OSIRIS-REx è arrivata al suo obbiettivo, l'asteroide Bennu

04 Dicembre 2018 34

Durante la scorsa giornata, la sonda OSIRIS-REx della NASA ha finalmente raggiunto il suo obbiettivo, l'asteroide Bennu, ben visibile nella foto in testata e realizzata lo scorso mese. Si tratta naturalmente solo del primo passo di una complicata missione, che avrà l'obbiettivo finale di riportare sulla Terra un campione del corpo roccioso.

Cominciata con il lancio da Cape Canaveral l'8 settembre del 2016, la sonda ha effettuato un lungo viaggio trasportando una serie di strumentazioni per l'acquisizione di dati ed il recupero di piccoli campioni. Per maggiori dettagli sull'operazione vi consigliamo di leggere le precedenti news scritte sull'argomento, tuttavia ora comincia una parte del viaggio che potremmo definire "complicata", la sonda infatti entrerà presto in orbita attorno al piccolo ammasso roccioso per un tempo previsto di 505 giorni, il ritorno sulla Terra è previsto nel 2023.

L'asteroide in questione ha una forma sferoidale ed un diametro approssimativo di circa 500 metri, risulta quindi più piccolo di Ryugu, l'asteroide oggetto della missione Hayabusa-2, che misura circa 940 metri di diametro. Non si tratta di un'operazione così semplice porsi in orbita attorno ad un corpo di modeste dimensioni come Bennu, questa tipologia di asteroide infatti, ha una gravità decisamente modesta, ed anche le stesse radiazioni solari sono in grado di modificarne la traiettoria.

Se tutto andrà liscio, Bennu rappresenterà quindi un nuovo record, sarà infatti il più piccolo oggetto astronomico mai orbitato da una nave spaziale (terrestre). L'interesse verso gli asteroidi è altissimo per la comunità scientifica, alcune teorie ipotizzano che proprio grazie ad essi la vita o l'acqua potrebbero essere arrivate sulla Terra in tempi remoti, inoltre Bennu ha un'altra particolarità, la sua orbita lo rende potenzialmente pericoloso per il nostro pianeta.


OSIRIS-REx si trova ora a circa 19 chilometri di distanza dall'asteroide, la foto che vedete poco sopra è stata scattata da una distanza di circa 80 chilometri, quando le operazioni di avvicinamento erano arrivate al loro culmine. Nei prossimi giorni prenderanno il via i primi rilievi preliminari per rendere possibile il delicato compito di restare in orbita, la sonda dovrebbe cominciare la complessa operazione a partire dal 31 dicembre 2018, tuttavia al momento diverse incognite attorniano la completa riuscita.

La sonda si posizionerà a circa 1,25 chilometri di distanza da Bennu, il passo successivo sarà mappare la superficie per ricercare il luogo migliore per la raccolta dei campioni. La NASA spera di riportare sulla Terra circa 60 gr di regolite e campioni del terreno, seguiremo gli sviluppi di questa delicata ma affascinante missione.

La riconferma di un'azienda che cerca l'equilibrio tra prestazioni al top e prezzo competitivo? OnePlus 6T è in offerta oggi su a 479 euro.

34

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Boronius

Ma come?? Stai facendo discorsy da povery...

Squak9000
Boronius

In America già comandano...

Boronius

Film "Andromeda"

Boronius

Ma non è una frase tipica dei clienti Apple??

Boronius

È una questione di esposizione fotografica. Non a caso le stelle mancano anche nelle foto degli astronauti a spasso sulla superficie lunare

Boronius

Assolutamente si, è il ben noto discorso del battito di ali della farfalla dentro alla foresta amazzonica

asd555

La sonda è troppo piccola per causare un cambio di traiettoria rilevante.

Maurizio Mugelli

si ma e' talmente irrilevante che probabilmente ci vorrebbero migliaia di anni per misurarne una differenza strumentale

barneysmx86

Ma la sonda, avvicinandosi ed entrando nell'orbita dell'asteroide, non provoca una variazione della traiettoria, seppur minima, dell'asteroide stesso?

JustATiredMan

bhe... se arrivano in giappone, gli mandano contro qualche robottone, e siamo salvi.

JustATiredMan

ebhè... speriamo !

JustATiredMan

A me sembrava piuttosto una grossa pillola di viagra...

JustATiredMan

Dipende se per l'immagine hanno usato lo spettro del visibile.
Data la disanza dal sole, dubito sia un immagine "fotografica".

Credo piuttosto sia un immagine ricavata da infrarossi, o radar o di altro tipo, forse ancora una somma di più tipi di tecnologie.
E anche se fosse "fotografica", dubito che le stelle abbiano una luminosità tale da risultare visibili.

Stefano
Dwarven Defender

Dipende dall’albedo di Bennu

nutci

Per come è stata inquadrata l'immagine le stelle sono troppo distanti per poter dare un segnale luminoso rilevante.

Porco Zio

E dagli anni di pubertà che spero che il sesso maschile (eccetto me ) evapori ... speriamo

Porco Zio

Anche in Giappone Hong-Kong e Shanghai . Ma non li cag@no mai

Porco Zio

Avrà usato la feauture portrait di iPhone .... a parte gli scherzi credo che La luce emanata copra i bagliori posteriori un po’ come di giorno , non vedi le stelle perché la più vicina ne emana troppo

Garrett

Impossibile. La razza umana è già estinta.
Per fortuna

Garrett

Lo sforzo è nero, ma non si dovrebbero vedere anche le stelle?
Semplice domanda.

Albi Veruari

Tanto si sa che gli alieni arrivano prima in America e che l'Europa non esiste.

sudo apt-get install humor ®

E se arrivasse lui?
https://uploads.disquscdn.c...

takeoff
Albi Veruari

Impossibile, anche nella remota causa che ci sia un virus del genere questo verrebbe subito isolato.

Squak9000
Manuel

Ajó!

LaVeraVerità

Magari.

takeoff

Dall’immagine di copertina mi sembrava cocaina su un tavolo a specchio nero

Squak9000
Squak9000
nessuno29

sò caxxi!

capitanharlock

E se arrivasse con il campione un virus spaziale che facesse estinguere la razza umana?

I migliori smartphone sotto l'albero: Guida all'acquisto di Natale 2018

Android

Recensione Oppo RX17 Pro: ricarica lampo e super foto notturne

Samsung

Recensione Samsung Galaxy A9 (2018)

LG

LG G7 ThinQ 6 mesi dopo: ottima scelta, anche nel prezzo | Riprova