Recensione Canon EOS R: foto da campione e video da migliorare

10 Febbraio 2019 106

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Il 2018 è stato l'anno della definitiva consacrazione per le mirrorless. Non che ce ne fosse bisogno visto l'interesse già generato sul mercato e la richiesta, ma la vera discesa in campo dei due big, Canon e Nikon, ha ovviamente avuto il suo peso. La prima ha sempre seguito il fenomeno ma con un po' di distacco, così, dopo svariate "APS-C" si è lanciata nel passo più importante realizzando la full frame EOS R.

La distanza da coprire nei confronti di Sony - leader fino a questo momento nella categoria - non è poca, d'altronde non è semplice fare un simile salto e pretendere da subito la "perfezione"; possiamo dire, riassumendo, che Canon ha fatto un gran bel lavoro e ci è andata vicina. Questa prima macchina ha posto infatti basi solide per una prossima generazione che potrà, probabilmente, aggiustare il tiro e ambire anche al gradino più alto del podio.

Il sensore d'immagine è una vecchia conoscenza, questo CMOS Dual Pixel da 30,3 megapixel vanta infatti numerosi punti in comune con lo stesso montato dalla EOS 5D Mark IV (uscita nel 2016), qui in associazione al nuovissimo attacco RF. Proprio questa è una delle novità più importanti, perchè la flangia larga (sempre 54mm) e il tiraggio più corto (da 44mm a 20mm) permetteranno di realizzare migliori ottiche anche meno ingombranti. Senza contare che la nuova connessione tramite 12 pin permette un trasferimento di dati più veloce.

Per darvi un'idea immediata di quanto sto parlando vi propongo un immagine (fonte Nokishita) piuttosto significativa che mostra l'ottica 24-105 RF che ho usato nel corso dell'ultimo mese e la sua controparte EF.

La Canon EOS R è quella sulla sinistra

Insomma parola d'ordine portabilità con spazio ridotto e performance migliorate, un'esatta sintesi del successo delle mirrorless full frame. Di contro non abbiamo ancora una line up completa di ottiche RF e per ovviare a questa fase iniziale bisogna ricorrere ad un adattatore, capace tuttavia di aprire le porte dell'ampissimo catalogo di lenti EF. Si piange dunque con un solo occhio e tale possibilità potrebbe facilitare molto il passaggio agli affezionati possessori di DSLR che non vogliono disfarsi del parco lenti (EF, le EF-M non sono compatibili).

LE SPECIFICHE TECNICHE

Prima di approfondire facciamo un breve riepilogo delle principali caratteristiche tecniche, per chi volesse tutti i dettagli rimando quindi al sito ufficiale:

  • Sensore d'immagine: full frame in 3:2 CMOS da 30,3MP con autofocus Dual Pixel
  • Mirino: elettronico OLED da 0,5" e 3,69 Mln di punti (ingrandimento 0,76x)
  • Processore: DIGIC 8
  • Display: LCD touch da 3,15" e 2,1 Mln di punti (copertura 100%) articolabile
  • Obiettivi: attacco RF a 12 pin
  • Autofocus: rilevamento di fase con 88% di area orizzontale e 100% verticale
  • Video: UHD 4K a 30p con crop di 1,83x / solo HD a 120 o 100 fps
  • Canon Log: 8-bit 4:2:0 e 10-bit 4:2:2 tramite HDMI
  • Batteria: LP-E6N da 1800mAh (circa 370 scatti)
  • Dimensioni e peso: 135,8 x 98,3 x 84,4 mm e 580g
LE ALTRE NOVITA' - ALCUNE UTILI, ALTRE MENO

Il processore d'immagine Digic 8 permette di leggere più informazioni nello stesso lasso di tempo e ridurre ad esempio il blur e le vibrazioni, in aiuto accorre poi il sistema Digital Lens Optimizer (DLO) che aiuta a contrastare digitalmente aberrazioni e diffrazioni.

Novità assoluta la M-Fn Bar, un controllo touch che non offre purtroppo alcun feedback aptico ma permette gli swipe e lo scorrimento delle diverse opzioni. Un sistema che non ho sfruttato moltissimo ad esser onesto, essendo un nuovo elemento credo serva semplicemente più tempo per prender confidenza e un solo mese non è sufficiente.

Torna anche l'apprezzato formato C-Raw già visto sulla piccola EOS M50, che permette effettivamente di ridurre il peso dei classici file RAW di circa il 40% senza molti compromessi. Diciamo che bisogna davvero andare a fondo per trovare una reale differenza e lo consiglio a tutti coloro che voglio salvare un po' di spazio sull'hard disk e chi non ha esigenze molto particolari.

Possiamo poi ricaricare la EOS R con il classico caricabatteria LC-E6E oppure sfruttare la porta USB Type-C 3.1, ma con una limitazione piuttosto importante: scordatevi la maggior parte dei caricabatterie per smartphone, serve potenza e per questo dovrete affidarvi a quelli per notebook più moderni (qualora ne abbiate uno compatibile). Sul fronte powerbank basta averne uno con power delivery, l'ho scoperto a mie spese nel corso del CES 2019 dovendo comprare d'urgenza un cavetto Type-C/Type-C che lo sfruttasse a pieno.

CORPO MACCHINA BEN PROTETTO E OTTIMO GRIP

Le dimensioni sono importanti, a differenza dei piccoli telai usati per la categoria "M" qui abbiamo una mirrorless degna di questo nome, con un'impugnatura ampia che ho trovato particolarmente azzeccata. Probabilmente è quella che mi ha convinto di più tra tutte le full frame di ultima generazione che ci sono passate sotto mano, un'ottima via di mezzo che permette di tenerla salda senza indecisione.

Cinquecentoottanta grammi di lega di magnesio ben assemblati e protezione da polvere e intemperie assicurata, con il plus di avere un display ribaltabile e può quindi esser protetto dalle botte dirette (pensiamo nello zaino e nei momenti di trasporto). Altro piccolo ma importante dettaglio che voglio sottolineare è la presenza di una protezione fisica per il sensore d'immagine, una piccola saracinesca (otturatore) che si attiva nei momenti di bisogno e non lascia passare particelle indesiderate. Come non averci pensato prima? Quando l'adottiamo su tutte le prossime mirrorless?


In mano il feedback è più che ottimo, la EOS R appare ben bilanciata e il luminoso display orientabile apre ad una certa libertà di movimento. Non manca ovviamente il mirino elettronico, punto estremamente importante su cui Canon è riuscita a dare tanto e segnare un punto nei confronti della tanto citata A7 III: EVF da 3,69 milioni di punti e tecnologia OLED. Tuttavia la concorrenza corre rapida, negli ultimi giorni ho quindi avuto la possibilità di provare le nuove Lumix S1/S1R di Panasonic con EVF ancor più evoluto, ben 5,76 milioni di punti e 120fps.

FOTO

L'ho usata per più di un mese in tutti i contesti, freddo e caldo, sole e nebbia, esperienze che mi hanno poche ma importanti certezze: l'interfaccia del menu è completa ma complessa e andrebbe rinfrescata, la resa delle foto e migliore dei video. Scatti in RAW che risultano migliori rispetto alla già citata 5D Mark IV, più netti e precisi ma con il solito rumore di fondo ad alti ISO come su tante altre Canon (range coperto da 100 a 40000 ISO).

C'è ancora strada da fare per battere la concorrenza su questo campo, soprattutto se pensiamo alle ultime Sony Alpha. Se guardiamo i JPEG vediamo subito i punti di forza di questa EOS R, con immagini estremamente limpide grazie alle nuove lenti RF e colori ben bilanciati, rossi profondi e pochissime sbavature.

Autofocus a rilevamento di fase associato alla tecnologia Dual Pixel per non sbagliare un colpo, l'ho trovato sempre preciso in tutte le modalità disponibili e rapido quanto basta. Inoltre ho ritrovato l'apprezzatissimo Eye AF che aiuta tanto nei ritratti e permette di scattare ritratti sempre a fuoco, anche ad ampie aperture. Peccato solo che lo si possa usare solo in AF singolo e con l'autofocus continuo la raffica scenda a soli 4,5 fps, un passo indietro ad altre concorrenti se si parla di fotografia sportiva.

VIDEO

Quasi tutto il video della recensione è stata appositamente girata a mano con la EOS R, un modo per darvi diretta esperienza dei pro e contro che questa macchina riesce a regalare su questo fronte. Partiamo dai fatti:

  • 4K a massimo 30fps (non più di 29 min e 59s)
  • No stabilizzazione su corpo ma solo su lente
  • Slow motion in HD (1280 x 720p) a 100/120fps
  • Canon Log
  • No joystick

La verità è che la qualità delle immagini (4:2:0 8-bit) è molto alta e soddisfacente, tralasciando per un attimo gli evidenti limiti nel frame rate. Ci è piaciuto anche il profilo Canon Log che offre una gamma dinamica ancor più ampia e apre ad un post editing più dettagliato e preciso (vedi il ">video a 7:42 min) , ma senza la stabilizzazione tutto rischia di passare in secondo piano. Chiaro che la nostra ripresa a mano è stata forzata, esistono monopod e supporti capaci di assisterci nell'utilizzo di tutti i giorni, ma c'è anche chi vuole la libertà di sfruttare le moderne mirrorless senza "intermediari" e la tecnologia ad oggi lo permette (in qualche caso, vedi le Lumix S1 e Sony A7 III).

Per noi ha rappresentato un limite, superabile con stabilizzazione successiva tramite software di editing (e relativo crop), ma la verità è che non sempre si ha il tempo per operare su tutti questi dettagli e una macchina ben stabilizzata facilita di certo la vita. Inutile forse aggiungere che lo slow motion in HD è solo sufficiente e i competitor sono tutti più avanti con il Full HD (a diversi frame rate).


Altri appunti: il crop in 4K è notevole (fattore di 1,83x) e richiede un cambio completo d'inquadratura, cosa spesso possibile in spazi più ampi e un vero problema per chi ha poco spazio in studio. La mancanza del joystick è per me evidente, lo trovo estremamente comodo per gestire i punti di fuoco in fase di registrazione e il touch su display non ha la stessa efficacia, si rischia sempre di far traballare la fotocamera. La compatibilità con le lenti EF è garantita ma c'è poi qualche controindicazione: non possiamo ad esempio registrare a 1080p a 60fps con una lente per APS-C.

Chiudo con l'autofocus Dual Pixel che anche in video mostra il suo valore ma, a nostro avviso, non riesce ad esser così incisivo come nelle foto. Intendiamoci, lavora benissimo anche nel riconoscimento dei volti e nel tracking degli oggetti in condizioni di luminosità avversi, ma in certi passaggi - come in fiera, al CES 2019 - ha mostrato qualche piccola imprecisione.

CONCLUSIONI

Insomma i compromessi esistono e sono anche ben visibili, Canon dovrà lavorare per eliminarli tutti per una prossima generazione che possa esser davvero convincente anche sui video se vorrà giocarsi la medaglia d'oro con i diretti concorrenti. Mi rincuora la presenza di elementi innovativi, a volte semplici, come la protezione del sensore d'immagine quando esposto e la presenza di un display completamente ribaltabile tramite la cerniera laterale, elemento raro in questo settore.

Inspiegabile la mancanza del secondo slot per SD o altri formati, la macchina costa di listino poco più di 2600€ ed è quindi rivolta ad un pubblico di professionisti che, giustamente, si aspettano il massimo. Ma in rete i prezzi si stanno già abbassando e di seguito vi lasciamo qualche utile link per l'acquisto del solo corpo e del kit con ottica RF 24-105mm.

La EOS R è riuscita a metà, o meglio, risulta castrata sul fronte video e non so se i limiti descritti possano esser superati con qualche semplice upgrade futuro del firmware. A mio avviso risulta quindi difficile da consigliare ai videomaker vista l'abbondanza sul mercato. Diverso il discorso per chi lavora prettamente con la fotografia e non ha nessuna voglia di cambiare il proprio parco lenti, grazie agli adattatori si tengono infatti spalancate le porte delle tantissime ottiche EF, e non è certo un dettaglio.

VIDEO


106

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
toghy

Il problema non era la rropicalizzazione in ogni caso. Su corpi così piccoli non puoi avercene.

da quello che ho letto nemmeno la II ha la tropicalizzazione, ed è un vero peccato :|

toghy

Vai di LX100 II. Costa di più della prima che però soffriva di problematiche inerenti la polvere che entrava nella lente e per pulirla dovevi rivolgerti al produttore. Parlo da ex possessore.

Sistox v2

Non dovrebbe cambiare praticamente nulla

Peppol

Intanto la leica ha solo la bellezza del prodotto figo e di lusso ma come tecnologia e qualità, pure delle lenti attualmente Sony non si batte. Poi la domanda era se era una macchina per iniziare. A maggior ragione no

sì ho controllato e la panasonic LX 100 II, costa € 200 in meno rispetto alla Leica

Sistox v2

Ah ma non ne sai niente... Potevi dirlo te lo facevo ancora più facile, cosi lo capivi. Scusami non ci penso mai che chi incontro potrebbe essere un po'... Semplice...

Sistox v2

È un corpo Panasonic marchiato Leica con una lente che se non sbaglio è fatta in Giappone. Esiste una versione Panasonic della dlux che è identica alla Leica ma costa molto meno

In quel caso allora potresti puntare ad un corpo macchina ancora supportato.

Dipende.

Ci sono degli adattatori che hanno dei contatti per poter utilizare aperture diaframma e autofocus...

Forse perchè quelli di Canon hanno cambiato strategia di vendita?

Peppol
I'mNotYourFatherLuke

È una Panasonic rimarchiata, di Leica ha ben poco

marco

ho una lente 14mm ed essendo bombata è impossibile l'applicazione dei filtri, forse potrei farlo con gli altri però

I'mNotYourFatherLuke

Molta meno portabilità rispetto sia alla rx100 che alla lx100, considerando anche che c'è da metterci l'obiettivo (e in genere i Sony di buona qualità si fanno pagare) probabilmente anche più costosa come prezzo finale. Guadagneresti però un sensore più grande e più ergonomia, ma con quelle dimensioni e quel prezzo si amplia enormemente la scelta e una a6300 non sarebbe la prima opzione, ma neanche la seconda a dir la verità.
Piuttosto una Olympus (e-m10 II o e-m5 II) oppure una Fuji (magari una x-e2s usata, costano un niente e sono comunque ottime)

Simone

Proprio perché con gli adattatori bisogna scendere a dei compromessi trovo assurdo spendere 2600 euro per un nuovo sistema che ha al momento a disposizione un paio di ottiche, ma mi pare che almeno su questo punto siamo d'accordo.

Canon sembra allergica ad investire, in fondo ha paura di abbandonare un settore dove è leader per abbracciarne uno dove è outsider.

MaTTarellAaa

Dovrebbe esserci ma non sono sicuro, controlla su Google

MaTTarellAaa

Certo vengono persi

Nicorasio

@maMaTTarellAaa Una domanda. Con gli adattatori si perdono gli automatismi(auto-focus, Apertura otturatore)? Ho una Nx e vorrei prendere qualche ottica migliore. Grazie mille

onlykekko

beh, magari non ha una 5D mark IV o mark III, canon non fa solo quelle sai? :)
con molti adattatori si vano a perdere diverse funzionalità, dalla stabilizzazione ad alcune funzioni AF; insomma, non è sempre così semplice. e quelli migliori costano 300/400 euro.
in più è necessario prendere di nuovo confidenza con un sistema nuovo: non è così banale come cambiare un laptop.
però hai perfettamente ragione su un punto: non ha senso preferire questa ad una 5D mark IV.
Canon evidentemente ancora non vuole credere abbastanza al settore ML.

Dwarven Defender

;D

Come la vedi una sony alpha 6300?

I'mNotYourFatherLuke

Rx100 mark5, oppure la mark6 se puoi rinunciare alla luminosità per avere più zoom. Io andrei sulla prima

Fabu

Recensioni di fotocamere fatte come si deve le trovi su dpreview. Inutile cercarle qui.

Simone

Sony A-Mount niente, eh?

MaTTarellAaa

È quello che faccio io. Inoltre ci sono gli adattatori per ottiche Nikon e Canon (io ho il secondo)

Simone

Ok, però in quel caso sarebbe come cominciare da zero, sia dal punto di vista della macchina che delle ottiche, mah...

Simone

Peccato, quindi solo ottiche Samsung che ormai ha mollato, però potrebbe essere interessante prenderne una per l'uso che vorrei farne io, ossia una macchinetta per portarsi in giro senza preoccupazioni...

MaTTarellAaa

No, aps-c

Simone

Ma è micro 4/3?

Simone

Ma se uno è Canonista, tipo ha la 5D Mark IV, perché dovrebbe prendere questa? E se ne ha una meno recente, perché dovrebbe prendere questa al posto, di nuovo, della 5D Mark IV? E, più in generale, se le dimensioni non sono un problema - per me non lo sono, nel senso che al massimo prenderei qualcosa da affiancare alla mia Alpha 77 II, ottica kit, tanto con ottiche di un certo livello l'ingombro resta simile - perché dovrei scegliere una mirrorless rispetto ad una normale reflex?

ci ho dato un occhio ed effettivamente sono uguali, come prezzo siamo li 150€ in meno per la pana che alla fine non è una grande differenza, come caratteristiche sono identiche, anche perchè alla fine per lo stesso prezzo mhuu andrei sula Leica, cmq se hai qualche macchina con una buona portabilità sulle 1000€ suggerisci pure :)

Mi serve qualche cosa di buona qualità, che cmq userei per viaggiare effettivamente, non ho valutato le reflex perché sono troppo ingombranti, quindi sono andato su una via di mezzo, qualcosa che avesse un peso ridotto ma un'ottima qualità d'immagine

Cioè la Dlux 7 non è Leica con lenti Leica??

onlykekko

Adattatori a parte, passare da Canon a Sony potrebbe richiedere non poco tempo di apprendimento.
Questa Canon non mi fa impazzire, ma se uno è canonista da anni troverà più semplice il passaggio.
Il discorso delle dimensioni del corpo macchina lo trovo inutile proprio partendo dall’assunto precedente: la Sony è un capolavoro di ingegneria ma è scomoda proprio perché piccola.
Ma comprendo che questo sia questione di gusti.

Squak9000
Itachi

Perdomani, non vivo più in Italia da una decade e comincio a perdere colpi con l'italiano.

Dwarven Defender
SimoM

Ahahah vero, poi per una cosa come la fotografia

Sistox v2

I corpi si, per le lenti non so... Per arrivare alla qualità Leica anche gli altri propongono prezzi non proprio popolari. Diciamo che è come confrontare un breil con un Rolex. Funzionano tutti e due, magari il Breil fa anche cose strane. Pero il Rolex è fatto a mano, costa come una macchina ed aumenta di prezzo nel tempo

Sistox v2

Pero è divertente quando litigano. È la dimostrazione che in fondo non si cresce mai hahahha

I'mNotYourFatherLuke

Semplicemente si tratta di due prodotti diversi rivolti a utenze diverse, con diversi metodi di produzione e tutto... E ciò si ripercuote inevitabilmente sul prezzo, sul quale ovviamente influisce anche l'esclusività del brand, come in ogni ambito ormai

Peppol

White rose fa il bonifico mensile, scusa tu che faresti ?

Peppol

Comunque Sony Nikon o Canon Fuji costano di meno e sono pure migliori di qualità, forse le lenti Leica sono il punto di forza ma nulla da invidiare a Canon Nikon o le Zeiss di Sony

Sistox v2

La mia xe2 si sporca molto facilmente e non ci gioco. Pero potrebbe essere colpa delle tendine che fanno schizzare un pochino di olio... Dovrei controllare se è un problema comune alla macchina

Sistox v2

Bisogna vedere come saranno le ottiche r, ne stanno per presentare altre 5

Sistox v2

Liquido Eclipse o pecpads. Quelli Rollei sembrano buoni. Se poi la lente è buona, compra un filtro UV, lo attacchi e te lo dimentichi li. Quando si graffia lo cambi.

SimoM

Ahaha sì, sono un po' f@scisti gli utenti... però io lo consulto passivamente, non pubblico e commento

Sistox v2

La dlux forse si. Ma le vere Leica, con le vere lenti Leica, costano come un prodotto artigianale europeo perché di fatto lo sono.

Sistox v2

Per le recensioni juza l'amministrazione è bravissimo. Il forum è un casino però, lo pare che se non scatti con una Hasselblad (estremizza) fai pena come essere umano e le foto fatte con una FF di 3 anni fa adesso fanno schifo e devono essere bruciate

Samsung

Samsung Galaxy S10 Plus (4.100mAh): live batteria dalle 8.00

Samsung

Galaxy Fold ufficiale: inizia l'era degli smartphone-tablet pieghevoli | VIDEO

Samsung

Samsung Galaxy S10 series: le differenze nella VIDEO ANTEPRIMA

Android

Recensione OPPO AX7: ottima batteria ed un hardware sufficiente