Google patteggia in UK un caso di discriminazione razziale

26 Novembre 2018 10

Google ha patteggiato una causa con un lavoratore interinale britannico in un caso di discriminazione razziale, versandogli 4.000 sterline. Il dipendente era stato assunto da Google Maps per raccogliere dati sulle reti Wi-Fi di negozi e centri commerciali, ma essendo di origine marocchina (benché cittadino britannico) veniva visto con sospetto dal personale dei negozi - e in certi casi allontanato.

L'uomo, di cui non viene rivelato il nome reale, era l'unico nel team chiaramente identificabile come arabo. Il suo compito era di aggirarsi nei negozi designati per un certo periodo di tempo, mentre app specifiche installate nello smartphone raccoglievano i dati in autonomia. Dice che non aveva il permesso di identificarsi con i dipendenti del negozio, e che Google non forniva cartellini o altri documenti. L'uomo è stato allontanato dal personale di sicurezza di negozi in Inghilterra, Francia e Italia.

Il dipendente dice di aver riportato tutti gli incidenti a Google e di aver richiesto contestualmente un documento o un cartellino che gli permettesse di identificarsi come un lavoratore per conto dell'azienda, ma queste richieste sono sempre state negate. Nel 2017 ha riportato un nuovo incidente e lo stesso giorno Google non gli ha rinnovato il contratto, che era in scadenza.

Google ha versato la somma di 4.000 sterline all'uomo, a patto che questi non rivelasse pubblicamente l'accaduto. In occasione del recente Walkout, organizzato per i casi di molestie che hanno coinvolto anche Andy Rubin, ha deciso di rivelare comunque la sua storia sotto pseudonimo al Guardian, avvalendosi anche della testimonianza di un suo ex collega. Google, tuttavia, ha risposto al giornale britannico precisando che a tutti coloro che svolgono questo tipo di lavoro viene detto di dichiarare sempre chiaramente che lavorano per Google - dettaglio che contrasta con la versione fornita dal lavoratore.

Fotocamera Wide al miglior prezzo? LG G7 ThinQ è in offerta oggi su a 386 euro.

10

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Name

Beh, infatti non c'è mica una discriminazione quando il tuo dipendente viene a dirti che nei negozi lo cacciano perchè credono sia un terrorista e ti chiede un tesserino e tu gli dici di no e dopo lo licenzi perchè continuano a cacciarlo!
E' normalissimo, no?

Davide

beh se vedi un magrebino che traffica con sospetto su un cellulare in un negozio il minimo è tenerlo d'occhio.
Il buon senso minimo è quello di andare in reception, identificarsi e dire che si girerà nel negozio.

BLERY

lucro ovunque

StriderWhite

Al di là della discriminazione Google ha toppato se non ha fornito un qualche tesserino di riconoscimento al lavoratore.

StriderWhite

Hanno comunque toppato a non dargli un cartellino di riconoscimento. Forse non cambiava nulla, ma di sicuro senza poter identificarsi come dipendente Google (per quanto temporaneo) hanno reso il suo lavoro molto più difficile (e frustrante!)

boosook

Beh, 4000 sterline per un'azienda di quel calibro sono noccioline, quindi, piuttosto che mettersi a fare cause legali per non pagargli 4000 sterline hanno deciso di chiudere la questione con un accordo indipendentemente dal fatto che pensassero di essere nel giusto o meno. Credo che sia prassi abbastanza comune in aziende di queste dimensioni e che hanno visibilità mediatica. Altrimenti il tizio ti tira su una causa per discriminazione razziale e in immagine ti costa ben più di 4000 sterline. Quindi questi pagano.

boosook

Concordo, il tizio aveva accettato i soldi in cambio di un accordo.

SteDS

mmm sarò str0nzo io però mi fido sempre poco di chi prima accetta i soldi per tacere e poi decide di confessare il dramma personale... mosso dalla propria coscienza o dalla prospettiva di ottenere altri soldi?

Fedoshlimloise

"ma essendo di origine marocchina"

letteralmente 2 righe più sotto

"era l'unico nel team chiaramente identificabile come arabo"

Pip

Se fosse vero, google non doveva dargli neanche un centesimo...

Games

Recensione Nintendo Switch Lite: la console che mancava | Pregi e Difetti

Android

Top 6 smartphone stressati con 30 minuti di Call of Duty: consumi e vantaggi | Video

Android

Recensione OnePlus 7T Pro, lo Snapdragon 855+ non basta a fare la differenza

Asus

Asus Rog Phone 2: tutto su accessori ed esperienza gaming | Video Recensione