Assistant, Amazon, Siri e Cortana: qual è il miglior assistente per smart speaker?

21 Dicembre 2018 100

Google Assistant è ancora il miglior assistente virtuale per smart speaker, secondo il test annuale di Loup Ventures, ma Alexa, Siri e Cortana stanno guadagnando terreno. I dati raccolti dal test (che, ricordiamo, consiste nel porre 800 domande a ciascun assistente e poi valutarne i risultati) dimostrano che ormai con il riconoscimento vocale ci siamo: tutti gli speaker sono sopra al 99 per cento, con Assistant che è riuscito addirittura a capire tutte e 800 le domande.

Per le risposte corrette c'è ancora un po' da lavorare: Assistant è il migliore, e si avvicina addirittura a una media del 90 per cento. Siri e Alexa sono rispettivamente in seconda e terza posizione, a poca distanza tra loro, un po' sopra al 70 per cento; Cortana è un po' più indietro, con una media di risposte corrette di appena il 63,4 per cento.


È tuttavia interessante osservare che tutte le AI hanno compiuto dei progressi notevoli nella comprensione. L'anno scorso, Assistant aveva risposto correttamente all'81 delle domande, contro l'88 per cento di quest'anno; Alexa al 64 per cento, mentre quest'anno è salita al 72,5; Cortana si era fermata al 56 per cento. Siri è quella che ha fatto i migliori progressi: da fanalino di coda dell'anno scorso (52 per cento) alla seconda posizione (74,6).


Un'analisi più approfondita dei dati rivela che ogni assistente/smart speaker ha i propri punti di forza. Assistant vince su quattro delle cinque categorie, ed è particolarmente efficace rispetto alla concorrenza nelle domande sullo shopping - forse un po' a sorpresa, visto che Alexa è l'assistente dell'ecommerce più grande del mondo; Siri su HomePod è invece imbattibile nei comandi, anche se c'è un "trucco" - l'integrazione profonda con Siri di iOS, a cui HomePod è sempre collegato. Prevedibilmente, sia Assistant sia Siri sono molto forti nelle due categorie (esplorazione e navigazione) in cui possono sfruttare i propri servizi cartografici digitali (Google Maps e Apple Maps). Le categorie sono le seguenti (lasciamo il nome in inglese per coerenza con i grafici):

  • Local: Dov'è il bar più vicino?
  • Commerce: Puoi ordinarmi più carta igienica?
  • Navigation: Come arrivo in centro con il bus?
  • Information: Quanto è alta Julia Roberts?
  • Command: Ricordami di chiamare mamma alle 14 di oggi.

Loup Ventures spiega la propria teoria sul vantaggio di Google nello shopping, che si basa su un principio (già espresso altrove): sono pochi gli utenti che fanno effettivamente acquisti attraverso gli speaker smart. La maggior parte fa ricerche e si informa su prezzi e caratteristiche dei prodotti, oppure dei negozi locali.

I test sono stati condotti sui seguenti dispositivi:

  • Alexa: Amazon Echo di seconda generazione
  • Assistant: Google Home Mini
  • Cortana: Harman Kardon Invoke
  • Siri: Apple HomePod
La riconferma di un'azienda che cerca l'equilibrio tra prestazioni al top e prezzo competitivo? OnePlus 6T, in offerta oggi da Clicksmart a 469 euro oppure da ePrice a 565 euro.

100

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Signor Citrus

Ma meglio cosi, non voglio che sprechino le risorse per queste caxxate di oggetti inutili.

Signor Citrus

No, soni davvero inutili.
Vanno bene per anziani e disabili.
D'altronde sono stati progettati per questo, principalmente.
Alle persone normali sono inutili.

Ice Queen
M.N.C.

https://uploads.disquscdn.c...

Max

Argomentare ? Tu hai detto una baggianata basata sul NULLA. L’unico dato certo è l’articolo in questione, che definisce Siri migliore di Alexa e Cortana.
Poi arriva l’illustre signor nessuno a dire il contrario. Prove a corredo ? Zero.

Nico

E la terra è piatta giusto? Ma quanto lo fanno durare l’intervallo alle elementari? Speravo di conversare con persone mature amanti della tecnologia e non fissate con una azienda e basta. Torna a studiare bimbo. Non ti sto neanche più a rispondere perché hai la capacità di argomentazione di una nocciolina.

Max

No. Siri è meglio di Alexa

Max

No. Siri è meglio di Alexa.

Nico

Lo si può fare anche con gli echo di Amazon.

Nico

Non succede niente se la tua amata Apple a volte rimane un po’ indietro. Ci sarà tempo di recuperare! E lo spero perché io come ho già detto uso entrambi e se Siri migliora nella lingua Italiana, non posso che essere felice, dato che posseggo un iPhone. Per il momento Assistant e Alexa sono molto più avanzati in Italia.

Nico

In inglese! In Italiano funziona meglio Alexa! Ho iPhone Xs ed echo dot! Chiunque li abbia provati (entrambi in Italiano) me compreso conferma che Alexa è molto meglio! In inglese invece a quanto pare è meglio Siri. Siri è troppo limitato in Italiano tanto da renderlo appunto inusabile in molti ambiti

Bravo Nadella

Ice Queen

<font color="red">???</font>

sailand

Certo, c’è chi ci investe di meno e chi di più nella italianizzazione. Ci sono lingue ancora più difficili dell’italiano e altre più facili o diffuse ma noi viviamo qui è solo alcuni potrebbero parlare in inglese con gli assistenti e oltretutto sarebbe scomodo e non istintivo.
Quindi è oggettivo che le statistiche in inglese non abbiano valore in Italia.

Poi definirmi hater io che ho più apparecchi apple in casa che di altre marche.... sono invece incazzato perché alcuni di essi sono ormai cadaveri.

Riccardo

Inutili per te, specificalo qualche volta.

Max

Il mio discorso è proprio quello: vedere gli hater venire qui a dire “eh ma la classifica è solo in inglese” è infantile come loro. L’italiano è più complesso dell’inglese, quindi il concetto vale per TUTTI gli assistenti digitali.

CAIO MARIOZ

Interessante
Peccato che in italiano facciano tutti pena

sailand

Io non ho certo detto che alexa è perfetto, tutt’altro ma in Amazon hanno avuto la buona idea di aprire a servizi esterni la qual cosa ne ha aumentato la versatilità e compensato la maggiore rigidezza nel comprendere le richieste. Poi non è uno strano caso che in italiano funzioni peggio ma è la lingua italiana ad essere più complessa oltre che meno diffusa per cui giustifica meno investimenti.

M.N.C.

Emiglio è meglio!

Sterium
sopaug

la differenza è che chi lo dice sa di cosa parla. Tu evidentemente no. Ma non sorprende, lo fai abitualmente.

sopaug

solo se sei abbastanza tordo da crederci

Federico
smartcris

Chiarissimo, e scommetto che gli amici ti chiamano Doc, hai un cane che si chiama Einstein ed un auto modello DeLorean "truccata". Avvisami quando riuscirai a far passare il "flusso canalizzatore" dentro Alexa.

O_Marzo

Ho appena provato, staccando la corrente la sveglia rimane comunque, in ogni caso non affidarsi mai l'unica sveglia a questi dispositivi, non vorrei andasse via la corrente proprio quando deve svegliarmi

Max

No.

Max

Hai scritto una marea di boiate. Stai confondendo le funzionalità con il database di riferimento, che è uno.
Fai la stessa domanda ed otterrai la stessa risposta. Chiedi di eseguire un azione e non tutti i dispositivi lo faranno (per limitazioni di implementazione).
Dimostri ogni volta di non conoscere una fava su Apple. Ma parli parli parli...

Federico

È stato con Cortana che si è aperta la via che ha condotto ai moderni assistenti, poi evidentemente è successo qualcosa perchè i suoi eredi hanno fatto incredibili balzi innanzi (in particolare Google) mentre Cortana è rimasta al palo.

Blackspace

È morta bene però! Io la usavo sui lumia e avevaa meglio di siri, lo uso su PC adesso e ancora si difende

Bastian Contrario

E Siri non è la stessa ovunque. Magari fosse così.

Siri fa cose diverse ed ha limitazioni diverse a seconda del device su cui si trova. Chiedi la stessa domanda a Siri su Mac, Apple TV, HoemPod e iPhone ed avrai 4 risposte diverse.

Questo perché buona parte del suo funzionamento dipende dalle funzionalità del sistema su cui si trova. Su iOS Siri fa tutto, ma su macOS per esempio fino ad un anno fa non potevi controllare HomeKit perché mancava l'app Casa. Su HomePod Siri è limitata alla musica ed altre poche cose. Alla stessa maniera Siri su Apple TV è limitata all'utilizzo televisivo e poche altre cose. Non puoi chiederle di convertire chilometri in miglia come fai su iPhone.

Bastian Contrario

#2 E Siri non è una. Magari fosse così.

Siri fa cose diverse ed ha limitazioni diverse a seconda del device su cui si trova. Chiedi la stessa domanda a Siri su Mac, Apple TV, HoemPod e iPhone ed avrai 4 risposte diverse.

Questo perché buona parte del suo funzionamento dipende dalle funzionalità del sistema su cui si trova. Su iOS Siri fa tutto, ma su macOS per esempio fino ad un anno fa non potevi controllare HomeKit perché mancava l'app Casa. Su HomePod Siri è limitata alla musica ed altre poche cose. Alla stessa maniera Siri su Apple TV è limitata all'utilizzo televisivo e poche altre cose. Non puoi chiederle di convertire chilometri in miglia come fai su iPhone.

E poi l'ignorante sarei io...

O_Marzo

È più o meno quello che rilevo con google, prende sempre la voce, anche dall'altra stanza con la porta chiusa, è funzionale. Inquietante ma funzionale. Per quello mi sembra strano... Sembra come se chi lo ha provato qualche tempo fa non ne sia rimasto molto contento mentre chi lo ha preso recentemente è più soddisfatto, magari un aggiornamento ha migliorato notevolmente la situazione

Bastian Contrario

> "la leggenda metropolitana che vedrebbe Siri dietro alla concorrenza"

Non rigirare la frittata, tu parlavi di Siri rispetto alla concorrenza, e io ti ho risposto che la concorrenza, nelle vesti di Assistant, è ancora superiore. Anche se, è innegabile, Siri è migliorata parecchio anno su anno.

Ice Queen

Il migliore assistente é solo questo https://uploads.disquscdn.c...

rusp95

In inglese

Max

Sei un bambino...
Adesso ti attacchi al “Siri è indietro a Google Assistant” ?
Ed un bel st1c4zzi ce o mettiamo ? Qui si discuteva sul fatto che Siri fosse buono o meno, e naturalmente uno come te non può saperlo...
Con il 75% di hit, in aumento, mi tengo Siri invece di prostituirmi a Google svendendomi la privacy.
Siri HomePod non esiste. E’ Siri. Punto. E solo un ignorante come te può non saperlo.
Ti invito a dimostrare dove avrei contestato l’attendibilità del test. Sfigato.

Max

Quindi ? Alexa tre anni fa manco esisteva... allora ?
Il giudizio si da ad oggi, ed OGGI Siri funziona bene. Secondo solo a Google, senza doversi vendere l’anima a Google però.

Max

No. Siri è il secondo miglior assistente dopo Google.

Max
Federico

Cortana è morta da molti mesi, ora è solo l'assistente di Office.
Stai idolatrando un cadavere

Federico

Quando avremo in distribuzione generale Duplex sul calendario potremo segnare la data in cui per la prima volta è stata messa a disposizione degli utenti una macchina in grado di perseguire processi decisionali autonomi.

Sarà uno dei giorni più entusiasmanti per la ricerca.

Federico

Forse sono stato poco esauriente... consentimi di fare un esempio.
Dinanzi a me c'è il televisore che riproduce un film di Netflix. Il client Netflix gira su un mini PC Android (in questa stanza un T95Z Plus, una macchina ad 8 core).
Il mini PC è collegato ad un Echo Plus via Bluetooth, ed il Plus è a sua volta connesso all'impianto di amplificazione.
Questa configurazione ha molti vantaggi: banalmente l'impianto audio riproduce sia il suono del Plus che della macchina Android, ma ancor più importante è che il dispositivo Alexa è in grado di gestire i player in esecuzione su Android tramite il protocollo di controllo Bluetooth (tutti meno quello di TIM Vision).
Inoltre nella macchina Android gira software per il controllo della casa eseguito su Linux (Linux Deploy e su Tasker, cosa possible unicamente perché tutti i miei dispositivi domotici sono linkati contemporaneamente al Cloud Amazon ed a quello Google.

Spero di essere stato sufficientemente chiaro.

KenZen

Non credo dipenda dalla lingua anche perchè il mio inglese fa vomitare. :D
Sono i microfoni che restituiscono un'esperienza utente straordinaria.
Saluti

Federico

Per due ragioni: la prima è che sono complementari e la seconda è che quando sono in casa è molto pratico rivolgersi direttamente all'appartamento che ha un dispositivo Alexa in tutte le stanze, mentre fuori mi è sufficiente pronunciare "OK Google" affinché il mio Mate 10 Pro si attivi e mi consenta di usare tutta la domotica.

smartcris

Scusa la curiosità ma perché installare due assistenti vocali diversi nello stesso luogo ?

Mastro Tracco

Si i microfoni fanno davvero la differenza e comunque in inglese funziona sicuramente meglio che in italiano.

KenZen

Utilizzo HomePod da circa 1 mese e devo dire che non sbaglia un colpo nonostante il mio pesserrimo inglese. Sia con Apple Music che con HomeKit è una goduria a differenza di iPhone ed iPad che spesso non ricevono il comando se sei a più di 1.5-2 mt.
Saluti

Cave Johnson

E forse è meglio.

sagitt

Google ha dati degli utenti e non solo

sailand

Io non ho dispositivi ma solo le app su iPad. La rigidezza di alexa è vero ma compensa con i servigi forniti da terzi questa lacuna. Ho dei brani musicali su iPad che non c’è verso di far riprodurre a siri. Il motivo? Sono mie creazioni con titoli attribuiti da me e non brani codificati nei database apple. Invece brani presi da iTunes Store e memorizzati sull’ipad o mp3 di brani scaricati dai cd originali me li riproduce.

Sony

Recensione Sony Xperia 10 Plus: il display 21:9 non basta

HDMotori.it

Ford Focus 2019 ST-Line 1.5 EcoBlue: recensione e prova su strada | Video

Alta definizione

Recensione TV Sony KD-65AF9: OLED e Android TV ai massimi livelli

Samsung

Recensione Samsung Galaxy S10e: ecco perchè lo preferisco ad altri