Metroid Prime 4: i retroscena sulle cause della cancellazione

28 Gennaio 2019 27

Pochi giorni fa Nintendo ha reso noto di aver fatto ripartire da zero i lavori su Metroid Prime 4 a causa dello scarso livello qualitativo raggiunto dal team incaricato. A occuparsi dei lavori saranno anche i Retro Studios, inizialmente non coinvolti da Nintendo nella realizzazione del quarto capitolo, e ora protagonisti in prima linea del reboot.

Nintendo non ha specificato nel dettaglio quali fossero le motivazioni che hanno portato il team di sviluppo a ottenere risultati deludenti, tuttavia qualche informazione è emersa in seguito ad alcuni tweet pubblicati da Imran Khan, Senior Editor di Game Informer. Secondo quanto rivelato da Khan, pare che ad aver causato il disastro sia stato il nuovo approccio adottato da Nintendo, che ha inizialmente pensato di costruire il gioco affidando lo sviluppo a tanti team sparsi per il mondo, ognuno con un incarico diverso.

Come si può leggere dai tweet, mentre alcuni team non riscontravano alcun problema - e il tutto sembrava filare liscio come l'olio - per altri si è trattato di un disastro assoluto, motivo per cui la qualità generale del gioco era molto altalenante e insoddisfacente. Khan fa notare che la pratica di affidare lo sviluppo a tanti team separati tra loro - anche a livello geografico - non è assolutamente strana per l'industria. Ubisoft, ad esempio, la adotta per ogni sua produzione, anche quelle più importanti.

Tuttavia pare che Nintendo non abbia la stessa esperienza di Ubisoft nella gestione di questo genere di meccanica lavorativa, motivo per cui sempre più persone hanno pensato che lo sviluppo dovesse proseguire sotto un unico team. Pare che i Retro Studios abbiano colto la palla al balzo e, al fine di tornare nuovamente sulla IP, abbiano assemblato una demo piaciuta molto a Nintendo, arrivando alle conclusioni che tutti conosciamo.

Infine, secondo Khan, Nintendo avrebbe dovuto annunciare a dicembre il porting della Metroid Prime Trilogy per Switch (non in occasione dei The Game Awards), ma ciò non è accaduto. Ovviamente ci aspettiamo che questa conversione avvenga, visto che al momento non c'è altro modo per giocare i primi 3 capitoli su Switch, quindi è probabile che Nintendo ufficializzi qualcosa nei prossimi mesi.


27

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Desmond Hume

Presa scart sul 4k anche no, viene na schifezza. Uso il formato originale per il quale è stato pensato grazie.

Bogdan Batura

È un bastardissimi dilemma questo, sai?, Sono sempre più convinto che dovrei usare la mia vecchia Trinitron21 dal garage, anzi che la bravia720p32, ma onestamente finire i giochi di Resident evil mai visti, è, una soddisfazione!

Desmond Hume

Spero che tu l'abbia collegata ad un tubo catodico.

ale

Non so nemmeno io, si vede che Nintendo è troppo impegnata a fare causa a chi fa mod e remake dei suoi vecchi giochi, piuttosto che mettersi a fare anche lei dei giochi in quello stile ma fatti molto bene che venderebbero un casino.

Modho

Quoto. Nemmeno io capisco perché, in un periodo come questo pieno zeppo di reboot, remake, seguiti e co l'idea di un metroid vecchio stile non ci sia ancora.

ale

Quanto li adoro i metroid originali, per fortuna c'è tutta una comunità dietro enorme che porta ancora avanti lo sviluppo con infinite mod e simili che praticamente sono di per se dei giochi completamente diversi.

Io mi chiedo perché Nintendo non sfrutta questo, potrebbero fare un successo enorme continuando lo sviluppo della serie come era originariamente, in 2D e non questi nuovi giochi 3D che stravolgono completamente quello che era originariamente.

Bogdan Batura
J.H. Bolivar Pacheco

Personalmente li ho trovati bellissimi, tutti e tre i capitoli.

ziocanaja

credici

Giuseppe Di Bella

Perché non darlo sin da subito ai Retrostudios mi chiedo.

Frankbel

Se lì gioki su TV accaddì forse non sapessi aspetto!

Giuseppe Troncia

Piango se ci penso

Giuseppe Troncia

Sono finiti i tempi della grande N

Giuseppe Troncia

Hai detto bene

Bogdan Batura

Raga ciò i primi tre sulla Wii ,dovrei finirli ? O non e vale la pena !

Lucagildo

Esperienza di Ubisoft? Ecco perché fanno schifo e sono ottimizzati con il cul0! Altro che esperienza

Giulk since 71'

Dipende da quanto gente e quanti gruppi partecipano al progetto, diventa molto più complicato lavorare in quel modo

Frankbel

Mi trovo certamente più d'accordo con quanto hai scritto nell'ultimo post. Nei giochi che contano Nintendo ha sempre confermato il team migliore, e il team ci mette anni a confezionare il nuovo eccellente capitolo.
Altre softco invece alternano team diversi pur di avere una cadenza annuale, e questo spesso sacrifica la qualità complessiva.

Gabriele Di Bari

Sicuramente qualcosa non ha funzionato (anche veroc he Ubi tende a fregarsene se una ciambella non ha il buco, mentre nintendo no)

Pip

Si, ma quelli però sono eccezioni e/o giochi di secondaria importanza.
Le sue serie principali le ha sempre trattate con il massimo riguardo, cosa che ormai non fa nessuno.
Assassin's creed, gears of war, call of duty, battlefield, perfino halo sono diventate ormai delle serie mediocri, alcune delle vere e proprie barzellette.
Certo, prendiamo super mario ad esempio: è pieno di spin off e capitoli di poco conto che fanno proprio cagar3, ma tutti i capitoli principali, da 30 anni a questa parte sono dei capolavori che hanno fatto la storia del videogioco: super mario bros, il rivoluzionario Mario 64, Sunshine, galaxy 1 e 2, 3d world, odyssey.
Stessa identica cosa per zelda: ci sono stati dei capitoli molto sotto tono, ma quelli principali hanno tutti mantenuto dei livelli di qualità straordinari.
Stessa cosa per molte esclusive non direttamente prodotte da Nintendo, come ad esempio xenoblade o bayonetta.

Capisco che nel mercato attuale, fare il diciassettesimo capitolo uguale di call of duty o assassin's creed dove cambia solo la grafica porta carrellate di soldi, ma non per questo significa che sia una strada da seguire.

Frankbel

Quello che per te è un gioco mediocre, per altri è l'optimum. Conosco gente che non vede l'ora che esca l'ennesimo capitolo di Crap Dance, oppure Fifarella 20XX, ovvero Campo dei Fiori VII.
I grandi publisher producono giochi che hanno target ben definiti.
Nintendo ha anche un suo target, molto ampio ed esigente. Ma Nintendo non è perfetta: spesso fa cash sui suoi adficionados, proponendo improbabili porting e riedizioni che poco o nulla aggiungono alla precedente edizione. O cagate colossali stile Metroid Federation Force, oppure 1, 2 switch, oppure, come qualcuno ha nominato sopra, Metroid other M.

Frankbel

Se il lavoro viene organizzato bene, lavorare con un team sparso per il globo non è un problema. Il problema risiede comunque nelle capacità dei singoli.

toghy

peccato che del team Retro originale rimanga ben poco...speriamo dai.

Giulk since 71'

"il nuovo approccio adottato da Nintendo, che ha inizialmente pensato di costruire il gioco affidando lo sviluppo a tanti team sparsi per il mondo, ognuno con un incarico diverso."

Se la sono cercata dai....

Pip

Nintendo non è seconda a nessuno quando si parla di qualità e bellezza dei giochi, e sappiamo tutti che spesso fa uscire seguiti diversi anni dopo.
Però quei seguiti sono sempre dei capolavori, quindi meglio così piuttosto che riempirci di giochi mediocri.
Dovrebbe essere un atteggiamento comune a tutte le case di produzione: meglio pochi prodotti ma tutti stupendi e indimenticabili piuttosto che tonnellate di giochi mediocri che dimentichi una settimana dopo averli finiti

Modho

Meglio così. C'è bisogno di riprendere in mano il franchise e dargli la dignità che Other M ha quasi compromesso, e quelli di Retro, che hanno fatto un buon lavoro con la trilogia, vanno benissimo per lo scopo.

acitre

Quanti ricordi su metroid prime dei retro studios su gamecube… :'(

Provato Nintendo Switch Oled: uno schermo che fa la differenza? | Video

FIFA 22 vs eFootball (ex PES): scontro tra diverse filosofie

The Witcher: Monster Slayer arriva su Android e iOS: lo abbiamo provato

WRC 10 arriva a settembre: tutte le novità e una breve anteprima