Windows 10 ARM: supporto nativo per le app a 64-bit e accesso al Microsoft Store

16 Novembre 2018 104

Windows 10 per architettura ARM è ufficialmente pronto a supportare nativamente le applicazioni a 64-bit. L'annuncio è arrivato direttamente dal blog Microsoft, e per gli sviluppatori si tratta di un ulteriore passo avanti per lavorare sui notebook equipaggiati con SoC Qualcomm Snapdragon 835 e 850, pubblicizzati come Always-connected PC.

Programmatori e sviluppatori potranno quindi avvalersi del nuovo Visual Studio 15.9 che, insieme all'SDK dedicato e agli strumenti utili alla creazione di app ARM a 64-bit, permetterà loro di ricompilare le app - sia da UWP che C++ Win32 - o creare nuovi progetti con la sicurezza del supporto nativo.

Altro dettaglio molto importante riguarda il Microsoft Store, ora ufficialmente in grado di accettare applicazioni create appositamente per l'architettura ARM64.


Quantificare quanto, o se, miglioreranno le prestazioni delle applicazioni grazie al supporto ai 64-bit è ancora presto per dirlo, tuttavia gli strumenti messi a disposizione da Microsoft contribuiranno ad aumentare l'interesse da parte degli sviluppatori, e di conseguenza anche quello dei produttori con nuovi prodotti per il mercato consumer.

Cade così una delle limitazioni più grandi dell'accoppiata Windows 10 e ARM. La possibilità di eseguire nativamente applicazioni ARM64 consentirà di sfruttare meglio la potenza di elaborazione e le funzionalità di Windows 10 su questo tipo di dispositivi, offrendo allo stesso tempo anche una rinnovata esperienza utente.

La seconda generazione di PC always-connected - equipaggiata con SoC Qualcomm Snapdragon 850 - si è già affacciata sul mercato promettendo maggior autonomia e prestazioni superiori. Tra i primi prodotti presentati troviamo Samsung Galaxy Book 2 e il recente Lenovo Yoga C630.

Per maggiori informazioni sulla nuova versione di Visual Studio e tutte le istruzioni per effettuare il passaggio dalla precedente Preview, potete consultare l'indirizzo in FONTE.

La riconferma di un'azienda che cerca l'equilibrio tra prestazioni al top e prezzo competitivo? OnePlus 6T è in offerta oggi su a 479 euro.

104

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
NEXUS

è app mobile non lo store
ecco lo screenshot che trovi sullpo store MS fatto da un pc Intel x86 con windows pro 64 bit, se vuoi autocad vero per esempio, non lo puoi installare da qua

https://uploads.disquscdn.c...

Tipo71

Adobe Photoshop Elements 2019 dal Microsoft Store di Windows 10 è ora disponibile sul Windows Store, lo avremo mai per WoA a 64 bit?

Gpat. (MBA/Mi8/HoMobile)

Eliminare gli EXE sarebbe l'unico modo possibile per fare un flop più grande di 8 e Vista messi insieme

JJLetho

?? Lo store nn è mobile, che ti ricordo nn esiste più in casa ms

ricky aty

Piano piano arriveremo in tutto ci vuole ottimismo e pazienza di molto

ricky aty

Bellissimo

NEXUS

però non possono far girare tutto, solo quello che c'è sullo store MS, se voglio installare autocad non mobile, non posso per esempio

MasterBlatter

Togliere la compatibilità a exe non è possibile, primo perché non è il formato exe il problema, secondo perché il parco titoli è la totalità dei programmi per Windows

sopaug

si parla di app arm64 ovviamente, non di programmi per x86. Sarebbe opportuno specificarlo perchè qui sotto si grida al miracolo senza aver capito un tubo.

sopaug

sei uno dei pochi che ha capito bene visti i commenti :)

Andrej Peribar

Il problema è che non serve macOs su ipad, serve il finder in iOS ....

voglio dire, è impensabile portare MacOs su ARM, ma è molto fattibile in tempi brevi dare ad iOs per ipad funzioni desktop (come un explora risorse)

Andrej Peribar
se pensi che un parco win32 di 30 anni sia spazzato bonariamente in pochi anni non sai minimamente di cosa parli.

Che poi... quello che io non comprendo è: quando si discute del perchè linux non può essere adattato facilmente, uno dei motivi che viene citato è proprio il "merito" di windows di avere trent'anni di compatibilità software alle spalle.

Lo stesso SW che Luca Lindholm vorrebbe rimuovere nel breve periodo.

Io l'ho sempre detto, la compatibilità exe è croce e delizia di windows.

È ciò che rende windows un pachiderma che non può muoversi in maniera snella.

È molto più probabile la migrazione al cloud computing (sia lato business che consumer) che non la rimozione degli exe di punto in bianco.

Quando e se la maggior parte del sw sarà SaaS allora il restante sw da workstation potrà essere impacchettato come gli pare, poichè sarà una minor parte.

Ma questo scenario è, senza esagerare, lento.

Alexv

Speriamo che valga anche per il voip.

Bastia Javi
Ezio

Chissà tra due anni

ghost

Lo stavo confrontando con ipad pro. Se lo confronti con ipad normale sono d'accordo con te.

mauro morichetta

Vedo che vieni al mio discorso, il lento incede del settore business non cambierà.

faber80

perchè ? il settore business è anzi quello più lento a cambiare, le aziende aggiornano mediamente dopo 2 versioni di windows, figuriamoci se abbandonano gestionali e software proprietario.
Resterebbero come sono e non aggiornerebbero programmando gradualmente un cambio.

mauro morichetta

Spiacente non sono d'accordo.

faber80

se tolgono gli exe il settore business è il primo a saltare.

faber80

onestamente vedo molta più evoluzione in chromeOs che in Woa, ma tutto dipende se il grosso degli sviluppatori continuerà a creare in multipiattaforma.

mauro morichetta

Prima di dirti il mio pensiero mi permetto di fare una premessa, Windows 10 mi piace e lo uso come primo sistema operativo nonostante abbia in casa un Mac di recente produzione, se devo pagare anche l'aria che respiro, mi compro Mac che almeno funziona bene. Se togliessero il supporto agli .EXE Windows avrà una contrazione impressionante e si salverà sempre e solo per il settore business in cui primeggiano da sempre.

mauro morichetta

Windows è un sistema operativo fascista da tanto tempo, stanno stringendo il cappio, niente exe, niente applicazioni non riconosciute, paga anche l'aria che respiri. Non sono a favore della pirateria ma certe volte se la cercano, ditemoi voi una persona che edita di tanto in tanto file office da casa, per quale motivo deve pagare 100 euro l'anno office. Niente open office, niente Ubuntu e via la livertà di scelta, i prcessori Arm sono una minaccia vera e propria, spero gli scoppino tra le mani.

pietro

I tempi per abbandonare gli exe non sono nemmeno lontanamente acerbi...è il 99.9% del software Windows. Se lo fanno nel breve termine firmano la condanna a morte di Windows. Si a spingere le uwp, ma il doppio supporto è indispensabile nel breve e medio termine

pietro

Non fanno girare comunque gli "exe" a 64bit da quel che ho capito

virtual

Chissà magari fra un paio d'anni avremo Windows on Dex!

Marino

Certo certo, Microsoft lo sa bene. Infatti ha iniziato già nel 2015, secondo vorrà cercare di far portare tutto quanto entro in 2025 o poco più. Staremo a vedere

faber80

ma infatti non dubito che prima o poi il cambiamento arriverà, solo che non sarà un'onda anomala che cambia tutto ma più un cambio graduale nel corso di svariati anni.
E' impensabile cambiare in meno di 10 anni miliardi di utenze e relativi software, a parte i più blasonati. Il pc non è come uno smartphone, che muta velocemente sia dal punto di vista HW che SW.

Marino

Purtroppo però prima o poi un cambiamento deve avvenire. Non è possibile stare indietro ancora ai software di 30 anni, i programmatori dovrebbero aggiornarsi. Altrimenti non ha capito il senso dell’informatica moderna. Un programmatore non può stare fermo sulle sue idee difensive, sia che programmi per Android, sia che programmi per iOS sia per Windows. Deve sapersi aggiornare e migliorare i propri prodotti. È proprio per colpa di programmatori di software aziendale di 30 anni fa, fatto da cani e pieno di falle per di più, che siamo ancora fermi.

Marino

Ho la sensazione che sarà un lungo cammino, ma la strada che vuole prendere Microsoft penso sia proprio quella

Marino

È sempre tutto “l’anno prossimo” per Microsoft. Volgiamo parlare di Groove Musi Editor, Video Maker, del task manager in UWP e anche l’esplora risorse in UWP ? Tutte cose annunciate o mostrate nei video e mai arrivate.
Io ormai di Microsoft mi sto stancando... non c’è da fidarsi. Lato Mobile ha tappato proprio per questo, rimandava sempre tutto.

Signor Citrus

Io sono un frutto e non ho inclinazioni sessuali, se vuoi divertirti avresti dovuto chiedere a mio padre o mia madre, i quali erano fiori una volta, ma non so che fine abbiano fatto. Però se vuoi puoi mangiarmi, a me fa piacere. Basta che non maltratti i miei semi.

boosook

Giusta osservazione. Vabbe'. Comunque l'accoppiata potrebbe finalmente dare sprint alle soluzioni w10 arm.

jokky

Il problema è che c'è una montegmo di software .exe che non verrà mai convertita. Immagina tutte le piccole che hanno dei software di gestione. Se tu togli la compatibilità, loro non aggiorneranno mai. Invece ad esempio gli sviluppatori di videogiochi potrebbero prendere in considerazione di sviluppare su vulkan perché a quel punto avere app uwp vorrebbe dire che sono piu ostacolati da Microsoft. Infatti al giorno d'oggi se provi ad installare una uep al di fuori dello store Devi fare tutta una serie di passaggi che l'utente medio non farebbe MAI

quindi ora viene meno anche l'unico vero limite della serie arm.

Ansem The Seeker Of Darkness

pretesa assurda sperare che tutti i giochi su Steam vengano reimpacchettati per renderli compatibile con il nuovo formato.
A sto punto gli sviluppatori li ricompilano in Vulkan e fanno ciao ciao

DefinitelyNotBruceWayne

La vedo molto molto dura.

Ansem The Seeker Of Darkness

io diverse app legacy le prendo dallo store per evitare la noia di dover scaricare ed aggiornare a mano ogni volta

faber80

ottime notizie, ma resto saldo a uefi, pochè ancora non si è capito se in questi device sarà possibile installare un s.o. legacy. (e penso proprio di no, al momento).

faber80

se gli attuali non rallentano come i soc apple quando la batteria degenera.. sono già oggi più veloci.

faber80

insomma se lo rendono un windows rt...
.....sappiamo la storia.

faber80

lo regalavano perchè non c'era un motivo per prenderlo, essendo più instabile del predecessore.
E ad ogni major lo riconfermano.

faber80

davvero vuoi prendere l'argomento apple?
1. apple non ha il 90% del mercato.
2. apple non deve pensare al 90% del software in giro.
3. apple non deve convincere il mondo business
4. apple punta al mondo fashion, che onestamente non capirebbe cosa scarica se non tramite pubblicità.

Enrico Garro

Si peccato che dall'oggi al domani Microsoft non può far si che w10 diventi incompatibile con gli exe. Se lo farà gli utenti semplicemente non installeranno la versione che porterà tale cambiamento, provocando una bella frammentazione (ulteriore) delle releases di sistema. I pc servono per lavorare, non è ammissibile che dall'oggi al domani milioni di softwares non funzionino per via di un aggiornamento

faber80

infatti non sono capaci di convincere tutt'ora a far crescere il loro store, pressochè a passo di elefante.

faber80

il potenziale non è necessariamente preferibile ad una soluzione già funzionante.

gioboni

La politica sui link è id1ota ma puoi usare il tag html per risolvere in parte (non risulta come link, ma si può inserire il testo senza alterazioni)

faber80

le uwp infatti erano previste per il mobile, poi si magari (tra anni) anche per desktop col tempo unendo i sistemi.
Ma morendo il mobile, questo store è un "doppione" inutile di una classica ricerca di software su browser, come siamo abituati da decenni, con tanto di recensioni, guide, crack , ecc...
lo store ms imho non prenderà forma prima della prossima decade... se non cambiano idea tra un paio di anni, visto che parliamo di ms, capace di 3 piattaforme in 6 anni fallimentari di wp.

Luca Lindholm

Qui parliamo di pacchetti, più che di framework in sé...

estebiu(quello)

Facciamo una cosa atre?Ok forse sto esagerando..

Android

Honor View 20 ufficiale: display con foro e foto a 48MP | Video

I migliori smartphone sotto l'albero: Guida all'acquisto di Natale 2018

Android

Recensione Oppo RX17 Pro: ricarica lampo e super foto notturne

Samsung

Recensione Samsung Galaxy A9 (2018)