Amazon, Google, Microsoft: appello per non vendere riconoscimento facciale ai governi

15 Gennaio 2019 153

Amazon, Google e Microsoft hanno ricevuto una lettera aperta scritta da una coalizione di 85 associazioni che chiede loro di promettere di non vendere le tecnologie di riconoscimento facciale ai governi. Della coalizione fanno parte associazioni di diritti umani, civili, razziali, digitali, religiosi e altro ancora; tra questi si trova anche la Electronic Frontiers Foundation; anche se alcune di queste associazioni sono internazionali, la maggior parte è attiva negli Stati Uniti.

I rischi della sorveglianza tramite riconoscimento facciale possono essere risolti completamente solo impedendone l'uso ai governi. Il riconoscimento facciale garantisce alle agenzie governative capacità senza precedenti nell'individuare chi siamo, dove andiamo, cosa facciamo e chi conosciamo. [...] In un mondo in cui la sorveglianza tramite riconoscimento facciale è attiva, le persone avranno paura di essere osservate dai governi per aver preso parte a una protesta, per essersi riuniti all'esterno di un luogo di culto, o semplicemente per vivere le loro vite.

Le lettere (i link alla lettura integrale di tutte e tre sono in fondo all'articolo) parlano della situazione specifica di ogni compagnia. La coalizione è particolarmente critica con Amazon, che nonostante le proteste dei dipendenti continua a perseguire l'obiettivo di vendere al governo USA Rekognition, la sua tecnologia di riconoscimento del volto (secondo alcune indiscrezioni l'FBI lo starebbe già provando in anteprima); mentre è cautamente ottimista riguardo alla scelta di Google di abbandonare l'analogo Project Maven; e loda il fatto che Microsoft riconosca i rischi di queste tecnologie nel caso finiscano nelle mani sbagliate.

L'aspetto più importante sottolineato dalla coalizione è che, almeno questa volta, bisognerebbe in tutti i modi evitare l'approccio "first break it, then fix it" spesso adottato dalle grandi società; perché una volta aperto il vaso di Pandora non si potrà più tornare indietro. Il rischio è che alcuni futuri distopici illustrati da film di fantascienza come Minority Report diventino la realtà.

FONTI:


153

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Sergio

PS
Minority Report non è poi così distopico :D

OlioDiCozza

le forze di polizia

Sickboy

Le schedache? chi le fa le "schedature"?

OlioDiCozza

le schedature

Sickboy

Chi decide che quella faccia è di un terrorista?

OlioDiCozza

ogni mezzo di riconoscimento dei cittadini più immediato è una cosa buona, io personalmente farei fare uno schedario delle impronte della mano e dentali e del dna di tutti i cittadini

parittimo

Invece è stato dimostrato proprio questo. È stata creata una campagna di Fake News ad hoc per ammorbidire le menti a favore del partito Repubblicano e alla fine delle votazioni, la differenza tra i due era talmente minima che sì, è andata proprio così.

parittimo

Tu non sai neanche di cosa parli.
Per rendere sicuri gli aeroporti, Amazon, Facebook e etc, aziende PRIVATE che fatturano miliardi, dovrebbero fornire i dati DELLA MIA FACCIA a tutto il mondo?

Ma leggi cosa scrivi? Sei peggio dei teorici del complotto, tu SEI il complotto.

Max

Ribadisco. Scrivi la minkiata che volevi sottintendere così ci facciamo due risate

OlioDiCozza

La maschera di V for Vendetta ce l'hai originale o anche quella è in carta stagnola?

DeeoK

Quella di mafiosi e terroristi è una banale scusa. Non ti serve il riconoscimento facciale per combattere mafiosi e terroristi. Con la mafia poi non serve proprio a nulla.
Inizi con la scusa della sicurezza e finisci per mettere i cittadini in gabbie dalle sbarre invisibili. Cosa ti fa pensare che un governo non userebbe questi strumenti per controllare i cittadini?

Boronius

Come sempre Microsoft si distingue per la correttezza. Comunque questa roba qua è tutta füffa, nel futuro sarà possibile monitorare l'attività bioelettrica dei neuroni del cervello a distanze fino ad un kilometro (segnatevelo pure... segnatevelo) quindi con appositi elaboratori si potranno "spiare i pensieri a distanza" con tutte le conseguenze del caso. Le soluzioni al problema esistono e si potrebbero chiedere a qualche razza di alieni che la sa lunga.

Raphael DeLaghetto

Col rolex

Dunkirk

Sembra una puntata di Black Mirror.

lars_rosenberg

Vale per tutti gli stati. Non puoi sapere che governo avranno gli Stati Uniti tra 10 o 20 anni.

lars_rosenberg

Cerca cosa stanno facendo nello Xinjiang.

apps accaunt

chi continua a rincorrere il mito della "sicurezza" è semplicemente pazzo

Manciu

Sono pienamente d'accordo, però non dobbiamo dimenticarci che è molto diffusa l'idea per cui tv e giornali diano sempre notizie verificate. Molto spesso pubblicano sulla base delle agenzie e infatti i titoli sono ridondanti tra la quasi totalità dei network, si parla per mesi di un argomento salvo poi dimenticarsene non appena si vira verso un altro, non viene mai dato il giusto risalto alla rattifica delle notizie false che hanno pubblicato e così via.
La mia regola valutativa si basa sul conflitto di interesse, se ce n'è la fonte è molto probabile che sia inaffidabile.

ErCipolla

Beh, questa è tutt'altra questione però, tu non stai parlando della tecnologia di riconoscimento ma del database delle foto degli utenti... cosa ben diversa.

Duzzu Acid

"TTTERRORISTS"

Manciu

Se ci tagliassimo tutti le mani non ci sarebbero più furti. Che ne dici? Forse è un filino hardcore come soluzione.
Capisco che sorvegliare l'intera popolazione con la scusa del terrorismo vada di moda negli ultimi 17 anni, però dai un minimo di decoro, fanno più morti i pavimenti bagnati...

Alessio Alessio

si, che poi la maggior parte di gente che riconosce "amici" in giro fa finta di non vederli..

DefinitelyNotBruceWayne

Anche gli anziani ormai fanno uso e abuso di Internet e social, ma ne ignorano il funzionamento (non che i giovani siano più esperti). Pure tra i miei colleghi, gente che lavora nell'IT, c'è gente che se ne esce condividendo qualche palese fake news o con il classico "cosa vuoi che freghi a FB di quello che faccio".

OlioDiCozza

e ai terroristi non ci pensiamo? pensa se li beccassero ancora prima di salire sul furgoncino per andare nella strada piena di gente.
la tecnologia sta togliendo il lavoro anche a loro.

OlioDiCozza

abbasho i Poteri Fordiiii!!!

Romeo

Anch'io credo che le tv come sono ora spariranno nelle prossime generazioni, a guardarla sono rimasti le persone anziane o coloro che non hanno accesso o non sanno usare smartphone e pc, dei giovani di oggi che conosco non la guarda quasi già nessuno.

OlioDiCozza

la disparità di potere di fare cosa? non è che perchè in nord corea lo userebbero per controllare che i cittadini obbediscano al regime non dobbiamo darlo alle democrazie europee per controllare mafiosi e terroristi

Mattia Righetti

Quelli sono comunisti, ecco perché.

DeeoK

Loro forse vivono con la stagnola in testa ma tu sicuramente con i paraocchi.
Tra intercettazioni massicce e riconoscimento del volto la disparità di potere tra cittadino e Stato è destinata ad allargarsi inesorabilmente. Finché in una sorta di democrazia ti va tutto sommato bene, ma le forme di governo cambiano facilmente. Se poi la democrazia è sottomessa ai fondi privati...

DefinitelyNotBruceWayne

La nonna della mia ragazza non guarda la TV da anni, ma è fissa sulla pagina del M5S. I media mainstream, guardando il giro di amiche della nonna (delle fanatiche), non sono poi tanto mainstream o comunque lo stanno diventando sempre meno.
Il giornale lo si compra sempre meno, la TV anche perché ormai pure i miei stanno fissi su Netflix e simili ed i social sono usati da tutti quindi minimizzare l'importanza di certi fattori o certi media è un errore che non andrebbe fatto.

OlioDiCozza

vuoi un argomentazione?

Col riconoscimento facciale avresti aeroporti più sicuri e la velocità in tempo reale di segnalare terroristi in giro per le nostre città.

DefinitelyNotBruceWayne

Visione un po' semplificata (un po' troppo). Va bene per le chiacchiere da bar o per il discorsetto tra amici, ma mettendo i puntini sulle i va un po' a farsi benedire. Già il fatto che sui social tu veda principalmente materiale che rispecchia i tuoi gusti e le tue idee ha un effetto molto più profondo rispetto a quello che poteva verificarsi informandosi sulla TV generalista nei primi anni 2000. Per non parlare poi della possibilità di mettersi in contatto, in poco tempo, con gente che la pensa come te, che ti da lo zuccherino riempiendoti di like per ogni cosa che scrivi e così via. Tutte cose che prima erano possibili, ma richiedevano tempo e non facevano certi numeri.
Poi ogni tanto anche gli algoritmi fanno cilecca: FB pensa che io sia leghista e pensando di farmi un favore mi offre sempre una bacheca al limite del grottesco provocando in me un perenne sorriso amaro. Basta dare un colpo al cerchio e uno alla botte per riuscire ad avere una navigazione più o meno neutrale, ma è anche vero che solitamente è una strategia che in pochi adottano.

Manciu

Ahahahah

Freerider

Per chi urla al complotto o prende per il cul0 queste paura vi faccio un esempio. In cina hanno questa sorta di controllo dell'individuo tramite riconoscimento del volto, un autobus con un cartellone pubblicitario sulla fiancata con il volto di una donna è passato sulle strisce pedonali, le telecamere dei semafori hanno riconosciuto la donna pensando che attraversasse con il rosso per i pedoni e questa è apparsa sui megaschermi come "cattiva cittadina" esponendola a "gogna pubblica" e le hanno tolto dei punti social. Questi punti social servono per aver accesso ai servizi e meno punti hai meno servizi puoi usare. Questo è quello che volete? Il fatto che "non ho niente da nascondere", "siamo troppo civili per questo" non vuol dire assolutamente niente. Rinunciare alla privacy in nome della sicurezza non è affatto una soluzione anzi, è un'arma contro il "popolo". Sapere cosa fa e cosa vuole il "popolo" è uno strumento estremamente potente per portare le masse proprio dove vogliono loro, elezioni usa e brexit docet.

Manciu

Purtroppo stai dimostrando che preferisci rintanarti nel mantra del "sei un complottista stai zitto" piuttosto che argomentare le tue risposte. Sei un triste prodotto dello stesso sistema che difendi. Sei uno script, niente di piu. Mi spiace.

Manciu

E quella dei media mainstream no?

deepdark

Siamo bombardati di fake news da 2000 anni almeno (si, hai capito a cosa mi riferisco). Ognuno raccontava la sua verità, soprattutto negli ultimi 60 anni circa. Non è cambiato nulla, almeno in italia.

DefinitelyNotBruceWayne

Ni. Prima dello smartphone e dei social network era sicuramente più difficile leggere fake news, capitava seguendo programmi di dubbio gusto o pubblicazioni particolari. Anche ai tempi comunque l'effetto era devastante eppure la gente era in grado di filtrare e valutare perché la TV era un media ben conosciuto, ma un certo Berlusconi ci insegna che per quanto fosse più complicato era comunque possibile influenzare il pensiero della gente.
Oggi siamo letteralmente bombardati di informazioni, spesso errate, ed i social network, oltre a non essere così trasparenti nel funzionamento, ci costruiscono attorno una bolla che ci impedisce di avere una visione autentica della realtà.

broncos7

esatto, io ho fatto l'esempio del calcio perchè "tira quasi più di un carro di buoi" ma i problemi sarebbero troppi poi per questi delinquenti, devono pur vivere anche loro...

a volte queste associazioni mi chiedo cosa esistano a fare...

Dark!tetto

Non è che "i social" da soli possono fare qualcosa, è solo il mezzo con il quale viene reso al pubblico il proprio pensiero. Buono o cattivo, ma anche vero o falso, puoi cambiare il mezzo, ma non puoi fermare la propaganda politica basata sulla massa.

Duzzu Acid

Sta storia di estremizzare tutto ha rotto, ma tu tranquillo, continua a fasciare tutta l'erba insieme.

daniele

Dai anche 6 numeri e dopo 10 tentativi cancella il contenuto

daniele

In ogni caso anche iPhone o smartphone android sono in ascolto h24... quindi avere un dispositivo in piu o in meno è indifferente.

daniele

Sono gli stessi stagisti che una volta facevano le fotocopie... ora non ci sono più le fotocopie...

deepdark

E' solo cambiato il mezzo di "informazione". Prima erano i giornali, poi le tv e ora internet. Tra l'altro di fake news se ne leggono anche sui giornali e tv. Come dico sempre "bisogna che tutto cambi per non far cambiare nulla".

daniele

E' vero... anche andare alle manifestazioni a incendiare le auto diventerebbe rischioso :(

daniele

Per implementarlo no, ma per avere i dati della tua ultima scansione facciale dovrebbe chiedere a Google o Apple.

daniele

SI la differenza è che prima non gli mandavi tu i tuoi dati biometrici precisi e aggiornati alla giornata..... avevano solo una tua foto.

DefinitelyNotBruceWayne

Perché vive di altri prodotti e altri business. Google e Facebook campano principalmente di pubblicità e analisi dei dati.

DefinitelyNotBruceWayne

L'influenza che i social hanno sulle decisioni politiche di una persona però è innegabile.

Microsoft

Microsoft Surface Studio 2 è il top per la creatività: la nostra prova

Hardware

Recensione Asus ZenBook Pro 14 UX480, unico nel suo genere

Motorola

Motorola resta in Italia: ecco Moto G7 Plus | Prezzi e Anteprima

Recensione Canon EOS R: foto da campione e video da migliorare