iCloud: problemi con Windows 10 October 2018 Update risolti

28 Novembre 2018 102

Aggiornamento 28/11

Apple ha pubblicato un aggiornamento dell'applicazione, versione 7.8.1, che a quanto pare risolve le difficoltà riscontrate. Non ci sono indicazioni esplicite ufficiali, ma le conferme da parte di utenti e testate sono molteplici. La pagina di supporto di Apple, tra l'altro, ora indica che il software è compatibile con Windows 7 e più recenti, mentre prima diceva "fino a Windows 10 1803".

Articolo originale - 28/11

Microsoft ha riattivato la distribuzione dell'October 2018 Update martedì scorso, ma non tutti i problemi sono risolti. Uno è riconducibile all'incompatibilità con la versione 7.7.0.27 di iCloud per Windows e determina difficoltà nell'aggiornamento e nella sincronizzazione degli Album condivisi dopo aver aggiornato a Windows 10 1809.

Come riportato nella pagina di supporto ufficiale di Microsoft (dettagli in FONTE), inoltre, gli utenti che cercheranno di installare tale versione di iCloud su Windows 10 1809 non riusciranno a portare a termine l'operazione e verranno accolti da un messaggio che conferma l'incompatibilità con la specifica release del sistema operativo.

Microsoft ha scelto di bloccare l'aggiornamento a Windows 10 1809 per i dispositivi nei quali è installato iCloud 7.7.0.27, sino a quando non verrà risolto il problema; invita contestualmente a non forzare l'aggiornamento tramite Windows Update o il Media Creation Tool. Un apposito aggiornamento correttivo è attualmente in sviluppo con la collaborazione di Apple: Microsoft sta lavorando insieme ad Apple ad una versione di iCloud compatibile con Windows 10.

Chi non ha ancora ricevuto l'aggiornamento a Windows 10 October 2018 Update (versione 1809) e utilizza il software Apple dovrà quindi ancora pazientare un po' prima di scaricare la più recente versione del sistema operativo della casa di Redmond.


102

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Orophen

Eh ho capito, ma è un'impostazione nascosta, mica in primo piano....
Incredibile.

ErCipolla

Perché la filosofia di Apple è da sempre "l'utente è una scimmia che non è in grado di scegliere per se stesso, quindi scegliamo noi per lui". Tutto iOS è progettato su questa filosofia (non ti mostriamo il file system perché poi "fai casino", non ti lasciamo cambiare l'app telefono/messaggi, non ti lasciamo cambiare l'app home o anche solo scegliere con che criterio riordinare le icone sul desktop, ecc.)

Se chieti ai vari Applefan te la vendono come "semplicità d'uso", quando poi in realtà se vai a vedere nello specifico, quello che intendono è che ci sono meno opzioni e meno configurabilità. Che si, rende il software più facile da usare per l'ut0nto medio che fa più fatica a "perdersi" nelle impostazioni, ma anche meno flessibile per l'utente un po' più sgamato.

Marino

Concordo :)

Bauscia

Dj una volta, ora nel tempo libero mi occupo di produzione discografica, per lavoro faccio altro.

Lokotto

Quei 29 euro per la batteria servivano solo per calmare la gente incacchiata per il "battery gate". Non farci caso.
Noto che la tua ragazza e' stata piu' sveglia (o svogliata) di te.
Ableton - VST - Bauscia... sei un Dj di Milano? :D

Andrej Peribar

Sopportiamo gente peggiore XD

Poi lui è un giovane programmatore, programmatore che sta iniziando a sviluppare ed ha scelto un ambiente only MS, scelta secondo me poco lungimirante, che si basa sull'attuale configurazione di mercato e non sulla futura che sarà molto più server side o comunque multipiattaforma.

Ma che vuoi che ti dica, l'amore non è ragione XD

IlRompiscatole

Ai tempi lo fece per salvare Apple (dopo averla sollevata dalla bancarotta), a Microsoft serviva per non diventare monopolio con tutti i problemi annessi.

Togliere il supporto al ProRes da un giorno all'altro in ambito video é stata una m*rdata immensa, con il solo scopo di spingere le persone ad acquistare mac.
Apple si meriterebbe lo stesso trattamento.

Frank

perchè in apple sono incompententi e non puoi nemmeno differenziarlo cosi tanto per rompere le baIIe, è piu la gente che perde tutto perche non lo fà, che quella che riesce a recuperare qualcosa da un unutile gigante backup sul C:

Bauscia

Non ho un windows phone 8 in compenso ho un macbook pro che non è più supportato, windows 10 invece gira persino meglio di Mac OS.
La mia ragazza ha il mio stesso iphone 6s mai aggiornato, rimasto ad ios 9 è un fulmine e la batteria dura una vita, il mio con iOS12 lagga, si impunta, la batteria dura da far schifo anche ora che l'ho sostituita.

Quindi quale sarebbe sto supporto?
E che te ne fai del supporto sul tuo 5s che ormai è un pezzo da museo?

Lokotto

La mia scheda CGA funziona ancora alla perfezione.

Lokotto

Il mio iPhone 5S e' ancora supportato.
Puoi dire lo stesso del tuo Windows Phone 8?
(giusto per dire)

Lokotto

Devi capire che gli utenti Apple non sono gli unici a non capirci una cippa di informatica.

Lokotto

Io li frego che uso solo build insider! Hihi come sono furbo.

Lokotto

Ma Microsoft e' amica di Apple. Lo sai che una volta l'ha salvata dal fallimento certo?

Lokotto

Belloschifo.

Lokotto

Questa non manca mai!

Motoschifo

Se ti può consolare, questo approccio c'è anche su tantissimi altri software purtroppo.

Lokotto

Hey. Apple vale meno in borsa di Microsoft e' ovvio che sia inferiore in qualcosa.

Lokotto

S V E G L I A H H A S H G A H H ! 1 2 1 \ 1 \ 1 ! | 1 1 \ 1 ||!!!

Signor Citrus

Puoi dirlo ancora più forte.

Lokotto

Se per questo anche i commenti non sono da meno :)

Lokotto

Semplice. Perche' di solito C: e' su un SSD e quindi ti si rompera' molto prima e dovrai comprarne un altro facendo girare l'economia.

Lokotto

Apple non sa neanche fare un programma compatibile con Windows... che vergogna.

~benzo

SVEGLIAHHASHGAHH!121\1\1!|11\1||!!!

Marino

Io sono utente Apple e sono sempre alla ricerca di cose migliori. QuickTime ? E chi lo usa sul Mac se non per i file mp4 ? iTunes lo uso purtroppo ma mi fa imbestialire. Per browser web alterno, ma Safari potrebbe fare veramente meglio. iCloud su Mac ? Ottimo. iCloud su Windows ? Ma per favore, neanche da usare sinceramente.
Microsoft lato update si può criticare quanto si vuole, basti pensare che non mostra né il tempo residuo né quanti GB di update bisogna scaricare (e siamo nel 2018). Però c'è anche da ammettere che cerca ogni volta di limitare più danni/bug possibili a software e hardware potenzialmente non compatibili per vari motivi. Poi ovvio che il 100% non esiste, ma neanche su macOS se vogliamo essere sinceri.

Orophen

Leggermente off topic...
Ma vi sembra normale che io non possa scegliere in quale csrtella e su quale disco immagazzinare i backup che itunes fa dei miei dispositivi? Perchè mi deve riempire l'unità C: per forza?

Mah

Motoschifo

Beh Quicktime e Safari non sono mai stati buoni prodotti, sono

limitatissimi e pieni di cose che non puoi fare, oltre che molto lenti.
Ma la gente si accontenta di quello che ha, raramente vedo un utente Apple cercare altro, anche per via dell'integrazione nel sisterma.

Io non ero così convinto della colpa di Apple perchè MS ha più volte rotto la compatibilità, quindi ero più propenso a pensarla in quel modo.
Inoltre si è preso la briga di impedire l'update in presenza di quel software, attività che sicuramente non era dovuta.

Marino

Vero, ma il tuo "se" era un "ovviamente sarà così" da come mi hai esposto le cose. Strano da parte di Apple ? Sicuro che stiamo parlando della stessa azienda ? L'azienda che ancora oggi sviluppa iTunes da cani per entrambi gli OS ? L'azienda che non produce un browser decente né per il suo OS né per Microsoft ? L'app Quicktime su Windows sparita da secoli ormai, cosa rimane ? iCloud è fatta da cani, detto da tutti, non sono io a sostenerlo. Diciamo che i programmatori Apple di Windows sono bravi a programmare come i piccioni. L'unica differenza è che i piccioni fanno i loro bisogni sulla tastiera mentre si spera i programmatori usino il WC ;D
Non mi stupisco che sia stato un problema di Apple; se fosse stata Microsoft dopo un primo ritiro stop della release non avrebbe potuto mandare un secondo update con questo problema e comunque non ho parlato per sicurezza fino a quando non è stata chiarita la questione, che, come si è visto, ha fatto capire che la colpa era di Apple.

Motoschifo

Quelle sono strategie di mercato, anche io non avrei fatto Office per Mac ma forse in questo caso MS ha voluto offrire uno strumento in più.

Signor Citrus

Si ma allora che prenda le valige e vada a lavorare per microsoft. Cosa continua a rimanere qui ..

Signor Citrus

Una canna, non un sigaro. Il tabacco é velenoso (contiene nicotina), la canapa invece é commestibile.

Motoschifo

Assolutamente no, non ho smontato nulla e rimane tutto quanto valido. Ho aggiornato dopo che è stata fatta più luce sulla notizia.

Nei miei post ho sempre messo un "se" davanti proprio per quello, ed in un altro articolo avevo letto che erano state fatte verifiche con la preview, cosa quindi non vera dato che la compatibilità era indicata fino alla 1803.

Strano, ripeto, che sia capitato ad Apple visto che ha tutte le risorse e gli strumenti per anticipare questo tipo di inconvenienti. Alla fine ne ricava solo cattiva pubblicità.

Le "mie teorie" sono comunque le linee guida dello sviluppo di software ;)

Signor Citrus

Esiste il sito di icloud.
Zero problemi.
Tutto da un browser.
Aggiornatevi.

Marino

Vero tutto, concordo. Potrebbero benissimo dismettere tutte le app Office, OneDrive e altro per macOS ma è anche vero che con il rilascio fanno vedere quanto indietro è la mela con le sue app da principianti. La suite iWork nel mondo professionale è inusata, il pacchetto Office 365 è un must invece. Inutile girarci intorno, forse qualcosa sta arrivando da Google, ma Apple è indietro e anche molto.

Marino

Edita meglio: i programmatori di Apple su Windows sono indecenti (a parte il fatto che iTunes fa schifo anche su macOS)

Marino

I loro articoli sono per il 90% discorsi da bar: o rumor o hanno di sbagliato per il 90% di quello che dicono/scrivono.

Marino

Vedo che ti sei smontato le tue tesi da solo. L'applicazione, come pure iTunes, è fatta da cani su Windows. Quindi tutte le tue teorie, che fosse colpa di Windows e del su OS, non c'entrano nulla per un buona volta....

IlRompiscatole
Mauricio

Bel titolo! AdBlock lo disabilito volentieri per i siti che fanno informazione, ma con titoli del genere non sembra proprio il vostro obiettivo.

ErCipolla

Ma come, Apple ha dovuto aggiornare l'app? Impossibile, tutti i luminari esperti di architettura dei sistemi operativi della sezione commenti di HDB mi avevano assicurato che era colpa di Windowzzzz!!!! Sono indignatoh!

Bauscia

ovviamente sul fatto che apple non supporta più i vecchi mac tutti muti!
Poi scopri che windows 10 gira pure sui pc del 2003.

Motoschifo

Vedo che non hai capito... e soprattutto come sai che MS non ha apportato mix al suo OS?

Ho scritto che non conosco nello specifico i dettagli perchè non ho iCloud, ma spesso si tratta di Microsoft che cambia le cose e rompe la compatibilità.
Questo non sarebbe un problema in casi normali, nel senso che io decido di installare Windows 10 al posto di Windows 8 ed è ovvio che qualcosa potrebbe non funzionare.

Qui invece MS ti obbliga ad aggiornare, tu non puoi scegliere di non farlo se non in alcune circostanze particolari, e comunque se una volta ti "distrai" ti ritrovi il pc aggiornato con il messaggio di riavviare per rendere effettive le modifiche.
Inoltre l'utente normale difficilmente ferma un aggiornamento.

Se è MS che ha cambiato le cose, deve ovviamente averlo documentato da qualche parte e i programmatori Apple a loro volta avrebbero dovuto saperlo con mesi/anni di anticipo.
Se Apple ha inserito alcune parti incompatibili, sperando di riuscire a correggere prima dell'uscita dell'aggiornamento, allora è invece colpa sua.

Tutto qui.
Ora non so se la tua è poca esperienza, oppure fai altro nella vita, ma la documentazione MS è una delle cose che leggi sempre prima di scegliere funzioni (API) da utilizzare.
L'unica differenza rispetto a 20 anni fa è che ora MS aggiorna da sola, quindi non devi distrarti oppure semplicemente dichiari che la compatibilità c'è fino a Windows 10 1803 e sei a posto.

In altre parole, ogni 6 mesi sei costretto, come programmatore/software house, a controllare la nuova documentazione per assicurarti della compatibilità con il sistema che verrà. Anzi, dovresti già avere pc con sistemi cavia e versioni in anteprima, specialmente se sei un'importante azienda come Apple.
Potrebbe invece essere qualcosa di conseguente alle patch MS per correggere i vari problemi che ci sono (ancora oggi) sull'aggiornamentro di settembre.

Orgath

Il titolo suggerisce che il problema fosse di Windows quando in realtà era del pannello di controllo di iCloud.

Siamo ai limiti della calunnia...

Joel

I programmi di Apple su Windows fanno schifo

Marino

Quindi spiegami bene una cosa, se io installo un app su Android o iOS e poi vengono aggiornati i sistemi a una nuova release e l'app crasha la colpa è dell'OS per te perché l'app era già installata e compatibile con le versioni precedenti. Ottimo il tuo ragionamento, non fa una piega ahahahahah :D

Marino

Il titolo dell'articolo andrebbe corretto. Carrozzini, vuoi informarti prima di scrivere almeno ? Siamo su un blog di tecnologia e non uno di gossip o chiacchiere da bar.

Marino

Certamente

Marino

La patch è di Apple, non mi Microsoft. Meno vino a ste ore ...

Matteo

Tutti si lamentano però quando apple ha imposto su iOS che le app dovevano essere sviluppate solo in 64bit la colpa era dell'os o degli sviluppatori? Si che è un caso a parte, ma è l'app che si deve adattare mica il contrario, altrimenti un sistema operativo dovrebbe avere al suo interno molteplici linguaggi, dicendo una cavolata tipo motori Android e iOS

Android

Recensione Razer Phone 2 e confronto con Rog Phone

Android

Recensione OnePlus 6T McLaren Edition

Hardware

Acer Predator Thronos arriva in Italia: un trono da 9.999 euro per videogiocatori

Android

OnePlus 6T McLaren Edition ufficiale: 10 GB di RAM a 709 euro | Anteprima