Recensione iRobot Roomba i7+, potente e si svuota da solo

06 Marzo 2019 180

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

In principio fu Roomba. Da che abbiamo memoria della presenza sul mercato dei cosiddetti robottini aspirapolvere iRobot è sempre stata pioniera e innovatrice nel settore. La sua serie di prodotti Roomba è indubbiamente una delle più importanti, se non la più importante in assoluto. Se c'era quindi qualcuno chiamato ad adottare una killer feature come quelle che vedremo tra poco questa è sicuramente iRobot.

Il nuovo Roomba i7, nella sua versione "+" è infatti il primo esemplare di robottino iRobot dotato di una base di ricarica che permette di svuotare in maniera automatica il contenitore della sporcizia dello stesso robottino. Un'evoluzione che sa di rivoluzione. Ma come funziona e quanto è efficace? Ve lo spiego nei prossimi paragrafi.

LA CLEAN BASE È GIÀ UN MUST HAVE

La corsa all'automatizzazione e al controllo remoto, specie in ambito smart home ha raggiunto in pochissimo tempo livelli inaspettati. Dispositivi come i robot in questione sono ormai in grado di muoversi con disinvolutra all'interno di casa, di essere attivati da remoto praticamente senza limiti, avviati con un semplice comando vocale e ancora di memorizzare le mappe di diversi piani della casa. Il tutto senza che l'utente debba sfiorare il robot nemmeno con un dito.

L'unica azione manuale ancora richiesta a chi possiede uno di questi prodotti è di fatto quella di svuotare il cassettino all'interno del quale viene raccolta la sporcizia. Un'operazione sicuramente poco piacevole, che comporta spesso la dispersione di polvere e altri detriti.

A partire da oggi, tuttavia, anche questa operazione potrebbe rimanere soltanto un lontano ricordo. iRobot Roomba i7+ è infatti il primo prodotto di iRobot ad integrare un sistema di svuotamento automatico di questo contenitore.


Il tutto avviene tramite la base di ricarica, detta Clean Base, che integra uno speciale sistema di aspirazione attraverso il quale tutto il contenuto del cestino viene racchiuso in un apposito sacchetto. Questo sacchetto, contenuto nella parte alta della base, si sigilla automaticamente quando viene estratto dalla base e può essere sostiuito in maniera davvero molto semplice.

Dopo averlo provato per qualche giorno posso assicurarvi che riuscire a farne a meno sarà una impresa davvero ardua. E se siete possessori di un robottino aspirapolvere, o ne avete posseduto uno in passato, sono certo converrete con me che questa funzione valga più di qualunque altro accessorio.

La Clean Base in sé è poi una stazione di ricarica a colonna, di dimensioni abbastanza generose (l'altezza è di circa 60 cm) e realizzata interamente in plastica rigida, con un piccolo LED frontale che indica lo stato di carica del robottino. La porzione di base sulla quale si posiziona il robottino integra una bocchetta che combacia con quella posizionata alla base dello stesso. Questa bocchetta, che serve ovviamente per aspirare lo sporco e svuotare il robot, non è particolarmente ampia; attenzione quindi a briciole e detriti sopra al centimetro che potrebbero incastrarsi e ostruire il passaggio.


Come già detto l'operazione di sostituzione del sacchetto è estremamente semplice e ogni sacchetto è garantito per 30 svuotamenti. Si tratta ovviamente di un valore puramente indicativo e la durata è strettamente legata alle dimensioni del'area da pulire e alla quantità di sporco raccolto ad ogni singolo passaggio. I sacchetti sono poi acquistabili separatamente come ricambi al prezzo di 20 euro per 3 sacchetti.

ROOMBA i7

Dal punto di vista estetico il nuovo Roomba i7 è indubbiamente uno dei prodotti più curati all'interno della sua categoria. La forma è quella classica circolare di tutte le soluzioni iRobot e il corpo è realizzato in plastica rigida con un alternanza di finiture lucide e opache che lo rendono davvero piacevole. Insomma, se non fosse per la grossa base di ricarica, decisamente meno curata esteticamente, si tratterebbe di un dispositivo che non sfigura all'interno di un moderno salotto.

Nella parte superiore troviamo il logo iRobot, che nasconde una maniglia per il trasporto. Poco più verso il centro abbiamo invece il tasto Clean, contronato di LED che indicano lo stato del robottino e al suo fianco i tasti per il ritorno alla base e quello per la pulizia spot.

Osservando il robot nella parte inferiore non si possono non notare le due spazzole verdi al centro della scocca. Queste stesse offrono una particolare conformazione grazie alla quale, ruotando verso l'interno, dovrebbero garantire una migliore efficienza ed essere meno soggette all'incastrarsi di evenuali residui di sporco, capelli o peli di animale. Questo sistema di spazzole detto AeroForce è di proprietà della stessa iRobot e quindi esclusivo delle sue soluzioni.

Le due grosse ruote gommate offrono un ottimo grip e permettono al robot di muoversi su ogni superficie in maniera abbastanza silenziosa. Non manca poi il classico pennello a croce rotante per la pulizia dei bordi della stanza e, nella parte alta, possiamo notare i contatti per per la base di ricarica.

Il contenitore della sporcizia è posizionato nella parte posteriore del robottino, è di facile estrazione e permette di sostituire i filtri in maniera agevole. Su di esso possiamo notare la bocchetta per l'aspirazione dello sporco da parte della clean base coperta da una sorta di guarnizione di colore verde.

PRESTAZIONI E AUTONOMIA

iRobot Roomba i7 è una soluzione considerata top di gamma e per tale motivo ci aspettiamo da questo prodotto delle prestazioni che siano assolutamente all'altezza della sua nomea.

Trattandosi di un robottino aspirapavimenti ho immaginato quali potessero essere le caratteristiche sulle quali basare il mio giudizio riguardo l'efficienza della pulizia e ho quindi pensato a tre parametri: la profondità di pulizia, il tempo impiegato e la precisione della navigazione.

Per quanto riguarda la profondità di pulizia siamo di fronte ad un prodotto che è decisamente efficace nella maggior parte delle situazioni. Riesce a raccogliere bene e velocemente detriti di piccole dimensioni come possono essere zucchero, farina o caffè, ma non ha grossi problemi nemmeno con quelli più grossi, ad esempio briciole di biscotti o crackers, chicchi di riso o cereali.


Capitolo a parte invece per peli di animali e capelli. Se si trovano su una superficie rigida e liscia (pavimento classico in ceramica o parquet per intenderci) il robottino non ha alcun problema e anzi, le spazzole con sistema AeroForce sono effettivamente efficaci nel fare in modo che questi non si attorciglino sulle stesse rimanendo incastrati.

I "problemi" sorgono invece di fronte a tappeti e moquette. In questo caso infatti, forse proprio per colpa della conformazione delle spazzole, il nostro Roomba i7+ è meno efficace di soluzioni concorrenti. Se da un lato le spazzole in gomma non permettono a peli e capelli di incastrarsi, dall'altro l'assenza di setole che si infilano tra le maglie del tappeto rende la pulizia decisamente meno efficace. Il risultato di diversi passaggi sul tappeto del mio salotto ha portato quindi i7+ a raggruppare i peli in diverse zone dello stesso senza però riuscire a raccoglierli.

La soluzione concorrente a mia disposizione è invece decisamente più efficace in questo frangente, pur dovendo poi pulire la spazzola a fondo almeno un paio di volte al mese. Insomma, botte piena e moglie ubriaca resta una combinazione irraggiungibile.


Passando al tempo impiegato devo introdurre il tema dell'intelligenza del sistema di navigazione. Questo iRobot Roomba i7+ è piuttosto "confusionario", in alcune occasioni ci sembrerà quasi in balia di se stesso. Anche attivando la pulizia con un singolo passaggio, infatti, il robottino non segue uno schema preciso ma si muove casualmente nello spazio che lo circonda. Questo comporta quindi un tempo di pulizia più alto rispetto ad altre soluzioni. Fortunatamente l'autonomia è molto migliorata nel tempo. Le due ore circa a disposizione prima dello scaricamento completo della batteria, permettono di pulire 5 o 6 stanze di medie dimensioni. Per la ricarica completa occorre poi un'ora e venti minuti.

Chiudo con la precisione della navigazione e qui Roomba fa sicuramente un buon lavoro. Il sistema di sensori e videocamere permette di mappare la stanza e gli oggetti al suo interno in maniera efficace e la navigazione risulta molto precisa. Il suo spessore comunque abbastanza ridotto gli permette di passare sotto alla maggior parte dei mobili e dei caloriferi; e le dimensioni gli consentono di infilarsi agevolmente tra le gambe di sedie e tavoli. Anche la pulizia dei bordi della stanza è efficace grazie al pennellino rotante che sposta lo sporco verso il centro permettendo al robottino di aspirarlo.

SOFTWARE

Come ogni oggetto di domotica che si rispetti non può mancare un giudizio sulla componente smart e qui, oltre che per la completezza, devo fare i complimenti ad iRobot anche per la semplicità di configurazione del robottino. La procedura guidata che permette di connettere al WiFi il Roomba i7+ è facile da seguire anche per i meno esperti e una volta stabilita la connessione i successivi collegamenti sono automatici e rapidissimi.

L'applicazione è ben realizzata in tutti gli aspetti e ci permette di avviare il robot da remoto, di avere le statistiche relative ai cicli di pulizia effettuati, di programmare le successive pulizie su base giornaliera, settimanale o mensile e di fare in modo che la programmazione si ripeta a ciclo continuo.

Ma non solo; al primo passaggio in ogni stanza il robottino mappa la nostra casa e tramite l'applicazione possiamo assegnare il nome del piano ad ogni mappa. In questo modo se abbiamo una casa su più piani il Roomba sarà in grado di capire su quale piano si trova e di sfruttare la mappa già presente nel suo database per rendere la pulizia più veloce e efficace.

La mappatura permette poi anche di suddividere la casa in stanze e di programmare la pulizia di una singola stanza direttamente dall'applicazione. Caratteristica molto interessante e introdotta per la prima volta da iRobot proprio con questo i7+.

Rispetto ad alcuni concorrenti manca ancora la possibilità di inserire linee di demarcazione virtuali all'interno della mappe. Per questo motivo troviamo all'interno della confezione un delimitatore che genera una linea di demarcazione con un sistema laser segnando quindi i confini della pulizia.

E per concludere abbiamo anche il supporto ai principali assistenti vocali. Possiamo quindi fornire informazioni al nostro robottino sfruttando Amazon Alexa, Google Assistant e Siri. Per farlo dobbiamo ovviamente sfruttare gli smart speaker già presenti in commercio e a loro volta dotati di supporto ai comandi vocali. Una volta collegato il robottino al nostro assistente basterà chiedere a Google o chi per esso di avviare il robot e questo comincerà la pulizia senza dover nemmeno aprire l'applicazione.

CONSIDERAZIONI E PREZZO

E veniamo alle conclusioni. Potremmo dire che questo iRobot Roomba i7+ è un po' la Ferrari dei robottini aspirapolvere; è efficace nella pulizia, ha una buona autonomia, ha un'applicazione completa e facile da utilizzare, è semplice da configurare e soprattutto può ora contare su una caratteristica unica nel suo genere.

Parlo ovviamente della Clean Base, che evita all'utente un'operazione tanto spiacevole come la pulizia del vano di raccolta della sporcizia. Se si tratta effettivamente di una killer feature lo diranno solo le vendite ma vi posso assicurare che la sua comodità è indiscutibile.

Il vero nodo è come sempre il prezzo. 899 euro è il costo di Roomba i7, quindi del solo robottino venduto con base di ricarica semplice. Se volete invece la configurazione completa di Clean Base, denominata Roomba i7+, allora vi servirà un esborso di 1199 euro. Sicuramente una cifra importante ma, personalmente, se me lo potessi permettere non starei un granchè a pensarci e andrei dritto sulla versione con Clean Base.

VIDEO


180

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
tincool59

Marketteeeeeeee, inutile costosissimo, tanto vale pagare una colf

Vincenzo

ti manca da provare il neato, pulisce al buio perché è laser, pulisce bene perché è uno dei più potenti come aspirazione e pulisce bene agli angoli perché non è rotondo

Developer

su amazon é random senza codice, su ebay é relativamente frequente, sui soliti store cinesi si trova spesso ma se si vuole ulteriormente risparmiare conviene aspettare le feste cinesi

fuma23

Le promo su Amazon sono random o c'è un codice promozionale da inserire? Magari lo davo per scontato io, ma parliamo della seconda versione, quella con lo straccetto che "lava" vero? Comunque grazie, sei stato gentilissimo, proverò a dare un occhio!

boosook

20 euro per tre sacchetti... ci paghi la donna delle pulizie.

matteventu
matteventu

L'ha detto Roborock stessa.

Giec Barton

Ma Roborock, è una versione particolare dello Xiaomi? Io ho quello di 1a gen, non so se lo abbiano battezzato :D

Developer

dove hai letto la notizia?

matteventu

Ora per controllarlo si deve usare Mi Home.
Roborock sta lavorando ad un'applicazione dedicata fatta interamente da loro, per non obbligare l'utente ad usare quella di Xiaomi (che non é visto bene negli USA).

Developer

in che senso?

Developer

su amazon lo vendono alcuni cinesi a 399(promo 340), su ebay li vendono cinesi con magazzino it a 370. su aliexpress lo vendono cinesi con magazzino spagna o germania(330€).
da store completamente italiani credo costi almeno 420€

fuma23

Domanda: dove lo si trova a prezzi umani, escludendo gli store cinesi che tutti conosciamo?

nutci

Scritta cosa a muzzo poteva anche essere una variabile o un qualche altro tipo di grandezza.

Giec Barton

Sì, anche lo Xiaomi ha l'hepa: non lo lavo, ma lo pulisco ogni volta che uso il robot (e scarica un sacco di polvere già dopo una sola pulizia)

Aster

usiamo tastiere usa o uk:)o vecchie

Tiwi

si può migliorare

Davide Nobili

Ah ok. Abitando da solo probabilmente gli ho reso la vita più facile

fabbro

piu o meno ogni 12/16 mesi le ruote e due volte l'anno i rulli.Dipende da tanti fattori, per le gomme conta quante volte si incastra e per i rulli quello che raccoglie.

Developer

filtro hepa lo pulisci ogni mese e non credo sia lavabile come quello del roborock

Giec Barton
rockerey

Domanda completamente OT: ma perchè scrivete "euro" anzichè mettere il simbolo della valuta "€" quando scrivete i prezzi?

Dario Freschi

Facendo un rapido calcolo, una domestica dalle mie parti con 15 euro ti pulisce casa, ma non solo la polvere per terra, pertanto lo facciamo una volta a settimana? 60 euro al mese ovvero per ammortizzare il robottino ci metto un anno e mezzo circa, considerando che lui toglie solo la polvere e sperando che in un anno e mezzo non necessiti di esborsi ulteriori che poi già ci sono 20 euro al mese per i sacchetti ... A voi le conclusioni

Fabrizio

grazie a te per il feedback sui tappeti, ne ho giusto uno che per scrupolo ho sempre arrotolato, a questo punto faccio una prova ;)

Giec Barton

Ho la prima versione, ma confermo. Giusto il consiglio delle tende, anche se a me non ha mai dato problemi. Per le frange lunghe, invece, mai preso accorgimenti e non ho avuto problemi

Developer

cmq parlavo del roborock s50 ossia 2 gen. per i proiettori non sono aggiornato ma ti rispondo nell'altro post

Fabrizio

ho la seconda versione (ma da questo punto di vista la prima non cambia molto), appartamento di 88mq totali, di solito gli faccio saltare giusto un bagno e una camera che stanno perennemente incasinati di roba sparsa in giro, quindi mi torna alla base dopo aver fatto ingresso, cucina, salotto, anticamera, camera matrimoniale e bagno principale, per un totale mappato di 67 mq, dopo circa un'oretta, e con più del 60% di batteria a disposizione. Devi spostarlo a mano solo se hai scalini nel mezzo, ovviamente non li sale ^_^, altrimenti lasci le porte aperte e lui procede. Tutto il resto dipende da quanto vuoi essere comodo, nel senso, io tiro su tutte le sedie per agevolargli il percorso, ma una volta mi sono dimenticato e lui ha fatto tutto lo stesso passando in mezzo e girando attorno, ovviamente in più tempo, ma senza incastrarsi comunque. Sopra i tappeti aumenta la potenza di aspirazione, e se sono a frangia corta va tranquillo senza incastri (con frangia lunga meglio tirarle sotto, ma un pò come tutti i robot), l'unica accortezza, se hai tende che arrivano a pavimento, meglio tirarle su, perchè lì si incasina il laser e mi è capitato un paio di volte che rimanesse dietro perchè non capiva più dove andare. Da quel che ho letto, il problema delle tende a pavimento lo hanno tutti i robot, chi più chi meno. Ultima cosa, funzionando con il sensore laser, non è un problema se la casa è al buio pesto, e neppure sotto il letto o i divani, dove mi va tranquillamente.

Yafusata

Ora torna :)

LTL

grazie. Posso chiederti una cosa OT che ho postato nell'articolo di hdblog sulle offerte di oggi, vista la tua competenza sulle TV

https://www.hdblog.it/2019/03/07/migliori-offerte-portatili-tv-sconti-promo/#comment-4367840397

sai rispondere?

Developer

l'aria d'aspirazione in uscita viene eliminata posteriormente. anche lui sposta un pò di polvere ma non cosí tanta..se faccio 2 cicli di pulizia la casa risplende :) roba che non succede con il mio aspirapolvere vecchio a sacco da 2000W della rowenta

Yafusata

E per chi mi hai preso? Per Salvini?! :D

Developer

bar, torr, pascal,ect. negli aspiratori usano i Pa ossia forza/metro quadrato. probabilmente perché in bar da un numero ridicolo per vendere ossia 2000Pa= 0,02bar

Yafusata

Proprio come il mio maledetto rasoio!
Assurdo che non vada a filo :)

Developer
LTL

il roborock (penso tu parli del secondo, l'ultimo, giusto?) dove dirige l'aria in uscita dall'aspirapolvere? Il roomba in effetti la dirige in basso e "soffia" parte della polvere da pulire sotto i mobili, divano, ecc..

LTL

e soprattutto, non dimentichiamo che iRobot condivide i dati del vostro appartamento con terzi, per ora ufficialmente si sa di Amazon e Google.

spendo 1100 euro e poi monetizzano pure i miei dati? mai e poi mai iRobot smart

LTL

cioè la spazzola per animali fa più rumore o meno?

Come faccio a capire quale spazzola ho?

Ne avevo uno e l'ho venduto. Me ne pento ancora

Stefano Aimo Boot

Spesso per la pressione negativa vengono usati i Pa.

saetta

Già scooba450, ne ho uno ne avrei presi altri 2

Stefano Aimo Boot

Pulisce tutto il piano terra compreso di bagno da solo basta lasciare le porte aperte, mappa la casa con laser e devo dire che per quello che costa è davvero ottimo, oltre a pulire benissimo è ben supportato a livello software.

Lolloso

in effetti la cosa che non mi piace del dyson è proprio l'opzione di poterlo far funzionare anche a filo

Aster

Io si

Aster

Ci sta

Aster

No commnt

Carlo
GoodSpeed

Preferivo quello che lavava veramente. La serie braava non lava bene

Giec Barton

Nutro qualche dubbio sul processo di svuotamento automatico: nel passaggio qualcosa si perderà. E poi, quanto rimarrà "pulito" al termine il contenitore della sporcizia del robot? Ed il filtro? Credo che alla fine sarà inevitabile una pulizia manuale, anche se meno frequente.

Garrett

Gli unici che puliscono al buio sono gli zingari.

Garrett

Ma non lava

Sony

Recensione Sony Xperia 10 Plus: il display 21:9 non basta

HDMotori.it

Ford Focus 2019 ST-Line 1.5 EcoBlue: recensione e prova su strada | Video

Alta definizione

Recensione TV Sony KD-65AF9: OLED e Android TV ai massimi livelli

Samsung

Recensione Samsung Galaxy S10e: ecco perchè lo preferisco ad altri