Kodak Smile: due nuove Instant Camera al CES 2019 | Video Anteprima

11 Gennaio 2019 12

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Si tratta di prodotti particolari e che si rivolgono ad un pubblico sicuramente di niccha, ma le Instant Camera sono ormai tantissime e sul mercato si trovano soluzioni di ogni tipo. Kodak, in occasione del CES 2019, ha presentato due nuove proposte della linea Smile.

Fotocamere istantanee che stampano le vostre foto immediatamente su pellicola mediante la tecnologia Zink, senza utilizzo di inchiostro grazie alla carta che nasconde al suo interno cristalli neutri che prendono colore a seconda del calore generato dal processo di stampa.

Kodak Smile Classic è la più vintage, per chi vuole sentire ancora tra le mani un prodotto in stile Polaroid. Vanta un mirino pop-up, flash automatico, timer e slot SD. Le immagini vengono stampate in formato 10,7 x 8,9 cm e sfrutta la tecnologia bluetooth per la ricezione e stampa di file da altri dispositivi (foto)

Kodak Smile ha la medesima tecnologia, ma un formato diverso e soprattutto un View Finder LCD che è indubbiamente più moderno e pratico. Non manca il flash, timer e slot SD.

Entrambe saranno disponibili nel secondo trimestre a circa 150 dollari la prima e 100 dollari la seconda.

VIDEO

Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Gaming Pro a 399 euro oppure da Coop Online a 499 euro.

12

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Tiwi

sembrano interessanti, anche lato prezzo

Mughen

Perdonami, avevo visto le foto ma non avevo letto l'ultima parte dell'articolo, chiamare quel coso viewfiender è assurdo

frollo

Delle due parlo della seconda, che chiaramente non ha mirini, ma uno schermo nell'ordine dei due pollici circa (minuscolo ma comunque difficile da chiamare viewfinder). Non ho problemi a riconoscere i mirini digitali come tali. :)

Mughen

Guarda che il viewfinder digitale (oled o lcd) è utilizzato dall'alba dei tempi da tutte le mirrorless (compresa Sony con le sue top come A7III)

frollo

Il 'viewfinder LCD' è solo uno schermo a cristalli liquidi, peraltro minuscolo non se ne vedevano così dalle compatte digitali dei primi anni 2000.

C'è una differenza lapalissiana tra un mirino e uno schermo, anche l'AMOLED del mio telefono allora è diventato un mirino?

MatitaNera

c'è spazio per ogni esigenza...

OlioDiCozza

Prima il giradischi, ora la kodak, altro che 2019 questo è il CES 1959

Marco Longobardi

hai ragione, all'atto pratico cambia poco, è proprio il concetto che non ha senso secondo me. non posso dirlo con certezza non avendola mai provata, ma a questo punto non conviene scattare con cellulare e stampare con una stampantina zink? per le analogiche lomo e fuji tu fai la foto, magari regoli l'esposizione e quella si imprime sulla pellicola, uno scatto-una copia ed è la cosa che trovo affascinante di questi oggetti

Antonio Mariani

Vero, ma anche in questo caso non vedo particolari problemi nello stampare a queste dimensioni ridotte

GianL

vero, d'accordissimo, però il nuovo formato zink 10,7 x 8,9 non è niente male ;-)
curioso di vedere il prezzo della carta

Squak9000

è si... é un cellulare con stampante senza modulo telefonico

Marco Longobardi

gli oggetti con tecnologia zink per me sono delle piccole stampanti, non sono fotocamere. non c'è confronto tra una fotocamera di questo tipo (con un sensore immagino grande come quello di un cellulare) ed una instantanea analogica con superficie sensibile 1000 volte più grande

Bonus TV 2019: guida agli incentivi per passare al DVB-T2

Recensione Huawei Freebuds 3: ho sostituito le Airpods dopo 2 anni

DJI Mavic Mini ufficiale: pesa solo 249 grammi, prezzi da 399 euro

Recensione PowerBeats Pro: gli Apple AirPods per gli sportivi