Braingate, l'impianto cerebrale che trasforma pensieri in azioni

24 Novembre 2018 21

Le tecnologie in grado di interfacciare il cervello umano con i computer esistono da diversi anni e svariati studi puntano a sfruttare questa interazione a fini medici, soprattutto nell'ambito del miglioramento delle condizioni di vita per persone affette da malattie neurologiche, lesioni o perdita dell'uso degli arti.

Qualche mese fa abbiamo visto importanti progressi nella cura delle paralisi e di come l'uso di elettrodi potrebbe un giorno consentire a persone affette da disabilità motorie, di camminare di nuovo, oggi parliamo di una tecnologia che rema nella stessa direzione ma che non riguarda la mobilità.

L'innovativo sistema in studio si chiama Braingate 2, i cui primi risultati sono stati pubblicati lo scorso 21 novembre dal sito di ricerca medica PLOS One. I test sono stati svolti su 3 persone paralizzate dal collo in giù e risultano piuttosto incoraggianti, infatti, utilizzando solamente le intenzioni scaturite dal pensiero di eseguire un'azione, queste sono state in grado di eseguire una serie di attività comuni su un tablet, come la navigazione sul web, l'invio di mail, una serie acquisti online e l'esecuzione di musica su un piano digitale.


Come funziona Braingate 2? il sistema risulta ovviamente un po' invasivo , è necessario infatti impiantare una serie di micro-elettrodi nel cervello dell'utente ospite. Questi sono in grado di identificare in tempo reale i segnali neurali associati all'intenzione, ad esempio, di muovere un arto. In effetti, gli elettrodi sono posizionati in un'area specifica della corteccia motoria, ossia quella che coadiuva il controllo dei movimenti.

L'attività neurale raccolta, è stata poi inviata ad un mouse virtuale abbinato in modalità wireless ad un tablet, permettendo così qualcosa che ha quasi del miracoloso, trasformare il pensiero in azione. Secondo la ricerca questa tecnologia soffre ancora di alcuni limiti, ad esempio non è stato possibile per i partecipanti utilizzare funzioni comuni come lo scorrimento su e giù con la rotellina sul browser, le operazioni multitouch, il trascinamento di oggetti sullo schermo e altre operazioni legate al clic del mouse, tuttavia le funzioni di accessibilità offerte dai sistemi operativi mobili attuali potrebbero tranquillamente sopperire a queste mancanze, migliorando le interazioni.

Limiti a parte, la ricerca parla piuttosto chiaro: pazienti affetti da disabilità pesanti potranno presto ripristinare la capacità di comunicare senza la necessità di utilizzare attrezzature costose. In effetti, se non consideriamo l'impianto degli elettrodi nel cervello, operazione in ogni caso economica, tutto il resto dei compiti è svolto da un software, pertanto i costi risultano ridottissimi.

Come spesso affermiamo nell'affrontare notizie di questo genere, è bello vedere come la tecnologia a volte non risulti solamente futile, ma sia in grado di offrire un concreto aiuto a persone meno fortunate, consentendo di vivere una vita migliore.

Fotocamera Wide per eccellenza? LG G7 ThinQ, in offerta oggi da Clicksmart a 329 euro oppure da Media World a 399 euro.

21

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Loris Piasit Sambinelli

impossibile is nothing!

Signor Citrus

Ma per carità, ha due cessi al posto di un seno normale.
No grazie.

Developer

Boh, non conoscendo come sono fatti i modelli evoluti mi é venuto in mente un tablet per display che sfrutti la cam frontale con una lente macro da apporre per una migliore visualizzazione della posizione degli occhi. Non sarebbe velocissimo ma il costo sarebbe realmente irrisorio
Sul display inserisci la tastiera e le frasi giá fatte e volendo la fuzionalitá sms/web ect ect

Gupi

Servono sistemi di tracking oculare piu economici degli attuali.
Spendere 10k o più per permettere a persone disabili semplicemente di comunicare o rendere la propria esistenza meno stressante non è sempre possibile.

Possibile che non esista già nulla di simile?

Developer

Immagino di si. Senza testare non puoi capire la qualitá della protesi(soft o meno) e la reazione fibrotica. Insomma ci sono seni rifatti che sia visivamente che al tatto hanno poco da invidiare al naturale soprattutto in etá over 40.
Cmq fosse per me renderei la mastopessi gratuita over 40..ahah
Fine commento maschilista

Zetec

"Non lo so Rick, mi sembra falso."

Developer

Purtroppo colpendo il primo motoneurone e il secondo, la aiuterebbe nelle prime fasi della malattia ma rimane il problema dell'incordinazione muscolare a livello respiratorio e digestivo. Nessuno vuole vivere attaccato ad una macchina. Purtroppo ci vuole ancora tempo per capire come curarla

Developer
Developer

É giá da un pò che ci penso ma un eye tracking con funzione vocale gratuito,opensource ed evoluto é giá presente online? Basterebbe un comune tablet per svolgere la sola funzione vocale dopo opportuna taratura (ad uso misto vocale+motoria solo impianti)

Babi
Ikaro

Teodomundo!

Leonardo dePinto

Cavolo chissà in che mondo saremmo ora se non ci fossero tanti piccoli Tony stark che inventano tutte ste cose

Orgath

Non hai idea di quale sia il significato eh...?

Zetec

Bisogna però soddisfare i requisiti minimi.
C'è chi non potrebbe usarlo. https://uploads.disquscdn.c...

Gupi

Una mia parente malata di sla ne avrebbe davvero bisogno...

PassPar2_

Un buon passo verso la mobilità assistita, ma scordatevi la telepatia. Pensieri complessi non sono localizzati in nessuna area del cervello ma scaturiscono in concerto tra più aree. Impossibile tracciare gli impulsi elettrici.

pastor

Silvio ne avrebbe bisogno, ma ha il tuo stesso problema

Hairagionetu

Non potrei mai utilizzarlo, penso sempre ai siti #porno...

Cmq questo è il futuro che mi piace, tech per le disabilità.

Kyon

Deus Ex Machina

Cave Johnson

Nello screen Calculator, app open source. Un caso? Io non credo.

Matteo Marzocchi

Quando questa tecnologia sarà matura, ridarà una "vita" a tutti coloro con disabilità motorie gravi, sono fiducioso!

Android

OnePlus 6T McLaren Edition ufficiale: 10 GB di RAM a 709 euro | Anteprima

Android

Honor View 20 ufficiale: display con foro e foto a 48MP | Video

I migliori smartphone sotto l'albero: Guida all'acquisto di Natale 2018

Android

Recensione Oppo RX17 Pro: ricarica lampo e super foto notturne