Spotify ha superato i 200 milioni di utenti attivi ogni mese

12 Gennaio 2019 241

Con più di 40 milioni di brani all'interno della propria libreria che possono essere trasmessi su un incredibile numero di piattaforme, Spotify ha annunciato di aver superato i 200 milioni di utenti attivi ogni mese.

I numeri registrati e annunciati dal colosso dello streaming non si riferiscono però ad i soli abbonati premium. Di questi 200 milioni, la maggior parte degli utenti, circa 113 milioni, continua ad usare il servizio gratuito offerto da Spotify e finanziato dalla pubblicità. Sono dunque 87 milioni gli utenti che hanno sottoscritto un abbonamento premium che, ricordiamo, può essere attivato con una spesa mensile pari a 9,99€, o a 14,99€ in ambito familiare o a 4,99€ per gli studenti universitari.

Dustee Jenkins, il responsabile della comunicazione globale di Spotify, ha anche dichiarato che la società è arrivata al CES 2019 per annunciare importanti novità dal punto di vista dei podcast che rappresentano per la stessa una grande opportunità di espansione.

Per questo motivo Spotify ha di recente ridisegnato la sua app per promuovere al meglio i podcast e, nel corso del Consumer Electronics Show di Las Vegas, ha annunciato un importante accordo per trasmettere i podcast di Jemele Hill e Amy Schumer, la quale pare abbia ceduto alle lusinghe dell'azienda svedese dopo aver ricevuto in cambio 1 milione di dollari.


241

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
William

Contando che come utente attivo dovrebbe contare anche quello con versione gratuita sono una miseria. Capisco netflix che o paghi o non lo vedi... spotify con un po di pubblicità lo possono avere tutti (mondo occidentale più gran parte dell oriente son tranquillamente 4/5 miliardi di persone con un device adatto)

StriderWhite

1 milione di dollari per i podcast di Amy Schumer? Affarone (per la Schumer chiaramente!)

franky29
CaptainQwark®

Ah io pensavo ti riferissi a spotify free, beh nell’altro caso ti rispondo subito: non sarà mai comodo come spotify dove non devi fare praticamente nulla, senza contare che posso ascoltare qualsiasi cosa mi venga in mente in qualunque momento senza averla necessariamente scaricata, inoltre ho playlist personalizzate e consigli su nuovi artisti, ho passato anni a fare lo “scaricatore seriale” e non voglio perdere più tempo tra tag, torrent e copia-incolla, preferisco spendere quei 10€ e non dovermi preoccupare di nulla

franky29

Guarda che si trovano i file di alta qualità e consumi meno dati

Max

Perché per ora gli va bene così... Con il passaparola attirano nuovi clienti e qualcuno onesto finisce con il pagare.
Quindi chiudono un occhio e tollerano i vari abusi...
Ma le condizioni possono cambiare ed i rubinetti possono essere chiusi.

Depas

La musica si può sentire in molteplici situazioni.
Su youtube si trovano la metà dei lyrics di quelli che si cercano, e molto spesso hanno audio sbagliato o non hanno l’audio.

Cristiano Cambarau

Uno non sente la musica col cellulare in mano. Quindi i testi sono inutili. Fine.
Mica è YouTube che sono video.

Depas

Inutili lo dici tu.
Danno fastidio poi mi spieghi come, visto che sono in un’area apposita.

Cristiano Cambarau

A parte che è una cosa inutile e in più danno anche fastidio.
E comunque anche deezer li ha.

Mako

Già permettono di caricare la propria musica senza passare da terzi, credo sia un passo verso quella direzione

CaptainQwark®

Qualità audio e consumo dati

Ikaro

Non vedi la differenza perché evidentemente non hai usato il servizio ;)

Ikaro

Appunto... Non conosco i costi e i piani aziendali ma sono sicuro che l'abbonamento poraccio a 3 euro cannibalizzerebbe non poco quello da 10 (già ora ci sono più utenti gratuiti che a pagamento) e i soldi non basterebbero per offrire un servizio decente... Considerando che questi sistemi non bloccano la condivisione del piano e dei costi tra più persone non vedo perché offrire così facilmente un escamotage, se vuoi pagare meno i modi li trovi ;)

AlphAtomix

Se con 3 euro mi metti una pubblicità ogni ora/due invece che una ogni 20-30 minuti (non so di preciso quando la fanno) potrei pensarci. Non ci pagano le canzoni? Evidentemente è per questo che non esiste un abbonamento light.

franky29
franky29

La qualità è ottima I video certificati VeVo sono con un buon suono

franky29

Non capisco dove stia la differenza se usi il servizio scaricando la musica invece di andare a scrocco

ViNicolosi

Pienamente d'accordo, ogni volta che riproduco musica tramite il flow è praticamente come se metto la mia intera libreria in shuffle più i brani che mi fa conoscere.

Tugur Reddu

Io fossi un dirigente di spotify,cercherei di muovermi in quella direzione...poi francamente non so se sia realmente fattibile (non so quale sia il procesesso di creazione/produzione/sviluppo di una canzone o artista),ma sicuramente il possedere l'esclusiva su album e cantanti ti mette in una posizone di forza rispetto ai competitor. Per vivere di soli diritti e accordi servono tanti, troppi soldi che spotify non ha, al contrario di magari Apple o Amazon che possono tranquillamente "drogare" il mercato per ottenere l'esclusività e rubare utilizzatori...chiaro che se anche loro si mettono a produrre canzoni,beh siam punto e a capo!

O_Marzo

Al contrario

riccardik

Abbiamo scritto all'assistenza (non l'ho fatto io però quindi non ti so dare info troppo precise)

finestre

allora perché non lo fanno? sentiamo

Max

Non ci vuole molto a renderla non funzionante

CaptainQwark®
Mattia Cavallo

Hmm quindi ipotizzi che in futuro per mantenersi Spotify possa agire anche come etichetta musicale? L'idea non sarebbe male, e Spotify stessa potrebbe godere dell'esclusività di quea canzone/cantante.

iTz_Simo

Tra l'altro, io ce l'ho avuta un'Audi... auto orribile, veramente poco affidabile. Mai più.

Cristiano Cambarau

prima o poi lo provo. sperò che ci siano sempre i tre mesi di prova...

iTz_Simo

Non ti basare solamente sui dati tecnici. "ASCOLTA"! Apple Music si sente molto bene, io lo uso con un amplificatore Harman Kardon 3770 e delle casse B&W 684 S2 (collegamento bluetooth).

iTz_Simo
iTz_Simo

Sei sicuro che sia tutto vero? E mettiamo caso che lo fosse... siamo sicuri che queste informazioni perse siano percettibili all'orecchio umano? Senza considerare con quale impianto ascolti la musica...

iTz_Simo

Io ho un amplificatore (sinto) stereo Harman Kardon 3770/230 e delle casse da pavimento della Bowers & Wilkins 684 S2. Uso Apple Music (collegando in Bluetooth il MacBook Pro al sinto) e si sente benissimo. Poi con l'EQ personalizzabile ancora meglio.

iTz_Simo
sgru

E nemmeno da uno col passato da pezz3nte

alexhdkn

Si ma comunque la ricerca è una funzione base

apps accaunt

no non parlo nello specifico di youtube...dico solo che ci sono un sacco di test dove gente del settore (musicisti/produttori/ ecc ecc) con tra l'altro l'orecchio assoluto, hanno scelto in alcuni casi la versione a 128kbs rispetto a 320 o flac dello stesso brano come quello che suonava meglio.
Test fatti tra l'altro con cuffie e dac non certo base

talme94

Non sempre è meglio? Ora non sono l'audiofilo che dice di sentire la differenza tra un cd e un vinile ma la musica di YouTube fa proprio schifo

Epicuro

Ci sono solo alcuni pezzi di testo, il resto sono curiosità sulle canzoni...

Max

Livella il servizio verso il basso.

finestre

Geniale, così passano tutti in massa alla versione modificata...

Shaffler

Concordo su Deezer, anche se ho trovato Pandora ancora migliore nei suggerimenti, anche se probabilmente è dovuto alla sua impostazione fin dalle origini di radio personalizzata a partire da un certo artista o un brano e non come database di canzoni come per tutti gli altri servizi di streaming

Shaffler

Grazie, mi sembrava assurdo che la mod esistesse per iOS e non per Android

Tugur Reddu

Niente,resto della mia idea, che un giorno non molto lontano o spotify sarà venduta (apple,amazon,google ecc) o finirà zampe all'aria! Troppi pochi paganti in relazione all'utilizzo,sempre maggiore concorrenza di altri player (tidal,apple music,amazon ecc) e diritti musicali sempre piu cari e vincolanti. Anche netflix,per sopravvivere ha dovuto iniziare a produrre contenuti originali e vendere/cedere quelli, ed è l'unica cosa che la tiene in piedi (togliete tutte le loro produzioni e ditemi che paghereste 10/14 euro al mese per un catalogo cosi misero e di prodotti vecchi).
Non so se sia possibile per spotify diventare "produttore" ma potrebbe essere l'unica strada per sopravvivere...i diritti son sempre più costosi e con i big in campo che possono permettersi di "buttare" centinaia di milioni per ottenere i dirtitti di questo o quel artista,per spotify si fa dura. Le resta il nome e l'interazione che ha con tutta una serie di accessori...boh chi vivrà vedrà! Sia chiaro che è solo un mio pensiero...

N9velLin0

Con una media di 7,99€ al mese Spotify guadagna all'incirca 700 milioni di euro al mese se contiamo solo gli abbonati. Sono curioso di sapere quanti ne spende per tutto il suo catalogo

Dea1993

be se vai nelle opzioni puoi settare diversi livelli di qualità audio... se gia invece che farti arrivare fino alla "massima" qualità si fermasse a medio, per molti andrebbe bene

Ikaro

Ma invece di "offendere" tutta la categoria fagli fare un controllo a questi tuoi amici, la differenza è evidente e si sente...

Ikaro

E allora bon ti tieni la pubblicità perché dovrebbero sottoprezzare il servizio? con 3, che sarebbe l'abbonamento preferito dai p0racci, non ci pagano manco le canzoni

Mescal non dimentica

Grazie lo proverò

Mistizio

ma perchè spendere tanto per un audi quando puoi viaggiare su una fiat 600 del 2000?

Mistizio

seriamente, hai mai provato a chiamare da lì? per un minuto di chiamata verso cellulare ho bruciato circa un euro...

Samsung

Samsung DeX 2019 e Galaxy S10: binomio vincente | Recensione

Alta definizione

Recensione Fujinon MK 18-55 T2.9

Sony

Recensione Sony Xperia 10 Plus: il display 21:9 non basta

HDMotori.it

Ford Focus 2019 ST-Line 1.5 EcoBlue: recensione e prova su strada | Video