Netflix finanzierà il nuovo film di Ron Howard

26 Gennaio 2019 19

Proseguendo nell'obbiettivo di portare in famiglia i più grandi nomi della regia cinematografica, Netflix ha preso in mano l'adattamento del memoriale bestseller di JD Vance, Hillbilly Elegy, che vedrà impegnato nientemeno che Ron Howard nella direzione. A riportarlo è la testata Deadline, da sempre molto vicina alle novità di Hollywood.

A quanto pare, Netflix sarebbe riuscita a superare le proposte di altri finanziatori, mettendo sul piatto ben 45 milioni di dollari per dare vita al progetto. Si vocifera che l'offerta abbia raddoppiato quella del finanziatore più accanito.

Ora i lavori prenderanno il via, con le riprese previste per cominciare entro la fine dell'anno, tuttavia al momento non c'è nessuna notizia in merito al cast selezionato. Hillbilly Elegy descrive l'infanzia di Vance, da quando con la sua famiglia si trasferisce dal Kentucky all'Ohio, affrontando in seguito problemi di tossicodipendenza, sociali ed economici. Vance è poi riuscito a uscire dai problemi di droga, laureandosi e diventando successivamente un collaboratore di successo per la CNN.

E' ancora presto per dirlo, tuttavia è possibile tuttavia che una volta pronto, il film venga distribuito nelle sale cinematografiche prima del suo inserimento nel catalogo streaming, una strategia che Netflix ha utilizzato più frequentemente negli ultimi tempi.

Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Clicksmart a 549 euro oppure da ePrice a 632 euro.

19

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Gabriele Di Bari

emn, no.

Stefano Passeri

A me Solo ha galvanizzato parecchio.

Astroturfer_pro

ovviamente :)

Fabio Emme

Ma infatti sinceramente ho trovato poco riusciti solo i tre film sui romanzi di Dan Brown (Codice da vinci, Angeli e demoni, Inferno)... per il resto rimane un regista che solitamente sforna almeno BUONI film... a volte ottimi tipo FRost vs Nixon o Rush, comunque sia uno che il suo mestiere lo sa fare

P.s. SOLO secondo me è un buon film, anzi dopo ROGUE ONE il migliore dell'universo di star wars degli ultimi anni

chuck

"Ron Howard sei un genio!"

*These Happy Days are yours and mine (oh Happy Days)
These Happy Days are yours and mine, Happy Days.*

Paolo C.

Comprati degli occhiali nuovi.

Stefano Passeri

Esagerato.
Togliendo i documentari, Rush è spettacolare, Moby Dick anche...magari ha un po cannato Solo, ma comunque siamo sempre su film che la maggior parte dei registi si sogna.

massimo mondelli

Una malattia altamente contagiosa!

Orlando Leombruni
Astroturfer_pro

Gli ultimi film fatti da Ron Howard erano dei m e r d o ni da paura.
Giustamente a fine carriera arriva Netflix e pensa pure di fare l'affare.
hahahahhha

Bastian Contrario

Diciamo che non azzecca un film da "soli" 5 anni, quindi c'è spazio per una ripresa.

Top Cat

La figlia però no.

supermariolino87

No no loro scrivono proprio così!

Andrej Peribar

Refuso

E' ancora presto per dirlo, tuttavia è possibile tuttavia che una volta pronto
Cristiano Cambarau

Ehm... Be', c'è un soggetto... è su un killer robot istruttore di guida che viaggia indietro nel tempo per qualche ragione.
Produttore: Sto ascoltando.
Ron Howard: Ok-ok. Questo robot deve prendere una decisione drammatica: fare vivere il suo miglior amico oppure... farlo morire! [il produttore è annoiato] ...il suo migliore amico è una crostata parlante!
Produttore: Che idea! Ron Howard, sei grande!

OlioDiCozza

più che altro dovrebbe radersi la testa invece di tenere quei 4 peli ai lati

Cristal

A parte l invecchiamento ha avuto una carriera in salita!

Diego Guidi

si chiama diventare anziani

Nathan994

Che brutto tracollo che ha avuto

Bonus TV 2019: guida agli incentivi per passare al DVB-T2

Recensione Huawei Freebuds 3: ho sostituito le Airpods dopo 2 anni

DJI Mavic Mini ufficiale: pesa solo 249 grammi, prezzi da 399 euro

Recensione PowerBeats Pro: gli Apple AirPods per gli sportivi