Amazon Echo leader degli smart speaker negli USA (e non solo)

21 Dicembre 2018 23

Amazon Echo è uno dei gadget tecnologici più in voga del 2018: ha registrato vendite record nella settimana del Black Friday, ed è sempre più ricco di funzionalità - non dimentichiamoci il supporto ad Apple Music, attivo per ora solamente negli USA, ma che arriverà presto anche in Italia.

eMarketer ci mette a disposizione una panoramica del mercato degli smart speaker, limitata tuttavia agli Stati Uniti, ma comunque emblematica per comprendere ed analizzare il trend di questo sempre più vasto business. Ebbene, anche in questo caso arriva la conferma della “superiorità” - in termini di vendite - di Amazon Echo sulla concorrenza: 2 smart speaker su 3, negli USA, sono proprio loro.

Attenzione, però: nel 2019 tale successo verrà in parte ridimensionato, visto che lo speaker con Alexa integrato vedrà la sua quota di mercato scendere per la prima volta sotto il 75%. Con una domanda in crescita - il 74,2% della popolazione americana avrà uno smart speaker nel 2019, il 15% in più rispetto all’anno corrente - gli Amazon Echo subiranno la crescita di Google Home e di altre proposte, inclusi i prodotti a marchio Sonos (con Alexa) e Apple HomePod. In sintesi, il prossimo anno i leader di mercato saranno:

  • Amazon Echo: 63,3%
  • Google Home: 31%
  • Altri (es. Apple e Sonos One): 12%

NOTA: la somma non è 100% perché diversi consumatori dispongono di più di uno smart speaker.

COSA CHIEDIAMO AGLI SMART SPEAKER?

Poco shopping, appena lo 0,4% dell’e-commerce negli USA, che tutto sommato porta a un giro d’affari di 2,10 miliardi di dollari. 27 americani su 100 si affidano alla loro voce ed all’assistente virtuale per fare acquisti: le stime sono tra l’altro al ribasso.

Gli utenti preferiscono interagire con gli smart speaker per ascoltare la musica o i podcast, per informarsi sulle ultime notizie, sul meteo e sul traffico.

E IN EUROPA?

I dati messi a disposizione da eMarketer si limitano al mercato britannico, ma rappresentano comunque un buon punto di partenza per capire come gli smart speaker abbiano conquistato - o meno - il Vecchio Continente. I numeri sono in crescita: i dispositivi sono raddoppiati quest’anno, e nel 2019 il trend non cambierà. Anche in questo caso, il prodotto più in voga è Amazon Echo (68% nel 2018), seguito da Google Home (26,2%). Nel 2019 crescerà il secondo a discapito del primo, andamento che si ripeterà anche l’anno successivo.

La riconferma di un'azienda che cerca l'equilibrio tra prestazioni al top e prezzo competitivo? OnePlus 6T, in offerta oggi da Clicksmart a 469 euro oppure da ePrice a 565 euro.

23

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
aquero

Tutte cose che puoi fare anche col Google mini.
Per quanto riguarda l’hub nel plus, se prendi le lampadine Hue Philips non potrai comunque sfruttarne a pieno le potenzialità, non potendo usufruire del bridge dedicato.

aquero

Amazon si è resa conto che solo regalando i sui dispositivi può raggiungere lo scopo, i Plus infatti non se li fila nessuno.

Horatio

Ti credo, te li tirano dietro!

Lucaa

RISOLTO: "Alexa, metti video EURONEWS!"
(dopo il risultato della ricerca...)
"Alexa, apri ed allarga"
= tutto schermo "Euronews live on video"

Meglio alexa e Cortana che non google che sta diventando sempre più grande fratello

Pare però che la ggente veda monopolio solo se c'è Microsoft a portarlo avanti...

sagitt

avrei preso senza problemi google home se fosse compatibile con tutti i dispositivi che sto visionando, e soprattutto se non obbligasse ad usare servizi google per ogni cosa

per questo ho puntato per ora su echo, che per il mio utilizzo fa tutto ciò che serve. l'unica csoa che mi rogna è che con sonos non genera il multiroom e non ha integrazoni con cast, ma li penso manchi la skill di google.

oltretutto ho visto che c'è un fork di homebridge anche per alexa

Lucaa

Grazie per l'informazione; dunque "il problema" è un altro.
E' comunque abbastanza grave. Non ne azzecca una sovente... Addirittura se il termine è inglese... chessò... "night"... ne escono delle cose assurde!

dari89

non a caso la via tracciata è quella dell'integrazione fra cortana e alexa. La cosa fa comodo anche a Microsoft dal momento che il tutto continuerà a basarsi su bing

dari89

non succederà mai, Amazon sta collaborando con Microsoft integrando sempre più Alexa e Cortana fra loro. Del resto anche Siri funziona tramite bing, non è quello il problema.

Lucaa

..purtroppo oggi non funziona più. Deve essere la c4c4t4 di Amazon che adotta "BING"; prima lo molla e prima prenderà il largo questo Acho/Alexa.

Ciorius

io ho il mini e le routine ci sono e sono sincronizzate con assistant sul telefono. Personalmente utilizzo il sistema ikea con google in US. Quello di cui sono sicuro è che mini non è decisamente un bridge

luca

Preso un plus in offerta e ho un Google mini. Il mini non mi ha soddisfatto molto mentre sono più soddisfatto con Alexa, forse sarà per la qualità audio e il bridge integrato. Per il momento mi trovo bene con le routine che imposto in modo semplice con Alexa ma ignoro se esistano sul mini. Al mini chiedevo di spengere le luci singolarmente mentre con Alexa mi basta dire sono tornato per farli accendere le luci in automatico e per me questo è molto comodo come è comodo non dover mettere hub Philips anche se ne sono in possesso.

Lucaa

..per i possessori dello "SPOT" (display):
"Alexa cerca video EURONEWS" ...
(dopo i risultati da BING)
"Alexa, apri!"
...ed avete news con video H24 semplici, in italiano senza troppi fronzoli. Ottimo IMHO!

gastro67

io ho 3 google home sparsi per casa e mi trovo benissimo.

Litos

Continuo a preferire i Google Home :)
Sarebbe curioso avere una stima qui in Italia, soprattutto dopo gli sconti degli ultimi giorni.

Aikon

Google sugli smartphone e sulle ricerche, anche quello è monopolio putroppo

qandrav

"sempre più come un monopolista..."

e i 1000000000000000000articoli riguardanti alexa aiutano in questo senso

Esatto, il plus ha un suono fantastico ed ha tutto, gli altri sono solo sistemi complementari

Si, ma il fatto é che amazon si sta configurando sempre più come un monopolista...uscirà una roba come Microsoft nel settore computer, a lei il 90% agli altri le briciole.

IsNotMyIdea

Idem

qandrav

amazon leader? grazie sono loro e google XD

https://uploads.disquscdn.c...

losteagle17

Io continuo ad aspettare le offerte sul Plus e sullo Spot che sono i più interessanti.

Sony

Recensione Sony Xperia 10 Plus: il display 21:9 non basta

HDMotori.it

Ford Focus 2019 ST-Line 1.5 EcoBlue: recensione e prova su strada | Video

Alta definizione

Recensione TV Sony KD-65AF9: OLED e Android TV ai massimi livelli

Samsung

Recensione Samsung Galaxy S10e: ecco perchè lo preferisco ad altri