Hubble: la camera è tornata operativa, telescopio in uso fino al 2025

18 Gennaio 2019 39

Aggiornamento 18/01

Come previsto, la Wide Field Camera 3 è tornata pienamente operativa, e ha già compiuto le sue prime osservazioni.

Articolo originale - 18/01

La camera principale di Hubble sta per tornare in funzione. A darne notizia, nella giornata di ieri, è stata la NASA stessa, tramite un comunicato stampa pubblicato sul sito ufficiale. Come molti ricorderanno, la Wide Field Camera 3 aveva smesso di funzionare all'inizio del mese di gennaio, in seguito a un problema hardware su cui i tecnici si erano messi immediatamente ad indagare.

A distanza di una settimana, la natura del problema pare essersi chiarita: lo scorso 8 gennaio, il software installato sulla camera aveva rilevato dei livelli di tensione anomali, motivo per cui lo strumento, in via preventiva, aveva sospeso automaticamente le proprie attività. In seguito all'analisi dei dati, pare che la causa fosse da individuare nei circuiti di telemetria, che sono stati ripristinati insieme alle schede associate.

Nel corso delle prossime 48-72 ore verranno eseguiti ulteriori test e calibrazioni e, se tutto andrà come previsto, la Wide Field Camera 3 tornerà pienamente in funzione entro la fine della settimana. La camera principale di Hubble è stata installata durante l'ultima missione di assistenza al telescopio spaziale, avvenuta nel 2009, raccogliendo dati che hanno permesso di pubblicare oltre 2.000 studi scientifici.


La missione di Hubble, dunque, sembra non essere ancora giunta al termine: il telescopio spaziale ha superato di gran lunga la durata prevista inizialmente per la missione (15 anni) ed è entrato nel suo 29^ anno di attività. Pare, anzi, che lo attendano ancora diversi anni di onorata carriera, come ha affermato recentemente il capo della missione Thomas Brown. Intervistato pochi giorni fa da Space.com, Brown ha dichiarato, commentando i risultati del report relativo all'affidabilità di Hubble, che "al momento, tutti i sottosistemi e gli strumenti dovrebbero essere affidabili all'80% fino al 2025".

Non è la prima volta che Hubble presenta dei problemi tecnici: negli ultimi mesi del 2018 aveva avuto qualche noia per via dei giroscopi, e d'altronde proprio nel 2018 ricorre il 25^ anniversario della sua prima storica missione di riparazione spaziale intrapresa per ovviare a un problema "congenito", ovvero un'aberrazione sferica dello specchio primario che impediva di ottenere immagini a fuoco. L'impresa era riuscita, così come gli interventi successivi, che hanno permesso al telescopio spaziale di continuare a catturare spettacolari immagini del cosmo: l'ultima, in ordine di tempo, è quella della Galassia del Triangolo.

Oggi uno dei migliori acquisti nella fascia media? Huawei Mate 10 Pro, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 359 euro oppure da ePrice a 623 euro.

39

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
NataNxy

Alla Nasa hanno ottimi oculisti! XD

ale

Arpanet non è nata in ambito militare, ci si è posti il problema che in caso di attacco nucleare di siti sensibili, in particolare i grandi centri dove erano presenti i commutatori telefonici analogici, sarebbero stati un target da colpire, e quindi le reti a commutazione di circuito non erano resistenti ad attacchi, dato che buttando giù un unico nodo della rete di fatto buttavi giù la comunicazione.

Così è nato ARPANET e sono nate le reti a pacchetto, dove automaticamente anche se crolla un nodo della rete la comunicazione non si interrompe, questa era l'idea, di modo che le informazioni potessero continuare a viaggiare anche in caso di catastrofi.

sardanus

il solito riavvio che risolve tutto :DDD

sardanus

no comunque a parte il discorso iniziale, arpanet è nato davvero in ambito militare, dopodichè il primo passo per la sua "civilizzazione" è stato proprio quello che dici tu, ovvero rete tra atenei

sardanus

e si però le fonderie quelle sono, non hanno fonderie proprie, nel caso dei chip l'avanzamento tecnologico tra civili e militari è il medesimo

asd555

Da Wikipedia:

"ARPANET (acronimo di "Advanced Research Projects Agency NETwork", in italiano "Rete dell'Agenzia per i progetti di ricerca avanzati"), anche scritto ARPAnet o Arpanet, fu una rete di computer studiata e realizzata nel 1969 dal DARPA, l'agenzia del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti responsabile per lo sviluppo di nuove tecnologie ad uso militare. Si tratta della forma per così dire embrionale dalla quale poi nel 1983 nacque Internet."

Ciao!

asd555

Da Wikipedia:

"ARPANET (acronimo di "Advanced Research Projects Agency NETwork", in italiano "Rete dell'Agenzia per i progetti di ricerca avanzati"), anche scritto ARPAnet o Arpanet, fu una rete di computer studiata e realizzata nel 1969 dal DARPA, l'agenzia del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti responsabile per lo sviluppo di nuove tecnologie ad uso militare. Si tratta della forma per così dire embrionale dalla quale poi nel 1983 nacque Internet."

TLC 2.0

"Internet era una tecnologia militare ad esempio"..mi sa che ti stai confondendo con il GPS..Internet/Arpanet agli albori era una rete che collegava delle università americane

MasterBlatter

arpanet era una rete tra università

asd555

Non ho detto questo, ma NASA ed Esercito Statunitense hanno tecnologie in anticipo. Una volta collaudate diventano anche civili.
Internet era una tecnologia militare ad esempio.

decisamente improbabile. il piu grande supercomputer del 1993 (aveva 140 core e tutto lo spazio occupato che ne deriva) aveva 124gflop. quella potenza attualmente sta su un chip di 4cm per 4cm come su, come gpu è decisamente maggiore.

dividi la potenza per il numero di core, riducila di un bel po in quanto nello spazio si mandano solo progetti decisamente collaudati e avrai la potenza approssimarivamente di hubble.

Maurizio Mugelli

non aspettarti che abbiano la macchina del tempo per avere tecnologia ancora da inventare - anzi, per certificare per l'uso fuori dall'atmosfera un componente servono anni quindi di solito in orbita arriva tecnologia abbastanza obsoleta.

d'altra parte mica fa computazione in loco, deve soltanto ricevere i dati di posizione e trasmettere quelli rilevati, non serve quel gran computer.

Maxim Castelli

Deve solo trasmetterli.

Maxim Castelli

La potenza brutta sarebbe...?

Nico Ds

E' proprio questione di costi, la navicella ci sarà e la tuta idem, vale sempre il principio di Paracelso: "dosis sola facit, ut venenum non fit", le dosi di radiazioni per un intevento del genere non sono certo superiori a quelle delle missioni Apollo, con sbarco sulla Luna, ancora meno a quelle previste per le missioni umane verso Marte.

Galy

Ottima notizia.

Galy

Non è tanto una questioni di costi un ipotetico raggiungimento del webb da parte di un equipaggio, quanto l'impossibilità tecnica, dato che non esiste una navicella da spazio profondo e non esiste una tuta da passeggiata spaziale, in grado anch'essa di reggere l'ambiente dello spazio profondo.

asd555

Sì ma considera anche che le tecnologie che citi erano tecnologie civili.
Probabilmente la NASA aveva già tecnologie computazionali 5-10 anni avanti.

makeka94

fai conto che sonde molto recenti hanno la cpu di ps1 =)

steek

Di questo passo chissà quando pare il James Webb Space Telescope...ogni anno rimandano. Ora il 2021...più o meno per quando ci sarà il primo lancio per Marte della Starship...

vincy

L unico che l ha capito

db1997

Effettivamente nessuno è mai stato a 1.5 milioni di chilometri dalla terra fino ad oggi

Rob3r7o

Grazie delle risposte.

Nico Ds

Finché c'è stato lo space Shuttle a disposizione è stato anche aggiornato, per il James Webb Space Telescope invece sarà molto più difficile, non tanto perché lo Shuttle non c'è più (la mancanza sta per essere colmata) ma perché sarà molto più lontano dalla Terra, quindi sarebbe molto più costoso (non impossibile) intervenire. Se Hubble fosse fondamentale nel giro di massimo 2 anni gli USA sarebbero in grado di aggiornarne non solo i giroscopi o le camere, ma anche l'elettronica. Non verrà fatto perché con quell'hardware che ha, finché funziona, a loro sta bene così.

Davide

ovviamente stai scherzando.

Davide

non tutti???? Ma io direi il prefisso di Milano fra quelli che non hanno un'istruzione elementare.

JustATiredMan

Probabilmente monterà del 8086, come quelli usati sullo shuttle.
www . computinghistory . org . uk/det/6274/Space-Shuttle-uses-Intel-8086-and-RCA-1802
già i primi anni 2000, la nasa ne cercava come pezzi di ricambio, e dato che intel non li produceva più, li andava a cercare frà i fondi di magazzino di grossi retailer:
www . geek . com/chips/nasa-needs-8086-chips-549867/

Ikaro

Che io sappia qualche anno fa, mi sembra 2015, partì una missione con un costum basato sulla cpu della ps1, ma è anche vero che ci si basa più sulla affidabilità che sulla potenza brutta, se poi consideri che le missioni se le preparano per anni sarebbe folle cambiare cpu di anno in anno, poi per lo più queste cpu fanno calcoli aritmetici o eseguono script preconfigurati su cui la potenza di calcolo non è il fattore primario

TheDukeMB

Pensa che si possono fare entrambe le cose.

Davide

quindi considera che a bordo ci saranno processori che a confronto un 80286, procio montato nel mio primo pc, possa essere considerata una potentissima ws.
Processi di validazione lunghissimi ergo tecnologie collaudatissime, inoltre devono resistere a temperature un tantino differenti da quelle che si hanno sulla Terra. Ma la cosa fondamentale è l'affidabilità. Immagina il dover compromettere tutto per un fail dovuto all'immaturità di un componente e mandare a monte una missione costata miliardi. Una autentica disfatta.

Rob3r7o

29 anni, accidenti! Chissà che processore avrà a bordo. Nel 90 erano tempi di 486 intel e 68040 motorola.

ErmenegildoBranduardi

Daglieli tu!

vincy

Invece di dare i soldi ai terremotati

MasterBlatter

In pratica hanno spento e riacceso

Babi

Hubble non mollare!!

kkk66

Hubble leggenda

sudo apt-get install humor ®
opt3ron

Meriterebbe l'immortalità solo per il nome che porta.

Lukinho

Speriamo che Webb non subisca altri rinvii

Android

Recensione OPPO AX7: ottima batteria ed un hardware sufficiente

HDMotori.it

Hyundai Kona Electric: prova consumi, autonomia reale e costi ricarica | Video

Microsoft

Microsoft Surface Studio 2 è il top per la creatività: la nostra prova

Hardware

Recensione Asus ZenBook Pro 14 UX480, unico nel suo genere