Europa: un miliardo di euro per il computer quantistico. Uno dei progetti è italiano

30 Ottobre 2018 41

Nel corso dei prossimi dieci anni, l'Europa investirà un miliardo di euro sulle tecnologie quantistiche; di questi, 9,3 milioni di euro saranno destinati a un progetto a guida italiana, gestito dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) e dall'Istituto nazionale di ottica (Ino) con la partecipazione di Università e aziende svizzere, tedesche e francesi, dell'Agenzia spaziale italiana (Asi) e di una società spinoff del Cnr, PpqSense.

La notizia arriva direttamente da Vienna, dove in questi giorni si è tenuta l'iniziativa "Quantum Flagship", lanciata dalla commissione europea su proposta del fisico italiano Tommaso Calarco e del Cnr. L'investimento fa parte di un quadro più ampio che vedrà investimenti per sei miliardi di euro in Information and Comunication Technologies (Ict) entro il 2020, come annunciato nel Quantum manifesto, documento che individua le priorità di investimento e ricerca nel settore.

Tommaso Calarco

Il progetto a guida italiana, che prende il nome di QOMBS, prevede lo sviluppo di una nuova generazione di laser con applicazioni che spaziano dalla sicurezza nelle comunicazioni cifrate alla creazione di computer quantistici ultraveloci. Come ha spiegato Augusto Smerzi, il coordinatore:

"QOMBS mira a sviluppare una nuova generazione di laser capaci di creare un fascio di luce non-classica nello spettro infrarosso composto da diverse frequenze (o colori). Ciò permetterà nuove applicazioni, dalla possibilità di trasmettere messaggi in maniera intrinsecamente sicura rispetto all'attacco di hacker ostili alla creazione di computer ultraveloci. La realizzazione del progetto permetterà di creare un'industria europea quantistica con leadership italiana, strettamente connessa al mondo accademico e alla ricerca fondamentale".


Ma il ruolo dell'Italia non finisce qui: nel programma da 1 miliardo di euro, il Cnr è anche presente nella struttura di governance con la responsabilità di coordinare la preparazione di una nuova generazione di ricercatori che si occuperà di trasferire le tecnologie quantistiche dai laboratori di ricerca a quelli industriali. Grande la soddisfazione del Cnr, come espresso anche dal presidente Massimo Inguscio:

"Il Cnr riconferma la sua capacità di unire insieme ricerca di frontiera e tecnologie d'avanguardia e, soprattutto, di essere un punto di riferimento e di sintesi per tutta la comunità nazionale, rendendo possibile l'aggregazione di eccellenze su scala internazionale e creando, in definitiva, vera innovazione".

Massimo Inguscio, Cnr

In che modo il computer quantistico potrebbe essere utile nella sicurezza delle comunicazioni? Lo spiega efficacemente Il Sole 24 Ore: mentre nel computer tradizionale l'unità fondamentale dell'informazione è il bit (che è binario, cioè può avere solo due valori, 0 e 1), il computer quantico ha come unità fondamentale il quantum bit, o qubit, che può assumere diversi valori ed essere contemporaneamente sia 0 che 1.

I qubit sono estremamente "sensibili", nel senso che rendono immediatamente percepibile qualsiasi tipo di manipolazione, che cambia l'orientamento della particella su cui l'informazione viaggia. Per questo motivo, il loro impiego nella cybersecurity sarebbe decisivo: al giorno d'oggi vengono inviati miliardi di fotoni divisi in pacchetti; se un oggetto quantistico che associa un fotone a un bit di informazione venisse copiato o rubato, il destinatario se ne renderebbe subito conto.

Qubit

Tuttavia non ci si ferma alla cybersecurity: come ha spiegato Calarco, si punta anche a ottenere sensori ultra-precisi, "come magneti fatti di un solo elettrone in grado di rilevare il campo magnetico di un singolo neurone, che permetteranno di vedere quando si accende e si spegne ogni cellula del cervello". Gli orologi quantistici invece saranno cruciali per la navigazione autonoma: "il Gps conta sugli orologi atomici, con cui navighiamo con una precisione di alcuni metri, ma con gli orologi quantistici la precisione sarà di millimetri: immaginiamo l'impatto sulle auto autonome che se toccano il bordo della strada possono correggersi".

Il progetto più ambizioso forse è costruire un computer quantistico in grado di elaborare rapidamente calcoli che a un supercomputer richiederebbero un tempo pari a quello dell'età dell'universo. La posta in gioco è incommensurabile: come evidenzia Il Sole 24 Ore, "la promessa del quantum computing e di una cybersicurezza basata sulla meccanica quantistica potrebbe rappresentare quel cambio di paradigma da avvicinare un poco la disparità tra noi e le aziende cino-californiane".

Uno smartphone concreto, veloce e con un display eccellente? Asus Zenfone 5Z, in offerta oggi da Computer Shop Pisa a 399 euro oppure da Amazon a 454 euro.

41

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Diego Vianello

Esatto Mattia! Era quello il concetto che volevo esprimere, anche se forse potevo essere più delicato... Non mi aspetto che un giornalista possa sapere tutto di tutto, però dovrebbe saper fare almeno il giornalista, partire dalla fonte originale, che dubito sia il sole 24 ore, documentarsi ragionevolmente, spiegare quello che può come può, se no tanto vale linkare semplicemente l'articolo da cui si è "tratto ispirazione", detto in maniera delicata...

Mattia Righetti

Per farlo meglio e migliorare, non si tratta di "reinventare la ruota" in questo caso. Comunque ovviamente non possiamo sapere i motivi di questa scelta ma presumo sia per avere una propria tecnologia e percorrere nuova strade

luca

Riformulo... Perché costruire qualcosa da zero quando lo since puó comprare off the shelf?!?

Mattia Righetti

Non ho giudicato il lavoro di nessuno, ne ho letto solo metà perché mi aveva già annoiato per la superficialità.

Aster

E io ti ripeto che nonostante le tue presunte conoscenze nessuno ha diritto di giudicare il lavoro di un altro,ci sono modi e modi di dire le cose.Poi quando sarai chiamato in causa ti faremo sapere come comportarti e se non abbiamo di meglio da fare ti forniremo anche gli argomenti

Mattia Righetti

Questo è un altro discorso che tu hai tirato fuori ora in mancanza di argomentazioni sensate, nessuno ha detto che qui ci devono essere solo scienziati o ingegneri, ho solo detto che posso dire per certo che chi scrive articoli su HDBlog su computer quantistici non ne sa, è un dato di fatto per quello che ti ho già spiegato.

manuele

Insisto. Grazie Diego. Purtroppo, come dimostrato, uno condividè., cento blaterano tanto per dire qualcosa, visto che di serio non hanno che il vuoto assoluto. Rispetto.

manuele

Grazie Diego. È la prima volta che leggo qualcosa di sensato. Finalmente ho una seppur vaga (dovuta alla mia ignoranza ) idea di come si possano utilizzare sti benedetti qbit. Grazie ancora.

Aster

Si che oltre ad essere un idiota sei anche scemo!E la stessa cosa o percentuale che l'autore o i lettori sappiano informatica o ingegneria elettronica quando si parla di pc,smartphone,chip,frequenze,o altro. O pure di chirurgia quando si parla di robot o IA,o che non siano astrofisici se si parla di buchi neri o la NASA.Per i professionisti ci sono le sedi opportune,questo è solo un blog di informazione generica.Ma è più forte di voi nullafacenti, non c'è l'ha fatte a stare zitti

Mattia Righetti

E anche oggi hai imparato qualcosa di nuovo, ringrazia

Aster

Bene anche per oggi hai commentato

Mattia Righetti

Perdonami, la probabilità che una persona che scrive articoli su HDBlog sappia meccanica quantistica e la teoria dietro ai calcolatori quantistici è drasticamente prossima allo 0, quindi non c'è nulla di male a dire che non ne sanno niente perché la probabilità che questa affermazione sia vera è altissima :)

Mattia Righetti

Non è un problema di soldi, se si creano altri progetti ben venga...

Boronius

"permetteranno di vedere il singolo neurone che si accende e spegne nel cervello". Gli alieni già hanno questa tecnologia che si chiamerebbe psicotronica, e hanno passato di sottobanco qualche info agli americani (beh, sperando che gli americani ne facciano un uso consapevole... ). Secondo me gli alieni rimarranno alquanto delusi...

danieleg1

Sarebbe più corretto parlare di 9.3 milioni sui 132 che sono stati stanziati per i primi 3 anni del progetto e che sono stati suddivisi tra 20 progetti.

Diego Vianello

Allora hai ragione, come ho scritto dopo ho sbagliato a scrivere "l'autore non sa di cosa sta parlando", volevo dire "l'autore non sa di cosa sta parlando oppure ha fatto un copia incolla perché non aveva voglia di scrivere un articolo decente"

Aster

Era un discorso in generale per farti capire come vengono interpretate le parole su un blog,non e detto che laureato=fenomeno!Io non conosco ne te ne l'autore quindi mi sono solo limitato alla prima fase,non entro nei dettagli di quello che hai scritto dopo.

Rdl13

io già lo faccio :D

Diego Vianello

Ah ah, e dopo sono io che giudico gli sconosciuti eh?

Visto che avrò scritto tre commenti in tutto da quando sono su disquis hai perfettamente ragione a definirmi fenomeno da tastiera... Oltre che non laureato e incapace di scrivere codice... Cosa ne posso sapere io?

Comunque ammetto che non avevo trovato il nome dell'autore, chiedo venia! Non che questo cambi le cose...

Ginomoscerino

io nel dubbio inizio a conservare i tappi di bottiglia

Aster

No mi riferisco alla frase l'autore non sa di cosa parla!C'e un nome e un congnome in fondo al articolo.Io voi fenomeni da tastiera li vedo solo in questi blog dove evidentemente e il vostro orticello per aumentare l'autostima,perche nelle sedi opportune andate in palla con due stringhe di codice in croce,e poi ci meravigliamo perche siamo al ultimo posto per percentuale di laureati!

Rdl13

Sicuro che fra 100 anni si pagherà ancora in €? ahahah

goghicche

In Italia 9,3 mln su 1 mld?!?!

Diego Vianello

E cos'ho giudicato scusa? Pip cercava una definizione più chiara del qubit e io ho cercato di dargliela (profiquamente o meno, è un altro discorso...)

Ti riferisco al fatto che ho detto che l'articolo è copiato? Ma non sto certo giudicando, è un dato di fatto! E da una settimana che la notizia rimbalza, pressoché immutata, da un sito all'altro, e, come fa notare pip, nessuno aggiunge o quantomeno prova ad aggiungere qualche informazione in più del visto e rivisto "qubit, che può assumere diversi valori ed essere contemporaneamente sia 0 che 1", che, oggettivamente, non significa nulla ed è sostanzialmente una definizione errata.

Quindi i casi sono due: o ci scrive l'articolo non sa di cosa sta parlando e si limita a copiare o, non si se sia meglio o peggio, non fa il minimo sforzo, pur avendo le competenze, di aggiungere qualcosa di suo.

Ripeto, non giudico il lavoro di qualcuno (tra l'altro l'articolo non è neppure firmato!). Valuto l'articolo per quello che è! Potrebbe benissimo essere stato "scritto" da un bot

Aster

Si

Diego Vianello
luca

Non costava meno comprare un d-wave come hanno fatto google, la NASA etc !?!

Aster

Tutto molto bello ma giudicare il lavoro di uno o una sconosciuta mi sembra troppo!

Diego Vianello

Per forza è sempre la stessa frase copiata... Pensi che chi scrive questo articoli capisca qualcosa di quello che scrive? È un copia incolla mal fatto da un articolo precedente, sicuramente mal copiato a sua volta da altrove.
Vedi il discorso dei qubit come un fatto di probabilità... Come per qualsiasi sistema quantistico non è possibile conoscerne deterministicante lo stato finché non si effettua un'osservazione. Il massimo che possiamo sapere prima dell'osservazione è la probabilità (o più correttamente la funzione d'onda) che quel sistema sia in un certo stato piuttosto che un altro. Nel caso di un (o più) qbit questo si traduce nel fatto che finché non vado a vedere lo stato, il risultato ad esempio di un operazione fatta eseguire dalla macchina, questa poi assumere, con probabilità magari diverse ma differenti dal 100%,

MrNondisponibile

Ne capisci poco te che l'hai studiata figurati un comune mortale come me...
Consolati dai, prima di una ventina di anni nessuno di noi userà computer simili. Enjoy

Garrett

Speriamo non usi Windows 10....

Lino Torvaldi

pip install -U qbit

Pier

Grazie Federico per il commento. Posso chiedere però su che fonti citi quegli Stati?

Grazie.

Pip

Più cerco informazioni su questi qbit e meno ci capisco...
Sono tutte informazioni sommarie, che sostanzialmente dicono tutte la stessa cosa: "può assumere entrambi i valori contemporamente"
Ok, va bene, l'ho capito, ma questo in pratica come permette di ottenere queste mirabolanti e fantascientifiche prestazioni?
Sembra veramente che l'unico modo per saperlo è andarsi a leggere centinaia di pagine di ricerca scientifica, ma quelle presuppongono una conoscenza molto approfondita della meccanica quantistica.
Io l'ho studiata, ma non sono uno scienziato specializzato, speravo di trovare qualche informazione più umanamente comprensibile, e invece niente, sempre la stessa frase copiata che non spiega assolutamente nulla...

italba

Tu c'hai grossa crysis

Top Cat

Io per un periodo mi facevo chiamare Nomad.

DarkKnightAndroid©™
Top Cat

Si, tutte le versioni.
Ma tutte insieme.

Zetec

Ah, pensavo "un miliardo di Euro per le nuove schede video di fascia medio alta Nvidia"

Federico_M2

"...che può assumere diversi valori ed essere contemporaneamente sia 0 che 1". In linea teorica, il qubit può assumere tutti i possibili stati che descrivono sovrapposizioni delle basi computazionali 0 e 1. Il problema è che non è possibile distinguere "facilmente" tutti questi (infiniti) stati.
"un oggetto quantistico che associa un fotone a un bit di informazione venisse copiato o rubato" uno stato quantistico non può essere copiato (vedere no-cloning theorem). Questa è una dei suoi vantaggi principali rispetto alla comunicazione classica.
Comunque per una volta sarebbe carino evitare l'autoincensamento: l'Italia è ai margini europei della ricerca europea nel tema del quantum computing, dove i leader principali sono la Germania (Monaco, Siegen, Colonia), Austria (Vienna e Innsbruck, che ha collaborato con la cina per un progetto di comunicazione quantistica via satellite), Svizzera (ETH, EPFL) e varie università in UK. Volendo anche l'ICFO di Barcellona.

Artorias

Ma la vera domanda è: ci gira crysis?

Recensione Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K

Amazon

BLACK FRIDAY 2018: live blog, tutte le offerte, gli sconti e le promozioni

Samsung

Samsung Galaxy A9 (3.800mAh): live batteria | 30% alle 20

Android

Recensione Meizu 16th: una piacevole sorpresa