Individuate molecole alla base della vita nello spazio a 450 anni luce da noi

31 Gennaio 2019 106

I ricercatori della Queen Mary University di Londra hanno scovato una molecola organica in grado di gettare nuova luce sulla nascita della vita sulla Terra. La scoperta è avvenuta studiando il materiale che circonda la stella in formazione Iras 16293-2422 B, di dimensioni simili a quelle del nostro Sole e distante circa 450 anni luce dal nostro pianeta, ed è stata pubblicata su Montlhy Notices of the Royal Astronomical Society Letters.

Grazie ai dati raccolti dalle antenne di Alma (Atacama Large Millimeter/submillimeter array) in Cile, gli studiosi hanno individuato per la prima volta le molecole prebiotiche di glicolonitrile (HOCH2CN). Si tratta di una scoperta importante per lo studio delle molecole di DNA e RNA nello spazio, perché, come spiega Media Inaf:

"Tra le numerose teorie che ritengono l'RNA primordiale alla base della vita come la conosciamo, la molecola di glicolonitrile è riconosciuta come precursore chiave nei processi che portano alla formazione delle basi azotate, come ad esempio l'adenina. Tra i ricercatori c'è anche Victor M. Rivilla, ricercatore dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) che recentemente ha scoperto anche un altro precursore di questo nucleotide, la cianometanimina, all’interno di una nube molecolare nella nostra galassia".


La protostella Iras 16293-2422 B si trova, come anticipato, a 450 anni luce dalla Terra, in direzione della costellazione di Ofiuco, all'interno di una regione ricca di giovani stelle circondate da polvere e gas nelle prime fasi della loro evoluzione: condizioni simili a quelle in cui si formò il nostro Sistema solare. Proprio per questo la scoperta potrebbe aiutare i ricercatori a comprendere come si generano i processi che innescano l'insorgenza di forme elementari di vita nello spazio. Grande la soddisfazione di Rivilla, che ha commentato:

"La nostra scoperta è un nuovo passo avanti nella ricerca della vita nello spazio. Il glicolonitrile infatti è una molecola molto interessante dal punto di vista astrobiologico perché è considerata un ingrediente chiave per formare alcuni “mattoni” fondamentali della vita, come i nucleotidi dell’Rna e Dna, e anche aminoacidi come la glicina, presente in molte proteine".

Nella stessa zona di formazione stellare, denominata Rho Ophiuchi, un altro gruppo di ricercatori aveva trovato, più di un anno e mezzo fa, tracce di isoscianato di metile attorno a stelle simili al Sole in una fase iniziale della loro formazione. Anche in questo caso si tratta di una delle molecole complesse alla base della vita.

Questa è solo l'ultima delle scoperte rese possibili dall'Atacama Large Millimeter/submillimeter array, che recentemente ha permesso di individuare ossigeno ionizzato nella galassia più antica mai osservata dall'uomo. A proposito di DNA e spazio inoltre, è nota la vicenda dei gemelli Scott e Mark Kelly, cui è mutata l'espressione genica durante la permanenza nello spazio come astronauti.

Tornando sulla Terra, è notizia di questi giorni la conferma di una seconda gravidanza in seguito agli esperimenti per creare i primi bambini geneticamente modificati ad opera di He Jiankui, ricercatore cinese contro cui si profila adesso un'azione penale.


106

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Horatio

Per farti capire in che sito siamo -.-
https://uploads.disquscdn.c...

franky29
DavyDax

Ancora non mi capacito di come si possa "vedere" qualcosa di così piccolo, che sta così distante ..

Babi
Tetsuro P12

'L’RNA (Acido ribonucleico) è una macromolecola di fondamentale importanza per tutti gli esseri viventi.
Già agli inizi degli anni ’60, fu ipotizzata una teoria secondo la quale le primordiali forme di vita si sarebbero potute basare esclusivamente sull’RNA e, solo in seguito, si sarebbero evoluti il DNA e le Proteine presenti negli attuali esseri viventi.

Questa teoria si basa sul fatto che l’acido ribonucleico è una molecola che contiene “l’informazione genetica” (caratteristica del DNA), ma è anche in grado di catalizzare reazione biochimiche (caratteristica delle proteine). Gli attuali Riboenzimi (Enzimi ad RNA) potrebbero essere un retaggio di questo ancestrale “mondo ad RNA”. Tuttoggi alcuni Virus utilizzano l’acido ribonucleico, invece del DNA, per conservare l’informazione genetica.' - cit.

In buona sostanza.

Babi

In parole semplici cos'è l'RNA?

Alessandro

Dalla pubblicazione, seconda frase dell'intro :"theories...." . Poi prima di trovare i "precursori" dell' RNA io andrei a cercare l'acqua, meglio se allo stato liquido o almeno in eutettico con qualcos'altro. Professor Farnsworth consiglierebbe di usare lo sniffoscopio, ma dopo il 3000 D.C.

cip93

Google+ chiuderà non potendo più accedere a disqus, nel dare un senso a questo account commentiamo restando in tema.. https://uploads.disquscdn.c...

Aerith

Noi siamo figli delle stelle

MarcoCau

Io tutti i giorni così...
https://uploads.disquscdn.c...

Aster

Articolo sprecato visto i commenti .

Name

Allora chiederò uno spritz al microonde e poi vi farò sapere com'è, magari lo si brevetta e lo si vende agli americani!

Ibenfeldan

No, ma lo spritz può andare nel microonde...

Name

Ci vanno nello spritz?

PassPar2_

Queste sono teorie che non fanno parte di quelle dimostrabili con metodo scientifico, cioè tramite l'esperimento. E' possibile dedurle solo con concetti matematici o logici.

BooM

Per essere più precisi sono diverse le tecniche "spettroscopie" possibili, ma il principio che sta alla base è quello di asocciare le diverse frequenze (che sono contenute nella luce proveniente dalle stelle) alle lunghezza dei legami e infine alla struttura delle molecole presenti in quella stella. saluti

saetta

realmente adesso mi sembra eccessivo, sono teorie, molto affascinanti, ma ancora ne confutate ne tantomeno accettate dalla comunita scientifica

Ibenfeldan

In realtà lo fanno già... Ogni volta che il pianeta transita davanti alla stella gli spettrometri analizzano la luce che attraversa l'eventuale atmosfera... Poi, come dice Salvatore Provino abbiamo ancora dei limiti in fatto di risoluzione, ma in ogni caso stiamo facendo passi da gigante in quel campo...

Ibenfeldan

Spettrografia...

Ibenfeldan

Cerca "Spettrografia" su Wikipedia e vedrai che troverai un sacco di risposte...

Ibenfeldan

Si chiama spettrometria... Quando un fotone colpisce un atomo viene assorbito e rilasciato con una energia diversa da quella che aveva prima. Questo produce delle righe nello spettro visibile che determinano cosa sia il materiale attraversato, in quanto ogni atomo o molecola presenta righe di assorbimento che sono univoche, un po' come le impronte digitali

Dark!tetto

Non sei ritardato, è un concetto molto complesso e anche "studiando" non è detto che riesci a concepirlo. Semplicemente ci sono cose più grandi di noi (scientificamente parlando ovviamente), possiamo teorizzare al momento.

AlphAtomix

come fanno ad individuare molecole a 450 anni luce?

PassPar2_

Si ci vuole un bel po' per capirlo.

kkk66

E il punto 2 che mi manda in crisi diciamo, riguardo al punto 4 avevo fatto qualche ricerca in passato, niente di particolarmente approfondito, ma senza trovare soddisfazione.. grazie per i consigli comunque.. queste domande le ho buttate lì così, non mi aspettavo tante risposte:)

kkk66

ho fatto una breve ricerca sul numero di Graham e l'ho trovato veramente complesso, proverò di nuovo con calma :)

piero

mi fido!

Salvatore Provino

É un problema di precisione degli strumenti, se ci sono altri elementi in mezzo non riusciamo a distinguerli! In questo caso la nube é abbastanza isolata da ottenere una spettrografia abbastanza accurata da poter dedurre la presenza di questi elementi pre organici. Di un pianeta, oltre all'eventuale coinvolgimento di altri corpi celesti, atmosfere varie e campi magnetici, é molto difficile avere un'immagine chiara per via dei disturbi di tutto il materiale attorno

PassPar2_

Non ci può essere origine ma infinita ripetizione di tutte le combinazioni di atomi che compongono l'universo. Comprese quelle che portano a mondi catastrofici o a universi dove non si crea la vita perchè la gravità ha un valore troppo alto o troppo basso (cosi come le altre costanti di fondo della fisica). Tutte questi universi esistono REALMENTE adesso. E' solo una questione di distanza e irraggiungibilità e incomunicabilità. Devi pensare che da qualche parte c'è qualcuno uguale a noi che sta facendo le stesse identiche cose, ma magari ha la stanza identica con solo una piccola macchia nel muro diversa, o solo un atomo di un acaro di polvere diverso. Pensa a quante combinazioni possibili esistono in questo momento da qualche parte. Per una parziale idea di quante combinazioni possono esistere consiglio di guardare il "numero di Graham".

Salvatore Provino

Beh se non sai niente e non sei disposto ad informarti puoi credere a quello che vuoi, per fortuna la gente che ci salva la vita e manda avanti l'umanità se ne frega di te finché non tiri fuoro una teoria migliore per quello che osserviamo :)

Salvatore Provino

Sei un teista agnostico! Come molti religiosi :)

Salvatore Provino

1) Non lo sappiamo, sappiamo che é successo.
2) Al momento del Big Bang viene creato il tempo, forse amche un po' dopo. Dunque non ha senso parlare di un "prima" del tempo
3) Il concetto di infinito non esclude intrinsecamemte che ci siano un inizio ed una fine. L'universo comunque secondo quello che accetta la comunità scientifica non é spazialmente infinito.
4) Per un concetto complesso come quello di infinito ti consiglio degli approfondimenti specifici, ogni esemplificazione toglie molto al concetto.

Ti consiglio di leggere o guardare qualcosa sull'argomento di Neil deGrasse Tyson, Lawrence Krauss, Brian Cox, Bertrand Russel.
Se non mastichi bene l'inglese va benissimo Carlo Rovelli.
Infine ti esorto a non chiedere cose così complesse su un blog, ma spero di essere stato d'aiuto!

Luca Bussola

Sarà andato in automoderazione... se si inseriscono determinate parole vengono censurate in automatico anche se non hai insultato nessuno.

TheFluxter

Per la parola "ri ta rd a t o" BEL SISTEMA SU HDBLOG VERO?

SteDS

Riccardo Palumbo

( solo un check per vedere se lavora ancora per hdblog :) )

kkk66

Non escludo che ci possa essere un d1o, non posso definirmi credente di qualche religione però.. diciamo che sono molto confuso sull'argomento:)

kkk66

infatti una delle mie premesse è che fosse un limite mio, magari dovuto alla mancanza di conoscenze specifiche dell'argomento, o magari perché proprio non ci arrivo:)

Almeno la teoria della relatività la comprendo senza problemi XD

Davide

beh però non è che puoi sposare una teoria assurda solo perchè non riesci a capire il perchè di qualcosa. Sarebbe come credere che gli aerei volano per magia solo perchè non si ha chiaro il concetto di portanza.

Ibenfeldan

https://uploads.disquscdn.c...

Al momento il vuoto del nostro universo è il punto contrassegnato come "false", ma se una transizione di fase provocasse lo spostamento nella zona contrassegnata come "true", si genererebbe una bolla di vero vuoto (cioè il nulla, nel senso letterale del termine) che sei espande attraverso il falso vuoto a velocità luce, di fatto cancellando dall'esistenza tutto quello che viene inglobato. (più o meno quello che fa Thanos schioccando le dita, ma in maniera moooolto meno democratica).

Gios

voleva dire ovviamente 450 anni fa e ha messo un luce in più in mezzo

Gios

Non hanno detto che sia 1 molecola.....sono nubi, non di quelle che vedi in cielo

Gios

Banalmente esistono 2 cose:
-qi estremamente elevati
-conoscenze maggiori

Per una persona che ha queste due cose superiori alle nostre è evidentemente una cosa comprensibile, per altri irraggiungibile.

Ringraziamo il cielo che per einstein fosse comprensibile la teoria della relatività ristretta ed allargata o oggi non avremmo la cartografia satellitare :)

Ibenfeldan

E dovresti provare a sentire le microonde... sono così frizzantine!!

kkk66

Ahah che viaggio, al momento diverse ipotesi sono aperte al riguardo chi lo sa.. capisco il significato di infinito, ma non riesco a concepire come una cosa possa esistere senza aver avuto un origine..

Gios

si ho provato a sentirla ed ha un sapore ottimo!

Ibenfeldan

Diciamo che la cosa è un filo più complicata di così... Il vuoto così come noi lo conosciamo è in realtà una falso vuoto, questo a causa del Principio di indeterminazione di Heisenberg, che impedisce di conoscere contemporaneamente la posizione e la quantità di moto di ogni singola particella, anche subatomica. Visto che l'energia di una particella determina la sua vibrazione nello spazio, una quantità di moto pari a zero determinerebbe per forza la sua posizione nello spazio, andando in contrasto con il Principio di indeterminazione.
L'effetto più macroscopico di questo Principio è l'impossibilità di raffreddare una materiale a 0 K, vale a dire lo zero assoluto.

Nick126

Gli atomi sono formati da cariche elettriche, il vuoto totale causa elettricità statica che porta poi alla formazione degli atomi.

Fonte: ho bevuto troppo vino a pranzo XD

Ibenfeldan

Si perché? La cosa ti stupisce? La radiazione elettromagnetica che non rientra nello spettro ottico viene rilevata con antenne, perché con un telescopio non vedresti una beneamata fava... Hai mai provato a sentire la radio con un binocolo?

PassPar2_

Si osserva la specifica lunghezza d'onda che ogni molecola emette. Hai presente i fuochi d'artificio? Chi li assembla sa che deve inserire una molecola diversa per ottenere il rosso, verde o blu oppure un altro colore. Allo stesso modo chi osserva sa che se vede il rosso c'era una data molecola. Siccome la luce può contenere sfumature molto specifiche di colore, si può calcolare con molta precisione il tipo di molecola che le genera.

PassPar2_

La risposta è semplice. L'universo (non inteso come universo osservabile ma totalità dell'esistente) è infinito sia nella dimensione sia nel tempo. Il che vuol dire due cose: c'è sempre stato e non ha confini spaziali ne futuri. Ne deriva un fatto impressionante: esistono infinite possibilità di combinazione degli atomi nello spazio e nel tempo, che si riproducono in altri universi non osservabili. Immagina, chissà dove, che c'è una serie (infinita) di universi dove il commento che sto scrivendo è stato scritto leggermente diverso, oppure è stato scritto uguale ma è cambiata la dimensione di un piccolo sasso sull'everest. Oppure è stato scritto 5 o 20 secondi dopo, oppure un dinosauro ha messo il piede in modo leggermente diverso 200 milioni di anni prima e ora le città potrebbero essere diverse. Immagina quante combinazioni possono esistere nel tempo, anche solo variando un singolo atomo in un solo universo e ricombinando ogni volta tutto il resto, comprese le ipotesi dove la terra non esiste, oppure è a 1 cm di distanza da dove è adesso. Questo è solo una piccola parte del concetto spaesante e inconcepibile di infinito.

Android

Recensione OPPO AX7: ottima batteria ed un hardware sufficiente

HDMotori.it

Hyundai Kona Electric: prova consumi, autonomia reale e costi ricarica | Video

Microsoft

Microsoft Surface Studio 2 è il top per la creatività: la nostra prova

Hardware

Recensione Asus ZenBook Pro 14 UX480, unico nel suo genere