The Division 2: un toccante trailer in live action dal regista di Drive

19 Febbraio 2019 11

Nicolas Winding Refn, regista di Drive, Solo Dio perdona e The Neon Demon, ha realizzato un coinvolgente e toccante trailer in Live Action per l'atteso The Division 2, il titolo di Ubisoft che arriverà il 15 marzo su Xbox One, PlayStation 4 e PC.

Il filmato intitolato "The Drawing" mette al centro della scena uno dei membri della Divisione che, prima di scendere sui campi di battaglia, guarda un disegno di suo figlio per farsi forza e motivarsi: Quando tutto sarà crollato. Quando ci avranno tolto tutto. Cosa sarà rimasto per cui combattere?

Non è la prima volta che l'industria videoludica incontra quella del cinema, basti pensare che solo alcuni giorni fa, Neill Blomkamp, regista di District 9, Elysium e Humandroid, ha realizzato un cortometraggio live action dedicato all'uscita di Anthem, il gioco di BioWare che arriverà su console e PC il 22 febbraio.

Rimanendo in tema The Division 2 ricordiamo che dall'1 al 4 marzo tutti gli utenti di PlayStation 4, Xbox One e PC (tramite Epic Game Store) potranno provare in anteprima l'atteso titolo grazie alla pubblicazione di una beta aperta.

The Division 2 è ambientato sette mesi dopo la diffusione di un virus letale nella città di New York e porta i giocatori in una Washington D.C riprodotta in ogni dettaglio, devastata e sul punto di capitolare. Il titolo, sviluppato da Massive Entertainment in collaborazione con altri sette studi in tutto il mondo, è uno sparatutto online open world con elementi GDR,

Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Gaming Pro a 435 euro oppure da ePrice a 485 euro.

11

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
NotoriousNitro

La voce narrante è orribile...

Andreino

toccante era il trailer per the last of us 2.....questo, mica tanto...

ciro mito

Si grossomodo siamo li a parte the neon demon che mi ha infastidito
Stasera mi rivedo John died at the end di Don Coscarelli , gran film

Bastian Contrario

Ah ma sono assolutamente d'accordo con te. La mia personale classifica è:
- Bronson
- Valhalla Rising
- Neon Demon
- Only God F.
- Pusher
- Drive
- Bleeder
- Fear X
- Pusher 2
- Pusher 3

Quello che dicevo è che un "action" con auto e storia romantica è molto più facile da vendere al pubblico mainstream degli altri. È il film che consiglio quando mi chiedono da dove iniziare con Refn.

Bohh!

I soliti trailer Ubisoft...
Poi vai a provare il gioco e li ti cascano le pall3 la narrazione svanisce nel nulla!

ciro mito

Non sono molto d'accordo , drive pur essendo più conosciuto lo trovo inferiore agli altri , salvo la colonna sonora e poco altro
Credo che cannes , ora non ricordo perfettamente e non voglio controllare, nel dopo pulp fiction sia calato abbondantemente

Bastian Contrario

Nel senso che è la storia più facile e mainstream, ed al contempo è il film che meglio riassume la sua estetica. È il film che gli ha dato la Palma d'oro alla fine.

Pusher nì, nel senso che è sì un cult abbastanza conosciuto, ma è al 90% camera e mano e luce naturale, non rappresenta il suo stile.

comatrix

Il cortometraggio che a me è più piaciuto di più ma non trasposto poi al cinema è quello di Assassin's Creed 2

ciro mito

Accessibile , nel senso più conosciuto , oppure più alla portata di tutti... ?
Mi vengono semplicemente in mente i tre Pusher

Bastian Contrario

Verrà ricordato per Drive. Non che il resto sia brutto, al contrario, è che Drive è il suo film più accessibile.

ciro mito

Questo articolo va titolato "dal regista Nicolas Winding Refn " , no dal regista di Drive

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione

Nintendo Switch Lite: le nostre prime impressioni | Video Anteprima

Recensione The Dark Pictures: Man of Medan; l'atmosfera horror c'è ma non basta