BlackBerry, dopo Facebook tocca a Twitter: battaglia legale per violazione di brevetti

28 Febbraio 2019 5

BlackBerry torna all’attacco dei social network dopo aver incolpato Facebook, WhatsApp, Instagram e Snapchat di aver violato alcuni suoi brevetti sulle modalità di messaggistica. Questa volta è il turno di Twitter, accusata presso la US District Court for The Central District of California di aver utilizzato senza alcuna autorizzazione alcune funzionalità per la messaggistica su dispositivo mobile protette da sette brevetti di proprietà dell’azienda canadese.

BlackBerry va alla carica sottolineando il suo ruolo di “pioniere” in questo campo con BBM - il cui lancio risale a 14 anni fa -, fatto che l’ha portata nel tempo a ottenere “diversi brevetti per proteggere le funzionalità all’avanguardia dei suoi telefoni”, incluse quelle relative all’ottimizzazione della visualizzazione delle notifiche (affinché non siano troppo invasive) ed alla conferma di lettura di un messaggio in una conversazione.

Questi i sette brevetti oggetto del contendere tra la società guidata da John Chen e Twitter:

  • 9349120: Sistema e metodo per silenziare le notifiche per un thread di messaggi
  • 8296351: Sistema e metodo per inviare informazioni a un dispositivo mobile
  • 8676929: Sistema e metodo per inviare informazioni a un dispositivo mobile
  • 9021059: Server hub di dati
  • 8286089: Rappresentare nuovi messaggi su un dispositivo di comunicazione
  • 8572182: Gestione delle notifiche nei sistemi di messaggistica istantanea
  • 8065361: Apparati e metodi che utilizzano un server hub di dati con server per l’accesso al contenuto informativo

BlackBerry ritiene tali violazioni estremamente gravi, elemento che l’ha portata a richiedere alla Corte un risarcimento particolarmente cospicuo, comprensivo ovviamente di rimborso delle spese legali e del pagamento degli interessi pre e post giudizio.

A seguire la documentazione depositata da BlackBerry presso la Corte americana.

Il miglior display sul mercato e un design fantastico? OnePlus 7 Pro è in offerta oggi su a 538 euro oppure da Amazon a 759 euro.

5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Max80hc

Beh, dominavano il mercato perchè hanno "inventato" diverse soluzioni all'avanguardia che casualmente ora a distanza di anni vengono scopiazzate a man bassa. Questo dovrebbe far riflettere sul quanto erano avanti. Ora mi sembra giusto che cerchino di proteggere i loro brevetti.

zampemo

Non penso proprio se guardi alle ultime trimestrali. Hanno anche appena acquisito una società importante come Cylance!
Trovo piuttosto un pò ridicolo e forse inutile (ma di sicuro non conosco i termini legali) fare battaglia su brevetti di questa portata..

qandrav

poveri, un po' fanno quasi pena, vedono il baratro e stanno quindi cercando di raccattare più soldi che riescono

SuperDuo

Come si son ridotti...
Dominavano il mercato. Peggio di nokia...

mauro morichetta

Ho sempre amato BB10 e sono sicuro che se non fosse intervenuto zuzzemberg questo sisitema operativo avrebbe dato filo da torcere a tutti gli altri, se riuscissero a prendersi una rivincita economica, lo meriterebbe senza se e senza ma.

Games

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Android

Top 6 smartphone stressati con 30 minuti di Call of Duty: consumi e vantaggi | Video

Android

Recensione OnePlus 7T Pro, lo Snapdragon 855+ non basta a fare la differenza

Asus

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione