Safer Internet Day 2019: Microsoft, Italia al 9 posto (su 22) per rischi online

04 Febbraio 2019 0

E' fissato per domani, 5 febbraio, il Safer Internet Day (SID), iniziativa internazionale introdotta per la prima volta nel 2004 per sensibilizzare sul tema dell'utilizzo più sicuro e responsabile della Rete e delle nuove tecnologie. Il SID può contare oggi oltre 100 nazioni coinvolte ed è diventato nel corso del tempo un punto di riferimento per gli operatori del settore, le istituzioni e le organizzazioni della società civile; nel nostro continente il SID è supportato dalla Commissione Europea.

L'edizione 2019, celebrata con il motto "Together for a better Internet" - (Insieme per un Internet migliore) mira a far riflettere i ragazzi sull'uso consapevole della Rete, ma anche su come concretamente contribuire a migliorare il luogo virtuale in cui si trascorre parte della propria giornata. In occasione della nuova edizione del SID, la casa di Redmond pubblica i risultati dello studio Microsoft Digital Civility Index che descrive l'atteggiamento e l'esperienza di giovani (13-17 anni) e adulti (18-74 anni) rispetto al tema dell'educazione civica digitale e della sicurezza online in 22 Paesi compresa l'Italia.

CONTATTI INDESIDERATI, FAKE NEWS E BULLISMO TRA I RISCHI PIU' DIFFUSI

L'Italia si colloca al nono posto della classifica delle nazioni più o meno esposte ai rischi online: nel nostro Paese le minacce più frequenti sono i contatti indesiderati, le notizie false e gli atteggiamenti di bullismo. Il 64,5% degli intervistati ha dichiarato di essere stato vittima o di conoscere chi è stato vittima di uno dei tre rischi sopraccitati. Più nel dettaglio:

  • Il 48% degli italiani (36% a livello globale) ha confermato di essersi imbatutto nella forma più diffusa di contatto indesiderato, ovvero quella che si verifica quando una persona vuole socializzare con un altro utente anche contro la sua volontà.
  • Il 62% degli italiani (57% a livello globale) si trova a fronteggiare notizie false.
  • Il 52% degli italiani (51% a livello globale) dichiara inoltre di aver ricevuto offese online.
  • Ma non si tratta solo di rischi online, visto che il 53% ha dichiarato di aver incontrato l'autore della minaccia - nel 26% dei casi le minacce sono compiute da familiari e amici.

Ulteriori dati evidenziano qual è la reazione delle vittime dei rischi online:

  • Diminuzione della fiducia nelle persone, sia online (48%), sia offline (34%)
  • Riduzione dell'attività sui social media, blog e forum (28%)
  • Diminuzione dell'inclinazione a trattare gli altri con rispetto e dignità
  • Attitudine ad utilizzare impostazioni di privacy più rigide

A risentire maggiormente dei rischi online sono i Millennial e le adolescenti: 69% dei nati tra gli anni 80 e 90' e il 69% delle teenager afferma di provare molto disagio dopo essere stati esposti a questi rischi; il 44% dei teenager chiede aiuto ai propri genitori (+2% rispetto alla media globale).

8 CONSIGLI (SEMPRE) UTILI

Si tratta di regole di buon senso che dovrebbero essere entrate ormai a far parte del bagaglio culturale di chi utilizza la rete e le nuove tecnologie, ma, talvolta, anche semplici accorgimenti vengono ignorati anche per semplice dimenticanza o pigrizia. La nuova edizione del Safer Internet Day - al pari di altre iniziative affini, ciclicamente adottate - è una buona occasione per ricordarle:

  1. Utilizzare password complesse e diversificate per ciascun account
  2. Declinare inviti e richieste di contatto da sconosciuti sui social media
  3. Ricordare che le azioni compiute online hanno conseguenze anche offline (attenzione a quello che si condivide)
  4. Proteggere dati sensibili e informazioni personali
  5. Fare attenzione a quello che si clicca (può nascondere malware)
  6. Aggiornare l'antivirus e le impostazioni di privacy
  7. Usare una connessione sicura (attenzione alle connessioni tramite reti pubbliche su cui non si ha alcun controllo)
  8. Chiedere consiglio e aiuto a persone fidate, amici, insegnanti, genitori ed esperti di tecnologia

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Android

Recensione OPPO AX7: ottima batteria ed un hardware sufficiente

HDMotori.it

Hyundai Kona Electric: prova consumi, autonomia reale e costi ricarica | Video

Microsoft

Microsoft Surface Studio 2 è il top per la creatività: la nostra prova

Hardware

Recensione Asus ZenBook Pro 14 UX480, unico nel suo genere