Hubble: 25 anni fa la prima, storica, missione di riparazione nello spazio

03 Dicembre 2018 18

Il telescopio spaziale Hubble non ha certo bisogno di presentazioni: ancora in attività dopo 28 anni di onorata carriera, continua ogni giorno a raccogliere preziosi dati riguardanti l'Universo, nonostante un recente problema ai giroscopi. Forse non tutti ricordano però che, proprio agli inizi, la missione fu tenuta in scacco da un grave difetto che pregiudicava la qualità delle immagini. Per risolverlo, la NASA fu costretta a mandare in orbita un gruppo di astronauti che riparassero il telescopio in loco: una missione senza precedenti che, come ricorda oggi l'agenzia spaziale statunitense, si svolse proprio 25 anni fa.

Per meglio comprendere la portata dell'evento, è innanzitutto utile fare un passo indietro. Il 20 maggio 1990, a poco meno di un mese dal lancio avvenuto il 24 aprile, Hubble inviò le prime immagini provenienti dallo spazio. Per il team di terra, quel momento tanto atteso si trasformò, tutto d'un tratto, in un abisso di sconforto: le immagini erano sfocate e, per giunta, non si trattava di un problema risolvibile a distanza. Lo specchio primario del telescopio presentava infatti un'aberrazione sferica, senza contare che Hubble riscontrava difficoltà nell'"agganciare" le stelle corrette.

L'immagine di M100 prima e dopo la risoluzione dell'aberrazione sferica dello specchio primario di Hubble. Fonte: ESA/Hubble & NASA

Per i successivi tre anni, scienziati e ingegneri della NASA si arrovellarono alla ricerca di una soluzione e, alla fine, optarono per una missione di manutenzione straordinaria. Esattamente 25 anni fa, nel 1993, un gruppo di astronauti partì a bordo dello Space Shuttle per affrontare una missione senza precedenti: riparare - in orbita, a una velocità di oltre 28 mila chilometri orari - il famoso telescopio spaziale.

Come è stato possibile? Grazie alla collaborazione di Frank Cepollina, in grado di progettare una missione di riparazione di un veicolo spaziale in orbita già nel 1984, il telescopio Hubble fu progettato tenendo presente la possibilità che gli astronauti lo riparassero e migliorassero nel corso degli anni. Per questo motivo, Hubble è composto da una serie di elementi modulari e intercambiabili contenuti all'interno di piccole e grandi "scatole" facilmente trasportabili: una configurazione che si è rivelata decisiva.

Il telescopio infatti non presentava solo un difetto allo specchio primario, ma anche un problema con la capacità di "puntare e agganciare" le stelle giuste, causato dalle drastiche variazioni di temperatura registrate in orbita. Così, 25 anni fa, un gruppo di astronauti partì alla volta di Hubble: si trattava di Richard Covey, Kenneth Bowersox, Kathryn Thornton, Story Musgrave, Claude Nicollier, Jeff Hoffman e Tom Akers.

I sette astronauti "catturarono" il telescopio e lo portarono all'interno dello shuttle per ripararlo e apportare delle migliorie. La missione durò circa una settimana, e fu ricca di implicazioni non solo contingenti: infatti, proprio in quel periodo, la NASA si stava preparando alla costruzione della Stazione Spaziale Internazionale, luogo deputato a lunghe sessioni di lavoro nello spazio.

Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone XS, in offerta oggi da Techinshop a 865 euro oppure da Unieuro a 1,129 euro.

18

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
csharpino

"era un baraccone politico con i progettisti tirati per la giacchetta da un numero enormi di mani (politici, cia, esarcito ecc.)"
Cosa che succede per la quasi totalità degli appalti statali o parastatali... e sicuramente uno dei motivi per cui ora si ci appoggia molto di più ad agenzie private.

Rimane il fatto che i numeri parlano chiaro: 136 missioni Shuttle; Hubble è stato lanciato alla 35°, le successive 101 quindi di dividono in 36 per la ISS, 65 per esperimenti vari e lancio di satelliti e solo 5 missioni dedicate alla manutenzione di Hubble. Come fai a dire che il programma shuttle è stato mantenuto solo grazie ad Hubble lo sai solo tu...

Maurizio Mugelli

informati meglio sui lati oscuri del progetto shuttle, va.
era un baraccone politico con i progettisti tirati per la giacchetta da un numero enormi di mani (politici, cia, esarcito ecc.) ognuno con le sue richieste e la sua agenda, il risultato che ne e' uscito e' stato una specie di mostro di frankenstein che costava dieci volte il previsto e non riusciva a soddisfare bene neppure uno dei target originari, richiedeva un anno di revisione fra un lancio ed un altro e costava quanto una missione apollo per ogni lancio invece della "navetta quotidiana" originariamente prevista.

E K

Nel ventre del mostro spaziale chiamato Sciattol, dove alcune parti venneró digerite e altre inserite al posto di quelle mancantiihhh per poi essere espulso dal ventre molle del mostro e tornare ad orbitare attorno ad un pianeta piatto e privo di vita intelligente. lol

csharpino

"molti senatori volevano chiuderlo in quanto troppo costoso, la nasa (spinta dai senatori che invece avevano da guadagnarci ovviamente, senza motivazione politica non si muove nessuno)"
Quindi tu dai per scontato che i senatori che volevano pensionarlo avessero ragione mentre quelli che lo volevano mantenere lo facevano solo per loro interessi... Il fatto che magari anche chi lo voleva pensionare aveva interessi economici/politici nel farlo e non motivazioni tecniche non lo prendiamo in considerazione??
Ogni progetto di quelle dimesioni ha politici che vogliono tagliare i fondi per destinarli a ciò che maggiormente li favorisce, ma se qualche senatore era in disaccordo non vuol dire che avesse ragione nell'esserlo...
La storia e il numero delle successive missioni fatte mi sembra che abbiano ampiamente dato ragione a chi non lo ha pensionato...

Maurizio Mugelli

io non soltanto ho acceso il cervello ma ho anche conoscenze sull'argomento e nei primi anni 90 c'erano fortissimi dubbi sull'utilita' del programma shuttle, molti senatori volevano chiuderlo in quanto troppo costoso, la nasa (spinta dai senatori che invece avevano da guadagnarci ovviamente, senza motivazione politica non si muove nessuno) quindi inizio' a cercare una "killer application", qualche problema che solo lo shuttle potesse risolvere e al contempo che creasse un ritorno emozionale nel pubblico stile apollo 13, la riparazione di hubble capito' a fagiolo.

da quel momento chiunque si azzardasse a parlare di tagliare fondi agli shuttle rischiava di trovarsi contro l'opinione pubblica e quindi si apri' la strada anche per altri usi.

per il resto si, gli shuttle sono stati usati molto per montare la iss ma anche quella e' una questione di uovo e gallina, i moduli occidentali della iss sono stati progettati per poter essere montati solo con lo shuttle, cosa che ha creato alcuni problemi - ad esempio il diametro ristretto del comparto di carico dello shuttle ha creato alcuni limiti che il precedente skylab non aveva sulle dimensioni del singolo modulo (non che usare un saturn V per ogni lancio sarebbe stato economico intendiamoci eh...)

csharpino

Perchè secondo te nel 93 non erano già in programma o quantomeno allo studio le missioni per costruire la ISS nel 98 e il congresso avrebbe mandato al demolitore l'unico mezzo sulla faccia della terra che poteva costruirla??
Controllare di aver acceso il cervello prima di scrivere eh?

Maurizio Mugelli

veramente la costruzione della ssi e' iniziata il 1998, il "salvataggio" di hubble e' del 1993.
senza il problema ad hubble probabilmente il congresso avrebbe tagliato i fondi al programma shuttle ben prima del 1998.

...controlliamole le date eh?

csharpino

Veramente gran parte delle missioni shuttle sono state svolte per la costruzione della ISS e non certo per Hubble...

Babi
maffo

Ahahah

Top Cat
Top Cat
AC MILAN

Anche qui i complottisti avranno da ridire...

Lo portarono dove???

Stefano

Chi portò dentro cosa?

XR Erox

https://uploads.disquscdn.c...

Maurizio Mugelli

se si guarda l'aspetto economico, assolutamente no - la missione e' costata di piu' che sostituirlo, l'unico modo per cui e' stata approvata e perche' lo shuttle aveva bisogno di qualcosa che attirasse l'attenzione e ne giustificasse i costi e quindi gli hanno costruito addosso questa missione che solo lo shuttle poteva risolvere.

dal punto di vista tecnico e di capacita' di tutti quanti ne abbiano preso parte d'altra parte e' sicuramente qualcosa di eccezionale.

Cristian Louis Watta

I soldi spesi meglio nella storia!

Android

Recensione OPPO AX7: ottima batteria ed un hardware sufficiente

HDMotori.it

Hyundai Kona Electric: prova consumi, autonomia reale e costi ricarica | Video

Microsoft

Microsoft Surface Studio 2 è il top per la creatività: la nostra prova

Hardware

Recensione Asus ZenBook Pro 14 UX480, unico nel suo genere