Cybersecurity: in futuro sarà solo una lotta tra macchine

09 Novembre 2018 14

La Cybersicurezza potrebbe presto smettere di essere una cosa da umani e passare totalmente nelle mani delle macchine, secondo quanto dichiarato da alcuni esperti di settore nel corso dell'ultima edizione europea della conferenza Ignite 18, tenutasi ad Amsterdam.

A sostenere questa tesi ci sarebbe Nir Zuk, CTO e fondatore di Palo Alto Networks - società che si occupa anche dell'organizzazione dell'Ignite -, il quale ha esplicato la sua visione nel corso di un intervento durante la conferenza. Zuk ha posto l'attenzione sul fatto che le macchine siano nettamente più efficaci degli umani nella gestione dei compiti sia di attacco che di difesa.

Immaginarsi che dietro ad ogni azione criminale vi sia un umano intento a digitare del codice è un pensiero ormai ingenuo e lontano dalla realtà, aggiunge Zuk. Ad oggi esistono strumenti totalmente automatizzati che, una volta che l'hacker ha stabilito quale malware usare per colpire una determinata azienda, sono in grado di cercare autonomamente i dipendenti della stessa su LinkedIn, selezionare quali colpire, studiare le loro abitudini e inviare email di phishing particolarmente mirate.

Per questo Zuk sostiene che lasciare i compiti di difesa nelle mani degli umani sia estremamente anacronistico, visto che una macchina risulterà sempre più efficiente di un individuo nel contrastare questo genere di minacce. Certo, siamo ancora lontani dal momento in cui le macchine saranno in grado di pianificare in completa autonomia gli attacchi, tuttavia le contromisure esistenti ad oggi si basano su fondamenta sbagliate e anacronistiche. Nel futuro la lotta si svolgerà completamente tra i software di attacco e quelli di difesa, lasciando agli umani il ruolo di consulenti e risolutori per i casi più complessi.

Zuk ha anche evidenziato come molte società oggi analizzino sé stesse prendendo in esame ogni divisione in maniera separata, senza tenere conto della totalità. Il CTO di Palo Alto Networks sostiene che questo comportamento sia da pazzi, in quanto i sistemi automatici soni in grado di svolgere un'anali complessiva delle società e di ridurre al minimo il rischio di intrusioni non autorizzate.


14

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Giancarlo Calzetta

Di solito, quando si riprende un articolo si cita la fonte, ma sono comunque contento che ti sia piaciuto il pezzo su Il Sole.24 Ore. :D

Gios

No se ha vista salta il PC XD

Vash
Top Cat

https://uploads.disquscdn.c...

Aster

War games

delpinsky

https://uploads.disquscdn.c...

LaVeraVerità

Chi non se lo ricorda? Tu non te lo ricordi.

Il film si chiamava War Games e non c'era nessun Commodore ma chi giocava a tic tac toe era un supercomputer della difesa adddetto alle simulazioni.

Vash

samaritan l'e' troppo buono, per questo le prende sempre dietro le orekkie

Vash

roba vecchia.. chi se lo ricorda il film dove due pc (dei comodore mi pare) si davano battaglia con tic tac toe (o tris per gli italiani)

dodicix

The Machine vs. Samaritan... è sempre più vicino! 8-D

fabbro

io che pensavo si arrivasse a "Super Human Samurai"...peccato

Top Cat

https://uploads.disquscdn.c...

caxio

"i sistemi automatici soni in grado di svolgere un'anali complessiva delle società "

quindi anali si sa dove to lo mettono le inteligenze artificiali

Frazzngarth

hasta la vista, baby

Android

Recensione Meizu 16th: una piacevole sorpresa

Alta definizione

Recensione proiettore BenQ TK800, Ultra HD e HDR luminoso per l'intrattenimento

Amazon

Come ottenere buoni Amazon fino a 23€ per il Black Friday

Apple

Recensione Apple iPad Pro 12.9 (2018): può essere il tuo computer?