Google, parte un nuovo mega progetto fotovoltaico negli USA

17 Gennaio 2019 90

Google fa le cose sempre più in grande nell'ambito dell'energia proveniente da fonti rinnovabili: poche ore fa ha annunciato l'inizio dei lavori per nuove centrali fotovoltaiche, che serviranno ad alimentare due nuovi data center, uno nello stato dell'Alabama e uno nel Tennessee. Combinate, le centrali genereranno fino a 413 megawatt di energia elettrica, e includeranno ben 1,6 milioni di pannelli solari. Equivale più o meno a 65.000 impianti domestici.

Le due centrali principali avranno un output massimo di 150 megawatt ciascuna, e saranno naturalmente una per data center. Le altre centrali avranno capacità inferiori e saranno dislocate nei dintorni. Le centrali da 150 megawatt sono tra le più grosse mai costruite, e l'intero progetto è il più ambizioso portato avanti nel fotovoltaico finora da Google. In questo modo, i nuovi data center saranno in grado di operare per il 72 per cento a zero emissioni di anidride carbonica.


Google osserva che l'operazione non avrà "solo" benefici dal punto di vista dell'ecologia. La costruzione delle centrali darà lavoro a centinaia di persone, genererà profitti sotto forma di affitto della terra per i suoi proprietari, e garantirà milioni di dollari in attività economiche e gettito fiscale per tutta la comunità.


90

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
pollopopo

la parola benaltrismo va usata meglio se no in qualsiasi discussione uno potrebbe dare del benaltrista all'altro

questa affermazione "la soluzione di un problema in qualcos'altro e più importante, rispetto a quanto affermato dall'interlocutore o creduto comunemente" praticamente abbraccia qualunque genere di discussione quindi è una spiegazione idi@ta al neologismo "Benaltrismo" anche se usata da wikipedia.... non viene usata per una discussione come quella fatta da noi due visto che vogliamo la solita cosa praticamente nel solito modo solo con due tecnologie diverse, tu abbracci l'idea di usare quello che abbiamo subito anche se poco efficiente e posticipare il "mio" futuro che sarebbe l'ideale mentre io preferisco un "ideale" molto prima per cercare i massimi risultati il prima possible per evitare sprechi di risorse....

ti allego due esempi di benaltrismo presi da wikipedia

"il rapporto di causa ed effetto fra criminalità e disagio sociale (come la disoccupazione, il sottosviluppo). Se un soggetto conservatore propone l'uso della forza pubblica il soggetto socialitario dice che ci vuole "ben altro", vale a dire che bisogna prima risolvere il disagio sociale il che farà diminuire la criminalità di cui è causa e permetterà lo sviluppo; viceversa se il soggetto socialitario propone la risoluzione del disagio sociale, il soggetto conservatore dice che ci vuole "ben altro", cioè la repressione poliziesca perché è la criminalità a provocare sottosviluppo impedendo investimenti e occupazione."

"il rapporto di causa ed effetto fra evasione fiscale e deficit pubblico con le sue conseguenze (per es. disservizi pubblici). Il soggetto conservatore di fronte alla proposta di accrescere i controlli fiscali dice che ci vuole "ben altro", e cioè: spendere meglio i fondi pubblici, controllare gli adempimenti dei pubblici dipendenti, il che indurrà il contribuente a non evadere; viceversa il socialitario di fronte ai richiami all'efficienza risponde che ci vuole "ben altro", e cioè aumentare attraverso il controllo fiscale le entrate pubbliche il che permetterà di accrescere gli standard di efficienza della gestione pubblica."

in soldoni si usa quando due persone hanno un'idea praticamente contrapposto di come approcciare la solita cosa e si usa quindi normalmente solo in ambito politico...........guardati la treccani se vuoi.

OutOfUser

A essere onesto anch'io ho sempre usato diSboscamento :p

Tony Musone

Azz... Ma dai! Non si smette davvero mai d'imparare ;)

Tony Musone

Wikipedia: Benaltrismo è un neologismo italiano utilizzato nell'ambito delle scienze politiche. Sintetizza l'espressione "ci vuole ben altro", usata per indicare l'origine o la soluzione di un problema in qualcos'altro e più importante, rispetto a quanto affermato dall'interlocutore o creduto comunemente.

Ergo, indicare la (futura) fusione come soluzione poco inquinante nella produzione di energia, al posto delle (attuali) rinnovabili, si inserisce a pieno titolo nella più classica logica benaltrista. Fattene una ragione ;)

pollopopo

La fusione nucleare é tanto green quanto i pannelli (la parola nucleare non significa che si crei nella reazione della scoria nucleare), anzi lo é di più visto che non devi tappezzare decine di chilometri quadrati di pannelli solari, funziona sempre ecc...Eccc.......

Non é benaltrismo, il problema é il solito e la tecnologia vuole la solita cosa ecc.... Non ho detto che, invece di pensare ad i pannelli, si dovrebbe pensare alla fame nel mondo, quello è benaltrismo

Tony Musone

Indicare (oggi) la fusione nucleare come soluzione di tutti i mali e accusare le rinnovabili di essere uno sperpero di denari, si chiama benaltrismo. Passo e chiudo. Salùt

pollopopo

Non é 'benaltrismo'..... Non ho eluso ad altri problemi ma sono rimasto sempre su i soliti....

Non sono esempi 'scomodi', sono semplicemente esempi di poco valore, secondo il mio punto di vista nel panorama mondiale

correggere la mia frase ha ancora meno senso visto che non era da correggere...

I 15 miliardi da me menzionati sono per per ITER che è la ricerca nell'immediato e serve solo come banco di ricerca e non per DEMO che è il progetto per dimostrare che la centrale a fusione può veramente essere produttiva e non solo una supercazz@la.

Non esistono i miracoli tranquillo... Solo soldi e buona volontà

Tony Musone
Non ho scritto male la frase visto che era generica

E allora nemmeno io ho scritto male nel riportare quei due esempi a te poco graditi.
(Specificare il presente e il futuro era una Nota Del Redattore, cioè mia)

Riguardo al resto del commento non si capisce nulla, se non che si fonda sul solito benaltrismo!!!

Una tra le più grandi centrali a fusione nucleare è in costruzione in Francia e finanziata anche dalla Cina, i primi esperimenti dovrebbero partire nel 2035/'40 (ed essere operativa nel 2050) e solo in quella sono stati investiti circa 25 miliardi di dollari (di cui la metà a carico della UE) ma alla fine potrebbe arrivare a costare più del doppio.
https://www.nextbigfuture.com/2018/10/nextbigfuture-said-iter-would-cost-45-billion-more-and-doe-agrees.html

Il "modus operandi" che tanto ti rode non è dovuto ad un gombloddo ma da una evidenza: in attesa che si compi il miracolo, il fotovoltaico, l'energia eolica, la biomassa, la cogenerazione e l'efficienza energetica etc. sono strumenti già attualmente efficaci (ed economici) per ridurre l'inquinamento e l'emissione di gas serra.

p.s.
LA "macchina la ricarichi di notte con facilità" LE macchine no ;)

p.p.s.
I punti esclamativi sono solo emulativi.

pollopopo

Non ho scritto male la frase visto che era generica, non sono stato a specificare il presente e il futuro delle intenzioni degli stati ma semplicemente ho scritto in maniera blandissima, i motivi di tali scelte nel presente passato e futuro....

La macchina la ricarichi di notte con facilità

Non sono contro il rinnovabile!!!

Sono contro lo scarso sviluppo tecnologico e la fretta commerciale di investire enormi cifre su piccoli miglioramenti......

Diversi stati fra i big 10 hanno investito in totale 15 miliardi nel reattore a fusione che sarebbe una scoperta rivoluzionaria.... La sola cina ne investe 360 per tappezzare di pannelli solari e pale centinaia e centinaia di chilometri quadrati di terreno non per forza desertico.......

Questo modus operandi mi rode perché ci vedo solo tanta politica e poco interessamento 'vero' verso l'ambiente ecc....

Tony Musone
Due esempi errati

Se c'è qualcosa di sbagliato è come hai formulato la frase perchè allora avresti dovuto scrivere: "ad esclusione di Norvegia (nel presente ndr) ed Emirati Arabi (nel futuro ndr), le nazioni che hanno materie prime fossili usano quelle"

Ricorda che il solare va controtendenza con il futuro (grossi picchi nel notturno per ricaricare i veicoli)

Non dimenticare che siamo di fronte alla 4ª rivoluzione industriale. Dove ci sono (e ci saranno sempre di più) contatori intelligenti e V2G, che contribuiranno a rendere ancora più efficiente il sistema elettrico. Ci aspetta un futuro in cui ricaricare le auto elettriche durante le ore (diurne) di picco della produzione di energia solare e/o di energia eolica (notturna) ci costerà meno che in altri momenti.

Comunque quello che conta è che tutto il mondo, chi più velocemente chi meno, si sta dirigendo verso la decarbonizzazione

le tecnologie attuali non sono idonee....

Investire in ricerca male non fa ma se "oggi" costa meno un MW proveniente da fonti rinnovabili rispetto a qualsiasi altra fonte, non solo vuol dire che le tecnologie sono idonee * ma che si è anche fatta ricerca. Il problema è più che altro politico-economico.

*
https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1364032118303307

https://uploads.disquscdn.c...

pollopopo

Tranne che il sole di notte non c'é e per essere usato richiede decine di chilometri quadrati per produrre annualmente come una piccola centrale convenzionale, inoltre i costi esorbitanti sono solo in italia... Guarda quanto costa la componente energia e poi dai un'occhio a tutte le altre voci, in Italia la corrente elettrica é ancora un bene di lusso siccome...............

pollopopo

Quando il prodotto era commerciale portava già molti piú benefici del cavallo, ci serve di sviluppare tecnologie su cui puntare il tutto e per tutto.... Non come stanno facendo ora che sono piú mosse politico/sociali che altro.

pollopopo

Son briciole nel la panorama mondiale (ma anche europeo)

Due esempi errati, uno é fra gli stati piú green del mondo con 15 gatti in croce e l'altro fa a gara solo a chi l'ha piú lungo.... Potevi usare la cina che investirà nel complessivo e nel breve circa 360 miliardi nel rinnovabile che stanno usando come 'scusa' per farseli prestare per far girare l'economia, il che non é un male assoluto per forza, se il nostro debito ti paura guardati quello cinese che ad oggi é superiore al 260% e peró ridchia il botto, gia oggj si sa che non potranno pagare le pensioni.

Ricorda che il solare va controtendenza con il fururo (grossi picchi nel notturno per ricaricare i veicoli) inoltre bisogna ricordare la superficie impiegata.

I grossi produttori nel rinnovabile sono le centrali idroelettriche che però hanno spesso costi ambientali non indifferenti.

Comunque quello che conta é il panorama mondiale, le centrali (non solo quelle a carbone) europee sono molto raffinate a differenza di quelle nel 'terzo' mondo che é in via di sviluppo e bada meno a certe finezze...

Io dico sempre e solo che si investe poco in ricerca, sarebbe molto piú utile visto che le tecnologie attuali non sono idonee....

Tony Musone

*disboscamento

Tony Musone

Ahahaha... Abbiamo scritto la stessa cosa (quello riguardo al costo, l'ho fatto in risposta ad un altro utente), tanto che il tizio ha cancellato il commento dalla vergogna ;)

Paolo C.

Praticamente quello che costa un monolocale in centro )))

Tony Musone
La piú grande centrale di questo tipo producono briciole...

E quindi? Il mio commento era riguardo ad un'altra tua affermazione, quella secondo cui "Le nazioni che hanno materie prime fossili usano quelle". Perchè sarebbe più giusto dire "usavano".

Nell'ultimo rapporto BP si legge che nel mondo (e in Europa), per la produzione di energia elettrica, solo le fonti rinnovabili hanno avuto, dal 2016 al 2017, una crescita percentuale a due cifre, +16,6% (e + 11,75% in Europa). Di contro, nel mondo il carbone è aumentato del 2,82% ma in Europa è sceso del 3,55%.
https://www.bp.com/content/dam/bp/en/corporate/pdf/energy-economics/statistical-review/bp-stats-review-2018-full-report.pdf

(Il ruolo del carbone nel mix energetico europeo è pari a circa il 20%, in Italia è intorno al 13%)

Perchè oltre a produrre quel po' po' di energia, le centrali fossili (specialmente quelle a carbone) producono tonnellate di CO2 e particolato, oltre ad essere diventate antieconomiche (ma se si considera anche il costo sociale e sanitario, non c'è gara)

"The low end levelized cost of onshore wind-generated energy is $29/MWh, compared to an average illustrative marginal cost of $36/MWh for coal. The levelized cost of utility-scale solar is nearly identical to the illustrative marginal cost of coal, at $36/MWh. ..."
https://www.lazard.com/perspective/levelized-cost-of-energy-and-levelized-cost-of-storage-2018/

"Puoi trarre da solo le conclusioni sull'utilità di questi impianti.... " [semi cit.]

Paolo C.

Dubito che possa avvenire. Oggi le lobby del petrolio che fanno cartello possono alzare o abbassare i prezzi. In futuro chiunque potrà prodursi l'energia a proprio uso e consumo senza dipendere da nessuno. Già oggi un impianto da 6kw + pacco batterie da 13 kwh costa circa 30.000€ e al netto dei contributi sono 15.000€ tasse incluse. E con un impianto di questo tipo puoi stare tranquillamente offgrid

italba

Certo che vivo qui, ma invece di sparare ca####e mi informo. Per esempio la FAO dice che più della metà del perce viene da impianti di acquacoltura, e che il picco della produzione ittica è molto al di là da venire:

http://www.fao.org/news/story/it/item/1144342/icode/

. Quello degli animali in via di estinzione è un serissimo problema, ma è un ALTRO problema che non ha niente a che vedere con l'esaurimento delle risorse

italba

Ripeto: Cosa ca...volo c'entrano i trasformatori? I pannelli col caldo rendono qualcosa in meno, ma dipende anche se l'orientamento è stato fatto per rendere al meglio d'estate, d'inverno, o una via intermedia

italba

E cosa minkia c'entra? Stavi parlando delle "risorse" o no? Se TU affermi una cosa allora TU sei il tuttologo, oppure uno che apre la bocca a caso e gli dà fiato sparando ca####e colossali!

italba

Di certo c'è tutto, sono calcoli, non scommesse su chissà cosa. Qui

https://en.wikipedia.org/wiki/Shockley%E2%80%93Queisser_limit

viene spiegato che il limite teorico per una cella a singola giunzione è del 33,7%, per arrivare al 68% di una ipotetica cella con infinite giunzioni, senza concentratori

Massi91

Il fatto che li ho e vedo che d'estate non produce nella stessa maniera però per te che sei un tuttologo del piffero ti aggiungo un link ma puoi trovarne a centinaia cercando su Google.. Non è difficile, ok che sai tutto però ogni tanto abbassa la cresta se non sai le cose.. http://www. fotovoltaicosulweb. it/guida/ottimizzare-il-rendimento-dell-impianto-fotovoltaico.html

Massi91

Il fatto che li ho e quindi vedo che d'estate non produce nella stessa maniera però per te che sei un tuttologo del piffero ti aggiungo un link ma puoi trovarne a centinaia cercando su Google.. Non è difficile, ok che sai tutto però ogni tanto abbassa la cresta se non sai le cose.. http://www. fotovoltaicosulweb .it/guida/ottimizzare-il-rendimento-dell-impianto-fotovoltaico.html

italba

Balle spaziali. Quali risorse? Chi te l'ha raccontata questa panzana? La portinaia o tuo "cuggino"?

italba

E quanti Km percorrevano le automobili nei loro primi anni in confronto con i carri trainati dai cavalli? Briciole, nessuna utilità, vero?

italba

Le nazioni non sono delle famiglie che decidono cosa mangiare per pranzo, le nazioni comprendono chi lavora con il carbone, chi lavora con il solare e le compagnie elettriche che scelgono quello che costa di meno, non importa se sole o carbone. Adesso costa meno il sole, e sarà sempre più così

italba

Certo, i pannelli sono pieni di "trasformatori"... Ma per favore!

italba

lo hanno risolto informandosi, quella dei 10 anni è una balla colossale

italba

Certo, mentre lavorava per Westinghouse... Ma mi faccia il piacere!

pollopopo

La piú grande centrale di questo tipo producono briciole...Non arrivano a 500gw annuali... Nel panorama mondiale significano briciole....

Quella a carbone piú grande arriva a 42tw annuali di media....

Vuol dire che ci vogliono 80 impianti di questo tipo (sono enormi) per fare solo 1 centrale a carbone....

Puoi trarre da solo le conclusioni sull'utilità di questi enormi impianti.... Non é la giusta direzione, meglio l'idroelettrico ma i costi ambientali delle dighe sono enormi...

Markk

Sì ma parlo per il futuro, se applicano tasse e gli impianti sono privati con licenza di alzare il prezzo per l'utente finale (non il costo di produzione, molto minore) a cui aggiungi tutti gli oneri più fantasiosi.

_LKS_

nessuno non se lo sia cag##o non credo propio. Per quale motivo stano assolutamente cercando di riportarlo in luce? E poi nel 1900 non c'era mica tutto il traffico d'aereo (considerando il primo areo del 1903...). E se metti queste "antenne" in mezzo all'oceano e fai fare i tratti finali verso le case cablate come ora che problemi da

Tony Musone
Le nazioni che hanno materie prime fossili usano quelle

Tipo la Norvegia? Oppure gli Emirati Arabi che stanno costruendo quella che probabilmente diventerà la più grande centrale solare al mondo?
https://en.wikipedia.org/wiki/Mohammed_bin_Rashid_Al_Maktoum_Solar_Park

Paolo C.

Secondo quale fonte?
Il costo per KWh delle rinnovabili oggi è inferiore a tutte le altre fonti.

Tony Musone

Dubito che sia stato fatto quel che sospetti (disboscamento) altrimenti non si spiegherebbero quegli alberi ancora in piedi con i pannelli che ci girano intorno.

Paolo C.

Il problema è che scrivi c@g@te. Il rinnovabile in Italia è più del 30% sulla domanda.

Tony Musone

Il vero problema è che prima di scrivere la qualsiasi, bisognerebbe sapere quel che scrive o almeno controllare:

La richiesta di energia sulla rete (320.438 GWh) è stata soddisfatta per il 32% dalla produzione da fonti energetiche rinnovabili (idroelettrica, eolica, fotovoltaica, geotermica e biomasse) registrando un valore pari a 103.386 GWh (-3,3% rispetto all’anno precedente).

Fonte: Terna - 2017

pollopopo

Giusta osservazione, vedrai chi conosco rientrava nelle vecchie leggi in cui erano permesse garanzie molto piú brevi.

pollopopo

C'é se ci investi fai prima...Se i fondi annuali sono i soliti che vengono investiti in una settimana di guerra, capisci bene che é complicato fare chi sa quali progressi ;)

Inoltre sono ricerche portate avanti per lo piú da i governi....I soldi investiti in ricerca da i governi hanno un'efficienza minore, molto minore....

Basta pensare alla nasa e a space x....Per fare quello che fa space x non ci vuole certo chi sa quali tecnologie fantascientifiche, solo esperienza, prove su prove e un algoritmo affinato nel tempo per massimizzare i risultati...peró fino ad oggi nessun voleva investirci e ci é voluta space x per migliorare l'efficienza e i costi per kg lanciato in orbita

Signor Citrus

I rotori verticali vanno bene per le basse quote. Ottimo, son felice di sapere che stanno studiando ulteriori soluzioni.

Pino Lino

Il problema è che l'opinione pubblica dovrebbe essere erudita del fatto che l'elettrico e il rinnovabile che possiamo produrre sono una bazzeccola rispetto a quello che consumiamo anche solo in Italia. Attualmente siamo vicini a un consumo di 350 Terawatt/h se non erro. Con le rinnovabili sempre se non mi sbaglio non arriviamo neanche a mezzo terawatt. Alla fine se non vogliamo inquinare non abbiamo alternative al nucleare. E siamo distantissimi dalla fusione, sempre se mai ci arriveranno.

Celestial Knight

Stanno infatti studiando un nuovo tipo a rotore eolico verticale, proprio da integrare in grandi impianti solari ad alta efficienza

RIC 5 stelle

Ma magari non è lo stesso motivo che pensi tu.
Anzi, non lo è proprio

Alessio Ferri

Questo è un problema credo irrisolvibile, è troppo vario l'output dei pannelli, comunque non ci prendi come efficienza degli inverter

Marco Seregni

Meglio aspettare la fusione che forse ci sarà fra 100 anni e intanto riempirci ci gas serra e gas tossici

Marco Seregni

50m^2 800 euro è tantissimo xD forse volevi dire 500m^2 xD

Mauro B

Negli impianti di un certo tipo, i pannelli sono garantiti 25 anni con un resa minima dell'80% e l'inverter è garantito minimo 10 anni.

Mauro B

Secondo me è molto più realistico aumentare la resa dei pannelli "terrestri". In ambito commerciale ci fermiamo intorno al 20%.

Markk

Il problema è che anche qualora l'energia fosse tutta rinnovabile avrebbe inverosimilmente lo stesso prezzo di oggi, se si concedono ampi poteri e margini d'azione e concessione solo alle multinazionali (in capo ai soliti noti gruppi d'investimento)!

Microsoft

Microsoft Surface Studio 2 è il top per la creatività: la nostra prova

Hardware

Recensione Asus ZenBook Pro 14 UX480, unico nel suo genere

Motorola

Motorola resta in Italia: ecco Moto G7 Plus | Prezzi e Anteprima

Recensione Canon EOS R: foto da campione e video da migliorare