Super Smash Bros Ultimate, con la patch 2.0.1 risolto il problema con King K. Rool

22 Febbraio 2019 11

Nintendo ha reso disponibile la patch 2.0.1 per Super Smash Bros Ultimate che, oltre a migliorare l'esperienza generale del gioco, risolve un problema che impediva di completare la sfida di King K. Rool. L'aggiornamento è obbligatorio per usare le funzioni online del gioco, e tutti gli utenti devono usare la stessa versione del software per poter partecipare agli incontri in locale.

La nuova patch sarà scaricata ed installata in automatico al primo avvio di Super Smash Bros Ultimate, ovviamente a patto che Nintendo Switch sia connesso alla rete.

Il titolo ha fatto il suo debutto lo scorso dicembre in esclusiva sulla console ibrida ed ha fin da subito riscosso un grande successo da parte del pubblico: basti pensare che ne sono state vendute più di 12 milioni di copie nei soli primi 23 giorni di disponibilità sul mercato.

Nel corso dell'ultimo Nintendo Direct (QUI tutti gli annunci), la casa di Kyoto ha confermato l'arrivo di Joker di Persona 5 nel roster di Super Smash Bors Ultimate e ha annunciato il rilascio per fine aprile di una importante patch che porterà il titolo alla versione 3.0.

Ricordiamo anche che alcuni giorni fa Nintendo ha pubblicato l'aggiornamento 7.0.1 per il firmware di Switch che ha risolto un problema relativo a Pokémon Let's GO Pikachu e Eevee.


11

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Sto personaggio è bello forte su SSBU.
E mi fa ridere tantissimo perché è buffissimo

Yaro

King K Troll

SONICCO

Ni, diciamo che su instagram c'è il casino di meme e battaglie tra lui e King K'roll e mi è venuto da pensare
che sono due che avevano una marcia in più.

Reederek

Eh, ho visto la dichiarazione di Nintendo, ma oltre alla pista delle carte contraffatte, non sembra che ci siano altri fattori che collegano le persone. Onestamente dopo aver letto un po' online alcuni commenti (soprattutto sul thread che ha dato origine a questa idea), sono d'accordo con te, le carte non c'entrano.

Marco Aurelio Bressanello

Appunto quello e non è connesso alle micro sd contraffatte. Tant’è che Nintendo stessa ha dichiarato che non sapeva cosa lo causasse e come risolverlo.

Reederek

Scusa, ma allora di che bug stavi parlando?
Di bug con la Pianta ne ho sentito solo uno (quello della modalità AllStar), che è capitato ad un numero ristretto di persone. Nintendo ha affermato che loro non sono stati in grado di riprodurre il bug e non molto dopo si è scoperta la questione delle SD farlocche (e sì, il bug e capitato solo ad utenti con una certa SD che era andata in sconto su Amazon US).
Onestamente sono curioso di sapere che bug sia se non e questo, almeno mi informo (se sono sembrato scontroso non era mia intenzione, scusa)

Marco Aurelio Bressanello

Non c’entra nulla. Quello è un altro problema che è saltato fuori su reddit ma non collegato al problema della piranha plant... Ma poi scusa ti pare che i dati si corrompano tutti all’utilizzo della pianta? Potevano corrompersi prima.
Comunque fatto sta che sono due cose distaccate perché a gente si sono corrotti i dati pur non possedendo nessuna micro sd.

Marco Aurelio Bressanello

Nah secondo me no, non è tutto sto granché. Forse magari hai visto qualche video di qualche pro player che ti ha tratto in inganno col solito titolo clickbait...

Reederek

Non è un bug, le persone afflitte avevano ricevuto delle SD fasulle (le comuni "32GB ma in realtà sono 2GB") e perciò il gioco, ovviamente, non funzionava in modo corretto.

SONICCO

Io non lo posseggo il gioco ma ho sentito che avere contro sta benedetta pianta è un incubo e che vada depotenziata.

Marco Aurelio Bressanello

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione

Nintendo Switch Lite: le nostre prime impressioni | Video Anteprima

Recensione The Dark Pictures: Man of Medan; l'atmosfera horror c'è ma non basta