Netflix, nuova animazione introduttiva per le produzioni originali

01 Febbraio 2019 66

Netflix ha presentato una nuova animazione introduttiva che comparirà all'inizio di tutte le sue produzioni originali. La vedremo quindi, per esempio, negli episodi della terza stagione di Stranger Things, della quarta di Rick & Morty o della terza di The Crown, quando usciranno. La partenza è sempre la solita, la "N" classica di Netflix, che però si trasforma in tante righe verticali di un po' tutti i colori. I colori rappresentano "la varietà di storie, lingue, fan e creatori che rendono Neflix così bello". Il motivetto audio di accompagnamento rimane il solito.

Netflix dice che la nuova animazione sarà disponibile in tutte le produzioni originali che debuttano a partire da oggi, 1 febbraio, sulla piattaforma (qui il nostro riassunto per tutto il mese), e sarà inclusa anche in quelli più vecchi nel corso dei prossimi mesi.

Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Gaming Pro a 435 euro oppure da ePrice a 485 euro.

66

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
SirTampax

ok mi hai convinto, buona argomentazione, grazie :)

Nicolas Mariniello

Il messaggio di Black Mirror non è sempre lo stesso; se poi tu lo riduci a "la tecnologia è brutta" allora è un altro paio di maniche. Prendi Orso Bianco: denuncia la crudeltà e la cecità delle persone nei confronti di un loro simile, costretto a rivivere lo stesso terribile momento giorno dopo giorno solo per intrattenimento. Il modo un cui le persone credono di avere il diritto di controllare la vita di una di loro, di considerarsi superiori e di deridere tale persona solo perché questa ha commesso un atto spregevole. Ora prendi USS Callister: il concetto è quello, avere il controllo sulle persone verso le quali provi un odio irrazionale; solo che nel primo caso si parla di una messinscena fatta per il grande pubblico, in cui la vittima prova emozioni reali e non ha idea del fatto che è tutta finzione, nel secondo caso parliamo di un tizio che da un nome a dei pupazzi e gioca con loro nei panni del capo. Questa è banalità. La verità c'è: certamente situazioni del genere sono lontane della realtà, ma analizzando il messaggio capisci dove la serie vuole andare a parare. Credi che un Primo Ministro inglese avrebbe un rapporto con un maiale? Il messaggio è ciò che si cela sotto le situazioni, per quanto surreali siano.

Se una cosa non è soggettiva non vuol che sia misurabile, ma se vuoi un criterio, te lo darò. Tanto per cominciare, quando parlo di storia, non parlo delle sensazioni che mi procura, parlo di come è strutturata e di come è scritta: lo scorrere della trama, evoluzione verticale e orizzontale, più in generale la coerenza degli eventi. E qui entra in gioco anche la sceneggiatura, ma credo di essere stato chiaro. Cos'è l'ispirazione? Una serie ispirata è una serie carica di originalità e significato, capace portare concetti e sensazioni al pubblico. Che qualcuno lo percepisca o meno non vuol dire che non sia così: il suo gradimento dipende da innumerevoli fattori, ma certamente non le caratteristiche della serie. La fotografia piace oppure no, ma ci sono regole precise che definiscono una buona fotografia: inquadrature, palette di colori, giochi di luce, simmetria… Queste cose si studiano, quindi non sono discutibili. Io non le studio, quindi non sono un esperto, ma ho visto tante di quelle produzioni da riconoscere la complessità di alcune tecniche di ripresa. Ormai è una delle prime cose che valuto di una serie o di un film.

Ora, se dovessi davvero fare un confronto non saprei da dove iniziare. Potrei starmene qui ad analizzare le caratteristiche di una serie tv fatta come si deve e una squallida, ma non lo farò. Del resto nella conversazione sono l'unico ad aver motivato la mia posizione in modo valido, mentre tu ti sei limitato a dire che ogni mia argomentazione è soggettiva. Posso affermare di avere una certa cultura in quanto a serie tv: ne ho viste innumerevoli e ho sviluppato un occhio molto attento che mi permette di riconoscere ciò che dona qualità ad una serie. Dimmi che sono arrogante, ma non c'è arroganza nella mia affermazione. Netflix, nel 2018, ha prodotto un'enorme quantità di serie di pessima qualità, e non lo dico io. Poi, che a qualcuno piacciano queste cose non cambia la situazione. Un cinepanettone è un cinepanettone; un Kubrik, un Tarantino, un Hitchcock, un Fincher, un Lynch, un Nolan sono altro. Se poi credi anche che non esistano criteri che rendano i film di quei maestri migliori dei cinepanettoni, allora non so cosa dirti. Hai ragione.

SirTampax

Facciamo per un attimo finta che tu abbia ragione, se la qualità non è soggettiva è quantizzabile e misurabile, come col panino, mi spieghi come misuri di preciso, con che scala, secondo quali parametri ecc valuti la qualità di una puntata della prima serie di netflix migliore rispetto ad una dell'ultima? Ma oggettivamente, tu mi parli di qualità delle sceneggiature, (soggettivo) delle storie, (soggettivo) l'ispirazione, (?) il messaggio, (il messaggio in blackmirror è sempre quello bene o male... non è che abbia tutta sta varità!) la crudezza, (per me potrebbe essere un valore negativo e potrei preferire le puntate meno crude) fotografia (anche qua in un certo range è soggettivo) e caratterizzazione dei personaggi (questo potrebbe essere già più oggettivo)

Nicolas Mariniello

Quando interviene la soggettività non si parla più di qualità, ma di "bellezza" (passami il termine) che é appunto un concetto pilotato dalla soggettività. Non esiste un "mio concetto di qualità", non posso dire che c'è qualità lì dove non esiste solo perché i miei gusti sono quelli. Posso dire che un prodotto di pessima qualità è bello secondo me. Se qualcuno dicesse che i cinepanettoni, o le parodie, o le produzioni bollywoodiane sono tutti film di qualità perché ha visto solo quelli, o perché ci è cresciuto, o perché i suoi gusti sono quelli, avrebbe comunque ragione?

Tu dici che è cibo spazzatura che ti piace, quindi diresti che è buono, come lo direi anch'io, ma diresti che è di qualità? Bontà degli ingredienti, tecnica di cattura, condimento... Una cosa è dire che ti piace, un'altra che è di qualità. C'è differenza.

Bandersnatch, senti, andiamo, non ha neanche un messaggio di fondo. Non insegna niente, non critica niente, non denuncia niente. È un filmetto, godibile, non è Black Mirror, e nel complesso é realizzato male: sceneggiatura, regia, recitazione... Salverei giusto la fotografia, che comunque non è niente di memorabile: cioè, è la fotografia che ti aspetteresti da un qualsiasi film con un minimo di budget.

SirTampax

No che non direi che è cibo di qualità, direi che è cibo spazzatura ma mi piace, tipo mcdonald... ed è per quello che il tuo esempio è sbagliato, una produzione può essere misurata oggettivamente solo entro un certo range, poi interviene la soggettività, in un altro contesto, periodo storico, o se tu avessi avuto un percorso di vita differente il tuo concetto di qualità sarebbe differente da quello che è ora...
Se poi per te Bandersnatch è mediocre potrei anche parlartene per giorni ma non riusciresti a capirmi. :D

Nicolas Mariniello

La qualità del cibo è misurabile scientificamente. Se la misurazione dimostrasse una qualità infima ma a te piacesse o stesso, diresti che è un cibo di alta qualità?
L'esempio dell'oro si riferiva esclusivamente al valore di mercato.

Black Mirror avrà anche mantenuto le stesse risorse, anzi potrebbe averne anche di più adesso che è nelle mani di Netflix, ma non vuol dire che il risultato è di qualità. Secondo questo ragionamento, basterebbe un budget spropositato per eleggere una serie a una serie di qualità. Allora, Game of Thrones è il più grande capolavoro di tutti i tempi, e verrà automaticamente surclassato dalla serie de Il Signore degli Anelli giusto perché costerà molto di più. Il calo di Black Mirror é lampante, cristallino, soprattutto per chi come me la seguiva già nel periodo pre-netflix

Nicolas Mariniello

La casa di carta, Suburra, 13 (ovviamente) e Black Mirror, la quale è crollata vertiginosamente da quando Netflix ci ha messo le mani. Le serie Prime Video sono di una qualità ottima, e chi dice il contrario lo fa perché non ha avuto voglia di cercarle e guardarle. Se scorri in basso troverai un mio commento esaustivo da questo punto di vista. Posso darti ragione sulle app pessima ma non sulla qualità dello streaming, che é pari a quella di Netflix. Però ripeto, io parlo di produzione, non di servizi di streaming.

Chris T

Quali sarebbero quelle da non prendere seriamente? Solo 13 la reputo una serie non all’altezza, le altro sono qualitivamente ottime. Ho prime video e le loro serie non sono proprio nulla di che, tralasciando la qualità di streaming pessima e un app all’altezza di Premium Play.

Nicolas Mariniello

Considerando che, a parte alcune, hai citato serie TV da non prendere come esempio dal punto di vista qualitativo, posso anche dirti semplicemente Prime Video o Sky on demand. Io però non mi riferisco al servizio di streaming, ma alla produzione vera e propria. Perché da quel punto di vista, Netflix è assolutamente niente di che. Vuoi un nome? HBO.

Chris T

Narcos, Narcos Messico, Stranger Things, 13, La Casa Di Carta, Dark, Suburra, Hill House, Black Mirror e molte altre. Trovami un altro servizio streaming che ha questo livello di serie.. un nome mi serve.

Desmond Hume

Faccio quello che mi pare per quanto ti possa piacere o meno.

Marco

Ma dileguati

Nicolas Mariniello

Si ma stiamo parlando di prodotti che un bimbo non vedrebbe, cosa c'entra adesso? Inoltre i gusti son gusti, ma la qualità é la qualità e va oltre le opinioni personali.

ramones1985

Bene, e nessuno obbliga nessuno ad abbonarsi.

Se hai un bimbo ad esempio è pieno di cartoni , senza che si debba sorbire quintali di pubblicità di giochi e boiate in edicola ecc ecc.

E poi i gusti sono gusti.

Desmond Hume

Basta che non mi annoio.

Desmond Hume

Standard bassi immagino

Desmond Hume

Ma fatevi una manica di caxxi vostri se la gente paga potrà anche lamentarsi.

Desmond Hume

Diciamo che se fai fatica ad addormentarti la notte hai trovato la soluzione.

Desmond Hume

Appena trovo il tempo lo guardo le prime 3 stagioni sono capolavori.

OlioDiCozza

Sai c'è gente che conosce anche più lingue e non parla solo il proprio dialetto, quindi anche se hanno le impostazioni italiano si guardano anche film in altre lingue.

Severino Cicerchia

Io gradirei anche che, avendo impostata la lingua inglese, non continuasse a propormi titoli disponibili solo in italiano.

Federico Bassan

a me netflix piace, comprese le produzioni, certo mancano i film di spicco ma per il prezzo (inevitabilmente condiviso) e il confronto con il prezzo della concorrenza non ci si può certo lamentare.
gradirei una nuova rivisitazione delle categorie,
gradirei che, una volta impostata la lingua italiana venissero considerati solo i film/serie in italiano,
gradirei che i film/serie già visti venissero archiviati per riordinare il tutto....

Nicolas Mariniello

Credo di poter rispondere io. Fortunatamente al mondo non esistono solo Grey's anatomy o GOT, così come non esistono solo le produzioni più famose per poter fare paragoni. Netflix non produce solo sterco; ha prodotto serie TV davvero godibili, alcune notevoli, ma difficilmente al pari di tante altre produzioni esterne a essa: HBO e Amazon tanto per fare un esempio. Entrambe non producono solo capolavori ma, in opposizione alla politica di Netflix, hanno deciso di puntare sulla qualità invece che sulla quantità.

HBO: Game of Thrones, I Soprano, Band of Brothers, Westworld, True Detective, Big Little Lies, L'amica geniale, The Wire, Boardwalk Empire (prodotta da Scorsese, per dire), The Newsroom, The Pacific, Sharp Objects, The Young Pope (Sorrentino...), The Night Of.....

Amazon: The Man in the High Castle, Goliath, Homecoming, Bosch, Mozart in the Jungle, The Marvelous Mrs Maisel...

Le ho viste tutte, e ti assicuro che almeno il 90% di queste surclassa le migliori produzioni Netflix.

Regia, sceneggiatura, fotografia, colonna sonora, caratterizzazione dei personaggi, recitazione, intreccio... Sono queste caratteristiche a tenere in piedi una serie TV, o almeno all'inizio, poi entra nella fase dalla nona-decima stagione in poi in cui viene prodotta solo per soldi e guardata solo per inerzia. Anche chi non è un critico o un esperto si accorge della scarsa qualità di una serie, che lo ammetta oppure no. Che piaccia é un conto, che sia di qualità é un altro.

efremis

Narcos. Correttore inf4me

Nicolas Mariniello

Il fatto che ci siano produzioni di qualità non vuol dire che non ce ne siano altre di uno squallore imbarazzante. Hai citato le serie di punta, forse un paio lontane dall'essere "di qualità", tipo Black Mirror le cui uniche stagioni di qualità sono quelle NON prodotte da Netflix. Però ti basta farti un giro tra le nuove produzioni del 2018 per capire quanto Netflix stia cadendo in basso. Per non parlare dei film: saranno 3 o 4 i film davvero godibili, il resto è sterco.

Vinicio Muchador
voodoonet

molto, motlo carina, poi quel sound mi piace tantissimo, un vero timbro!

rsMkII

Intendi Marcos Nexico?

LaVeraVerità

https://uploads.disquscdn.c...

@bearbops

Ma chi continua a lamentarsi della qualità delle produzioni ha visto qualcosa? Serie come Narcos, Black Mirror, Stranger Things, The Crown (...), per non parlare che ci sono serie di qualità per tutti i generi, 13 reasons why, bojack horseman, disincanto, grace and frankie, sex education, documentari fatti bene, anche le produzioni locali sfornano serie come Dark, Suburra, l’ultimo esempio è Roma che agli Oscar ha ricevuto più nomination. Il tutto allo stesso prezzo mensile di un biglietto per andare a vedere l’ultimo cinepanettone...

Peppol

a me è piaciuto

efremis

Sto guardando Marcos Mexico, carino

Soleros

Ma che stai dicendo?! Veramente era così semplice? Ed io che in tutto questo tempo mi sono sorbito diverse ciofeche per questa mia ossessione... Ti ringrazio immensamente, mi hai aperto un mondo!

Kevin Dario

Avresti anche potuto eliminarlo dall'attività di visione, cosi non sarebbe più comparso li

maxi8878

Meglio Polar, classica boiata del killer solitario che ammazza chiunque osi provare a farlo fuori, però è cosi sopra le righe ed esagerato da risultare divertente e poi il protagonista ci sta proprio bene nel ruolo :)

Coolest

Su OLED rende molto bene

halbeeee2

Io invece oggi ho comprato un detersivo per piatti diverso visto che era in offerta

Marco Semeraro

Mi aspettavo un cambio prima o poi, ma mi aspettavo anche un jingle più lungo

Mario&Luigi

Il mio era un paragone, mi sa che non hai capito. Dire che qualcosa non va bene ci sta ma solo se è costruttivo e si hanno alternative... no dire e basta...

il Franz

beghe a parte, secondo me molte produzioni originali sono ottime, anche dal punto di vista qualitativo, vedi black mirror, le prime due stagioni di Narcos, Stranger Things, ecc... per altre non mi esprimo perchè sono fuori dai miei gusti, ma personalmente parlando credo ci siano poche case di produzione che eguaglino netflix dal punto di vista qualitativo sulle serie TV. Discorso diverso sulle produzioni cinematografiche. Comunque per argomentare, in cosa trovi Netflix "bassa" quanto a serie? e soprattutto che serie reputi migliori di quelle prodotte da Netflix? Non dirmi Grey's anatomy o Games of thrones però ti prego :D chiedo per curiosità, io apprezzo anche serie prodotte da Amazon, adoro the man in the high castle di cui ho letto i libri da giovane o electric dream ad esempio

il Franz

stavo per guardarlo e avevo un certo sentore... perchè non ti è piaciuto (anche se sospetto) :D

Bastian Contrario

L'unica che cosa che posso fare è annullare l'iscrizione, e so già che lo farò. Per il resto fare, chiedere 80 milioni ad amici e parenti per scrivere, dirigere e produrre un film decente?

Sei un bel tipo te, eh.

Soleros

Concordo in pieno. Sono appassionato del genere post-apocalittico, ma questo mi ha fatto scendere la "guallera". Ho voluto vederlo tutto solo per non farlo spuntare per sempre tra i "Pietro, continua a guardare...".

Desmond Hume

vorrei chiedere i danni morali per aver perso tempo a guardare IO

Mario&Luigi

Infatti non è una risposta. Ho esternato quello che te fai, ovvero lamentarsi come fa 3/4 della popolazione italiana se qualcosa non va, poi quando chiedi cosa farebbe o se vorrebbe far qualcosa per cambiare “ah chi ? Io? Eh non posso, non riesco, ho altro etc etc”

Bastian Contrario
Mario&Luigi

Tipo italiano medio. Lamentarsi e lamentarsi, saper fare solo quello....

ciro mito

Sappi che a parte il ballo e poco altro i dialoghi sono tutti improvvisati

Bastian Contrario

No, non è noia. Devo proprio capire il perché. Merita una seconda o terza visione, non ho un'opinione completa del film.

Garrett

Netflix? Ho sottoscritto un piano e l'ho usato solo 1 volta in un mese.

Bonus TV 2019: guida agli incentivi per passare al DVB-T2

Recensione Huawei Freebuds 3: ho sostituito le Airpods dopo 2 anni

DJI Mavic Mini ufficiale: pesa solo 249 grammi, prezzi da 399 euro

Recensione PowerBeats Pro: gli Apple AirPods per gli sportivi