Amazon, terza trimestrale record di fila e un 2018 stellare

01 Febbraio 2019 234

Inarrestabile Amazon che annuncia la terza trimestrale record di fila - e un anno completo altrettanto entusiasmante. Nell'ultimo trimestre, il colosso dell'e-commerce ha fatturato ben 72,3 miliardi di dollari, contro i 60,5 dell'anno precedente; i guadagni netti hanno raggiunto per la prima volta i 3 miliardi di dollari, mentre l'anno scorso erano stati 1,9 miliardi. Guardando l'intero 2018, il fatturato è stato di ben 232,9 miliardi, il 26,8 per cento in più rispetto ai 177,9 miliardi dell'anno scorso, mentre i guadagni netti ammontano a 10 miliardi, contro i 3 del 2017.

Se nel complesso le cose sono andate benissimo, è interessante osservare come in realtà l'ecommerce di Amazon faccia soldi solo nel Nord America: il business internazionale è in perdita sia per il trimestre sia per l'intero anno, anche se meno rispetto al 2017. Nel Q4 2018 le perdite ammontano a 642 milioni di dollari (l'anno prima furono 919 milioni), mentre per l'intero anno 2,1 miliardi (nel 2017 furono 3). Ottima crescita per AWS, la divisione che fornisce servizi cloud: registra profitti di 2,2 miliardi di dollari nel Q4, e 7,3 miliardi nell'intero anno.

Il commento dell'amministratore delegato e fondatore Jeff Bezos è tuttavia interamente dedicato ad Alexa e all'ecosistema di dispositivi Echo. Bezos dice che Echo Dot è stato il prodotto più venduto in tutto il mondo nel periodo delle vacanze, e che gli acquisti di Echo sono aumentati di vari milioni di unità rispetto all'anno scorso. I ricercatori che lavorano ad Alexa sono più che raddoppiati e così sono le "skill" prodotte da sviluppatori terzi, che oggi superano quota 80.000. Gli utenti, infine, hanno parlato ad Alexa 10 miliardi di volte in più rispetto al 2017.

VIDEO


234

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
SuperDuo

Intanto va a petali di rosa pagati da qualcun altro e poi, calcolo facile facile, 1 daily < 200 auto che vanno al negozio.

Luigi Fontanella

Probabilmente Amazon non deve pagare delle tasse illogiche sui movimenti virtuali di soldi fatti col pos come avviene in Italia.

Luigi Fontanella

Perche il daily di BRT che ti porta il pacco a casa va a petali di rosa...

T. P.

fidati, non solo io...
ma per caso tifi amazon?
strane risposte le tue...

T. P.

tutto è possibile come è possibile che amazon fallisca!!!
non che creda ne l'una ne l'altra cosa ma solo il futuro ci porterà la risposta! :)

beneamicidihdblog

Mr bezos sta divorziando e non ha mai firmato nessun accordo prematrimoniale...ma cos

Ciccioli

prima o poi lo rifarete, anche fosse 50 euro lanno

Ciccioli

si ma solo tu.

franky29

Le vende quelle dieci azioni e compra non uno ma dieci Ferrari

Federico

Ecco, magari è per quello che gli arabi non contano e non conteranno mai una fava.
Loro sperperano il patrimonio, gli occidentali lo accumulano fino a raggiungere la massa necessaria per progettare e costruire i sistemi d'arma necessari a piallarli quando alzano la testa.

Galy

Si, ma non ha senso.
Non puoi dire che sei più ricco al Mondo se poi arriva lo sceicco di sta ceppa e copre di soldi lui e pure le sue tre prossime generazioni, secondo me fanno mala informazione al pari delle fake news.

Markk

Perché Amazon paga ANCORA, dopo anni e anni che tutti lo sanno, le TASSE allo 0,03% in IRLANDA?

Federico

Si ma un neolaureato in economia negli USA in genere è un ragazzo con sul groppone il famoso credito studentesco da restituire.
Agli inizi una casa editrice locale prestava alla nascente Amazon l'uso degli scantinati per i libri, perché Bezos non poteva permettersi di affittare un magazzino.

Infatti è tutto lì, nel business model e nell'intuizione dell'importanza del customer care, in precedenza sconosciuto nel mondo delle vendite online
O forse sarebbe più corretto dire che il customer care era parte integrante della sua strategia di approccio al mercato.

mauriziogl

Besoz era un laureato im economia che cercava un nuovo modello di business. Aveva scelto i libri perché facili da stoccare e spedire. Certo non è nata subito come multinazionale, ma non era nemmeno un’idea campata in aria e iniziata in una cantinetta

Federico

Perchè non proprio?

mauriziogl

Non proprio

Odio_Everyeye!

Ora passiamo subito a insultare, tipico di chi non ha argomenti ;)

Aster

No abbiamo altri server linux oltre azure,mi sono espresso male:)

Simone

Avete una server Linux su Azure?
Non ho capito bene, so che sembro un po' imbecill3 ma odio le frasi un po' sintetiche, ho avuto brutte esperienze di mal comprensioni dove magari "criticavo" una cosa che magari non avevo capito quindi tendo sempre a chiedere di esplicitare... Scusa :)

Aster

A ok,non saprei noi usiamo linux per backup e disaster recovery,piu alcuni servizi

Simone

Era solo per informazione :)

Il 98% delle aziende Fortune 500 usa Microsoft Azure... Che costa anche molto di più in linea di massima. Questo significa che tutte le più grandi aziende del mondo escluse quelle che vendono servizi cloud usano Azure, senza esclusioni.

Il 2% è praticamente rappresentato da Amazon appunto, Google, Oracle, IBM, (e una o due aziende del settore che mi sfuggono) che, ovviamente, usano i loro servizi.

Di fatto, AWS che ha una clientela più ampia, ha un fatturato che è 3 volte inferiori a quelli di Microsoft.

Tutte e due le aziende per me sono estremamente affidabili ed anche Oracle per esempio... La scelta di Azure per le grandi aziende è l'enorme investimento che fanno in R&D, la loro rinomata affidabilità e, soprattutto, per le grandi aziende, l'ecosistema.

SQL Server è la piattaforma più evoluta oramai che ha dato una forte scossa al mercato recuperando tantissime quote a Oracle Database... Sarà costato miliardi di euro riscriverlo da 0 per Linux ma ne è valsa sicuramente la pena, un software così potente stava per essere buttato solo perché non vendeva a causa del limite Windows Server... Poi Dynamycs e Devops e non solo...

Aster

poste italiane dovevo specificare

Simone

"poste" intendi l'azienda?

Simone

Fino a pochi anni fa era così, ora non saprei

GTX88

hai ragione! la prossima volta prima di parlare di un dato di fatto mi premurerò di avere le cifre pronte per gli idioti

dolcecomeunlimone

Quando ha comprato il Washington Post per 250 milioni ha dovuto chiedere un prestito alle banche, perché di fatto non ha liquidità disponibile.

Elia Marcantognini

Era un esempio, da come parli sembra tu tratti abbigliamento, mi sono attenuto a quello ahah

Odio_Everyeye!

Ahahahah sgamato in pieno. Bla bla bla

lKinder_Bueno

Amazon si ritroverebbe con un 95% di abbonamenti per le consegne e un 5% per gli altri sevizi

GTX88

ok

lKinder_Bueno

Sì, ma Amazon almeno in Italia non copre veramente tutto. Gli alimenti costano quasi il doppio rispetto alle catene commerciali, a livello di mobilia non ha quasi nulla. Amazon italia va bene solo quando si parla di roba tecnlogica e accessori/strumenti di uso comune

Odio_Everyeye!

Allora, a quanto ammonta? Non girare la frittata.

Gaio Giulio Cesare

La cosa più sensata e logica mai sentita ahah anche se non tratto scarpe, è un buona cosa!

MatitaNera

non ho capito

GTX88

guarda che ci sono studi su studi che dimostrano che il problema è sempre l'evasione e non solo di quelli grossi... poi magari sarai di quelli che da la colpa agli immigrati

Odio_Everyeye!

Quello che hai detto. Dato che dici una roba del genere ti sarai informato e avrai letto: per cui, se domani TUTTI pagassero, a quanto ammonterebbe il total tax rate, secondo le tue letture/studi ?

GTX88

anche no cosa?

kalabro

questa è una risposta che devono trovare il governanti, ed io non lo sono.... mi lascia sempre perplesso il commento del consumatore finale che pensa con le sue "piccole" azioni di dover risolvere grosse problematiche... del tipo a me giustamente viene chiesto di chiudere il rubinetto mentre mi lavo i denti e poi le aziende pubbliche che gestiscono l'acqua ne sprecano a iosa per via di impianti senza manutenzione e potrei continuare.....

Federico

Per te si calcola male, la ricchezza si calcola proprio sul patrimonio.
Quello che tu descrivi è il reddito, che è tutt'altra cosa

Federico

Alcune cose sono un po' più care su Amazon piuttosto che rivolgendosi ad altri, ma la differenza di prezzo è ampiamente giustificata dal servizio di vendita e di assistenza, entrambi superbi, e da Prime Video che non è per niente male

Federico

Non ho scritto nulla di simile, non so dove tu abbia letto tale affermazione ma non sono stato io a farla

marcoesse

sorry non ho letto tutto articolo, visto solo la frase "solita" di M$ che deve fallire ecc.ecc.

Federico

Continuo a non cogliere il nesso fra i dati, sicuramente buoni ma non eccezionali, della trimestrale Microsoft e l'idiozia dei fan Microsoft che si rallegravano del principale prodotto AWS, che è Alexa, quando AWS è il principale competitor di Azure

marcoesse

così per precisare :)
"Questo andrebbe spiegato ai fan di Redmond che continuano a festeggiare il fatto che Alexa si sia pappata Cortana"

Federico

Si, io ho letto l'intera trimestrale dagli originali.
Però non colgo il nesso con quanto da me sctitto.

marcoesse

PPPubblicata il 01 Febbraio 2019, alle 15:41
"Microsoft, 32,5 miliardi a fine 2018. Crescita nelle divisioni Surface, cloud e gaming
Microsoft ha rilasciato i risultati finanziari del secondo trimestre fiscale del 2019 e del trimestre conclusivo del 2018.
Microsoft ha rilasciato il report sui guadagni del secondo trimestre dell'anno fiscale 2019, o l'ultimo trimestre del 2018. L'azienda ha segnato ottimi risultati alla fine dello scorso anno, con 32,5 miliardi di dollari di fatturato e una crescita su base annua del 12%. L'utile operativo è cresciuto del 18% con un valore di 10,3 miliardi di dollari, e l'utile netto è stato di 8,4 miliardi di dollari con un incremento rispetto allo scorso anno del 14%. I guadagni per singola azione sono stati di 1,08 dollari, in crescita anch'essi del 14%.
Microsoft descrive il successo finanziario all'interno di tre macro-categorie con cui suddivide il proprio operato: Productivity and Business Processes, Intelligent Cloud e More Personal Computing. La prima delle tre divisioni ha raccolto un fatturato di 10,1 miliardi di dollari con una crescita del 13%; la seconda, Intelligent Cloud, ha totalizzato 9,4 miliardi con una crescita del 20%; mentre è stata leggermente più timida, ma comunque sostenuta, la crescita del fatturato della divisione More Personal Computing, pari al 7% con un fatturato di 13 miliardi."

marcoesse

"Microsoft, 32,5 miliardi a fine 2018. Crescita nelle divisioni Surface, cloud e gaming
Microsoft ha rilasciato i risultati finanziari del secondo trimestre fiscale del 2019 e del trimestre conclusivo del 2018.
Microsoft ha rilasciato il report sui guadagni del secondo trimestre dell'anno fiscale 2019, o l'ultimo trimestre del 2018. L'azienda ha segnato ottimi risultati alla fine dello scorso anno, con 32,5 miliardi di dollari di fatturato e una crescita su base annua del 12%. L'utile operativo è cresciuto del 18% con un valore di 10,3 miliardi di dollari, e l'utile netto è stato di 8,4 miliardi di dollari con un incremento rispetto allo scorso anno del 14%. I guadagni per singola azione sono stati di 1,08 dollari, in crescita anch'essi del 14%.
Microsoft descrive il successo finanziario all'interno di tre macro-categorie con cui suddivide il proprio operato: Productivity and Business Processes, Intelligent Cloud e More Personal Computing. La prima delle tre divisioni ha raccolto un fatturato di 10,1 miliardi di dollari con una crescita del 13%; la seconda, Intelligent Cloud, ha totalizzato 9,4 miliardi con una crescita del 20%; mentre è stata leggermente più timida, ma comunque sostenuta, la crescita del fatturato della divisione More Personal Computing, pari al 7% con un fatturato di 13 miliardi."

Galy

3 miliardi di utili per un'azienda mastodontica come Amazon, sono briciole.
Poi mi piacerebbe capire come fa Bezos ad essere "l'uomo più ricco del Mondo" se la sua azienda ha solo quegli utili.
Per me la ricchezza si misura con i soldi che ho in banca e non da quante azioni possiedo della mia azienda, perché non posso pagare il Ferrarino nuovo con 10 Azioni.

Federico

Questi sono partiti come negozietto online che vendeva libri, e non avevano neppure i soldi per il magazzino.

Odio_Everyeye!

1. Campi in Australia: scelta personale, oltre per il fatto chè è obbligatorio in AU.
2: delocalizzare: mi sembra il minimo, con tutte le tasse e la burocrazia che ci sono.
3: stipendio più alti: conosco un sacco di universitari che guadagnano giusto 1200 al mese. Non conosco, ad oggi, una persona che dopo 10 anni finità l uni guadagni più di 1600 netti al mese.
4: in Italia dalla Siria non arrivano, e sono i veri profughi.

Android

Recensione OPPO AX7: ottima batteria ed un hardware sufficiente

HDMotori.it

Hyundai Kona Electric: prova consumi, autonomia reale e costi ricarica | Video

Microsoft

Microsoft Surface Studio 2 è il top per la creatività: la nostra prova

Hardware

Recensione Asus ZenBook Pro 14 UX480, unico nel suo genere