Recensione OnePlus 6T: minimo sforzo, massima resa

08 Novembre 2018 623

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Perchè mai dovrei spendere 1000€ per uno smartphone di fascia alta se ci sono modelli che costano la metà? Questa è la domanda che mi sono posto appena ho iniziato la la mia esperienza con OnePlus 6T, un quesito banale ma molto importante che voglio sviluppare insieme a voi in questa recensione. Ma vi avverto che sarà diversa dalle altre, abbiamo già toccato diversi temi nella nostra anteprima, dopo 1 settimana di utilizzo, e non voglio quindi ripetermi troppo.

Il 6T è il mio smartphone da circa 20 giorni, sempre utilizzato con due SIM e spremuto a più non posso per conoscerlo più a fondo e capirne i limiti. D'altronde costa "poco" come top di gamma e mi aspettavo di trovare più falle, ma ho dovuto ricredermi. Ribadisco che non sono un grande fan dei loro cicli rapidi, con refresh che dopo pochi mesi rende "vecchio" il precedente, per quanto se ne possa dire è ovvio che gli acquirenti del OP6 possano "rosicare". La soluzione? Saltare puntualmente la prima versione e attendere quella "xT".

Il confronto con il suo predecessore è obbligatorio, comincio quindi con una panoramica riassuntiva di cosa sia stato migliorato e peggiorato, raccontandovi poi la mia esperienza diretta in pochi punti.

ONEPLUS 6T E' MEGLIO DEL 6, E NON DI POCO

Abbiamo discusso tanto di questo terminale, prima e dopo della sua presentazione, e nei primi istanti, in molti ci siamo detti: "tutto qua, sono solo queste le novità?". In effetti non sono molte, non sono tutte necessariamente positive, ma cambiano sensibilmente il tipo d'esperienza e, quindi, la percezione complessiva. Quindi OnePlus 6T non è uguale al precedente, è migliore e costa uguale, ma poco importa visto che ufficialmente viene venduto soltanto l'ultimo arrivato.

L'autonomia è sensibilmente migliorata, la nuova batteria da 3.700mAh si è comportata meglio di quanto mi attendessi e il live batteria si è concluso soltanto alle 22.50 (partenza alle 08.00).

74.9 x 157.5 x 8.2 mm
6.41 pollici - 2340x1080 px
75.4 x 155.7 x 7.75 mm
6.28 pollici - 2280x1080 px

Ma la mia idea non si basa solo su questo, come detto lo sto usando come smartphone principale e anche a seguito dell'ultimo aggiornamento software ho constatato un netto passo in avanti.

Ho anche notato che i consumi sono costanti nel tempo, lo si vede dal grafico che vedete a fianco relativo alla giornata stress ricordata prima, una prova che Snapdragon 845 è ben domato e non richiede troppe risorse quando le esigenze aumentano. Oltretutto è migliorato anche il comportamento in standby con l'ultimissimo firmware, ciliegina sulla torta già golosa.

Resta la ricarica rapida dash con caricabatterie 5V 4A ma latita ancora lo standard Qi, quindi niente energia wireless e stessa USB Type-C 2.0 che speravamo fosse aggiornata. Pazienza, compromessi da mettere in lista. Nessuna variazione per la ricezione, le due SIM hanno sempre funzionato al massimo della banda disponibile e anche il resto del comparto connettività ha confermato le buone attese (WiFi ac e BT 5.0).

IMBARAZZO DELLA SCELTA: SBLOCCO VISO E IMPRONTE TOP

E qui entriamo in un ambito complicato. La domanda da farsi è: meglio un lettore classico rapidissimo o uno moderno (poco più lento) sotto al display? Per me vale la seconda opzione, se non altro perchè inseguo ogni giorno l'innovazione tecnologica e mi rendo conto che per certi passaggi importanti ci vuol tempo. Diciamo che entro fine 2019 avremo probabilmente dei lettori d'impronte sotto ai display egualmente rapidi in lettura, ma adesso c'è ancora qualche piccola defaillance.

Se parliamo di velocità pura nello sblocco posso dirvi che riesce ad anticipare di poco quello del Mate 20 Pro (l'ho mostrato nei video), ma trovo leggermente "sbagliata" la posizione del lettore biometrico, posto un po' troppo in basso e trovo decisamente più comodo quello del nuovo top di gamma Huawei. Il fatto è che l'area è ben circoscritta e non si può sbagliare di molto, e personalmente lo preferisco più in alto, magari è soggettivo.

Aggiungo che l'animazione di sblocco è bella, molto futuristica, ma può dare qualche fastidio di notte visto che in quella zona vengono attivati i pixel alla massima luminosità. Non è un vero problema, ne hanno parlato in tanti e voglio quindi tranquillizzare sul tema; al massimo sarebbe utile poter disattivare l'animazione così da ridurre la (poca) luce generata. Non sveglierete il partner che vi dorme accanto con uno sblocco o rimarrete "ciechi" nel buio della notte, se è questo che stavate pensando.

NOTCH CHE CAMBIA FORMA, E MENOMALE

Difficile che ci sia un qualche sostenitore del notch, necessità estetica pronta presto a sparire grazie alle numerose strade che i produttori di smartphone stanno percorrendo pur di evitarlo. Samsung non lo ha mai preso in considerazione, altri hanno adottato una tacca più piccolina e altri più grande, invasiva, come quella presente su OP6. Sulla nuova variante la musica è cambiata, a lasciar spazio alla fotocamera anteriore una piccola "goccia", poco invasiva e capace di lasciar spazio adeguato alle icone della barra di stato.

Anche questo è un piccolo cambiamento che fa la differenza, sia estetica sia funzionale. Non devo sottostare ai compromessi già visti su smartphone odierni dal notch ampio, e problema sensibilmente ridotto. Possiamo poi sfruttare il display AMOLED e pareggiare la linea nera della tacca via software, annullando l'effetto di questa piccola goccia centrale. In tal caso le icone restano, ma in bianco su sfondo nero.

Segnalo poi la protezione del Gorilla Glass 6, ultima generazione Corning disponibile solo su alcuni modelli.

Il resto del display è quasi invariato, come sapete la diagonale è stata ampliata leggermente fino ai 6.41 pollici, ma stessa risoluzione FHD+ (1080 x 2340 pixel) e densità (402ppi).

LA OXYGEN 9.0.5 VA ALLA GRANDE

Mi piace la semplicità dell'interfaccia, OnePlus lo sa bene e continuato su questa strada maestra, avendo tra i vantaggi una personalizzazione molto vicina alla stock e aggiornamenti più rapidi. Android Pie non è del tutto completo, mancano alcune delle ultime funzioni come "Benessere Digitale", da noi forzato nell'installazione per render più completi i dati del live batteria.

La Oxygen 9.0.5 è semplice, rapidissima e facilmente personalizzabile, diciamo che è facile da apprezzare e aperta a tutti gli utilizzatori finali. Mi chiedo come mai altri brand più blasonati siano impantanati su pesanti personalizzazioni mangia batteria, quando la strada più semplice è evidentemente questa. Ormai anche i meno attenti seguono l'andamento degli aggiornamenti e perfino l'Antitrust si è presa carico di qualche "dimenticanza" delle case produttrici.

Il software è una delle chiavi vincenti di OnePlus, spin-off che nel giro di qualche anno è riuscita a dimostrare come aver successo sfruttando un modello di business "diverso", un po' fuori dal coro. La Oxygen non ha mai deluso e anche a questo giro è una conferma, seppur ci siano delle leggerezze in alcuni punti: penso all'App della fotocamera, senza i necessari dettagli sulla risoluzione e solo l'icona del formato (4:3, 16:9 e 1:1).

Infine segnalo la categoria nativa "Barra e gesti di navigazione" e l'ampia scelta di personalizzazione della navbar. Oltre ai tre tasti classici abbiamo infatti le gestures già viste sugli ultimi Google Pixel 3 e i cosiddetti "gesti per la navigazione", che punta tutto su swipe e più spazio attivo su display.

FOTO E VIDEO CHE NON CAMBIANO

OnePlus non ha cambiato affatto il comparto fotocamere, si è affidata ai medesimi sensori d'immagine montati su OP6 e la cosa di certo non mi sconvolge. La qualità raggiunta è più che accettabile per questa fascia, con il Sony IMX 519 da 16MP a far da protagonista, con foto del tutto paragonabile ad altri top di gamma ben più blasonati, sia di giorno sia di notte.

Gamma cromatica riprodotta particolarmente fedele alla realtà e bella ottica f/1.7 che assicura delle macro di tutto rispetto e bokeh appagante quando ci avviciniamo molto al soggetto.


Ad ogni modo abbiamo la categoria "Ritratto" per bokeh ancora più spinti, seppur sia possibile sfruttarlo solo con la fotocamera primaria. Il risultato è ottimo e zero problemi in fase di scontorno del soggetto.


La seconda fotocamera da 20 MP (Sony IMX 376K f/1.7) è il "classico" tele 2x che permette di spingersi un po' più in là e senza perdere dettaglio. I pixel sono infatti più piccolini rispetto alla principale (1.0 µm contro 1.22 µm) ma i colori e la temperatura coincidono, non ci sono quindi differenze nel passaggio da una all'altra. Ecco un esempio di campo visivo ripreso dallo stesso identico punto di osservazione:


Più che buona anche la fotocamera anteriore (Sony IMX 371) da 16MP, il livello di dettaglio è altissimo e le tonalità della pelle ben riprodotte.


Video che vantano stabilizzazione ottica e possibilità di acquisizione fino al 4K a 60fps, su questo fronte sembra propio che OnePlus non abbia molto da imparare dagli altri ed offra piuttosto una qualità che non ti aspetti per 559 euro (al day-one). Bene anche la messa a fuoco, per darvi un'idea del risultato ecco un test effettuato in condizioni di luminosità molto difficili e in movimento nel corso della presentazione del Bolid-E Energica:

CONCLUSIONE

OnePlus è ancora poco noto ai più, ma in pochi anni si è fatto largo anche dalle nostre parti, da smartphone di "nicchia" per pochi smanettoni è passato al livello superiore, puntando sempre su caratteristiche di pregio e prezzi concorrenziali. I primi modelli erano decisamente più economici, è vero, ma con i tempi che corrono possiamo ancora considerare OnePlus come uno dei più "abbordabili"; solo pochi brand, nel 2018, sono riusciti a commercializzare un top di gamma sotto i 600 euro (tra gli altri ricordo Asus, Xiaomi e Meizu).

Ci sono dei compromessi, è ovvio e ve li ho raccontanti in questa recensione, ma ci sono anche dei punti forti che voglio ricordare: autonomia, sistemi di sblocco e software, con quest'ultimo che fa la vera differenza. La verità è che in queste settimane OP6T si è aggiornato due volte, passando dalla v9.0.3 all'attuale v9.0.5, piccoli aggiustamenti che mostrano comunque l'attenzione per certi particolari (gestione consumi in standby, sblocco e altro).

Non mi ha entusiasmato l'audio, o meglio, se vogliamo considerare questo terminale un medio gamma allora non c'è nulla di cui lamentarsi, ma la distanza rispetto agli ultimi top come Pixel 3 XL, Xperia XZ3 e ROG Phone è più che evidente.


Avrei voluto definirlo un "best buy", tuttavia non è possibile farlo, perchè il termine stesso delinea il miglior prodotto da acquistare per quel costo o fascia. Se OnePlus lo avesse lanciato al posto del 6 lo sarebbe stato di certo, ma adesso, in questo momento dell'anno, ci sono altri top di gamma di fascia ancor superiore che contano su corpose svalutazioni: vedi Galaxy S9+, LG G7 e P20 Pro, tutti prossimi ai 559/589€ di OP6T (6GB/8GB di RAM) o addirittura al di sotto.

Comprerei al volto questo modello e lo consiglierei anche ai meno smanettoni, appassionati, ma non sarò altrettanto morbido fra 6 mesi con i prossimo "OP7", l'unica variante che ha senso resta la "T" della seconda parte dell'anno.

PRO E CONTRO

PREZZO DI PARTENZAMEMORIA BASE DI 128GB FOTOCAMERE AUTONOMIA GORILLA GLASS 6ANDROID 9 E OXYGEN 9.0.X
PROTEZIONE DA ACQUA E POLVERE ASSENTE UFFICIALMENTERICARICA WIRELESS ASSENTEUSB TYPE-C 2.0AUDIO MONO

VOTO 8.5

VIDEO

OnePlus 6T è disponibile su a 539 euro.
(aggiornamento del 19 novembre 2018, ore 15:46)

623

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
depstri

ancora non sono convinto di cambiare il mio 3t con i nuovi one plus, i loro cellulari vanno veramente bene, eccezionali, ma quello che stanno facendo non mi piace, quanto costerà mettere un led di notifica, quanto sarà difficile mettere l'audio stereo e il jack da 3.5, nonostante hanno posto il quesito agli utenti lo hanno comunque tolto, allora per me il 6t se lo possono tenere anche perchè il 3t va ancora alla grandissima

firenight

Beato te

Sam

Fatti oggettivi com sensore delle impronte nettamente più comodo? O la batteria? O il supporto software? O l'essere piatto senza display arrotondato che causa più problemi che altro?

Damiano

Articolo ben fatto, ma non condivido la valutazione sulla superiorità del modello "T" in termini di rapporto qualità prezzo, ho infatti appena preso (è arrivato ieri) OP6. Se infatti OP6T ora si trova solo a prezzo pieno, OP6 si trova a 150€ in meno sui soliti siti cinesi, e ha esattamente lo stesso hardware. L'unica cosa che rimpiango del 6T è la maggiore capacità della batteria. Per il resto il 6 è leggermente più piccolo, l'audio in capsula è migliore grazie al notch più grande, ha il jack audio, e lo sblocco con impronte non lo uso più grazie allo sblocco del viso che funziona benissimo (anche praticamente al buio!). Se altre volte il modello "T" aveva corretto dei difetti di fabbricazione (penso al 3T), in questo caso il trade off secondo me non valeva 150€. Il vero best buy adesso è OP6, oppure, rinunciando a qualcosina, Pocophone!

Fede Mc

Sul 6t non me la fa sottoscrivere, ripeto solo sul sito americano la vedo

Giovanni Sambugaro

Esatto

Roberto

Mi dispiace, ma ne avevano messo solo uno in vendita, infatti l'ho acquistato subito... Al momento vendono solo un Sony Xperia XZ3

MiniPaul

Non ho mai parlato di cestoni.
Evidentemente hai problemi di lettura.

Ciao!

pirata_1985

Oneplus da gli sconti sul sito e hai pure l assicurazione sul telefono per danni accidentali

Ikaro

Mbè certo con l'assoluta base statistica di due terminali direi che hai perfettamente ragione, il target di op è quello dei cestoni offerte dei supermercati ;)

MiniPaul

Il mio post sopra é esplicito. Basta leggerlo.

Il target di OP non sono i modder.

Ikaro

No, si parlava di target differenti...

MiniPaul

Che c'entra?
Si parlava dei modder.

Bio'

Leggi bene prima di rispondere..

emeri

OnePlus 6T, che possiedo, per: software, aggiornamenti, modding e rapporto qualità prezzo. Per tutto il resto Note 9.

Mister chuck revenge

Che c'entrano le esigenze con fatti oggettivi?

Ikaro

Evidentemente il target non sono neanche chi acquista gli huawei dal cestone del supermercato, che dici?

MiniPaul

Evidentemente il target non sono i modder.
Decisamente non si sbaglia.

Io ne ho a quistati diversi e non moddo da anni.

Desmond Hume
fire_RS

Non hai problemi di budget e ti serve per forza il pennino? Vai di note 9.
Io personalmente ho preferito risparmiare 200€ e prendere il 6t

Lorenzo

Nono, è solo strapieno. Interfaccia utente veramente piena di robe inutili, a mio parere. Poi, certe funzioni sono anche belle eh, ma sai quanto appesantiscono il sistema? Ho notato spesso dei microlag, che se capitano una volta non sono fastidiosi, ma 30/40 volte in un giorno sono veramente eccessivi...

Pietro A

Buongiorno a tutti, volevo porre un quesito: note 9 o op 6t? e perche?
Ringrazio chi risolvera il mio dubbio.

Lorenzo

Il design, a me piace, ma quelli son gusti. Non si giudica un dispositivo per la vibrazione, non so in che mondo tu viva. Non lo regalano, vero, ma neanche lo vendono a 1000€ o piu, la metà della spesa non fa mica schifo no? La ip68 va pagata, +30€, che non son pochi, e non è indispensabile. Il suono stereo neanche, mono va bene. Certo che schifo non mi farebbe neanche a me, ma per quanto costa va piu che bene. Portavoce... Il portavoce per ora non l'ho trovato... Dimmi tu se ne hai uno

Lorenzo

Always on display non è stato implementato per la batteria, stanno valutando se aggiungerlo o meno, non per il led di notifica mancante

Stefano Passeri

Attenzione, ti sto parlando della marca non degli store dove è assolutamente ragionevole scontare un prodotto all'uscita del nuovo. La marca è forte perchè a distanza di anni puoi rivendere usato un iphone a prezzo alto e nessuno si lamenta.
Al di là delle ovvietà della società...un prodotto Apple non si svaluta nella mente dei consumatori...mentre un huawei dopo 2 anni che costava 600 lo devi rivendere a 200.

jezes

Come se un uscita video fosse importante per uno smartphone .... Hahaha ... perfavore comprati un oneplus usalo, quando hai capito cosa è uno smartphone, ricommenta questo post. In bocca al lupo

jezes

Mi spiace che tu non abbia mai provato un oneplus... Se lo facessi capiresti di cosa parlo

Alessandro Camaioni

Mi puoi dare il link? Grazie

Fede Mc

Scusa io non lo trovo sul sito italiano o francese, solo su quello usa.. Che vantaggio si ha tra sito oneplus e Amazon?

Bio'

esatto, le maggiori differenze si vedono sempre con il modello senza la T successiva al numero tanto per dirla tutta... il 7 a mio parere sarà quello bello completo ed innovativo

Pietro Smusi

Tim

Bio'

assolutamente no, se si pensa che;
Non hanno implementato un audio stereo
Non hanno implementato l'Always on display dato che non ha il led di notifica
Non hanno implementato la usb type C 3.0
Non lo hanno certificato resistente ad acqua e polvere, fottesega, il prezzo lievita comunque ogni anno, possono anche certificarlo se il device vale la cifra richiesta.
Non hanno introdotto la ricarica wireless
Hanno tolto oltre al led anche il jack audio
E per finire, la modalità notte fa schifo, io sul 6 uso il porting della gcam

Penso che il 7 sarà una bomba viste le specifiche sul nuovo oppo, già solo la ricarica da 40 watt brucerà la batteria in 1 mese, però è da provare...

LastSnake

Si, però dai era proprio buio totale

LastSnake

Vediamo un po'

LastSnake

Sono le 4 di notte eh

franky29
Francesco

Se usi Sentio ed hai abilitato da ADB la modalità finestra delle app e la riduzione DPI dello schermo, la differenza con dex è davvero minima. Ovviamente bisogna perderci 5 minuti per abilitare queste funzioni. Mentre per il prezzo io mi riferisco all'uscita di un device: se il costo il primo mese è 1000 e dopo 6 è 700 è tecnicamente una presa in giro. Poi d'accordo che dopo 6 mesi tutti i top costano come OP ma resta una presa in giro. Il boot loader sbloccabile, la piena autonomia sul fastboot sono libertà che, da utente Linux, unico sistema che uso, apprezzo.

Dark!tetto

A parte che lo uso Sentio e non è affatto come Dex. Il valore dello smartphone scende per diversi motivi, certo non per la validità del prodotto. Ho avuto e uso ancora OP, mi piace e va bene, ma non è certo ai livelli degli altri, ne come completezza di dotazione, caratteristiche e cura dei dettagli. Sono d'accordo che si può sorvolare e non mi piace Samsung, ma la presa per i fondelli semmai è vendere questo allo stesso prezzo (attuale con tutti i magheggi possibili) dei top che hanno dotazione completa. Per quanto riguarda il software, non so di che limitazioni parli, se ti riferisci al bootloader, non è certamente un problema e se vuoi un software libero sai di che parlo.

Francesco

La USB 3.0 sicuramente potevano inserirla. Ad ogni modo io con un mirascreen da 20 euro e Sentio desktop (app gratuita su play store) ho esattamente lo stesso risultato del Samsung Dex. Solo che con OPO devi sforzarti un po' piu... Ma non avere app preinstallate e limitazioni sul software non ha prezzo.
Ps. Uno Smartphone che dimezza il suo valore in 8 mesi fa un po' pensare a presa per i fondelli ... E questo non è bello....

Alessio B.

Io ne cambio 5 o 6 all'anno.. e non sono l'unico..

ErCipolla

Ma allo stesso modo gli altri top gamma peccano in aspetti dove OP è avanti, tipo fluidità/reattività o aggiornamenti. Quindi io potrei dirti: essere fluidi quando OP è parte del "pacchetto top di gamma"... capisci che è una questione di prospettive?

E dato che il telefono perfetto non lo faranno mai (perché altrimenti cosa ti vendono l'anno dopo?) bisogna scegliere quali cose ci interessano. Per me dire che la mancanza dell'usb 3 è un peccato mortale non ha senso, ma chiaro che per qualcun'altro potrebbe esserlo, come per me lo è il jack audio (infatti nonostante apprezzi OP, NON comprerei questo telefono, nota l'ultimo paragrafo del mio post iniziale).

Mick&LOzzo

Ma ecco, fa parte del pacchetto "top di gamma", e ti assicuro che qualche volta l'ho usata, tipo in montagna, giornata piovosa e tv non proprio recentissima, e l'ho trovata molto comoda.
Non credo costerebbe moltissimo di più implementarla, e ad un certo punto se la concorrenza di pari fascia la offre, è un confronto che va fatto.

Mick&LOzzo

Effettivamente.
Se proprio vogliamo, a questo prezzo pure l'audio stereo non sarebbe stato eccessivo.

Roberto

Tanto per la cronaca, 4 motivazioni su 5 di quelle elencate sono vere, non c'è di certo la voglia di spendere ogni 6 mesi per uno smartphone, vendere quello vecchio e roba del genere.

fire_RS

qualcuno conosce un' app per nascondere il notch senza dover andare nelle impostazioni? Lo vorrei nascondere solo quando guardo un video

firenight

Quante persone al mondo comprano un telefono all'anno sinceramente?

Simone Dalmonte

La ricarica wireless ce l ho da 2 anni con s7edge... Usata una sola volta da Starbucks a NYC per provare... Poi chissene... Tra l altro aumenta sensibilmente l usura della batteria nel tempo

pirata_1985

Sul sito Oneplus si

Alessio B.

Non hai capito il discorso, il T è lo stesso telefono con più affinamenti ed evoluzioni, quindi se uno deve comprare uno oneplus all'anno meglio aspettare il T. Non mi sembra così difficile da capire

ErCipolla

Guarda: ce l'avevo, come dicevo prima, sul Nexus 4 nel 2012... sai quante volte l'ho usata? Una, solo per togliermi la soddisfazione, dato che all'epoca pareva una cosa "futuristca" . Il jack cuffie? Tutti i giorni.

Certo, è un racconto aneddotico, ma in generale le proporzioni sono quelle. Il problema è che qua c'è molta gente che è "fan" per partito preso e quando viene il momento di difendere la loro "parte" perdonano cose che sulla concorrenza condannerebbero senza appello. E viceversa, ingigantiscono mancanze veniali come questa. Basti pensare alla ricarica wireless: anche quella ce l'avevo già nel 2012 sull'N4... per anni NESSUNO si è ca*ato questa funzionalità... ma poi la aggiunge Apple e allora apriti cielo, se leggi i commenti di certi personaggi pare che ormai se non ha la ricarica wireless un telefono è da buttare. Come dicevo: due pesi e due misure.

Amazon

BLACK FRIDAY 2018: live blog, tutte le offerte, gli sconti e le promozioni

Android

Recensione Meizu 16th: una piacevole sorpresa

Alta definizione

Recensione proiettore BenQ TK800, Ultra HD e HDR luminoso per l'intrattenimento

Apple

Recensione Apple iPad Pro 12.9 (2018): può essere il tuo computer?