build Insider di Windows 10 19H1, la 18356 rilasciata nel Fast Ring un paio di giorni fa. È la prima di questo ciclo di sviluppo senza il classico watermark identificativo nell'angolo in basso a destra.


Nelle build precedenti era già emersa la possibilità di rinviare gli aggiornamenti, ma solo per 7 giorni. Questa discrepanza è però imputabile a un regolamento diverso per il programma Insider: lo stesso limite si è sempre applicato anche Windows 10 Pro, che però nelle distribuzioni ufficiali sale a - appunto - 35 giorni.

Questa novità farà molto comodo agli utenti più prudenti che hanno paura di incontrare problemi "0-day" nell'applicazione degli aggiornamenti - circostanza remota, ma non impossibile: prima di tutto perché è fisiologico, secondo perché l'ecosistema hardware/software Windows è molto variegato.

La riconferma di un'azienda che cerca l'equilibrio tra prestazioni al top e prezzo competitivo? OnePlus 6T, in offerta oggi da Clicksmart a 469 euro oppure da Amazon a 578 euro.

109

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Trustlist
Trustlist

Io piuttosto mi domanderei su quale base credi di essere più competente di altri nell'utilizzo di un PC.

andrea55

Io mi tengo la 1803 poi si vedrà

Aurelio DI MATTEO
Freerider

Il "problema" è quello. Non serve un budget alto per avere un pc funzionante. Quelli da 300 euro vanno più che bene ad un utente "normale". Il problema è che Windows 10 funziona di m.. sugli HDD e i bloatware degli OEM non aiutano di certo a rendere fluido l'OS. Prendi un carcassone dell'unieuro, mettigli un SSD e per forza di cose l'OS pulito e vedrà che il PC sembra 10 volte più veloce. 500 euro non sono pochi e pretendo di avere un PC che vada bene, quello che mi fa girare le … e che per farlo andare bene ci vuole veramente poco ma non lo fanno. Spero che i cinesi che stanno arrivando anche in Italia decretino la fine della schifosa fascia da 500 euro da "centro commerciale".

Los Endos

Tanto alla fine in realtà solo in pochi passano davvero a mac visti i prezzi.
Conosco anche io diverse persone che si lamentano del proprio orrendo ciarpame preso a 500€ da unieuro, ma alla fine si tratta del tipo di utenza che pian piano sta completamente abbandonando il desktop in favore di tablet e smartphone.
Il desktop rimarrà un qualcosa per usi specifici, principalmente in ambito professionale.. e qui mi auguro che l'acquirente medio abbia un minimo di sale in zucca, oltre che a un budget piuttosto alto.

Freerider

Beh anche a Microsoft dovrebbe interessare. L'alternativa c'è anche se molto costa. Quante persone che conosco sento dire, "appena posso passo a Mac, il mio pc fa schifo". Gli chiedi che PC hanno e ti parlano dei soliti catorci plasticaccia da 500 euro della MediaWorld. Quella fascia sarebbe da dare fuoco! Sono quasi meglio i 2in1 da 10 pollici che trovi a 200 euro.

Los Endos

Ma a Microsoft cosa dovrebbe fregare?
Tanto con o senza SSD, HDD, aggiornamenti o quel che vuoi, la gente usa comunque Windows perchè di alternative non ce ne sono.
I produttori invece sono davvero stupidi a vendere ancora portatili con HDD, in questo modo l'utente medio si convince ad esempio che Acer=m*rda (e al giro seguente compra altro), quando l'unico problema in realtà è la velocità del disco.

Però vabbè, cavoli loro.

Los Endos

Brava Microsoft, era ora

[-Mac-]

Assolutamente no, ci sono stati molti aggiornamenti dannosi, alcuni hanno reso inutilizzabili certi dispositivi, successo a me per ben 2 volte, una volta hanno incasinato le connessioni dial-up (impedendo il funzionamento dei model 3G), un'altra volta hanno incasinato le connessioni di rete (impedendo il funzionamento dei modem 4G) senza considerare i vari problemi nella gestione di diverse periferiche di rete.
Senza considerare l'aggiornamento che ha cancellato i dati a tutta una serie di utenti.

Ansuel

Il problema c'era, ma era causato da una eccezione che microsoft non gestiva (causata come già detto da impostazioni fatte dagli utenti, roba non standard... e altri problemi che riguardavano alcune famiglie hardware) Riguardo la consulenza... Caro mio se hai una sistemista del ca**o non so problemi mie.... Di certo tornare a win 7 specie sapendo che 1 anno e diventa deprecato... NON è UNA SOLUZIONE... SONO METODI PER ARGINARE. Ti posso dare ragione, che molte cose non vanno sempre per il verso giusto, ma maggior parte delle volte il problema è causato tra chi c'è tra sedia e pc... comunque fine tanto con sti argomenti non si va da nessuna parte. Te rimani dell'idea che gli aggiornamenti sono cattivi e non vanno fatti (per il principio "If it's not broken, don't fix it") ed io rimango dell'idea che gli aggiornamenti vanno fatti ed in panorama aziendale, devono essere gestiti in maniera PROFONDAMENTE DIVERSA... (e microsoft i tool li fornisce tutti)

stele

E quando con l'aggiornamento un gioco diventa laggoso (vedi l'ultimo Destiny 2 ad es.)? E quando ms decide di disattivare l'utenza amministrativa locale facendo saltare i vari seviser che si appoggiano a questa? Il rimando è il minimo

Ale_Gi

Va bene capo, ti do ragione così sei contento.
Snoccioli così problemi da poco, nel frattempo tutto quello che non funziona fa perdere soldi alla società. Io ti parlo di problemi empirici con conseguenze, tu rispondi che certe cose non possono succedere. L'aggiornamento alla build lo ha fatto neanche una settimana dopo ed è tornato inutilizzabile, ma evidentemente non è successo perché in TEORIA non lo dovrebbe fare.
Se tu hai sai come configurare le cose e sei in zona Milano, ti scrivo in privato così ci fai consulenza.
Ricordo comunque il disastro dell'aggiornamento di ottobre, che nel 2019 dava problemi ad ogni rilascio, tanto che veniva sospeso e rinviato. Erano tutti problemi creati dagli utenti?

Ansuel

Una marea di .....
Parto dal leggero... Occupazione banda.. gli aggiornamenti AL MASSIMO SONO 1GB e non occupano upload... E con una connessione 100 mega massimo 15 minuti ed hai scaricato tutto...
Il problema dei file cancellati era dato da una specifica strana configurazione fatta dagli utenti che smanettando nel registro con spostamento di cartelle predefinite facevano casino con i link.
Blue screen driver problematic.
Per il rollback windows in teoria se lo esegui non effettua un nuovo aggiornamento di build Fino a Una nuovo rilascio (diverso dal precedente)
E togliamo sta idea che win a cavoli suoi aggiorna... E una cosa delle prime versioni... Risolto poi dopo... Ma come già detto sì possono sospendere aggiornamenti o si usano altre versioni piu avanzate... Ma maggior parte di questi problemi sono cattiva gestione della macchina o mal configurazione.

beeeeme

"anche se è per uso privato" ahahahhahahhahahhah

mai sentito una stup1d@gine cosi grande!!

Non continuare a renderti ridicolo perfavore, studia o riporta le linee guida ufficiali, piuttosto che fare il saccente cogli0n@zzone di turno senza riportare fonti!

Carlo

ah si, SSD è imprescindibile, è che quello di casa lo uso talmente poco che mi bene così, sennò avrei fatto come hai fatto tu!

Carlo

manco hai capito che è la versione home che non va bene per le tue esigenze, fai te… Devi prendere la Pro se ne fai un uso professionale, anche se è per uso privato. Ripeto, la legge non ammette ignoranza, il problema è tuo, le specifiche delle versioni sono ben chiare!

Ale_Gi

è forse così difficile per voi capire l'importanza di avere la possibilità di scegliere quando fare gli aggiornamento? Preferite che vi parta a tradimento mentre fate qualcosa di critico per il lavoro? Se non vi occupate di queste cose la vostra opinione conta poco. Io porto un problema reale voi parlate di teoria.
Dov'eravate quando l'aggiornamento di ottobre ha cancellato file dall'hard disk degli utenti? Fosse successo col vostro lavoro avreste fatto spallucce dicendo "io ho fatto la giusta manutenzione, perdere i file non mi importa" evidentemente.
Su una workstation abbiamo avuto per mesì problemi di blue screen, il pc si spegneva quando andava in full load. Come abbiamo risolto? Rollback dell'aggiornamento di ottobre. DIsattivati gli aggiornamenti per non farlo tornare alla build incriminata, tutto messo in pausa. Una settimana dopo decide da solo di aggiornarsi di nuovo ed il problema si ripresenta. Come abbiamo risolto? Piallato il sistema operativo e installato windows 7. Ora funziona senza intoppi.
Adesso vorrei sapere come fate voi a sapere meglio di me ciò che è meglio per il mio workflow. Sarei davvero curioso.
Mi servono per caso SCUSE per non fare la giusta manutenzione? non è mica una dieta, non ho bisogno di SCUSE, ho bisogno di qualcosa che risolva i problemi, non che me li crei.
Io renderizzo di notte e la mattina ci lavoro. Scaricare gli aggiornamenti ciuccia tutta la banda all'ufficio (500mb down 200up) tanto che i colleghi che si occupano di web fanno fatica a fare i loro upload. Di giorno è un problema e un rallentamento alla mia schedulazione, di notte non sono sempre possibili.
Dunque?

cipo

Si i 35 giorni sono sufficenti ma necessari secondo me.. ad esempio per fare un backup se è un po' che non lo si fa, una immagine di "C:" o cose del genere ma penso siano veramente in pochi quelli che lo fanno...

beeeeme

No no ripeto la cosa migliore sarebbe non cacciare un euro

acitre

Quindi tu vuoi un pc senza aggiornamenti perché da come la metti giù non hai mai tempo per gli aggiornamenti. Siamo alle comiche.

Daniele B.

Io sul vecchio portatile avevo un hdd, e in effetti gli aggiornamenti erano lenti, e spesso c'erano errori. Ho preso un SSD da Amazon, ho seguito una semplicissima guida su YouTube per installarlo e bam, volava. Ora ho seri problemi a lavorare su PC con disco meccanico, sono snervanti

beeeeme

Ma se faccio un video di 10 ore per uso personale perché dovrei prendermi la home??

Ma vi rileggete prima di scrivere?

Actire per quello che scrive ha dei seri problemi di identità, non ci farei affidamento alle b01ate che dice

sardanus

leggi la mia risposta sopra. Sono affidabili fintanto che non interviene microsoft

beeeeme

Ovvio quando non si sa che rispondere ci si nasconde!!
Fif0neeeee nasconditi che sei una vergogna di essere umano

sardanus

assolutamente no.
La cosa migliore è pagare la licenza COMPLETA se si ha l'esigenza di gestire in remoto altri pc, gpedit, hyper v, bloccare winupdate ecc..
se non si hanno queste esigenze (come per gli utenti comuni) il pro è inutile

Wukepi

Ma perché dovrei usare un PC di fascia alta semplicemente per rendere utilizzabile Windows, quando con una buona distribuzione Linux ho tempi anche migliori di questi su qualsiasi PC minimamente moderno. Non ha senso il discorso.

sardanus

il mio lenovo pagato 1300€ aveva la home

beeeeme

Senza uscire un euro è sempre la cosa migliore!!

acitre

Verissimo. Tanto farebbero arrivare la Scadenza anche fosse 6 mesi.

sardanus

4€ sono le licenze ESD che microsoft da alle aziende a prezzo concordato e vieta di rivendere, quindi sono illegali. Non che rischi la galera o multe, il rischio è che possano revocarle lato server in qualunque momento se ms scopre la violazione. Mi è successo in passato.

sagitt

dillo al mio computer con windows 7 che nonostante abbia aggiornamenti manuali dopo averli fatti occasionalmente parte in loop di ripristino automatico di sistema

oppure dillo al mio pc con Windows 10 che ad ogni major update mi elimina metà delle personalizzazioni facendomi spendere ore a rimetterle in funzione e che visto che lo accendo 1 volta al mese ogni volta che lo faccio parte un download di un'oretta (rallentandomi tutta la connessione) di aggiornamenti

oppure dillo al mio portatile a lavoro che a settimane alterna al mattino mi fa attendere 10-15 minuti perchè deve mettere i suoi aggiornamenti che non si capisce perchè applica solo alla riaccensione.

Carlo

che poi sono gli stessi che anni fa: "Microzozz non agGiorna maiiiiih!!!1!"

Freerider

Beh oddio, discorso un po forzato ma ci sta. Anche il mio PC gira come un'orologio svizzero ma conosco i piccoli accorgimenti per non farlo incasinare. L'utente "comune" oltre che cliccare a caso non sa fare e quindi è lui stesso che incasina tutto. Il fatto che un professionista dovrebbe scegliere la PRO e non la HOME non lo condivido. La PRO non è disponibile nelle grandi catene, se un professionista va al MediaWorld e si compra un PC, quel PC deve funzionare bene e non deve essere l'utente a smanettare nelle impostazioni per non rischiare di inchiodarlo (che comunque non credo che sarebbe in grado di capire). Purtroppo MS (come altre software house) da troppa fiducia agli utenti, le opzioni che dici te sono chiarissime, cosi come i popup di avviso ma ci scommetto che il 90% dell'utenza non li capisce. Figurati che molti utenti non capiscono il popup di cambio password ed immancabilmente ogni tot mesi mi chiamano inc4zz4t1 e mi dicono "non riesco a collegarmi al computer!!1!1!!" io "hai cambiato la password?" e la risposta è sempre "non so come si fa, non ho visto avvisi e mi hai bloccato il lavoro" peccato che oltre al popup c'è una email automatica con allegato la procedura, e noi siamo qui a parlare di IA, CoreOS ecc.. mentre il mondo reale è fermo ad XP (forse..).

Stefano Ferri

Verissimo, il collo di bottiglia è sempre stato il trasferimento dati della hdd .

Jezuuz

Nice bait

Stefano Ferri

Serve a nulla .
L' utonto medio si potrà lamentare il mese dopo , dopo aver posticipato fino all' ultimo minuto .

Stefano Ferri

Si lamenteranno 35 giorni dopo .

Freerider

Fossi in MS obbligherei gli OEM a tenere come configurazione più comune l'SSD da 512Gb per la fascia media e top e 256Gb per la fascia bassa, 128Gb per l'economica. Vieterei categoricamente l'utilizzo di HDD da 1TB. L'HDD glie lo farei si utilizzare, ma deve essere opzionale, l'utente deve scegliere di cambiare l'SSD con l'HDD. Se lo fa, vuol direi che è un utente consapevole e che cerca una certa capacità di archiviazione. Cosi facendo, anche chi non capisce una mazza di computer, si trova tra le mani un PC che funziona come dovrebbe (se poi togliessero anche i programmi OEM inutili visto che fanno le stesso cose che ci sono nell'OS sarebbe ancora meglio). Un pc medio con SSD e Win10 senza bloatware OEM è molto meglio di un PC di alta fascia ma con HDD e spazzatura varia in giro. Mai visto una modifica hardware cosi banale portare tutti questi benefici. Nemmeno quando mettevo 1GB di RAM al posto dei 512Mb il PC migliorava cosi tanto.

Anselmo

Ma mi sono perso qualcosa? L'articolo parla della possibilità non di evitare ma di posticipare.
Microsoft ha preso atto di una necessità della clientela ed ha provveduto.
Quanto alla necessità per il negoziante, il gommista, il piccolo studio professionale di avere la pro e non la home non capisco il motivo ma vabbè, non è il mio mestiere

Ansuel

Quindi renderizza su un PC che non è un server ogni giorno per 30 giorni... Meno cavolate pls... Trovi solo scuse per non fare la giusta manutenzione al PC...

Stefano Ferri

Verissimo , un ssd cambia veramente il discorso . Ormai per me imprescindibile dal concetto pc.

StriderWhite

Che massa di minghiate....

LaVeraVerità

Per fortuna sei un problema di facile soluzione.

Carlo

beh, se ti occupi di rendering grafici che durano più di 10 ore e hai licenza home, sinceramente mi sento di dare ragione piena ad actire, è come dire che vuoi fare il pilota di Formula 1 e ti compri una Panda, su dai, ad ogni attività il giusto software, questo mi pare il minimo!

C#Dev

Io sinceramente penso una cosa.

Gli unici che si lamentano degli aggiornamenti di un sistema come Windows sono anche gli stessi che in verità un computer non lo sanno usare.

Sono circa 10 anni che lavoro come programmatore e non ho avuto mai un problema per il riavvio degli aggiornamenti.
Avevo impostato le mie opzioni e il gioco era fatto.

Per le attività lavorative è ovvio che Windows Home non faccia al caso loro e se in 35 giorni non abbiano avuto un minimo di tempo per effettuare l'aggiornamento allora hanno un serio problema.

acitre

Ok tu a casa non trovi 5 minuti al mese per riavviare un pc ed hai urgenze continue. Ne prendo atto. Formattalo è mettici una distribuzione Linux che ti aggrada perché non credo microsoft tornerà ai tempi di XP/vista/7 con gli aggiornamenti.

Ale_Gi

è solo un palliativo perché, oltre a dover scavare nei menù avanzati per questa possibilità, comunque scaduti i 30 (che uno può anche non tenere a mente dato che per lavoro si hanno altre cose a cui pensare) ti si riavvia se lasci il computer acceso per qualche ora senza usarlo, pur avendo la cpu al 100% di utilizzo (ASSURDO).
Si può escluderli dal registro di sistema ma anche se tutto ti porta a pensare che in questo modo si risolva la questione, capita di prenderla nel sedere proprio perché si pensa di essere al sicuro.
Non è un mistero che in tanti preferiscono win7 in ambito lavorativo perché molto più incline ad adattarsi ai tuoi bisogni, non il contrario.

Anselmo

E se l'urgenza fosse familiare il pc di casa deve avere la pro?
Windows è installato su milioni di dispositivi diversi per le utilizzazioni più disparate. Il reparto It per fare un esempio lo possono avere le medie e grandi imprese non certo le piccole che solo in Italia sono migliaia.

beeeeme

non fa ridere, ti rendi conto che non sai rispondere?? si vede che nn sei abituato visto che hai sempre la bocca piena

Sony

Recensione Sony Xperia 10 Plus: il display 21:9 non basta

HDMotori.it

Ford Focus 2019 ST-Line 1.5 EcoBlue: recensione e prova su strada | Video

Alta definizione

Recensione TV Sony KD-65AF9: OLED e Android TV ai massimi livelli

Samsung

Recensione Samsung Galaxy S10e: ecco perchè lo preferisco ad altri