Fake news, sono gli over 65 a condividerle di più | Dati USA

10 Gennaio 2019 157

A quanto pare, gli utenti over 65 sono maggiormente proni a condividere molte delle fake news che circolano sul web, con un rapporto di 1 a 7 rispetto a quanto condiviso dagli utenti di età compresa tra i 18 e i 29 anni. Ad affermarlo, limitatamente agli utenti statunitensi, è uno studio della Princeton e New York University, in cui sono state analizzate le dinamiche relative alla condivisione di fake news durante la corsa alla Casa Bianca del 2016.

La ricerca si è focalizzata sulle caratteristiche individuali delle persone che hanno condiviso articoli contenenti notizie false, collegando i risultati di un sondaggio online con i dati comportamentali relativi alla condivisione di fake news su Facebook da parte degli intervistati. Complessivamente, la condivisione di articoli provenienti da siti web esterni noti per diffondere notizie false è risultata essere un fenomeno abbastanza limitato, comunque prediletto dagli utenti con orientamento politico conservatore.

Il dato più eclatante è stato invece quello relativo alle fasce d'età: gli americani più anziani, in particolare gli over 65, hanno condiviso fake news su Facebook sette volte più del gruppo di utenti della fascia più giovane (18-29 anni) e più del doppio rispetto alla fascia d'età immediatamente inferiore alla propria (45-65 anni), a prescindere da fattori come l'istruzione, le inclinazioni partitiche e la generale predisposizione a postare contenuti sui social.


Quali le cause? Secondo lo studio, un ruolo di rilievo è giocato dal fatto che a un'intera schiera di americani, generalmente over 60, mancano gli strumenti digitali necessari a distinguere le notizie vere da quelle false. Un'altra possibilità, sempre avanzata dai ricercatori, potrebbe essere legata agli effetti dell'età sulla memoria, con la difficoltà, in mezzo al marasma di informazione e disinformazione presente oggi online, a valutare l'affidabilità delle fonti.

Bisogna comunque tener conto della percentuale di intervistati che non ha voluto condividere le proprie informazioni di profilo relative a Facebook e anche dell'assenza dei dati relativi alla composizione del feed di notizie presente nella home degli intervistati; è possibile, ad esempio, che gli utenti più conservatori siano stati esposti a un flusso più intenso di fake news rispetto agli altri a causa della loro rete di amicizie online, rendendone più probabile la condivisione.

Lo stesso vale per la fascia d'età: è probabile che il tipo di contenuti condivisi nelle cerchie di un over 65 siano diversi da quelli presenti tra i più giovani. Di sicuro, lo studio dà adito a diversi interrogativi, a partire dal ruolo della competenza digitale e delle cerchie di amicizie online nella visione del mondo.

Lasciando il mondo di Facebook per avventurarsi in Twitter, secondo un altro recente studio l'80% degli account che hanno diffuso notizie false prima delle elezioni americane sarebbero ancora attivi. Sensibilizzati sull'importanza del tema, Facebook, Google e Twitter hanno stretto un accordo volontario contro le fake news in Europa; anche in Italia parrebbe esserci stato un caso legato a Twitter.

VIDEO

Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone XS è in offerta oggi su a 850 euro oppure da Amazon a 999 euro.

157

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Itachi

No niente opinioni.
Questi sono il massimo dell'analfabetismo funzionale, nei mesi hanno dimostrato di non sapere nemmeno come funziona il loro lavoro, hanno fatto danno accertati per miliardi e nei prossimi anni ci siamo giocati qualasiasi tipo di speranza di crescita.

Non esagero se dico che ci siamo letteralmente giocati il paese in pochi mesi, e non parlo di tasse più alte o di spese inefficienti, parlo proprio della base del della base della nostra economia mandata a quel paese.

I numeri non sono opinioni,solo che chi vota quei pagliacci non sa contare nella maggior parte dei casi.

Io anche non vedevo l'ora di cambiare governo rispetto a decenni di mafie con Berlusconi e sono riusciti a farmelo rimpiangere.

Moveon0783 (rhak)

C'è una "piccolissima" falla nel tuo ragionamento.
Il fatto che uno sia un ladro non è un'opinione, ma un fatto accettato da una sentenza.
Il fatto che uno sia un idiötä è una personalissima opinione di chi la esprime, esattamente come è una personalissima opinione di chi la esprime il fatto che uno sia un genio della politica. Per molti Renzi è un genio della politica, per me la quintessenza dell'idioziä (discorso estendibile a Grillo, Di Maio, Salvini o chi ti pare).
Vale inoltre considerare che a chi ha preceduto questa classe politica (i vari Scajola con le loro case acquistate a loro insaputa, i vari "Ruby nopote di Mubarak", i vari Trota con le loro lauree in Albania) oltre che ladri, dire che l'aggettivo "idiöta" gli calzasse a pennello, date le scuse surreali che adducevano alle loro malefatte.

E K

Vero, ma non mi sento di giustificare chi non riesce ad adeguarsi al media che usa.
Esempio scemo, un musicista classico che decide di suonare musica pop, deve adeguarsi ai canoni del genere, se spera di suonare come sa fare, senza avvicinarsi alle capacitá e alle necessitá del settore si comporta da AF tanto quanto chi scrive in modo sgrammaticato ed incomprensibile su internet (emulando proprio modo di parlare, ma senza poter emulare le pause, il timbro e la mimica)

Moveon0783 (rhak)

L'ordine dei giornalisti eh? Quello che vigila. Quello che per accedervi occorre essere titolato a garanzia di un'ottima qualità del servizio... https://uploads.disquscdn.c...

franky29
Itachi

Bè oddio no.

Io personalmente se devo scegliere a chi far gestire il negozio tra un ladro e un'id1ota sceglio il ladro.
Il ladro ruberà sicuro qualcosa ma almeno so che manderò avanti il negozio (per suo stesso interesse poi) ma l'id1ota mi fa fallire tutto e finiamo entrambi in mezzo alla strada.

In mondo ideale ovviamente vorrei una persona normale e onesta, ma visto che l'italiano è quella che è no, questa storia che gli idiot1 attualmente presenti al governo siano meglio dei ladri di prima non la condivido proprio.

Alexv

Te lo spiego: all'opposizione sono tutti pro popolo che vogliono cambiare il mondo. Al governo tutti conservatori.

Giacomo

No dai poi le risate chi ce le fanno fare? Hahah

Francesco Renato

Appunto, se dice una cretinata il papa tutti ad ascoltare in religioso silenzio, se dice una verità lo scemo del villaggio nessuno lo prende in considerazione, è il principio di autorità che guida gli uomini, esattamente come le pecore.

Francesco Renato

Al contrario, sono anticonformisti.

GoodSpeed

Ovvio. Sono rincoglioniti

Gentleman.Driver

certamente, anche se di cantonate e punti bassi ne tocchiamo abbondantemente anche ai giorni nostri, purtroppo.

Moveon0783 (rhak)

Il punto più basso lo abbiamo toccato col berlusconismo, con le escort nelle sedi istituzionali (Minetti), un intero Parlamento che mette mette il timbro sulla teoria di Ruby nipote di Mubarak, Razzi, Scilipoti, “Er Batman”, “la casa comprata a mia insaputa etc. Oggi non è che siamo messi bene, ma siamo in paradiso a confronto.

Gentleman.Driver

non nella maniera e nella quantità attuale, mi sembra talmente evidente che basterebbe paragonare la classe politica degli anni cui citi con quella attuale (tanto per fare un esempio).

Chi nega ciò ha il prosciutto negli occhi.

ciro mito

Ora tr0ie gratis e loro scolo e sifilide

Moveon0783 (rhak)

Sbagliatissimo. Salvini e il M5S prendono voti nelle periferie (pura working class e ceto medio), FI e soprattutto Pd hanno fatto il botto in zone come Parioli e via Montenapoleone.

Moveon0783 (rhak)

Quello di cui tu lamenti è una costante almeno dagli anni ‘60, ovvero si lamentavano delle stesse cose già allora.

Matt Ds

perche' gli anziani sono prossimi alla morte e ci godono a vedere noi giovani disinformati, da cui odio, da cui guerre, da cui giovani morti in guerra.

_PorcoDi3Lettere_

Parole sante

ciro mito

Trovo peggiore una notizia manipolata ad una fake news

ciro mito

Spera di arrivarci

Marco SoC

No, la colpa è dell'ignoranza e qui in Italia non ha età

Fiore97

Insomma come qui in Italia è sempre colpa dei vecchi di merd@?

WilliamsL

In realtà non è così semplice, non si tratta sempre di notizie ad occhio nudo false, inverosimili e assurde, ma anche di notizie che possono apparire credibili e si capisce che sono false solo perchè manca una fonte attendibile, non perchè non ci avresti mai creduto.

talme94

La misura più di destra di salvini è senza dubbio la flat tax

rsMkII

QUesta non è una fake news però... O.o

in italia c'è ancora una piccola parte che crede a renzi e a la repubblica, quindi pensa te.

marco

Ci voleva uno studio per capirlo

iclaudio

ricevono soldi cambiando nome...
Se è vero che il finanziamento pubblico diretto all'editoria si è ridotto all'osso, è anche vero che nel tempo ha avuto modo di trasformarsi ed assumere varie forme indirette: iva agevolata, tariffe postali agevolate, credito d’imposta, sostegni ai prepensionamenti e alle ristrutturazioni aziendali, energia elettrica, carta, spese telefoniche e molto altro.

Gentleman.Driver

quello che non si può non negare, è il progressivo imbarbarimento del cittadino medio, più cattivo e invidioso verso l'altra persona.

Oltre che ad una conclamata ignoranza media particolarmente alta dello stesso, che lo porta ad accettare e sostenere risposte SEMPLICI a problemi COMPLESSI.

nosafeharbor

vabbè ma anche tu a citare repubblica, quella roba andrebbe chiusa con le catene quando la redazione è tutta riunita e via ad andare, un bel remake del finale di bastardi senza gloria.

nosafeharbor

fortuna che c'è Luciano Fontana ad abbassare l'età media dei diffusori di notizie false :)

Zeronegativo

l'ho letto su facebook (cit.)

ReArciù

ho risposto sei tu che no capisci "non deve essere un esame di stato o concorso pubblico, deve essere solo un piccolo scoglio all'accesso, molti bareranno ma molti altri no e si spera che siano di più" la sostanza se imbrogliano fatti loro

Nickever Professional™

Intanto non hai risposto alla domanda che ti ho fatto due volte ma va beh

FreeEnd

Se i social fossero solo per maggiorenni fino ai 30 anni sarebbe un mondo migliore

Mew

La Repubblica non percepisce fondi pubblici. Ignorante.

ReArciù

sei tu che non hai capito come fa facebook a eliminare ogni fake news? deve essere l'utente ad avere un pò di senso critico

Nickever Professional™

Ma allora non hai capito proprio nulla di quello che ho scritto, stai sicuro che tu non riusciresti a superarlo un test di accesso.
Se dovevo scrivere tanto per me lo dicevi che risparmiavo

Moveon0783 (rhak)

Hai mai letto Il Giornale o Libero? Sono tutti giornalisti iscritti all’Ordine dei Giornalisti (tra l’altro istituzione inventata in epoca fasciata per motivi come potrai benissimo immaginare che nulla hanno a che fare col pluralismo, ma col suo esatto contrario, retaggio fascista a cui hanno semplicemente cambiato nome negli anni ‘60. Anche Emilio Fede è iscritto all’Ordine. Cosa dovrebbe garantire ‘sto minestrone? Inoltre non mi risulta che occorrano lauree o titoli per accedervi, ma un esame di ammissione).
Il M5S parla senza contraddittorio??? Ma se è il partito più osteggiato d’Italia e spüttânatö a suon di fake news? Non c’è tg che non apra con qualche guaio della Raggi presunto o inventato, o col padre di Di Maio che vent’anni fa non ha pagato un mese di contributi a un operaio. Dov’è che parlerebbe senza contraddittorio? Su internet? Lì chiunque può scrivere le sue pûttänate, anche quelli del centro sinistra (infatti sono attivissimi. Io non lo voto proprio perché alleato di Salvini, ma non per questo non mi accorgo del trattamento fascista che ha ricevuto.

iclaudio

essendo un giornale che va avanti con fondi pubblici e non un blog deve dare notizie vere e non false
Se domani mettono una notizia che i 5 stelle invece di restituire i soldi se li mangiano comprando telefoni xiaomi devi dare la notizia con la prova ...altrimenti querela e pagamento danni per diffamazione

asd555

Grazie, non ho mica studiato fisica quantistica.
Poverino, non capisci manco cosa scrivi e pretendi di fare il saccente.
Nasconditi va'.

iclaudio

be la politica dell'azienda se ogni giorno quasi lascia pubblicare simili cose dai titoli fuorvianti il direttore lo sa ed è palesemente di parte...oppure beve

mds

Grazie per aver letto e aver risposto con qualcosa di argomentato, sono d'accordo con te sulla conclusione un po' "debole". La parte interessante è sicuramente il corpo dell'articolo, dove ci sono le fonti, fa capire perché la gente parla a sproposito di analfabetismo funzionale e fa debunking. In quello l'articolo è sicuramente ottimo e dà ottimi spunti.

ReArciù

non deve essere un esame di stato o concorso pubblico, deve essere solo un piccolo scoglio all'accesso, molti bareranno ma molti altri no e si spera che siano di più

Nickever Professional™

Va bene allora rispondi alla domanda che ho fatto prima, e se questi cosiddetti test di iscrizione per piattaforme fossero fatti sempre dai figli o dagli amici più avvezzi? Non trovi che aggirerebbero facilmente il problema?
Come ho già detto all'altro utente il vero problema non sono gli anziani che condividono in buona fede notizie false credendo in ciò che leggono, la era colpa è di quelle persone (giovani) che in mala fede costruiscono palesi notizie false per far del male agli altri, per un loro tornaconto personale tutto qui.
E' facebook che deve eliminare subito una palese notizia falsa anzichè far passare tempo.

manu1234

Tolto il fatto che io sono tutto tranne che dei 5s, tu stai praticamente dicendo che i giornali sono intoccabili, anche se sono spazzatura. Ma sono sicuro che per giornali come libero o il primato nazionale saresti il primo a chiuderli. Se sparano balle non garantiscono l'informazione, ma fanno propaganda. Certo da chi ritiene Repubblica affidabile non mi aspettavo il contrario, ma democrazia è anche non essere presi in giro dai soliti gruppi (nota che l'informazione italiana è bene o male in mano a De benedetti e Berlusconi, nemici fino a ieri ma che oggi si trovano d'accordo finché si tratta di sparare merd a su sto governo anche a costo di inventarsi cose ("ci tagliano le pensioni" cit)

BUONGIORNISSIMO KAFFEEEEEEEE

Nickever Professional™

Non è che una notizia discrimina l'intera azienda eh intendiamoci, io potrei portarti molte più notizie di repubblica palesemente di parte ed irritanti.

ReArciù

ma non ci vuole un quoziente intellettivo elevato per rispondere a domande di comprensione del testo o logica di base basta la licenzia media e leggere qualche libro ogni tanto, le fake news funzionano perchè le persone si fermano al titolo, se leggessero anche l'articolo si accorgerebbero facilmente che molti sono scritti con i piedi

Sony

Recensione Sony Xperia 10 Plus: il display 21:9 non basta

HDMotori.it

Ford Focus 2019 ST-Line 1.5 EcoBlue: recensione e prova su strada | Video

Alta definizione

Recensione TV Sony KD-65AF9: OLED e Android TV ai massimi livelli

Samsung

Recensione Samsung Galaxy S10e: ecco perchè lo preferisco ad altri