TIM supera Wind Tre nella rete mobile, boom della banda larga | AGCOM

20 Novembre 2018 32

AGCOM ha pubblicato i dati dell’Osservatorio sulle Comunicazioni relativi al trimestre aprile-giugno 2018, fornendo un quadro generale del mercato italiano e della sua evoluzione sia per quanto riguarda la rete fissa che quella mobile. Nel report sono incluse anche le informazioni relative ai media (TV, quotidiani e internet), ai servizi postali ed ai corrieri espresso.

Prima di entrare nel dettaglio, vi riportiamo i dati salienti:

  • -100 mila accessi della rete fissa rispetto al trimestre precedente
  • Crescono le connessioni FTTC ed FTTH
  • TIM è il principale operatore telefonico nella rete fissa
  • Crescono le SIM
  • TIM supera Wind Tre nella rete mobile (escludendo le SIM M2M è ancora Wind Tre leader del mercato)
  • I prezzi dei servizi broadband sono calati dal 2014 ad oggi
  • I prezzi dei terminali del settore mobile sono calati del 23,4%
RETE FISSA

Calano le linee rispetto al Q1 2018 (-100 mila), ma se si confrontano su base annua crescono di 20 mila accessi:

  • 540 mila linee perse da TIM, la cui quota di mercato cala di 2,7 punti percentuali (52%)
  • 560 mila linee in più degli altri operatori

È Vodafone il secondo operatore con il 13,3% (alle spalle di TIM), seguito da Wind Tre che, nonostante rimanga stabile sul mercato (13,1%), viene superato dall’operatore rosso che guadagna 1,4 punti percentuali. Ecco la classifica:

  • TIM: 52%
  • Vodafone: 13,3%
  • Wind Tre: 13,1%
  • Fastweb: 12,5%
  • Linkem: 2,7%
  • Tiscali: 2,3%

Cala l’accesso tramite rete in rame di TIM (-16,9% su base annua, -33% nel trimestre). Si pensi che dal 2014 ad oggi gli accessi alla rete in rame sono passati da 95/100 a 65/100 (-6 milioni di linee). Contestualmente crescono gli accessi con tecnologia FTTC (5 milioni in più, +77,9%) ed FTTH (400 mila in più, +48%), che insieme rappresentano oggi il 30% degli accessi. Aumentano di più del 20% anche gli accessi FWA (Fixed Wireless Access), ora pari a 1,1 milioni di linee.

E se gli accessi broadband crescono sempre più (16,9 milioni), le linee DSL calano sensibilmente (-1,92 milioni nel trimestre). Ciò si riflette sulla velocità di navigazione, con le linee con velocità compresa tra i 10 e i 30Mbps che rappresentano la connessione più diffusa (5,68 milioni, in calo di 1 milione). Crescono - e non di poco - le connessioni superiori a 100Mbps (+ 1 milione in un anno) e calano quelle inferiori a 10Mbps. In generale, gli accessi ultra-broadband (>30Mbps) sono aumentati di 660 mila unità.


A livello residenziale, TIM detiene il 43,9% di market share, seguita da Vodafone (15,6%), Wind Tre (15,2%) e Fastweb (14,4%).

RETE MOBILE

Aumentano le SIM di 2,4 milioni di unità grazie alla maggior diffusione di quelle M2M (Machine to Machine, +4,1 milioni). Questa la classifica degli operatori con le relative variazioni su base annua:

  • TIM: 31,2% (+0,9%)
  • Wind Tre: 30,4% (-1,6%)
  • Vodafone: 30% (-0,1%)
  • Poste Mobile: 3,9% (+0,6%)

Senza considerare le M2M, Wind Tre torna nuovamente in prima posizione con il 34,5%, seguita da TIM (28,7%) e Vodafone (26,5%).

  • Poste Mobile resta leader del mercato MVNO con il 46,9% di share, seguita da Fastweb (20%)
  • Il traffico dati medio al mese è di 3,63GB (+54,7%)
  • Prosegue il crollo degli SMS: -35% rispetto allo scorso anno
  • Tra le SIM residenziali è Wind Tre ad occupare il gradino più alto del podio (36 SIM su 100), mentre nell’utenza affari prevale TIM (37,2%)
  • In Italia ci sono 82,9 milioni di SIM, l’85,7% delle quali ricaricabili
  • Le SIM ricaricabili più diffuse sono quelle Wind Tre (34,7%), quelle in abbonamento sono (quasi) equamente suddivise tra Vodafone (34,1%), Wind Tre (33,4%) e TIM (31%)
  • Fino a giugno 2018 il traffico dati totale è stato pari a 1.127 petabyte
  • Fino a giugno 2018 il numero totale di MNP è pari a 125 milioni
  • Wind Tre perde più clienti di quanti non ne guadagni, a differenza di TIM ed MVNO per cui il saldo è positivo

TV, QUOTIDIANI, INTERNET

Perde audience la RAI, superata da Mediaset (33,7% contro il 33,3% della TV di Stato). A scendere sono anche Comcast (Sky) e Discovery, mentre La7 del Gruppo Cairo registra un incremento di un punto percentuale.

Una curiosità: il TG più visto dagli italiani è il Tg1 con quasi 4 milioni di telespettatori al giorno, seguito dal TG5.


Calano - anzi, crollano - i quotidiani, con vendite (carta e digitale, queste ultime pari al 10% del totale) che scendono di 7,5 punti percentuali rispetto a giugno 2017 per un totale di 2,8 milioni di copie. A migliorare è solamente il Sole 24 Ore (+0,5%), mentre il Gruppo GEDI vende in Italia 1 quotidiano su 5.

Analizzando l’andamento della rete, cresce (seppur di poco) il tempo di navigazione giornaliera nei 5 principali mercati europei (Italia, Germania, UK, Francia e Spagna, con una media di 2 ore). Google e Facebook sono al primo e secondo posto (95 e 80%) in termini di utenti unici (Microsoft è al terzo con il 60%), mentre Instagram è particolarmente apprezzato in Italia e Twitter in Spagna e UK.


SERVIZI POSTALI E CORRIERI ESPRESSO

Un cenno infine al settore postale: calano i ricavi dei servizi postali e crescono quelli dei corrieri espresso, con un aumento complessivo del 3,1%. Sono poi sempre più numerosi i pacchi inviati: se ne contano 230 milioni da gennaio a giugno.


Poste Italiane è leader del settore con il 37,9%, seguita da DHL (13,7%) e BRT (10,6%). Se si contano i servizi postali non rientranti nel Servizio Universale (servizi postali in concorrenza), Poste Italiane cresce fino a raggiungere il 74,2% di share, seguita da Nexive con il 19,8%. Tra i corrieri espresso primeggia DHL (22%), tallonata da TNT-FedEx (19,1%) e BRT (17,1%). Cala la quota di SDA del Gruppo Poste Italiane, al 5% nel complesso e all’8% tra i corrieri espresso.

L'iPhone più potente di sempre con il design più classico di sempre? Apple iPhone 8, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 544 euro oppure da ePrice a 633 euro.

32

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
L'estraneo

pardon!! ero in vena di flammare :)

furlo

Prova a rileggere, provo a farti un riassunto: Passo da fibra 30 mega Tim per 60 euro a 200gb a 30 mega con 4 SIM kena a 20 euro. P.s. Solo Rete Tim prende bene da me per linea fissa e mobile. Quindi sono comunque legato a Tim in un modo o nell'altro.

macosx

Il mio è una critica costruttiva sui loro articoli a differenza del. Tuo che è solo inutile e infantile.
Buona giornata leone da tastiera.

Io ho fatto "inaugurare" i cabinet ad un paio di amici miei facendo la richiesta fibra il lunedì stesso dell'attivazione del cabinet XD

Stefano Bontempi

Ciao, i dati sulle prepagate le trovi all'interno dell'articolo - se vuoi approfondire mettiamo sempre i link alla Fonte proprio per questo motivo.

Giulk since 71'

Già, conosco diverse persone che potrebbero mettere la fibra e non lo fanno perchè "tanto a che mi serve" :D

Io ho contato ogni giorno che mancava alla copertura fibra 100 al paese dove vivo a Nord di Roma, penso che sono stato il primo ad abbonarmi xD

Benvenuto nel Gigabit club XD https://uploads.disquscdn.c...

Junior

ah 60€ al mese sarebbe un affare ? chi è il babbo? scegliamo un offerta a caso gonfiata apposta:
35€ fibra vodafone (ma si dai facciamo 40€)
9.99€ (+1€4g) all in power 60gb tre
totale 44.99€
sei un genio del marketing

Statistiche interessanti anche se scritte male - Cala l’accesso tramite rete in rame di TIM - dovevate specificare ADSL visto che in VDSL il rame rimane.

Nonostante siano buoni risultati, non riesco a credere che nel 2018 il 65% delle connessioni italiane sia ancora su ADSL MENTE l'80%+ della popolazione è raggiunto in VDSL/FTTH.
Questo conferma e dimostra una strafottenza di usa internet, oltretutto quando i vecchi contratti ADSL costano una fucilata rispetto ai nuovi in fibra. L'immobilismo italiano si vede anche in questo.

Ci sono i poveri utenti che sui blog si lamentano di connessioni assurdamente lente e poi c'è metà della popolazione raggiunta in fibra che usa ancora l'ADSL.

Junior

35€ mese, fibra tre e giga illimitati anche sul cellulare visto che ho la rete fissa...e ciaone XD

Non Fastweb, io ho la FTTH senza numero di telefono.

Junior

quindi te ne vai? h***og sopravverà fidati, stacci bene

Mi spiace amico. Good luck

Fabio Tolio

Beato te io ho una connessione che è mezzo megaby

Sono Giapponese!

Crescono le attivazioni di rete fissa ma crollano gli accessi telefonici dal telefono di casa: ovvio! Per avere internet ti obbligano ad attivare la rete fissa

The_Th

in effetti...

IlRompiscatole
macosx

Avete omesso i dati delle sim prepagate e di quelle con vincolo.
Dove l'effetto rimodulazioni di Vodafone si è sentito veramente tanto visto che hanno perso più del 2%
Cari redattori di hdblog, tra articoli di cui non si parla proprio e informazioni mancate di ste 4 cavolate che scrivete lasciate direttamente il Link della fonte.
Per il resto proseguite con live batteria (inutili) e di live blog del black friday (altrettanto inutile visto che i canali telegram danno una accesso più rapido)

Porco Zio

No non hai capito.... kena è tim . Quindi quei pezz3nti della tim sono gli stessi di kena

Il traffico dati medio al mese è di 3,63GB (+54,7%)

Ricordate il dato sul traffico medio dell'utenza Iliad in Francia? In un anno erano passati da 6GB a 9GB medi ad utenza.

3.63...+55%

Finalmente da domani avrò la ma 1Gbps GPON.
Stammi bene Tim.

The_Th

Le connessioni fibra aumenterebbero ancora di più se avessimo una rete decente, invece di aver buttato milioni per anni nel digitale terrestre... Tecnologia morta alla nascita... Invece di puntare realmente sul futuro

Markk

Aspetto iliad in Ftth con Open Fiber e offerte per chiamate all'estero

Davide

quanto è triste che in Germania 1 utente su 5 sia un fake? In italia l'11%.
Posso capire le percentuali di Microsoft e Amazon, dove c'è chi si fa più account per avere più spazio su OneDrive o per avere il periodo di prova di prima gratis (in francia a quanto pare son marcioni forte), mentre mi sorprende il numero di utenti unici di Google, forse legato al fatto che l'account è collegato al telefono e la gente fa tutto da lì.

Giuseppe75

200gb ti bastano ma dipende cosa fai. Se hai abbonamenti in streaming sicuramente sono pochi, anche se si gioca online oppure si utilizzano applicazioni che richiedono accesso ad internet o salvano in cloud. Finchè i gestori di telefonia mobile non daranno gb illimitati non credo convenga togliere la linea fissa, anche per un discorso di stabilità della connessione.

furlo

Quanto sei babbo. Ora utilizzo la loro rete monopolio senza farmi spennare.

Porco Zio

Ma kena è il low cost di Tim

Mescal non dimentica

Hai fatto bene.
Stessa cosa ho fatto io, per ora mi bastano 50gb.

Tiwi

insomma, sul fisso, la fibra si diffonde, la maggior parte delle persone navigano ancora a 30mbps, sul mobile wind-tre rimane leader di mercato, seguito da tim e vodafone
sul fisso tim ha la maggior parte delle linee

Nus

Articolo scritto con i piedi, come gran parte di hdblog, se si parla di trimestre come fanno ad essere del periodo maggio-giugno che son due mesi. mah.

furlo

Con 200gb al mese a 20 euro in 4g 30mega a quei pezzenti della telecom li ho appena salutati, ero arrivato a 60 euro al mese di fibra castrata a 30 mega tra ricari vari.

acid-dj

Speriamo che openfiber rimanga pubblica...

Android

OnePlus 6T McLaren Edition ufficiale: 10 GB di RAM a 709 euro | Anteprima

Android

Honor View 20 ufficiale: display con foro e foto a 48MP | Video

I migliori smartphone sotto l'albero: Guida all'acquisto di Natale 2018

Android

Recensione Oppo RX17 Pro: ricarica lampo e super foto notturne