USA vs Huawei: accuse di frode finanziaria, cospirazione e riciclaggio | STATEMENT

29 Gennaio 2019 236

È la notizia del giorno, campeggia su tutte le prime pagine dei notiziari internazionali, siti web, giornali e portali tecnologici. Lo scontro tra USA e Huawei è arrivato al culmine nelle scorse ore e da New York arriva la stoccata nei contronti del gigante delle telecominicazioni cinese. Una lotta che dura da alcuni mesi e che ha visto diverse fasi ma che adesso assume toni ancora più seri e potenzialmente nefasti per Huawei.

PUNTATE PRECEDENTI
FRODE, SPIONAGGIO, COSPIRAZIONE: LE ACCUSE

Sono ben 13 i capi d'accusa aperti nelle scorse ore dal tribunale federale di Brooklyn a New York. Nel mirino degli USA c'è il colosso Huawei Technologies Co. Ltd. (Huawei), il più grande produttore mondiale di apparecchiature per le telecomunicazioni, con sede nella Repubblica Popolare Cinese (RPC) e attività in tutto il mondo. Presenti anche due affiliate Huawei - Huawei Device USA Inc. (Huawei USA) e Skycom Tech Co. Ltd. (Skycom) - così come la Chief Financial Officer (CFO) di Huawei Wanzhou Meng (Meng).

Gli imputati Huawei e Skycom sono accusati di frode bancaria e cospirazione, violazioni dell'International Emergency Economic Powers Act (IEEPA), cospirazione per violare dell'IEEPA e riciclaggio di denaro sporco. Huawei e Huawei USA sono accusati di ostacolo alla giustizia in relazione all'indagine del Gran Giurì nel Distretto Orientale di New York. Meng (arrestata in Canada lo scorso dicembre) è accusata di frode bancaria, truffa informatica e cospirazioni per frodi bancarie e telegrafiche.

Ad annunciare le accuse attraverso una vera e propria conferenza stampa sono stati il procuratore generale in carica Matthew G. Whitaker, il segretario Kirstjen Nielsen del Dipartimento della Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti, il segretario Wilbur Ross del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti, il procuratore Richard P. Donoghue per il distretto orientale di New York, il direttore dell'FBI Christopher A. Wray, il vice procuratore generale Brian A. Benczkowski della Divisione Penale del Dipartimento di Giustizia e il vice procuratore generale John C. Demers della Divisione della Sicurezza Nazionale.

"Oggi annunciamo le accuse penali contro il gigante delle telecomunicazioni Huawei e i suoi associati per quasi due dozzine di presunti crimini", ha detto il procuratore generale facente funzione Whitaker. "Come ho detto ai funzionari cinesi in agosto, la Cina deve ritenere i suoi cittadini e le aziende cinesi responsabili del rispetto della legge. Vorrei ringraziare i molti investigatori penali di diverse agenzie federali che hanno contribuito a questa indagine e gli avvocati del Dipartimento di Giustizia che stanno portando avanti gli sforzi dell'accusa. Ci aiutano a sostenere lo stato di diritto con integrità".
"Come scritto nell'accusa, Huawei e il suo Chief Financial Officer hanno violato la legge statunitense e si sono impegnati in uno schema finanziario fraudolento che è dannoso per la sicurezza degli Stati Uniti", ha detto il Segretario Nielsen. "Hanno deliberatamente condotto transazioni per milioni di dollari in diretta violazione dei regolamenti iraniani sulle transazioni e tale comportamento non sarà tollerato...
"Per anni, le aziende cinesi hanno infranto le nostre leggi sulle esportazioni, spesso utilizzando i sistemi finanziari degli Stati Uniti per facilitare le loro attività illegali", ha detto il segretario Ross. Tutto questo finirà". La Trump Administration continua ad essere più severa nei confronti di coloro che violano le nostre leggi sul controllo delle esportazioni rispetto a qualsiasi altra amministrazione nella storia....
"Huawei e le sue controllate, con il coinvolgimento diretto e personale dei loro dirigenti, si sono impegnati in gravi comportamenti fraudolenti, tra cui la cospirazione, la frode bancaria, le violazioni delle sanzioni, il riciclaggio di denaro sporco e l'ostruzione orchestrata della giustizia", ha dichiarato il Procuratore Donoghue. "Per oltre un decennio, Huawei ha impiegato una strategia di menzogne e inganni per condurre e far crescere la propria attività. Questo ufficio continuerà a ritenere responsabili le aziende e i loro dirigenti, sia qui sia all'estero, che commettono frodi contro le istituzioni finanziarie statunitensi e le loro controparti internazionali e violano le leggi statunitensi volte a mantenere la nostra sicurezza nazionale".
"Queste accuse mettono a nudo il presunto palese disprezzo di Huawei per le leggi del nostro paese e le normali pratiche commerciali globali", ha detto il direttore dell'FBI Wray. "Aziende come Huawei rappresentano una duplice minaccia sia per la nostra sicurezza economica sia per quella nazionale, e l'entità di queste accuse rende chiaro quanto seriamente l'FBI prenda questa minaccia...
USA vs HUAWEI vs SKYCOM

Il comunicato americano continua ampliando il contesto e mettendo in primo piano la divisione Iraniana di Huawei.

Le accuse si riferiscono ad un piano a lungo termine di Huawei, del suo CFO e di altri dipendenti per ingannare numerose istituzioni finanziarie globali e il governo degli Stati Uniti riguardo le attività commerciali di Huawei in Iran. Come asserito nell'accusa, a partire dal 2007, i dipendenti Huawei hanno mentito sui rapporti di Huawei con una società in Iran chiamata Skycom, affermando falsamente di non essere un'affiliata di Huawei. La società ha inoltre sostenuto che Huawei aveva svolto solo operazioni limitate in Iran e che Huawei non ha violato le leggi o altri regolamenti statunitensi o altre leggi o regolamenti relativi all'Iran.

L'aspetto più significativo, dopo le notizie pubblicate alla fine del 2012 e del 2013 che rivelarono come Huawei gestisse Skycom come affiliata non ufficiale in Iran e che Meng aveva fatto parte del consiglio di amministrazione di Skycom, i dipendenti Huawei, e in particolare Meng, hanno continuato a mentire ai partner bancari di Huawei sui rapporti di Huawei con Skycom. Esse hanno falsamente sostenuto che Huawei aveva venduto la sua partecipazione in Skycom a terzi non collegati nel 2007 e che Skycom era soltanto il partner commerciale locale di Huawei in Iran.

In realtà, Skycom era l'affiliata iraniana di lunga data di Huawei e Huawei ha orchestrato la vendita del 2007 per farla apparire come una transazione tra due parti indipendenti, mentre in realtà Huawei controllava effettivamente la società che aveva acquistato Skycom. Nell'ambito di questo schema di frode, Meng avrebbe personalmente fatto una presentazione nell'agosto 2013 ad un dirigente di uno dei principali partner bancari di Huawei, in cui ha ripetutamente mentito sulla relazione tra Huawei e Skycom. Secondo l'atto d'accusa, Huawei ha fatto affidamento sulle sue relazioni bancarie globali per i servizi bancari come l'elaborazione di transazioni in dollari statunitensi attraverso gli Stati Uniti. Le leggi e i regolamenti statunitensi in genere proibivano transazioni verso l'Iran attraverso gli Stati Uniti.

Basandosi sulle ripetute false dichiarazioni di Huawei, queste banche hanno continuato i loro rapporti con Huawei. Una banca ha liquidato più di 100 milioni di dollari di transazioni relative a Skycom attraverso gli Stati Uniti tra il 2010 e il 2014. A sostegno di questo schema per frodare, e come ipotizzato nell'atto di accusa, Huawei e i suoi mandanti hanno ripetutamente mentito alle autorità governative statunitensi sull'attività di Huawei in Iran, sia nelle dichiarazioni al governo degli Stati Uniti, sia nelle risposte alle indagini governative. Ad esempio, Huawei ha fornito informazioni false al Congresso degli Stati Uniti.

Allo stesso modo, come indicato nell'accusa, nel 2007 - mesi prima che Huawei orchestrasse la presunta vendita di Skycom ad un'altra entità controllata da Huawei - il fondatore di Huawei ha dichiarato il falso agli agenti dell'FBI, dicendo che Huawei non aveva alcun rapporto diretto con società iraniane e che Huawei operava in conformità con tutte le leggi statunitensi sulle esportazioni. Dopo che uno dei principali partner bancari mondiali di Huawei ha deciso di uscire dal rapporto con il gigante delle telecomunicazioni nel 2017 a causa del profilo di rischio di Huawei, la multinazionale di Shenzhen avrebbe fatto ulteriori dichiarazioni false a molti dei suoi restanti partner bancari nel tentativo di mantenere ed espandere tali relazioni.

Huawei e i suoi mandanti avrebbero ripetutamente e falsamente sostenuto che Huawei aveva deciso di porre fine alla sua relazione bancaria con l'istituto finanziario, mentre in realtà era l'istituto finanziario che aveva deciso di porre fine alla relazione bancaria. Attraverso queste false dichiarazioni, Huawei ha potuto continuare i suoi rapporti bancari con le altre banche.

Nel 2017, quando Huawei e la sua controllata Huawei USA avrebbero cercato di ostacolare le indagini del governo. Nel dicembre 2018, le autorità canadesi hanno arrestato Meng a Vancouver a seguito di un mandato di arresto provvisorio emesso ai sensi della legge canadese. Adesso il governo degli Stati Uniti sta chiedendo l'estradizione di Meng negli Stati Uniti.

Va comunque sottolineato che tutte le accuse contenute nell'atto e nella documentazione pubblicata, sono semplici accuse e gli imputati sono presunti innocenti fino a prova contraria al di là di ogni ragionevole dubbio in tribunale.

HUAWEI RESPINGE LE ACCUSE: STATEMENT

“Huawei è delusa nell'apprendere le accuse mosse contro l'azienda oggi. Dopo l'arresto della signora Meng, l’azienda ha cercato l'opportunità di discutere con il Dipartimento di Giustizia l'indagine promossa dal distretto orientale di New York, ma la richiesta è stata respinta senza spiegazione. Le asserzioni contenute nell’indagine su segreti commerciali promossa dal distretto occidentale di Washington sono già state oggetto di una causa civile, risolta dalle parti dopo che una giuria di Seattle non ha riscontrato alcun danno né condotta volontaria e maliziosa riguardo all’accusa di appropriazione di segreti commerciali . La Società nega che essa stessa o la sua controllata o affiliata abbiano commesso alcuna delle supposte violazioni della legge statunitense riportate in ciascuna delle accuse, non è a conoscenza di alcuna violazione da parte della signora Meng, e ritiene che i tribunali statunitensi alla fine giungeranno alla stessa conclusione .”

Tra i più desiderati del 2018, superato solo da Mate 20 Pro? Huawei P20 Pro, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 399 euro oppure da Amazon a 497 euro.

236

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
franky29

Tu non preferisci, tu vieni spiato e basta, da chiunque sia....

CAIO MARIOZ

Io farei a metà (anche la ricerca militare è stata molto importante per lo sviluppo)

Horatio

Concordo, spagnoli e francesi sono ridicoli, ma non per questo ci dobbiamo far stuprare la lingua dagli Yankees.

Horatio

Anch'io parlo molto bene l'Inglese, ho anche vissuto in UK, quando vedo ste persone usare parole inglesi alla caxxo e poi non sanno neanche ordinare un café mi viene sempre un po' da ridere e un po' da piangere.

Horatio

"Quasi due dozzine di presunti crimini". Fa già ridere così.

Aster

Avete dimenticato di scrivere la cos più importante !Le accuse per aver spiato e rubato il progetto del robot tappy di t-mobile!

kkk66

ahahahah l'ho vista ora.. é ridicolo che ti abbiano dato dei like per quella foto XD, é una cena ufficiale di Obama con i rappresentanti delle più grandi aziende americane.. cosa vedi di strano? Magari lo facessimo di più anche noi:)

PassPar2_

Si pensaci tu a dargli una lezione di onestà intellettuale

takaya todoroki

Trump ha stabilito che tutti i gingilli dovranno essere costruiti in USA, quindi non cambierebbe nulla per Foxconn, solo i tempi.

billkilluscoTrmp2020

Può essere che la china arresti qualche dipendente apple di alto livello per accuse simile che hanno fatto gli ammerigani!! E sarà china vs usa e usa vs china!!

TLC 2.0

a me onestamente non me ne f0tte niente ne della Cina ne degli USA, di Ciuffolo e di Mao 2.0..odi0 gli ipocriti, quali che sono sempre stati gli ammeregani

Wukepi

Che poi anche a me la roba Uauei ha sempre fatto un po' schifo, ma da qui ad accusarli per associazione a delinquere finalizzata alla truffa e al riciclaggio, ce ne passa...

makeka94

Gli U.S.A sfruttano queste cause anche per sputtanare la reputazione della gente/aziende, tra 5 anni magari risulterà innocente, nel frattempo non avrà potuto partecipare a bandi, i cittadini avranno preferito altre soluzioni etc.

momentarybliss

Tanto al governo USA cosa frega, le spese legali le pagano i cittadini

Ansem The Seeker Of Darkness

Mettila così: se dovessi finire sotto processo è comunque meglio in america che in cina.

delpinsky
Spottaman

Huawei ha armi chimiche

Cave Johnson

L'italia si trova con due piedi in una scarpa, una posizione decisamente scomoda.

kkk66

É appena uscito sul New York Times (inglese) un articolo che spiega meglio la situazione e le accuse avanzate.. é molto divertente soprattutto la parte dove spiega come hanno cercato di rubare il robot per testare i cellulari XD

Bastian

È bastato un calo delle vendite di iPhone per causare 50mila licenziamenti in Foxconn ... Blocca Apple e Focxconn resta deserta. I cinesi sanno cosa non devono fare

eric

...io in campo fotografico sento, purtroppo spesso, "stretchalo" :(

Cave Johnson

Hai centrato il punto, è esattamente così.

eric

.....voglio un articolo più "petaloso" quando Nick "esce" un nuovo articolo..... ;))

Apocalysse

Apposto ...

Fabriziano

Fa sorridere sta cosa.....un governo che accusa una società...... come se la Cina o la Russia attaccassero la Apple o la Ford.... I governi dovrebbero tenere le distanze da cose del genere...
Ci lamentiamo tanto per le infrastrutture di Huawei ma alla fine salviamo le nostre info su server Google, quindi Stati uniti, utilizziamo Android, Stati uniti pure lui....... e le tanto chiacchierate infrastrutture che abbiamo e che avremo porteranno direttamente anche quelle a loro.... chi non ricorda Echelon? Comunicazioni globali intercettate....."butta la pasta che mo arrivo".... hahaha
... loro vogliono avere le mani in pasta ovunque...

comatrix

;a è giusto se è possibile tradurre sin laddove ci sia coerenza, non è sbagliato, anche in Spagna lo chiamano Raton.
Il punto è focalizzato sulla coerenza della lingua che cambia da paese a paese, non puoi fare di tutta un'erba un fascio, le lingue no sono tutte uguali, te lo dico perché ne parlo diverse di lingue, ergo con cognizione di causa

Sperelli

è corretto anche che chiamino i mouse "souris"? Noi allora dovremmo chiamarli rispettivamente 'topo' e 'computatore', che tra l'altro sarebbe lo specchio del verbo latino computo (cum+putare) dal quale deriva la parola computer.
Quindi, eventualmente, saremmo noi nel giusto e non i francesi, ma in ogni caso mi sembrerebbe eccessivo, così come chiamare 'telefono intelligente' lo smartphone e via dicendo.

comatrix

Ahahaha hanno raggiunto un nuovo livello ahahahahah

comatrix

E allora a sto punto non è una questione di violazione ma guerra politica e commerciale, che non c'entra nulla con ciò gli stessi USA accusano...

comatrix

Se permetti "Ordinateur" è corretto nella loro lingua, piuttosto per esempio "hamburger" sarebbe errato.
In italiano sarebbe computatore, poiché computa (da cui il termine computer)

stefano passa

giusto... solo gli americani ci possono spiare....

Sperelli

Ieri ho sentito "te lo forwardo".
Ma per quale motivo non dicono "inoltrare"?

Massimo

una domanda ma perche il governo cinese dovrebbe lasciar i dati dei propri cittadini al governo americano? che e risaputo che spiano attraverso google microsoft etc?
poi se usi VPN mica ti mandano in prigione sei liberissimo di usarli

Massimo

tanto vero o falso che sia gli USA non pagheranno mai nulla

Sperelli

È un imbastardimento cui bisogna opporsi con tutte le forze, senza arrivare agli eccessi francesi de "l'ordinateur" et cetera, per carità. Se esiste l'equivalente italiano si usa la parola italiana, non c'è bisogno di prendere a prestito da altri idiomi.

comatrix

Se fosse tutto vero, devono pagare e salato...
Se fosse invece falso sono gli USA che devono pagare e salato

Marco

A me f0tte niente di Huawei e non ho mai sostenuto che la Cina sia bella, onesta, trasparente, democratica e non abbia mire espansionistiche. Derido solo chi pensa queste cose degli USA.

Ansem The Seeker Of Darkness

Le aziende americane sono quotate in borsa. Non dico che non siano influenzate dal governo, ma sicuramente meno di quanto il governo cinese possa influenzare un'azienda non quotata in borsa.

comatrix

Concordo, è un modo di far percepire alla gente che:

- hey ho studiato e sono uno che ne sa

Se capisci cosa voglio dire...
Allora io sono Einstein, perché parlo 4 lingue (più 3 ma robetta)

Sperelli

Credo che condire la prosa con parole inglesi possa esercitare un ascendente solo nei confronti di persone con un livello culturale medio-basso che nell'inglese vedono tutto ciò che è INTERNESCIONAL, partendo dall'assunto che tutto ciò che è italiano sia di categoria inferiore.

PassPar2_

Bravo, probabilmente sei finito nella lista bianca di Huawei, per la tua fedeltà. A me invece sicuramente hanno già installato malware nei dispositivi. Esclusi che la Cina possa mettere in atto un progetto grandioso come usare l'IA per spiare tutto il mondo? Ma hai mai parlato con un cinese? La loro grandiosità è superata solo dalla loro incapacità di fare umorismo.

GiOvYSish

eh si la grande democrazia cinese che per esprimere un pensiero devi usare le vpn che sono illegali ,ma smettetela gli Usa possono avere tutti i difetti del mondo ma la China con il suo controllo fa paura

comatrix

E dai basta Nick, ma insomma un pochetto di protezione verso la lingua italiana...
Cavoli sono andato in un'agenzia di viaggi:

- location
- food
- site

Ad un certo punto glielo fatto notare e la persona è diventata tutta tossa in faccia, ed io parlo inglese abbastanza bene, ma non è questo il punto..., tu dirigi il primo blog di tecnologia in Italia, lo sai che hai degli obblighi anche verso l'italiano vero?
È una critica costruttiva senza vessare

comatrix

Poi vedi certe recensioni con:

- swappare
- zoomare
- switchare

E chi ne ha più ne metta...
Maddio santo...

ErCipolla

Vero, però è anche da ricordare come gli USA sono quelli che spiano tutti fuori da ogni giurisdizione (ricordiamo che il caso Snowden è scoppiato oltre 5 anni fa e nessuno ha fatto nulla). Quindi come dire... predicano bene e razzolano male: quando si tratta di spiare gli altri tutto bene, quando gli altri spiano loro tutto ad un tratto diventano i paladini della "privacy" e della democrazia... per carità, hanno ragione a perseguire se c'è reato, ma da osservatore esterno una bella risata da "chi la fa l'aspetti" non posso che farmela...

TLC 2.0

Eh certo, dopo 50 e passa anni che te ne fai, visto che sarà tutto ormai prescritto? E finirà a tarallucci e vino come sempre quando ci sono soldi e politica di mezzo

comatrix

Sai da quanto glielo dico a tutto lo staff...
Ed il bello che ignorano il tutto nonostante siano il primo blog di tecnologia in Italia e che quindi ne sono coinvolti che lo vogliano o no a cercare di avere un linguaggio italiano sin laddove possa essere coerente, ma nulla da fare loro continuano perché fa figo vero iNicc0lo

masnia
TLC 2.0
Markk

Ripeto: Soros attacca la Cina e i suoi zerbini ubbidiscono. https://quifinanza.it/finanza/attacco-di-soros-alla-cina-e-il-nemico-piu-pericoloso-della-societa-aperta/252088/

Samsung

Samsung Galaxy Fold: il software convince, la "piega" è da provare!

Oppo

24h con Oppo Reno: pop-up camera e tanto carattere | Video

Huawei

Huawei P30 Lite ufficiale in Italia: 48MP e Freebuds lite in regalo | VIDEO

Amazon

Il segreto di Amazon, il rischio per il futuro e il "Mastrotismo" dilagante | Editoriale