UE approva la certificazione di sicurezza informatica, preoccupazione per la Cina

13 Marzo 2019 39

Il Parlamento Europeo ha approvato la procedura di certificazione di cybersicurezza per tutti i "prodotti, processi e servizi" venduti nell'UE, come si era paventato già qualche giorno fa. Se ne era iniziato a parlare a causa delle crescenti preoccupazioni sul coinvolgimento delle aziende cinesi sulla realizzazione delle infrastrutture di rete 5G, ma chiaramente la certificazione sarà richiesta a prescindere dal Paese di origine e dal settore merceologico.

È tuttavia vero che il Parlamento ha anche espresso "forte preoccupazione per gli interessi cinesi nella tecnologia dell'UE": le attuali leggi sulla sicurezza di Pechino rappresentano una minaccia per la nostra sicurezza informatica - in particolare quelle che "obbligano le imprese a cooperare con lo Stato grazie a una definizione molto ampia della sicurezza nazionale". Per fare fronte a questa minaccia, il Parlamento chiede soluzioni alla Commissione e agli Stati dell'Unione: una prima proposta è quella di "diversificare gli acquisti con diversi fornitori, introdurre procedure di appalto in più fasi, stabilire una strategia per ridurre la dipendenza dell'Europa dalla tecnologia di sicurezza informatica straniera e creare un sistema di certificazione cyber-sicurezza per l'introduzione del 5G".

In via informale, i ministri UE hanno già concordato il Cybersecurity Act, che prevede la certificazione di infrastrutture critiche come reti idriche, energetiche e sistemi bancari, ma sono opzionali e su base volontaria. Entro il 2023, la Commissione Europea deciderà se renderle obbligatorie.

La legge sulla certificazione di cybersicurezza dovrà essere approvata formalmente dal Consiglio UE, ed entrerà in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione.

Il top gamma 2018 più completo sul mercato? Samsung Galaxy S9 Plus, in offerta oggi da Clicksmart a 444 euro oppure da Media World a 579 euro.

39

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
SuperDuo

Si è comunque obbligati. nei fatti non fa differenza

Alexv

Non si è obbligati per legge.

SuperDuo

Oggi si è obbligati a usare windows. Dove sarebbe la differenza?

Porco Zio

Zitto siamo vassalli americani , vuoi diventare valvassino?

ale

Se mai ci si limita usando il software proprietario, in quanto poi si cade nel vendor lock-in ossia nell'impossibilità di cambiare software (quando si ha per esempio un archivio di migliaia documenti in un particolare formato proprietario, es Office, cambiare diventa un casino). Il software libero ti permette dall'oggi al domani di sviluppare una nuova applicazione, e lo puoi fare perché hai i codici sorgenti ma soprattutto le specifiche di come i dati vengono salvati, cosa che molti purtroppo sottovalutano ma che è fondamentale (supponiamo per assurdo che domani MS fallisca, non accadrà mai, ma se accade, tutti i documenti Office che hai li butti?).

Discorso servizi, bisognerebbe infatti puntare sui servizi open invece di affidarsi a servizi proprietari, dove con servizi open intendo servizi cloud dove hai il codice sorgente del server e se vuoi puoi tirarti su una tua istanza su un server tuo che controlli te, piuttosto che un server di altri che controllano altri (e quindi possono vedere i tuoi dati).

Ed inoltre servizi open vuol dire anche che abbiano API aperte, ben documentate, che possano essere utilizzate per creare integrazioni con altri software.

Alexv

Obbligare all'uso di una certa categoria di software vuol dire limitarsi. Oltre al fatto di guadagnare poco in trasparenza, visto che oggi ci si basa molto sui servizi e non solo sui programmi in locale.

Georgi Mihaylov

sicome è geopolitica l'americano non vuole che la cina realizzi le reti 5g cosi usa la carta ''spionaggio'', lo da in pasto ai media, è loro creano il panico. tutto gia visto.

Desmond Hume

e quindi?

Desmond Hume

Cosa vuoi proprorre se c'è concorrenza sleale anche fra i membri della stessa UE

Stefano Ferri

Una certificazione però di certe infrastrutture mi sembra lecito però, come in certi altri settori .

Stefano Ferri

Al netto di tutto quello che si può dire una certificazione per infrastrutture di un certo tipo è sacrosanto come per altre cose .

Raphael DeLaghetto

Già...con tutti i fondi elargiti agli stati , potrebbero essere veicolati per un Europa 5.0 e creare nuovi posti di lavoro...Ma si sa chi comanda l Europa..

Raphael DeLaghetto

E così che ci fu la terza guerra mondiale in terra d europa

sudo apt-get install humor ®
an-cic

stiamo parlando di due nazioni sovrane che mirano a tutelare i loro interessi nazionali che si scontrano con un gruppo di 28 scappati di casa in cui ognuno cerca di mettere i bastoni tra le ruote agli altri 27 pur di custodire il suo orticello.

SuperDuo

Si continua a sparlare di sicurezza e Cina quando:
- tutto il software è in mano agli americani
- tutto l'hardware è fatto in cina
- tutto il cloud è meda in USA.

Poi però nessuno che proponga la creazione di un sistema operativo UE.
Nessuno che OBBLIGHI all'uso dell'open source
Nessuno che finanzi la creazione e l'uso di cloud creati per l'Europa
Nessuno che spinga la creazione di fabbriche e piattaforma di produzione di hardware in UE.

Di cosa stiamo parlando?

an-cic

infatti noi europei abbiamo due colossi in infrastrutture di rete nokia-alcatel e ericsson, non abbiamo lasciato campo libero ai cinesi...

sudo apt-get install humor ®

Allora noi “occidentali” ci dovevamo impegnare di più per sviluppare gli apparati ricetrasmittenti 5G invece di lasciare campo libero solo ai cinesi.
A me tutta questa vicenda sa di battaglia commerciale... anche perché di prove non ne ho viste/lette

an-cic

in cina non esistono aziende private come le intendiamo noi

an-cic

perchè il 5g non è una tecnologia pensata per gli smartphone, il 5g serve a mettere in rete una miriade di altre cose che oggi non lo sono e che possono portare a un controllo totale della società.

GiOvYSish

dai non se mai visto una "azienda come tutte le altre" membri del partito di governo dentro la società

Massimo

perche gli americani hanno paura del monopolio dei cinesi visto che in questo momento sul 5g sono i numeri 1

ale

Ma poi come ti spiano? Nel senso, il 5G è una rete che usi per trasferire informazioni, ogni persona che abbia le minime conoscenze base di sicurezza informatica sa che dobbiamo assumere che tutto quello che passa sulla rete, che sia 5/4/3/2G, fibra ottica, *DSL o modem a 56k può essere intercettato ed è per questo insicuro. Ed è il motivo per cui tutti i protocolli di rete moderni (escludendo chi purtroppo è ancora fermo ad HTTP) sono cifrati.

Bene quindi anche se un ipotetica azienda si mette ad intercettare quel che passa su 5G, se tutto è cifrato, cosa se ne fa? Cioè parlo a livello di vedere il traffico generato dal mio smartphone. Boh.

Alien

Dipende da chi ha prodotto infrastruttura... Il 5g a differenza dei precedenti verrà installato su qualsiasi cosa

Massimo

ma anche no huawei e un azienda come tutte le altre
e la propaganda occidentale che vuol far credere il contrario

Nalin

3k sono una bella cifra, ma cosa c'entra?

Frazzngarth

Sì forse hai ragione...

sudo apt-get install humor ®

Ma fatemi capire... perché tutto ‘sto putiferio sul 5G?
Se le aziende cinesi ci spiano non lo fanno anche col 3G, 4G, ecc. ?

Aster

L'UE ha deciso le sanzioni per la Russia !Devi dividere UE e Germania non fare disinformazione .

Aster

E chi lo spiega alla gente che rimane a casa che non puoi fare affari con Cina Qatar ,Iran, Russia ecc!

mmhoppure

no..con 2k non riesci a fregartene di tutto..con 3k si, aumenti,tasse,prolbemi improvvisi,vacanze..

ciccio35

Il discorso è diverso. Boeing è una compagnia privata americana, Huawei invece dovrebbe essere un'azienda con partecipazione diretta del governo cinese (magari sto dicendo una castroneria, ma ricordavo qualcosa di simile)

Riccardo sacchetti

Dipende dall'origine di quei 3k!

momentarybliss

Che poi gli USA accusano Huawei di spionaggio, mentre Boeing vende aerei in tutto il mondo col software buggato che fanno molti più danni, porsi su di un piedistallo è sempre molto rischioso

WiL

Purtroppo una soluzione perfetta non esiste.
Puoi criticare la politica di un paese ma quando si tratta di economia conviene comunque tenerselo stretto, soprattutto uno gigante come la Cina.

Un po' come la UE che da una parte criticava le azioni russe in Crimea e dall'altra continuava a farsi la Russia amica, soprattutto la Germania con il gasdotto Nord Stream.

momentarybliss

Io continuo a rimanere allibito dal fatto che i governi occidentali accusano da una parte la Cina delle peggiori nefandezze e poi continuano ad intrattenere con le aziende cinesi rapporti commerciali di primissimo livello. Ma un minimo di equilibrio no, eh? La sensazione è che con le elezioni europee alle porte si stia facendo soprattutto propaganda elettorale con questa storia dello spionaggio, ma così le nazioni europee (Trump faccia ciò che vuole) rischiano di danneggiare gli interessi economici delle proprie industrie

Massimo

in pratica stanno estromettendo le tecnologie americane in europa... LOL

Frazzngarth

a me basterebbero 2k netti

mmhoppure

vi assicuro che bastano 3k al mese per fregarsene di tutto quello che succede intorno a noi

Samsung

Recensione Samsung Galaxy Tab S5e: ottimo per svago e produttività

Kia

Kia e-Soul: prova su strada e prezzi in Italia, la nuova sarà solo elettrica | Video

Samsung

Samsung Galaxy Fold: il software convince, la "piega" è da provare!

Oppo

24h con Oppo Reno: pop-up camera e tanto carattere | Video